Caesar Salad

Ho assaggiato per la prima volta la Caesar Salad lo scorso mese di luglio, durante la mia vacanza sull’isola di San Miguel alle Azzorre. Questo piatto mi era passato più volte sott’occhio durante i miei girovagare nel web  ma guardando le foto non mi ispirava più di quel tanto e non riuscivo a capire perché potesse avere riscosso tanto successo, allo stesso tempo pensavo che se piace a tante persone un motivo ci deve pur essere … Quella sera alle Azzorre non avevo una gran fame e mi andava proprio di mangiare una bella insalatona, nel menù del ristorante proponevano proprio la Caesar Salad, allora ho pensato che quella sarebbe stata l’occasione giusta per assaggiarla. La Caesar Salad è stata davvero una sorpresa, molto gustosa, saporita e anche nutriente e mi sono ripromessa di farla a casa. Al ritorno dalle vacanze mi sono documentata un po’ e poi sono partita con la mia Caesar Salad, un collage di ricette trovate sul web. La mia Caesar Salad è per così dire una versione “full optional” completa di tutti gli ingredienti che si sono uniti successivamente. Non è certo la versione originale, ma  sicuramente è un piatto freddo estivo che è piaciuto a tutta la famiglia. Questa ricetta è nata in Messico ma da un cuoco italiano, Cesare Cardini (da qui il nome Caesar) che il 4 luglio del 1924, giorno della festa dell’Indipendenza, nel suo ristorante di Tijuana era rimasto senza ingredienti in dispensa quando inaspettatamente arrivò un gruppo di clienti e si è trovò a dover arrangiare un piatto con quello che gli avanzava. Creò così questa insalata che in origine conteneva solamente l’insalata, il pane ed il formaggio grattugiato, conditi con una salsa fatta con l’uovo con l’aggiunta di salsa Worchester, ma che è piaciuta così tanto da diventare richiestissima e diffondersi in poco tempo in America e man mano anche oltre oceano, fino a diventare un piatto cult, una ricetta alla moda.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr. insalata di stagione a vostra scelta
  • 400 gr. petto di pollo
  • 180 gr. pane  (va meglio quello del giorno prima)
  • 200 gr. fette di pancetta
  • 80 gr. formaggio Grana in scaglie
  • sale
  • olio EVO

Per la salsa:

  • 4 cucchiai di maionese
  • 1 cucchiaio di senape di Digione
  • 1 cucchiaio di salsa Worchester
  • sale
  • 2 giri di olio

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Procedimento:

Ricetta Caesar Salad
Lavare l’insalata, strizzarla, tagliarla e metterla nella terrina
Ricetta Caesar Salad
Prendere il petto di pollo, tagliarlo in due, eliminare gli ossicini interni e ricavare delle fettine
Ricetta Caesar Salad
Ungere la griglia con olio EVO, aggiungere le fettine di pollo, salarle e grigliarle su entrambi i lati
Ricetta Caesar Salad
Mettere le fettine su un tagliere e lasciarle raffreddare
Ricetta Caesar Salad
Tagliare il pollo a strisce e tenere da parte
Ricetta Caesar Salad
Tagliare il pane a cubetti e metterlo a cuocere con olio EVO in modo da ricavare dei crostini croccanti e leggermente unti
Ricetta Caesar Salad
Grigliare anche la pancetta fino a farla diventare croccante. Una volta cotta lasciar raffreddare e tagliare a striscioline
Ricetta Caesar Salad
In un recipiente mettere la maionese, la senape, la salsa Worchester, una presa di sale e 2 giri di olio
Ricetta Caesar Salad
Mescolare per amalgamare il tutto
Ricetta Caesar Salad
Comporre la Caesar Salad aggiungendo all’insalata il pollo e la pangetta
Ricetta Caesar Salad
Unire poi il pane rosolato e le scaglie di grana
Ricetta Caesar Salad
Completare il tutto con l’aggiunta di 3 cucchiai di salsa per ogni porzione

 

 

senza pollo, pancetta

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

 

Pasta fredda con verdure grigliate e provola

La pasta fredda con verdure grigliate e provola è una ricetta che ho elaborato una notte mentre non riuscivo a prendere sonno ed è una ricetta molto gustosa e saporita. A volta vado a letto e pur essendo molto stanca non riesco a dormire, cerco di concentrarmi e di non pensare a niente, ma il tempo passa allora mi metto a contare, conto fino a 100 e poi ricomincio, ma nemmeno questo funziona allora comincio a pensare, e a cosa mai potrei pensare io mentre non riesco a dormire? Ma alla cucina ovviamente! :) Ogni tanto come in questo caso, la mia insonnia è produttiva, mentre non dormo elaboro ricette, e chiaramente se penso alle ricette sono concentrata sui miei pensieri e non riesco a più prendere sonno, è un circolo vizioso insomma …  Si, è vero, non è velocissima da preparare ma magari la domenica mattina con un po’ più di tempo a disposizione …  a noi è piaciuta a tutti e si sà, a casa mia in fatto di mangiare non siamo mai tutti d’accordo😉

Ingredieti per 6 persone:

  • 320 gr. pasta corta
  • 1 zucchina media
  • 250 gr. melanzana
  • 1 peperone giallo
  • 200 gr. provola
  • 500 gr. funghi champignon
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 50 gr. formaggio grattugiato (1/2 Pecorino, 1/2 Parmigiano)
  • 6/8 foglie di basilico
  • 80 gr. olio EVO
  • sale

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 40 minuti

Procedimento:

Ricetta Pasta fredda con verdure grigliate e provola
Lessare la pasta in acqua salata, scolarla al dente e metterla a raffreddare in una terrina capiente, aggiungere un filo di olio e mescolare in modo che la pasta non si attacchi. Tritare il prezzemolo, spezzettare con le dita il basilico, mettere in una ciotolina ed aggiungere l’aglio schiacciato
Ricetta Pasta fredda con verdure grigliate e provola
Aggiungere gli 80 gr. di olio e mescolare
Ricetta Pasta fredda con verdure grigliate e provola
Lavare le melanzane, tagliare il picciolo e tagliarle a fette spesse circa 1 centimetro
Ricetta Pasta fredda con verdure grigliate e provola
Mettere le fette di melanzana in uno scolapasta a strati e cospargere ogni strato con sale grosso in questo modo perderanno l’acqua e quel sapore amarognolo
Ricetta Pasta fredda con verdure grigliate e provola
Coprire le melanzane con un piatto e sopra il piatto mettere una pentola piena di acqua per far peso
Ricetta Pasta fredda con verdure grigliate e provola
Mentre le melanzane spurgano lavare le zucchine, spuntarle e tagliarle a fette spesse circa mezzo centimetro, lavare velocemente i funghi champignon, tagliare il pezzo di gambo con la terra ed affettarli, lavare i peperoni, tagliarli a metà, eliminare i filamenti bianchi ed i semi e tagliarli a falde. Grigliare le verdure nella pentola unta con poco olio EVO
Ricetta Pasta fredda con verdure grigliate e provola
Girare le verdure e salarle
Ricetta Pasta fredda con verdure grigliate e provola
Sciacquare le melanzane dal sale, asciugarle tamponandole con della carta assorbente e grigliarle allo stesso modo con cui avete grigliato le altre verdure
Ricetta Pasta fredda con verdure grigliate e provola
Mettere da parte le verdure grigliate e lasciarle raffreddare, una volta fredde tagliarle in piccoli pezzi
Ricetta Pasta fredda con verdure grigliate e provola
Aggiungere le verdure tagliate a dadini alla pasta e mescolare
Ricetta Pasta fredda con verdure grigliate e provola
Tagliare la provola a dadini ed aggiungerla alla pasta, aggiungere anche il trito di spezie e mescolare
Ricetta Pasta fredda con verdure grigliate e provola
Grattugiare il formaggio ed aggiungere anche questo alla pasta mescolando delicatamente
Ricetta Pasta fredda con verdure grigliate e provola
Servire subito la pasta o riporla in frigo fino al momento di servirla
Ricetta Pasta fredda con verdure grigliate e provola
Servire la pasta a temperatura ambiente

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Torta al cocco e cioccolato

La ricetta della torta al cocco e cioccolato me l’ha passata la mia collega americana Katy. Mi ricordo che tanti anni fa, prima di Natale, al posto dei tradizionali biscottini, aveva portato al lavoro un piattino con diversi tipi di torte che aveva preparato, perché in America usa così, e tra queste c’era proprio una fettina di torta al cocco e cioccolato, mi ricordo di aver pensato – allora non è vero che gli americani non sanno cucinare –🙂 mi sono fatta portare la ricetta e, a dire il vero, da quella volta lo rifatta poche volte, poi un giorno, frugando tra le mie vecchie ricette, ne avrò un milione! L’ho ritrovata e ho pensato di rifarla. La torta al cocco e cioccolato è semplice da realizzare e non necessita di cottura in forno, per cui è perfetta da preparare in questo periodo.

Ingredienti:

  • 150 gr. biscotti secchi
  • 150 gr. burro
  • 1 bicchiere di latte
  • 150 gr. zucchero
  • 200 gr. cioccolato fondente
  • 250 gr. cocco

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 5 minuti

Procedimento:

Ricetta torta al cocco e cioccolato
Sbriciolare i biscotti, io ho usato gli Oro Saiwa
Ricetta torta al cocco e cioccolato
Far sciogliere sul fuoco latte e burro
Ricetta torta al cocco e cioccolato
Aggiungere lo zucchero e mescolare per scioglierlo
Ricetta torta al cocco e cioccolato
Lasciar raffreddare un po’ ed aggiungere il cocco tenendo da parte quello che serve per la guarnizione della torta
Ricetta torta al cocco e cioccolato
Mescolare per amalgamare
Ricetta torta al cocco e cioccolato
Versare il composto in una terrina, aggiungere i biscotti sbriciolati ed amalgamare anche questi
Ricetta torta al cocco e cioccolato
Versare il composto in uno stampo con cerchio apribile e livellare con il dorso del cucchiaio

Ricetta torta al cocco e cioccolato

Ricetta torta al cocco e cioccolato
Sciogliere il cioccolato a bagno maria o al microonde e versarlo sulla torta tiepido
Ricetta torta al cocco e cioccolato
Aggiungere subito anche il cocco che avevate tenuto da parte, io ho aspettato un po’ troppo tempo e il cioccolato si è indurito, ma va bene versato subito. Mettere in frigo per almeno un paio d’ore
Ricetta torta al cocco e cioccolato
Sfornare la torta e sistemarla sul piatto di portata

Ricetta torta al cocco e cioccolato

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Pizzette di pasta sfoglia

Le pizzette di pasta sfoglia sono degli sfiziosi stuzzichini adatti ad essere preparati per molte occasioni come compleanni, una festa tra amici e sono ideali per accompagnare l’aperitivo. Gustose, versatili, facili e veloci da preparare, come una pizza si adattano a numerose farciture, è sufficiente un rotolo di pasta sfoglia, un po’ di pomodoro, qualche cubetto di provola ed un pizzico di origano per renderle gustose. Io le ho preparate per accompagnare l’aperitivo Hugo che ho postato ieri, ne ho fatte due versioni, una con le acciughe e le altre con il gorgonzola dolce e sono finite in un baleno, un finger food da annotare e preparare alla prossima occasione🙂

Ingredienti per 14 pezzi:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 180 gr. passata di pomodoro
  • sale
  • olio EVO
  • 65 gr. provola
  •  3 filetti di acciuga
  • 40 gr. gorgonzola dolce
  • latte

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Procedimento:

Ricetta pizzette di pasta sfoglia
In un piatto mescolare la passata di pomodoro con sale e olio
Ricetta pizzette di pasta sfoglia
Tagliare la provola in piccoli dadini
Ricetta pizzette di pasta sfoglia
Tagliare le acciughe e sminuzzare il gorgonzola
Ricetta pizzette di pasta sfoglia
Con un coppapasta o un bicchiere ricavare dei cerchi dalla pasta sfoglia
Ricetta pizzette di pasta sfoglia
Stendere i cerchi su un foglio di carta forno, sopra la teglia del forno, bucherellarli e spennellarli con il latte
Ricetta pizzette di pasta sfoglia
Farcire le pizzette con una cucchiaiata di passata di pomodoro evitando di arrivare sul bordo e con un qualche cubetto di provola. Aggiungere poi in alcune le acciughe ed in altre il gorgonzola
Ricetta pizzette di pasta sfoglia
Infornare in forno caldo a 200 gradi per 10 minuti

Ricetta pizzette di pasta sfoglia

Ricetta pizzette di pasta sfoglia
Per non buttare gli avanzi della pasta sfoglia li ho attorcigliati, spennellati con latte, spolverati con semi di sesamo e di papavero ed infornato anche questi a 200 gradi per 10 minuti

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Aperitivo Hugo

E’ estate, tempo di vacanze, di spensieratezza, di cene all’aperto con gli amici e allora perché non portare in tavola un nuovo aperitivo? Hugo è un aperitivo molto fresco, gustoso facile e veloce da preparare, leggermente alcolico ideato dal barman Roland Gruber nel 2005 in Alto Adige come alternativa allo spritz e diffusosi rapidamente nelle regioni limitrofe, vale a dire Triveneto, Austria, Svizzera e Germania. L’aperitivo Hugo è piuttosto dolce, per cui particolarmente adatto ad un pubblico femminile, ma molto ben bilanciato, a base di prosecco, sciroppo di fiori di sambuco, selz o acqua frizzante e foglie di menta, con l’aggiunta di una fettina di limone o lime e del ghiaccio.  L’ho assaggiato un paio di anni fa ad una cena tra vecchi colleghi dell’azienda in cui lavoravo e da quel momento è diventato il mio aperitivo preferito. Negli ultimi anni ha preso piede rapidamente e dalle nostre parti è molto di moda. Lo sciroppo di sambuco è un prodotto tipico del Trentino Alto Adige, è ricavato dai fiori di sambuco che cresce abbondante in Alto Adige ed anche nella montagna friulana. Vi lascio le dosi che ho utilizzato io, può capitare che alcuni sciroppi di sambuco siano troppo dolci, in quel caso basta calare un po’ la dose di sambuco o aumentare quella dell’acqua, magari fate una prova assaggio prima solo con acqua.

Ingredienti per 6 persone:

  • 420 ml. prosecco
  • 180 ml. sciroppo di sambuco
  • 120 ml. soda o acqua frizzante
  • foglie di menta
  • 1/2 limone o lime
  • ghiaccio 1, 2 cubetti a testa

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: /

Procedimento:

Ricetta aperitivo Hugo

Ricetta aperitivo Hugo
In una brocca versare lo sciroppo di sambuco
Ricetta aperitivo Hugo
Aggiungere la dose di prosecco
Ricetta aperitivo Hugo
Aggiungere ora l’acqua frizzante o la soda, il limone tagliato a fette, le foglioline di menta e mescolare
Ricetta aperitivo Hugo
Servire l’aperitivo Hugo con 2 foglie di menta e 2 cubetti di ghiaccio

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Insalata di riso

Salve a tutti amici single (e non), per la rubrica Cucina per single, oggi vi “presento”, si fa per dire perché non ha certo bisogno di presentazioni, l’insalata di riso. L’insalata di riso è un piatto jolly, un evergreen dell’estate da gustare freddo, ma a me piace anche tiepido. Per preparare l’insalata di riso si mette a lessare il riso in acqua salata e lo si scola al dente, mentre il riso cuoce si prepara la farcitura, che varia da casa a casa, da famiglia a famiglia e probabilmente anche da nord a sud e a seconda della fantasia di ognuno, pertanto credo che in ogni insalata di riso ci sia un segreto, uno spunto da poter carpire e fare proprio. Anche se può sembrando un piatto banale e scontato vale comunque la pena di dare un’occhiata a come viene preparato – “non si sa mai che ci trovi un ingrediente interessante che non ci ho mai pensato di mettere, così modifico anche la mia versione” – ;-)  per cui bando alle ciance, vi lascio alla mia ricetta dell’insalata di riso e vi auguro buona giornata🙂

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr. riso
  • 1/2 cetriolo
  • 130 gr. pomodorini
  • 100 gr. prosciutto
  • 100 gr. wurstel
  • 150 gr. mozzarella o provola
  • 120 gr. tonno sott’olio
  • 10 olive
  • 1 uovo sodo
  • olio EVO

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di cottura: 15-18 minuti

Procedimento:

Ricetta insalata di riso
Lessare il riso in acqua salata e scolarlo al dente
Ricetta insalata di riso
Cuocere l’uovo sodo mettendo l’uovo in acqua fredda coperto completamente dall’acqua
Ricetta insalata di riso
Portare a bollore e lasciar bollire l’acqua per 8 minuti da quando fa le bolle grandi
Ricetta insalata di riso
Spegnere il fuoco, togliere l’acqua bollente e riempire il brico di acqua fredda per far raffreddare più velocemente l’uovo
Ricetta insalata di riso
Sbucciare l’uovo e tagliarlo
Ricetta insalata di riso
Lavare e tagliare i pomodori, tagliare il prosciutto ed i wurstel in piccoli cubetti, sbucciare il cetriolo tagliarlo per il lungo e poi a fettine fini e disporre tutto in una terrina capiente
Ricetta insalata di riso
Aggiungere il riso e 2 giri di olio
Ricetta insalata di riso
Tagliare le olive a rondelle, la mozzarella a dadini e l’uovo sodo in piccoli pezzi ed aggiungerli al riso
Ricetta insalata di riso
Mescolare delicatamente tutti gli ingredienti e lasciar raffreddare se necessario
Ricetta insalata di riso
Buon appetito!

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Zucchine alla scapece

Escabeche (o scapece) è una tecnica utilizzata in cucina per la marinatura degli alimenti, si tratta di un procedimento di conservazione di un prodotto sotto aceto, questo tipo di procedimento è di origine araba ma è stato rielaborato dalla tradizione culinaria spagnola. La marinatura degli alimenti trova largo uso in diverse regioni d’Italia, in Puglia, Liguria, Molise, Sicilia, Sardegna e Abruzzo viene utilizzata principalmente per la marinatura di vari tipi di pesce. Ma la stessa tecnica viene utilizzata anche in diversi paesi del sud America per la marinatura delle carni. Le zucchine alla scapece sono un piatto tipico della cucina Campana ed in particolare Napoletana, consiste nella frittura delle zucchine tagliate a rondelle in olio di semi e poi scolate e fatte marinare con aglio, menta e aceto. Ho scoperte da qualche anno questa ricetta e d’estate, quando si può friggere con la porta aperta, almeno un paio di volte la preparo. Le zucchine alla scapece sono un contorno delizioso e dal sapore particolare che vanno gustate fredde e si apprezzano particolarmente dopo essere state lasciate riposare almeno un paio d’ore, sono molto buone se accompagnate con una mozzarella di buona qualità, meglio se di bufala, o con dei crostini di pane, ma sono anche molto gustose come contorno o come antipasto.

Ingredienti per 4 persone:

  • 3 zucchine, 500 gr. circa
  • 40 ml. aceto di mele
  • 1 grosso spicchio di aglio
  • 10 foglie di menta
  • sale
  • olio EVO per friggere

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 20 minuti

Procedimento:

Ricetta zucchine alla scapece
Preparare la marinatura unendo l’aglio tagliato a spicchi con l’aceto, il sale e le foglie di menta spezzettate
Ricetta zucchine alla scapece
Lavare spuntare, tagliare le zucchine a fettine fini e friggerle in abbondante olio extravergine di oliva
Ricetta zucchine alla scapece
Cuocere le zucchine fino a doratura rigirandole
Ricetta zucchine alla scapece
Sollevare le zucchine con un mestolo forato, sgocciolarle dall’olio e disporle in una pirofila
Ricetta zucchine alla scapece
Aggiungere alla marinatura preparata in precedenza 60 ml. di olio di frittura delle zucchine, è poco più di 1/4 di bicchiere da tavola
Ricetta zucchine alla scapece
Versare la marinatura sopra le zucchine, mescolare delicatamente, una volta fredde coprire con pellicola e lasciar riposare almeno un paio d’ore
Ricetta zucchine alla scapece
Servire le zucchine come contorno, accompagnate con della mozzarella di bufala fresca o sui crostini di pane

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Gnocchi di zucchine senza uova

Le zucchine di questi tempi la fanno da padrone, ce n’è in abbondanza, strabordano in tutti gli orti e al negozio le vendono a ottimi prezzi, allora perché non approfittarne …  Una settimana fa qualcuno chiedeva su facebook come utilizzare delle zucchine che, in una settimana di assenza dall’orto, erano diventate enormi. Uno dei suggerimenti era proprio quello di preparare gli gnocchi, visto che era da un po’ che non preparavo gli gnocchi ho preso la palla al balzo, ho messo vicino un po’ di idee, mi sono documentata un po’ e poi mi sono cimentata nella preparazione di questi gnocchi di zucchine senza uova. Prima ho cotto un po’ le zucchine in padella con scalogno, prezzemolo e basilico e poi le ho passate al mixer. Il risultato è stato niente male, per cui direi esperimento riuscito. Io le ho condite con un semplice sugo di pomodoro ottenendo una ricetta completamente vegana, ma volendo si possono anche condire con una crema di taleggio o con un altro sugo a vostro piacere.

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 gr. zucchine
  • 300 circa gr. farina 00
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • 4 foglie di basilico
  • 40 gr. scalogno
  • sale
  • pepe

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Procedimento:

Tagliare finemente lo scalogno e farlo appassire in una pentola capiente con 2 giri di olio
Tagliare finemente lo scalogno e farlo appassire in una padella capiente a fuoco dolce per una decina di minuti con 2 giri di olio EVO
Lavare, spuntare e tagliare a dadini le zucchine. Aggiungerle allo scalogno. Salare e pepare e lasciar cuocere una decina di minuti
Lavare, spuntare e tagliare a dadini le zucchine. Aggiungerle allo scalogno. Salare e pepare e lasciar cuocere una decina di minuti
Tagliare finemente il prezzemolo, lavare ed asciugare le foglie di basilico ed aggiungerle alle zucchine e mescolare
Tagliare finemente il prezzemolo, lavare ed asciugare le foglie di basilico ed aggiungerle alle zucchine e mescolare
Lasciare cuocere ancora una decina di minuti mescolando di tanto in tanto e poi spegnere il gas e lasciare intiepidire
Lasciare cuocere ancora una decina di minuti mescolando di tanto in tanto e poi spegnere il gas e lasciare intiepidire
Versare le zucchine in un bicchiere e frullare con un mixer per ridurre in purea
Versare le zucchine in un bicchiere e frullare con un mixer per ridurre in purea
Disporre la farina sulla spianatoia e mettere al centro la purea di zucchine iniziando ad incorporare la farina un po' alla volta
Disporre la farina sulla spianatoia e mettere al centro la purea di zucchine iniziando ad incorporare la farina un po’ alla volta
Incorporare la quantità di farina necessaria a ottenere un composto morbido ma lavorabile
Incorporare la quantità di farina necessaria a ottenere un composto morbido ma lavorabile
Tagliare l'impasto in 4 pezzi e ricavare i cordoncini tipici degli gnocchi. Tagliarli i cordoncini con la spatola per ricavare gli gnocchi
Tagliare l’impasto in 4 pezzi e ricavare i cordoncini tipici degli gnocchi. Tagliarli i cordoncini con la spatola per ricavare gli gnocchi
Mettere a cuocere gli gnocchi in acqua bollente salata a metà. Appena gli gnocchi vengono a galla sollevarli con un mestolo forato
Mettere a cuocere gli gnocchi in acqua bollente salata a metà. Appena gli gnocchi vengono a galla sollevarli con un mestolo forato
Condire gli gnocchi con un sugo a piacere e servirli immediatamente
Condire gli gnocchi con un sugo a piacere e servirli immediatamente

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Peperoni ripieni

I peperoni ripieni di carne sono una delle ricette classiche che si preparano in estate. Gustosi, colorati e facili da preparare, i peperoni ripieni uniscono carne e verdure in un piatto unico. Quella che vi propongo oggi è la ricetta che ha sempre preparato mia mamma. A casa mia questo secondo piatto piace a tutti, quindi vado sul sicuro, nessuno si lamenta, neanche a mio marito che ama la carne ma non digerisce bene i peperoni. I peperoni ripieni generalmente si servono caldi ma a mio parere sono buoni anche tiepidi e freddi,  quindi sono adatti anche ad essere preparati per un pic-nic o per una gita fuori porta. La preparazione è molto semplice, si tratta di svuotare i peperoni dai semi e dai filamenti bianchi interni e di riempirli con il ripieno di carne, o a seconda dei vostri gusti con altri ripieni a piacere, come ad esempio con il riso oppure con il tonno a seconda dei gusti.

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 peperoni (2 gialli, 2 rossi)
  • 40 gr. formaggio grattugiato+ 10 gr. per la gratinatura
  • 30 gr. pane raffermo
  • pangrattato
  • poco latte
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • 400 gr. carne macinata mista
  • sale, pepe
  • 1 uovo

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di cottura: 50-60 minuti

Procedimento:

Ricetta peperoni ripieni di carne
Lavare i peperoni, tagliare un cerchio attorno al picciolo, eliminare i semi ed i filamenti bianchi interni poi lavarlo internamente, sgocciolarlo e salarlo
Ricetta peperoni ripieni di carne
Sminuzzare il pane, bagnarlo con il latte e schiacciarlo con la forchetta e ridurlo in poltiglia
Ricetta peperoni ripieni di carne
Tagliare insieme finemente il prezzemolo e l’aglio
Ricetta peperoni ripieni di carne
Unire in una ciotola tutti gli ingredienti ed aggiungere sale e pepe ed amalgamare

Ricetta peperoni ripieni di carne

Ricetta peperoni ripieni di carne
Riempire i peperoni con il ripieno di carne
Ricetta peperoni ripieni di carne
In una pirofila versare un filo d’olio e adagiarvi i peperoni. Aggiungere sulla sommità un cucchiaio di pane grattugiato per coprire la carne, aggiungere poi il formaggio grattugiato per la gratinatura e qualche fiocchetto di burro
Ricetta peperoni ripieni di carne
Infornare a 180 gradi per 50-60 minuti

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Cheesecake all’ananas

Era da un po’ che avevo in mente di preparare la cheesecake all’ananas e finalmente ho trovato il momento giusto. Adoro le cheesecake, il gusto dei biscotti insieme a quello dei formaggi cremosi si sposa benissimo con quello della frutta, fresca o secca che sia, secondo me uno dei connubi meglio riusciti. La cheesecake all’ananas è un dolce fresco che, sia nei colori che nei sapori ci fa immergere completamente nell’estate. Senza cottura, la cheesecake all’ananas è il dolce ideale da portare in tavola in questa stagione, fresco e gustoso fa da dessert ma anche da frutta.

Ingredienti per uno stampo da 22 cm:

Per la base:

  • 230gr. biscotti digestive
  • 100 gr. burro
  • 1 cucchiaio zucchero di canna

Per il ripieno:

  • 300 gr. Philadelphia
  • 200 gr. panna fresca
  • 200 gr. mascarpone
  • 100 gr. zucchero a velo
  • i semi di 1 bacca di vaniglia
  • 12 gr. gelatina in fogli
  • 5 fette di ananas sciroppato

Per la copertura

  • 5 fette di ananas sciroppato
  • lo sciroppo dell’ananas
  • colorante giallo

Tempo di preparazione: 40 minuti+ 5 ore di raffreddamento in frigo

Tempo di cottura: 5 minuti

Procedimento:

Ricetta Cheesecake all'ananas
Ridurre in polvere i biscotti, io li ho schiacciati con un batticarne
Ricetta Cheesecake all'ananas
Trasferire i biscotti in una terrina, unire lo zucchero di canna e mescolare. Sciogliere il burro a bagnomaria o al microonde, una volta tiepido versarlo sui biscotti e mescolare per amalgamare
Ricetta Cheesecake all'ananas
Versare il composto in uno stampo con cerchio apribile foderato alla base con carta forno
Ricetta Cheesecake all'ananas
Con il dorso del cucchiaio livellare i biscotti su tutta la superficie in modo da avere un fondo uniforme. Riporre in frigo.
Ricetta Cheesecake all'ananas
Mettere ad ammorbidire la gelatina in acqua fredda inserendo un foglio alla volta. Io per raffreddarla ho aggiunto un cubetto di ghiaccio
Ricetta Cheesecake all'ananas
In una terrina mescolare il Philadelphia con il mascarpone, lo zucchero a velo ed i semi della bacca di vaniglia, ottenuti incidendo la bacca per il lungo, raschiandoli con un coltello a lama liscia. Montare la panna, tenendone da parte 2 cucchiai per sciogliere la colla di pesce, e riporla in frigorifero
Ricetta Cheesecake all'ananas
Prelevare dal barattolo dell’ananas 5 fette, versarle in un contenitore assieme ad un goccio di sciroppo e frullarle con un mixer a immersione

Ricetta Cheesecake all'ananas

Ricetta Cheesecake all'ananas
Aggiungere al composto col Philadelphia la panna montata e l’ananas frullato.  In alternativa, se si vuole sentire la consistenza dell’ananas, si può tagliarlo a pezzetti piccoli con il coltello
Ricetta Cheesecake all'ananas
Scaldare la panna ed aggiungere la colla di pesce strizzata. Mescolare per far sciogliere
Ricetta Cheesecake all'ananas
Aggiungere la colla di pesce al ripieno della cheesecake ed amalgamare
Ricetta Cheesecake all'ananas
Riprendere lo stampo dal frigo e versarvi il ripieno, livellarlo con un cucchiaio e scuotendo un po’ lo stampo poi rimetterlo nuovamente in frigo per almeno un’ora
Ricetta Cheesecake all'ananas
Far ammorbidire in acqua fredda la dose di colla di pesce necessaria per la copertura. Versare lo sciroppo in un pentolino e farlo bollire per 4-5 minuti in modo da farlo evaporare e addensare
Ricetta Cheesecake all'ananas
Spegnere il gas, prendere la colla di pesce ammorbidita, strizzarla, versarla nello sciroppo dell’ananas e mescolare per far sciogliere
Ricetta Cheesecake all'ananas
Per rendere la torta un po’ più scenografica io ho aggiunto qualche goccia di colorante giallo

Ricetta Cheesecake all'ananas

Ricetta Cheesecake all'ananas
Trascorsa un’ora controllate che il ripieno si sia un po’ solidificato in modo tale che la copertura non sprofondi. Tagliate in 2 gli ananas avanzati e decorate la cheesecake, in ultimo versate nei buchini lo sciroppo giallo. Riponete in frigo per 4 ore
Ricetta Cheesecake all'ananas
Passare la lama del coltello tutto attorno al cerchio, poi aprire lo stampo a cerniera e trasferire la cheesecake all’ananas su un piatto di portata

Ricetta Cheesecake all'ananas

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Insalata con muesli salato croccante – ricetta vegana

La scorsa primavera ho frequentato un corso base di cucina vegana. Non in quanto vegana ma come curiosa,  amante della cucina e ignorante in questo campo. Ne sono rimasta entusiasta e mi sono ripromessa di riproporre sul mio blog alcune delle ricette che ho trovato più interessanti, l’insalata con muesli salato croccante è una di quelle, l’ho trovata molto gustosa e adatte e l’ho rifatta a casa. Mio marito carnivoro non ne è rimasto particolarmente entusiasta, invece a me è piaciuta molto. Poterla apprezzare appieno è necessario fare alcune precisazioni. Il cibo tradizionale non apporta all’organismo una dose corretta di nutrienti, vitamine, proteine, e sali minerali in proporzione alla quantità con il quale viene assunto, il risultato è di una popolazione spesso in sovrappeso e mai sazia. L’idea della cucina vegana è anche quella di assumere cibi ricchi di fibre, vitamine e nutrienti in quantità minore e con un indice di sazietà più elevato.

Alcune note sugli ingredienti che ho utilizzato:

Il sale integrale di roccia nasce da un lunghissimo processo di evaporazione naturale. Il sale viene semplicemente macinato senza subire processi di raffinazione, rimane nel sottosuolo fino al momento dell’estrazione ed il confezionamento avviene all’interno della miniera in modo da preservare al meglio tutte le sostanze benefiche conferitegli dall’acqua di mare. Al contrario, il sale bianco raffinato viene sottoposto ad un processo industriale di raffinazione privandolo degli 82 elementi terapeutici in esso contenuti, oligoelementi essenziali benefici per l’organismo.

I semi di girasole possono essere considerati come un integratore naturale del nostro organismo, sono ricchi di acidi grassi essenziali come acido folico, acido linoleico e omega 3 e vitamine del gruppo B e vitamina E. Tra i sali minerali contenuti nei semi di girasole, troviamo ferro,  zinco e fosforo. Presentano, inoltre, un buon contenuto di magnesio e di potassio. Per non dilungarmi e annoiarvi, se volete approfondire, vi lascio il link dove ho trovato queste informazioni ed altre molto interessanti al riguardo, potete cliccare qui .

I fiocchi d’avena sono fonte di carboidrati a lenta digestione, rappresentano perciò energia a lungo termine. Sono inoltre ricchi di fibre che garantiscono il corretto funzionamento dell’intestino. l’avena è il cereale più ricco di proteine e di acidi grassi essenziali, come l’acido linoleico. Il suo contenuto di fibre solubili è importante per placare l’appetito e normalizzare il peso corporeo. La farina d’avena è un alimento nutritivo e rinforzante, che viene consigliato ai bambini e ai convalescenti. Se volete leggere tutto l’articolo cliccate qui

In genere quando si fanno tutte queste premesse è per dire che anche se non è buono però fa bene, in questo caso vi posso garantire che l’insalata con muesli salato croccante è molto gustosa e appagante, non vi resta che provarla🙂 buona giornata.

Ingredienti per 4 persone:

  • 60 gr. fiocchi di avena
  • 40 gr. nocciole
  • 30 gr. semi di girasole
  • 1/2 cucchiaino di semi di cumino
  • 1 peperoncino piccante
  • 1/2 cucchiaino sale marino integrale
  • 1 cucchiaio olio di semi di girasole
  • 1 cucchiaio malto di riso
  • 480 gr. insalata (di 3 diversi tipi a vostra scelta)

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 15 minuti

Procedimento:

Ricetta insalata con mueslu croccante salato
Lavare le tre insalate, farle sgocciolare per bene e prepararle tagliate
Ricetta insalata con mueslu croccante salato
Rompere le nocciole in modo grossolano
Ricetta insalata con mueslu croccante salato
Ridurre in polvere il cumino ed il peperoncino con una macina spezie o un pestello
Ricetta insalata con mueslu croccante salato
Versare il composto su un foglio di carta forno, coprirlo con un altro foglio
Ricetta insalata con mueslu croccante salato
Con un mattarello livellare il composto a 1 cm
Ricetta insalata con mueslu croccante salato
Infornare in forno caldo ventilato a 170 gradi per 15 minuti circa, stando attenti verso la fine che non si brucino i bordi, nel caso estrarre immediatamente
Ricetta insalata con mueslu croccante salato
Lasciar raffreddare il muesli, preparare la terrina con l’insalata e romperci sopra il muesli, mescolare e gustare

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Pasta fredda

La pasta fredda o insalata di pasta, assieme all’insalata di riso sono i veri must dell’estate in cucina, veloci da preparare, saporiti, colorati e nutrienti, direi che ci sono tutti gli ingredienti per un pasto estivo fresco e invitante. Come la maggior parte degli italiani anche a me piace preparare questo piatto in estate, quella che vi propongo oggi è la versione più classica che preparo, quella con i sapori mediterranei del pomodoro, del basilico e della mozzarella, ma la pasta fredda si presta ad innumerevoli varianti che magari, se ci sarà tempo e modo posterò più avanti. Il vantaggio di questo piatto inoltre è che si può preparare in anticipo ed è adatto per portare in spiaggia, per un pic-nic in montagna o anche, perché no, per il pranzo in ufficio.

Ingredienti:

  • 320 gr. pasta farfalle
  • 300 gr. pomodorini
  • 200 gr. provola fresca o mozzarella
  • 160 gr. tonno sott’olio
  • 10 foglie di basilico
  • 70 gr. peperoni grigliati sott’olio
  • 40 gr. olive nere denocciolate
  • pecorino romano
  • 1 cucchiaio di pesto (opzionale)
  • sale, pepe e olio

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 20 minuti

Procedimento:

In un'ampia terrina unire i pomodorini tagliati a cubetti con il basilico
In un’ampia terrina unire i pomodorini tagliati a cubetti con il basilico,
Condire con sale, pepe e olio e mescolare
Condire con sale, pepe e olio e mescolare, volendo aggiungere una cucchiaiata di pesto
Tagliare il resto degli ingredienti, le olive a rondelle, la provola a piccoli cubetti ed il tonno sminuzzato ed unirli al pomodoro
Tagliare le olive a rondelle, la provola a piccoli cubetti, i peperoni a fettine e sminuzzare il tonno
Mescolare tutti gli ingredienti
Mescolare tutti gli ingredienti
Lessare la pasta, scolarla al dente e lasciarla raffreddare, poi unirla alla terrina e mescolare
Lessare la pasta, scolarla al dente e lasciarla raffreddare, poi unirla alla terrina e mescolare. Aggiungere una abbondante manciata di pecorino e mescolare nuovamente
Ed ecco la vostra pasta fredda estiva, allegra e colorata
Ed ecco la vostra pasta fredda estiva, allegra e colorata

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Gelato Biscotto

Il gelato biscotto è un dolcetto fresco e golosissimo che ho messo vicino domenica scorsa. Avendolo preparato così velocemente non sono riuscita a pianificare tutto, per cui nell’esecuzione ho dovuto fare degli aggiustamenti in corsa, comunque ce l’ho fatta, la ricetta che vi lascio è perfetta ed il risultato finale è stato più che buono. Ho ottenuto un biscotto al cacao friabile e morbido con un gusto molto buono che si sposa perfettamente con il gelato alla panna e latte condensato, proprio come volevo. Leggendo i commenti in giro per il web infatti la cosa più critica era il fatto che il biscotto venisse troppo duro e quindi rimanesse secco, il mio gelato invece è venuto morbido al punto giusto. Alla preparazione del gelato senza gelatiera ho aggiunto due cucchiai di liquore, questo in modo che il gelato non si ghiacci completamente in freezer anche se ci rimane per molte ore, e che sia sempre spalmabile sul biscotto senza problemi. Il gelato biscotto è la merenda ideale da gustare con questo caldo, fresco, nutriente e super goloso, l’unica avvertenza è quella di conservarlo in freezer. Buona giornata e buon inizio di settimana🙂

Ingredienti per il gelato:

  • 400 gr. panna fresca
  • 170 gr. latte condensato
  • 1 fialetta di aroma vaniglia
  • 2 cucchiai di liquore Bayles

Ingredienti per il biscotto per 10 pezzi:

  • 250 gr. farina 00
  • 10 gr. cacao
  • 125 gr. burro
  • 100 gr. zucchero a velo
  • 2 tuorli
  • 1/2 cucchiaino lievito chimico
  • 1/2 bacca di vaniglia

Tempo di preparazione: 30 minuti, più 6 ore per il gelato in freezer

Tempo di cottura: 7 minuti

Procedimento:

Per il gelato:

Per il biscotto:

Ricetta gelato biscotto
Per preparare il biscotto unire farina, cacao e lievito e mescolare
Ricetta gelato biscotto
Setacciare sul piano di lavoro, fare un buco al centro ed aggiungere lo zucchero a velo, i tuorli ed il burro freddo tagliato a cubetti
Ricetta gelato biscotto
Lavorare velocemente gli ingredienti partendo dal burro con l’uovo, poi incorporare lo zucchero
Ricetta gelato biscotto
Ed infine la farina
Ricetta gelato biscotto
Disegnare su un foglio di carta forno dei rettangoli, a me ne sono venuti 20
Ricetta gelato biscotto
Forare con la forchetta ogni rettangolo, o, come ho fatto io inciderli con uno stampino da pasta da zucchero o da biscotti

Ricetta gelato biscotto

Ricetta gelato biscotto
Togliete i gelati dal freezer al momento di gustarli

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Pasta con crema di peperoni

I peperoni, della famiglia delle Solanacee sono un ortaggio tipico della stagione estiva. Estremamente versatili, si prestano a molti tipi di preparazioni, la principale è senza dubbio la peperonata, ma vengono consumati moltissimo anche ripieni di carne, oppure sott’aceto, crudi in pinzimonio e nell’insalata e sono anche molto buoni se utilizzati per preparare paste o risotti. I peperoni sono originari dell’America del sud, sono stati portati in Europa insieme ad altri frutti e ortaggi fino ad allora sconosciuti, dai navigatori nel sedicesimo secolo. I peperoni, soprattutto se sono di stagione, sono ricchi di vitamina C e sali minerali, tra i quali ferro, potassio e magnesio, sono molto gustosi ma purtroppo hanno un difettuccio, sono un po’ difficili da digerire :) La pasta con crema di peperoni è un primo piatto gustoso ed alternativo, prepararla non è complicato e piace a tutti, anche a mio marito che non adora i peperoni. Se i peperoni sono una verdura che vi piace non potete perdervi questa ricetta e gusterete una pasta con i sapori dell’estate.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr. pasta corta
  • 1 peperone giallo
  • 1 peperone rosso
  • 1/2 cipolla
  • olio
  • sale
  • 80 gr. Casatella (o stracchino o crescenza)
  • formaggio Grana grattugiato

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 50 minuti

Procedimento:

Pasta con crema di peperoni
Lavare i peperoni, tagliarli a metà, eliminare le parti bianche interne, i semi e tagliarli a falde
Pasta con crema di peperoni
Affettare la cipolla e farla appassire in una padella con 2 giri di olio
Pasta con crema di peperoni
Aggiungere i peperoni, sale e mescolare
Pasta con crema di peperoni
Lasciar cuocere i peperoni per una ventina di minuti rigirandoli, fino a quando non si saranno ammorbiditi, poi travasarli in un recipiente alto e stretto e frullarli con un mixer ad immersione per ottenere una crema
Pasta con crema di peperoni
Rimettere nella pentola la crema di peperoni, se è troppo liquida cuocere qualche minuto per inspessire
Pasta con crema di peperoni
Aggiungere la Casatella e mescolare
Pasta con crema di peperoni
Scolare la pasta al dente e versarla nella pentola con la crema di peperoni
Pasta con crema di peperoni
Mescolare con 2 mestoli di legno, aggiungere una generosa spolverata di Parmigiano o Grana e mescolare nuovamente
Pasta con crema di peperoni
Versare la pasta con la crema di peperoni nei piatti e servire immediatamente

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Scaloppine al limone

Buon giorno e ben tornati nella rubrica cucina per single, eccomi nuovamente con un secondo di carne, fresco, veloce, gustoso e ricco di proteine, proprio l’ideale per noi amanti della palestra, che, anche con questo caldo non rinunciamo a prenderci la nostra sudata, e dire sudata credetemi, con questo caldo è veramente un eufemismo🙂 litri e litri di sudore … ma teniamo duro, in nome di quei muscoletti ai quali siamo tanto legati … Comunque, scherzi e vanità a parte, e anche questo è innegabile, per quello che mi riguarda la palestra è davvero un toccasana, per il fisico, per la mente, per la salute e per estraniarsi per un paio d’ore da tutto e pensare solo a se stessi e a volersi bene … Comunque, tornando alle scaloppine al limone a me piacciono tantissimo, volendo avere un po’ di sughetto in più per farci la scarpetta, si può aggiungere, prima del limone, mezzo bicchiere di brodo mescolato con mezzo cucchiaio di farina e spegnere il gas non appena inizia ad inspessire, ma anche così non sono affatto male. Una buona giornata a tutti voi😉

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr. fettine di lonza di maiale
  • 50 gr. burro
  • il succo di 1 limone
  • farina
  • sale
  • pepe

Tempo di preparazione: 5 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Procedimento:

Scaloppine al limone
Spremere un limone, io prima lo schiaccio con il palmo della mano facendolo rotolare sul tavolo così rilascia più succo
Scaloppine al limone
In un’ampia padella far sciogliere il burro
Scaloppine al limone
Adagiare le scaloppine e lasciarle cuocere 5 minuti, aggiungere sale e pepe
Scaloppine al limone
Girare le scaloppine e lasciarle cuocere altri 5 minuti
Scaloppine al limone
Aggiungere il succo di limone e scuotere delicatamente la padella per diffonderlo uniformemente
Scaloppine al limone
Lasciar cuocere ancora un paio di minuti perché si crei un po’ di sughetto
Scaloppine al limone
Sistemare sui piatti le scaloppine al limone e servirle immediatamente

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Semifreddo al caffè e meringa

La cosa più difficile da fare per realizzare il semifreddo al caffè e meringa è foderare lo stampo con la pellicola trasparente🙂 per il resto è davvero un gioco da ragazzi, si sporcano un po’ di terrine, ma d’altronde lo sappiamo che non si cucina nel palmo della mano🙂 anche se qualcuno a casa mia oserebbe dire il contrario😉 Il semifreddo al caffè e meringa è un dolce fresco e senza cottura, ideale da portare in tavola in questi giorni, con il caldo e l’afa che girano da queste parti, è ottimo come fine pasto e volendo fa anche la funzione del caffè. Questo semifreddo inoltre è molto interessante in quanto alcuni ingredienti possono essere sostituiti con altri di vostro gradimento, ad esempio al posto del cioccolato bianco e della meringa si può arricchire con torrone e cioccolato fondente, oppure con amaretti sbriciolati o ancora amarene e senza il caffè solubile, preparando così un dolce dal sapore completamente differente. Questo è il primo articolo che pubblico al ritorno dal mio viaggio alle Azzorre, e, devo dire che il ritorno alla normalità è stato abbastanza duro. L’isola di San Miguel è un paradiso terrestre, un concentrato di natura, dal mare alla montagna, dai vulcani alle caldere ed alle pozze termali di acqua dolce, purtroppo, come tutte le vacanze ha un difetto, dura troppo poco, ma un domani chissà, se ci sarà la possibilità, ci potremmo tornare con più calma … Giusto come assaggio vi lascio una foto, si tratta del lago Verde e Azul di Sete Citades, due laghetti all’interno della conca di un vulcano spento. Buona giornata a tutti voi e mi raccomando, provate a preparare il semifreddo😉

Ingredienti:

  • 500 gr. panna fresca
  • 100 gr. cioccolato bianco
  • 100 gr. meringa
  • 4 uova intere
  • 1 cucchiaio di caffè solubile
  • 150 gr. zucchero
  • 1/2 bicchierino di brendy

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: /

Procedimento:

Semifreddo al caffè e meringa
Rovesciare il semifreddo sul patto di portata scaldandolo ai lati con le mani perché si stacchi più rapidamente e decorare con la meringa tenuta da parte
Semifreddo al caffè e meringa
Se il semifreddo non viene consumato tutto subito riporlo nel freezer
Lagoa das Sete Cidades
E questi sono il lago Azul ed il lago Verde a Lagoa das Sete Cidades

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Calamari fritti

Preparare i calamari fritti non è affatto una cosa difficile, bisogna però tenere in considerazione alcuni “trucchetti” che faranno necessariamente la differenza sul risultato finale. Per ottenere dei buoni e croccanti calamari è necessario acquistare quelli piccolini, freschi o quelli che sono stati surgelati subito dopo pescati e poi decongelati e curarli da se, in casa. Il procedimento per pulirli non è dei più veloci, armatevi di santa pazienza e prendetevi il tempo necessario. Per quanto riguarda la panatura io ho mescolato farina 0 con farina di semola, con questa panatura otterrete dei calamari belli croccanti. I calamari vanno poi fritti in abbondante olio di semi di arachide, portato ad una temperatura di 170° e per pochi minuti, non molti pezzi per volta per evitare che la temperatura dell’olio si abbassi troppo, ma stando anche attenti che non si alzi troppo e li bruci. Il risultato è un calamaro fritto croccante ed asciutto.

Ormai ci siamo, domani parto per le vacanze, e come ogni anno sono emozionata e preoccupata, ho sempre paura di avere dimenticato di fare qualcosa di importante, controllo e ricontrollo le date di scadenza dei documenti, i documenti di viaggio, calcolo e ricalcolo i tempi per arrivare in aeroporto, la mia testa è piena di pensieri e paure, quando si va in un posto nuovo e lontano non si sa mai bene dove si capita, gli imprevisti che possono capitare sono tanti e come dice la parola stessa imprevisti :) ci rileggiamo al mio ritorno, mi raccomando fate i bravi e cucinate tanto in mia assenza. Spero di tornare a casa carica di nuove ricettine portoghesi :) un bacione a tutti voi e a presto :-*

Ingredienti per 2 persone:

  • 500 gr. calamari
  • 100 gr. farina 0
  • 100 gr. farina di semola
  • 1 l. olio di semi di arachidi
  • sale
  • limone

Tempo di preparazione: 60 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Procedimento:

Calamari-fritti
In un recipiente mescolare le 2 farine
Calamari-fritti
Iniziare a curare i calamari
Calamari-fritti
Prendere con le dita la testa ed i tentacoli e tirare delicatamente
Calamari-fritti
Individuare la cartilagine interna, una specie di osso trasparente, e sfilarla
Calamari-fritti
Premere con le dita per eliminare le parti molli all’interno del calamaro
Calamari-fritti
Togliere la pelle tirandola con le dita, eventualmente aiutandovi un coltello
Calamari-fritti
Prendere ora i tentacoli e schiacciare con le dita per far uscire il dente
Calamari-fritti
Lavare bene i calamari sotto l’acqua corrente accertandosi che siano totalmente liberi e puliti all’interno
Calamari-fritti
Metterli su un panno ed asciugarli con della carta assorbente
Calamari-fritti
Tagliare i calamari a striscioline e disporli su un piatto

Calamari-fritti

Calamari-fritti
Passarli nelle farine rigirandoli con le mani delicatamente
Calamari-fritti
Eliminare l’eccesso di farina e disporli su un piatto
Calamari-fritti
Portare l’olio a 170 gradi e friggere i calamari per qualche minuto
Calamari-fritti
Scolarli bene con una schiumarola e rovesciarli su una terrina ricoperta di carta assorbente, salarli leggermente e servirli con qualche goccia di limone

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Involtini di melanzane al pomodoro

Con le melanzane disponibili in abbondanza, belle, sode e a buon prezzo ho pensato di preparare questi involtini al pomodoro. Ho messo vicino un po’ di idee velocemente, come sono solita fare, mi sono segnata gli ingredienti e ho fatto la spesa. Le melanzane  sono un ortaggio che mi piace molto, sono molto versatili e risultano gustose preparate in mille modi, così non è stato difficile elaborare questa ricetta che avesse il gusto dei sapori dell’estate. Gli involtini di melanzane al pomodoro sono un piatto che può essere gustato sia come antipasto che come secondo. Il fatto di cercare di elaborare nuove ricette è una cosa che mi stimola molto, e mi da molta soddisfazione soprattutto quando le ricette riescono bene, mi frustra un po’ il fatto di avere tante idee e così poco tempo per realizzarle, mi piacerebbe avere più tempo e potermi dedicare di più a questa passione che mi prende così tanto, mi piacerebbe potermi immergere nello studio di nuove ricette, nell’elaborazione e nella loro esecuzione. Purtroppo è vero, il tempo spesso è tiranno ed io tante volte non so proprio a quale attività rubare minuti che mi servirebbero per poter dare libero sfogo alla mia creatività. Vi lascio alla ricetta e vi auguro buona giornata e buona settimana.

Ingredienti:

  • 2 melanzane (700 gr. circa)
  • olio EVO
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • sale
  • 150 gr. Casatella (oppure stracchino o crescenza)
  • 100 gr. prosciutto crudo
  • 150 gr. passata di pomodoro
  • Pecorino Romano

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 40 minuti

Procedimento:

Tagliare le melanzane per il lungo ad uno spessore di mezzo centimetro
Tagliare le melanzane per il lungo ad uno spessore di mezzo centimetro e tagliare finemente il prezzemolo
Involtini di melanzane al pomodoro
Ungere la griglia con un pennellino con poco olio extravergine ed accendere il gas
Involtini di melanzane al pomodoro
Quando la grigia è calda mettere a cuocere le melanzana, spennellarle con olio ed aggiungere sale e prezzemolo
Involtini di melanzane al pomodoro
Cuocere le melanzane su entrambi i lati circa 5 minuti per lato
Involtini di melanzane al pomodoro
Sollevare le melanzane e metterle su un piatto
Involtini di melanzane al pomodoro
Adagiare su ogni fetta di melanzana una fettina di prosciutto ed una di Casatella da circa 10 gr. ed arrotolarla su se stessa

Involtini di melanzane al pomodoro

Involtini di melanzane al pomodoro
Ungere la pirofila e disporvi gli involtini di melanzana
Involtini di melanzane al pomodoro
Aggiungere la passata di pomodoro e distribuirla con un cucchiaio
Involtini di melanzane al pomodoro
Spolverare con Pecorino Romano ed infornare a 180 gradi per 30 minuti

Involtini di melanzane al pomodoro

Involtini di melanzane al pomodoro
Servire gli involtini di melanzana caldi

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Biscotti salati alla maionese

Ho visto la ricetta di questi biscotti salati alla maionese qualche tempo fa sul blog di Giovanna, Sarde e Finocchietto   e mi sono subito piaciuti, da tempo pensavo di preparare un aperitivo e questi biscotti mi sono sembrati lo stuzzichino ideale per accompagnarlo. La ricetta mi è parsa già perfetta così com’era, per cui non ho cambiato nulla. I risultati non hanno deluso l’attesa, i biscotti sono molto gustosi, anche se devo dire che quelli di Giovanna sono venuti più belli🙂 , salati al punto giusto e  non sanno di maionese. Possono essere gustati, oltre che con l’aperitivo, anche con affettati o del formaggio morbido, io li ho accompagnati allo Spritz Aperol che ho postato ieri, si preparano velocemente e sono cotti con soli 10-15 minuti di forno.

Ingredienti:

  • 140 gr. farina di grano duro
  • 4 cucchiai di pecorino grattugiato
  • 2 cucchiai di acqua fredda
  • 2 cucchiai di vino bianco
  • un bel pizzico di sale fino
  • pepe nero macinato al momento
  • 2 cucchiaini di lievito per torte salate
  • semini misti per decorare

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Biscotti-alla-maionese
Servire i biscottini alla maionese con affettati o per accompagnare l’aperitivo

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Spritz Aperol

Lo spritz è un aperitivo alcolico molto diffuso nel triveneto, si prepara unendo il prosecco con un bitter ed una spruzzata di selz o acqua frizzante. Lo Spritz Aperol è uno spritz che si prepara con l’Aperol, è ideale da gustare come apertura per una cena d’estate all’aperto tra amici, è fresco e dissetante, ma attenzione, soprattutto se fa molto caldo, che va giù che è una meraviglia e in men che non si dica inizia pure a girare la testa … Lo spritz Aperol si accompagna bene con qualche stuzzichino salato come patatine, arachidi, o come l’ho servito io con dei biscottini salati alla maionese che si vedono sullo sfondo della foto e che pubblicherò domani. La ricetta originale, presa proprio dal sito della Aperol prevede che venga preparato miscelando 3 parti di Prosecco DOC con 2 parti di Aperol ed una parte di soda, il tutto completato con abbondante ghiaccio e mezza fetta di arancia, servito in un bicchiere rock o in un calice da vino. Se avete problemi a reperire la soda potete sostituirla con la stessa quantità di acqua frizzante ghiacciata, il risultato finale non ne risentirà. Salute!

Ingredienti per 1 persona:

  • 3 parti di Prosecco,                              60 ml.
  • 2 parti di Aperol,                                  40 ml.
  • 1 parte di Soda, o acqua frizzante     20 ml.
  • 1/2 fettina di arancia
  • 4/5 cubetti di ghiaccio

Tempo di preparazione: 5 minuti

Procedimento:

Spritz-Aperol
Tagliare l’arancia a fettine e poi a metà
Spritz-Aperol
Versare il ghiaccio nei bicchieri
Spritz-Aperol
Versare il prosecco, aggiungere la soda e per ultimo l’Aperol con un movimento circolare per evitare che si depositi sul fondo
Spritz-Aperol
Aggiungere la mezza fetta di arancia ed una cannuccia tagliata corta per mescolare

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Fettine ai ferri

Buongiorno carissimi, spero stiate tutti bene, io sono un po’ emozionata perché per me si stanno avvicinando le vacanze. Partiamo tra una settimana, quest’anno abbiamo deciso di andare alle Azzorre, si si, nientepopodimeno🙂 Una mia amica di facebook è originaria dell’isola di San Miguel ma vive vicino a Lisbona e quando va a trovare i suoi parenti posta delle foto bellissime che sembrano scattate dal paradiso. Mi sono documentata un po’ e sono riuscita a convincere mio marito ad andarci :) e dopo l’esperienza positiva dello scorso anno sulle coste dell’Algarve non è stato così difficile, quindi mi assenterò dal blog. Ma veniamo alla ricetta, oggi per la rubrica cucina da single vi lascio questa ricettina facile facile e anche molto gustosa per preparare le fettine di pollo ai ferri. Nella stessa maniera si può preparare anche il tacchino o il manzo, l’importante è non cuocere troppo la carne altrimenti diventa dura, secca e non è più buona.

Ingredienti per 2 persone:

  • 300 gr. fettine di pollo
  • prezzemolo
  • timo
  • sale, pepe
  • olio

Tempo di preparazione: 5 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Procedimento:

Fettine-ai-ferri
Tagliare finemente al coltello un piccolo ciuffetto di prezzemolo, metterlo in una ciotolina, aggiungere un cucchiaino di timo e mescolare
Fettine-ai-ferri
Ungere leggermente la padella con olio extravergine di oliva solo l’indispensabile perché le fettine riescano a staccarsi, ed accendere il gas per scaldare la padella
Fettine-ai-ferri
Quando la pentola sarà ben calda, adagiare le fettine
Fettine-ai-ferri
Cuocere le fettine abbastanza velocemente, solo per il tempo necessario a che cambino colore e rigirarle, cuocendo lo stesso tempo, in modo tale che rimangano tenere
Fettine-ai-ferri
Sollevare le fettine e metterle nel piatto, aggiungere sale e pepe, spolverare con il trito di prezzemolo e timo e completare con un goccio di olio extravergine di oliva a crudo

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Bicchierini con pesche e ananas

I bicchierini con pesche noci e ananas solo un dessert fresco ed estivo che ho preparato domenica scorsa. A dire la verità, mentre lo preparavo avevo già assaggiato le varie preparazioni e non vedevo l’ora di gustare i bicchierini finiti. La crema è molto delicata, l’ho preparata mescolando panna con mascarpone, un po’ di vaniglia e zucchero a velo. Le pesche le ho passate in padella con una noce di burro, zucchero e cannella e poi le ho fiammeggiate con mezzo bicchierino di rum, una volta raffreddate ho aggiunto l’ananas. A noi sono piaciuti molto. I bicchierini con pesche noci e ananas sono  un dessert leggero perché contengono una bella dose di frutta che riempie il bicchiere e non appesantisce, sempre che, finito il primo bicchierino non decidiate di prenderne un altro🙂

Ingredienti per 6 bicchierini:

  • 4 pesche noci
  • 4 fette di ananas in scatola
  • 3 cucchiai di zucchero semolato
  • 1 noce di burro
  • 1 spruzzata di cannella
  • 1/2 bicchierino di rum
  • 250 gr. mascarpone
  • 200 gr. panna
  • 60 gr. zucchero a velo
  • 1 fialetta di vaniglia

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 15 minuti

Procedimento:

Bicchierini-con-pesche-e-ananas
Lavare le pesche noci, sbucciarle con un pelapatate e tagliarle a dadini
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
Aggiungere 3 cucchiai di zucchero semolato, la cannella e mescolare
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
In una padella far sciogliere una noce di burro ed aggiungere le pesche
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
Cuocere a fiamma viva per 12-15 minuti fino a quando il liquido che rilasciano non si sarà asciugato, devono cambiare consistenza ma rimanere compatte
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
Aggiungere il rum e fiammeggiare
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
Appena l’alcol sarà evaporato spegnere la fiamma e lasciar raffreddare le pesche noci nella padella
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
In un altro recipiente montare la panna ben fredda di frigo. Aggiungere il mascarpone, lo zucchero a velo e la fialetta di vaniglia
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
Amalgamare il tutto e rimettere in frigo
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
Tagliare l’ananas a cubetti grandi come le pesche
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
Unire le pesche noci ormai fredde all’ananas e mescolare
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
Comporre i bicchierini mettendo 2 cucchiai di crema e 2 cucchiai di frutta e ripetere l’operazione. Tenere in frigo fino al momento di servire

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Uova tonnate

Le uova tonnate sono un antipasto o un secondo piatto molto fresco e sono l’ideale da gustare durante la stagione estiva accompagnate con una bella insalata verde. Si preparano in pochi minuti e sono molto saporite, gustose e nutrienti. Sono anche un piatto ideale da presentare per il brunch e possono essere personalizzate a seconda dei gusti, sostituendo alcuni degli ingredienti con altri di vostro gusto.

Ingredienti per 4 persone:

  • 5 uova
  • 100 gr. tonno sott’olio
  • 5 gr. capperi sotto sale (1 cucchiaio)
  • 1-2 filetto di acciuga
  • 2 cucchiai di maionese

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Uova tonnate
Per preparare le uova tonnate cominciamo cuocendo le uova. Mettere le uova in acqua fredda, portare a bollore e lasciar bollire 8 minuti calcolati da quando l’acqua comincia fa fare le bolle grosse
Uova tonnate
Una volta cotte le uova svuotare dall’acqua bollente e aggiungere acqua fredda per farle raffreddare, lasciarle qualche minuto e poi sbucciarle
Uova tonnate
Tagliare le uova a metà per il verso lungo
Uova tonnate
Estrarre il rosso e metterlo in un piatto
Uova tonnate
Risciacquare i capperi dal sale, aggiungere tutti gli altri ingredienti e, con un mixer ad immersione frullare in modo da ottenere una crema
Uova tonnate
Se la crema dovesse risultare troppo densa allungare con un goccio di panna o latte. Trasferire la crema in una sacca da pasticcere e riempire nuovamente le uova
Uova tonnate
Servire su un piatto di portata con insalata verde

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Insalatona con tonno e gamberetti

Buon giorno, oggi vi lascio la ricetta per preparare un’insalatona estiva arricchita con il pesce. Si tratta di un piatto fresco e leggero, ideale per chi vuole mantenersi in forma ma senza rinunciare al gusto. Inoltre questo piatto si può preparare senza accendere i fornelli il che, con il caldo di questi giorni, non è cosa da poco. Non so voi ma io appena arriva il caldo parto subito con questi piatti freschi ed estivi, mi piacciono molto le insalate e cerco di presentarle in modi sempre nuovi per cui penso che a questa seguiranno altre insalatone  sfiziose. Io l’ho preparata così, ma voi potete sostituire le verdure con quelle che preferite, aggiungendo per esempio i cetrioli che a me non piacciono … in estate fortunatamente abbiamo a disposizione una vasta scelta di verdure e possiamo personalizzare le nostre insalatone come più ci piace, inoltre, sia la verdura che il pesce fanno bene, così uniamo l’utile al dilettevole.

Ingredienti per 4 persone:

  • 160 gr. tonno sott’olio
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 200 gr. pomodori
  • 1 carota media (120-130 gr.)
  • 250 gr. gamberetti (150 gr. sgocciolati)
  • maionese, ketchup, salsa worchester
  • 2 tipi di insalata (lattuga gentile e insalatina o iceberg) 200 gr. circa

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: /

Procedimento:

Insalatona con tonno e gamberetti
Lavare l’insalatina e la lattuga e strizzarle bene
Insalatona con tonno e gamberetti
Lavare i pomodori e tagliarli e le carote e grattugiarle
Insalatona con tonno e gamberetti
Scolare bene dall’acqua di vegetazione i gamberetti e metterli in una ciotola, aggiungere la maionese, il ketchup e qualche goccia di salsa worchester
Insalatona con tonno e gamberetti
Mettere il tonno in un’altra ciotola, sminuzzarlo, risciacquare i capperi, asciugarli con un foglio di carta assorbente ed aggiungerli al tonno
Insalatona con tonno e gamberetti
Dividere in 4 terrine le verdure ed aggiungere in ognuna una cucchiaiata di tonno e capperi e una di gamberetti
Insalatona con tonno e gamberetti
Condire con sale, pepe e olio extravergine di oliva e mescolare delicatamente

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Ventaglietti di pasta sfoglia

Buongiorno amici, oggi per la rubrica cucina per single vi propongo un dolcetto: i ventaglietti di pasta sfoglia conosciuti anche col nome di Prussiane. Eh si! perché sì andiamo in palestra, ma che ci andiamo a fare se poi non ci possiamo permetterci nemmeno un dolcetto, anzi, ci si va anche per potersi permettere di sgarrare un po’ a tavola. Tra l’altro il dolcetto di oggi è anche light, è molto semplice e veloce da preparare, quindi adatto veramente a chiunque. Si tratta di biscottini che si preparano con soli 3 ingredienti, pasta sfoglia, zucchero e vanillina. Volendo possono essere arricchiti per esempio aggiungendo allo zucchero un pizzico di cannella o spalmando la sfoglia di nutella e aggiungendo granella di nocciola, ma semplici così sono già buoni, sono come le ciliegie, uno tira l’altro e fino a quando non si vede il fondo del piatto non ci si ferma. Io ho utilizzato il mio zucchero vanigliato, cioè quello ottenuto mettendo le bacche di vaniglia usate in un barattolino assieme allo zucchero semolato, in alternativa si possono utilizzare i semi interni di una bacca di vaniglia mescolati con lo zucchero oppure più semplicemente si può aggiungere allo zucchero semplato una bustina di vanillina.

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • 100 gr. zucchero semolato
  • 1 bustina di vanillina
  • poca acqua

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 15 minuti

Procedimento:

ventagli di pasta sfoglia dolci
Srotolare la pasta sfoglia e con un pennellino, bagnarla con l’acqua, se non aveste il pennellino  questa operazione si può fare anche spruzzando un po’ di acqua con le mani
ventagli di pasta sfoglia dolci
Mescolare in un piatto lo zucchero con la vanillina e distribuirlo uniformemente su tutta la superficie della pasta sfoglia

ventagli di pasta sfoglia dolci

ventagli di pasta sfoglia dolci
Con la punta delle dita iniziare ad arrotolare i bordi della pasta sfoglia dal lato lungo
ventagli di pasta sfoglia dolci
Continuare ad arrotolare arrivando fino al centro
ventagli di pasta sfoglia dolci
Spennellare nuovamente con acqua e stringere delicatamente con le dita i due rotolini in modo da farli aderire
ventagli di pasta sfoglia dolci
Tagliare il rotolo in pezzetti da un centimetro circa e passarli nello zucchero semolato e vanillina facendo aderire su tutti i lati
ventagli di pasta sfoglia dolci
Disporre la pasta sfoglia arrotolata su un foglio di carta forno, nella teglia del forno ed informare in forno caldo a 180 gradi per 15 minuti fino a doratura
ventagli di pasta sfoglia dolci
Estrarre dal forno, lasciar raffreddare e servire
ventagli di pasta sfoglia dolci
Ventagli di pasta sfoglia dolci
ventagli di pasta sfoglia dolci
Ventagli di pasta sfoglia dolci

ventagli di pasta sfoglia dolci

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Insalata di riso night and day

Ebbene si! Finalmente è arrivato il caldo … e speriamo che duri per un po’, si, perché da queste parti non si può mai dire … e allora approfittiamo subito anche per cambiare un po’ alimentazione e per passare a qualcosa di più fresco, a qualche piatto estivo e non c’è niente di meglio che un’ insalata di riso, ma non una insalata di riso qualunque, parliamo dell’insalata di riso night and day del Maestro Luca Montersino. Si tratta di un’insalata di riso un po’ diversa dal solito ma comunque fresca, allegra e colorata, che abbina l’aspetto cromatico al gusto ed a diverse consistenze che si sposano perfettamente in un gradevole ed invitante piatto estivo. La ricetta è tratta dal libro Accademia Montersino, ormai a casa mia con i libri di Montersino ci ho fatto un’enciclopedia :) . Vi lascio anche una dritta riportata sulla ricetta riguardo alla cottura del riso: il riso carnaroli va cotto in acqua bollente mentre il riso venere va cotto partendo da acqua fredda per 45 minuti, questo perché con l’acqua bollente la parte esterna del chicco si irrigidisce ed il riso fa fatica a cuocere . Vi auguro buona giornata e se decidete di provare questa deliziosa insalata di riso fatemi sapere se è piaciuta anche a voi🙂

Ingredienti per 4 persone:

  • 180 gr di riso carnaroli
  • 120 gr di riso venere integrale
  • 80 gr di zucchine
  • 70 gr di speck tagliato a dadini
  • 60 gr di peperone giallo
  • 60 gr di carote
  • 30 gr di pinoli
  • erba cipollina
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe

Tempo di preparazione: 50 minuti

Tempo di cottura: 20 minuti

Procedimento:

Insalata di riso night and day Luca Montersino
Cuocere separatamente le due varietà di riso in acqua salata, tenendole al dente. Come dicevo sopra, il riso carnaroli va cotto in acqua bollente mentre il riso venere va cotto partendo da acqua fredda per 45 minuti. A cottura ultimata scolare, raccogliere in una ciotola e tenere da parte
Insalata di riso night and day Luca Montersino
Pulire le verdure e tagliarle a dadini
Insalata di riso night and day
Scaldare un filo d’olio in una pentola e far saltare le verdure in base al loro tempo di cottura partendo con le carote.
Insalata di riso night and day night and day
Aggiungere i peperoni ed infine le zucchine. Cuocere le verdure in modo che rimangano croccanti ed aggiungere sale e pepe
Insalata di riso night and day Luca Montersino
A parte tostare i pinoli in una padella con un filo d’olio
Insalata di riso night and day Luca Montersino
Unire in una ciotola tutti gli ingredienti, irrorare con olio extravergine di oliva e mescolare bene
Insalata di riso night and day Luca Montersino
Trasferire un po’ di riso in una cocotte spennellata internamente con olio, pressare bene con un cucchiaio e capovolgere il tutto su un piatto
Insalata di riso night and day Luca Montersino
Guarnire con un po’ di erba cipollina e qualche pinolo e servire

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Gnocco fritto

“Il” e non “lo” gnocco fritto (come mi suggerisce Simona di Grembiule da Cucina) è una specialità dell’Emilia Romagna e a seconda della provincia in cui ci si trova viene chiamato con nomi diversi. Nelle province di Modena e Reggio Emilia lo chiamano gnocco fritto, in  provincia di Bologna torta fritta , mentre a Parma è la crescentina. Comunque lo si chiami è un cibo straordinario. Si tratta di un impasto lievitato steso e tagliato a quadrotti o rombi e fritto, nella versione originale nello strutto ma più comunemente in olio di semi meglio se di arachidi che ha un punto di fumo più alto, e che in cottura si gonfia. Una volta cotto si gusta aperto a libro a mo’ di panino e farcito con salumi e formaggi possibilmente emiliani doc, come la mortadella, una cosa fantastica!🙂 Io sono golosa sia di dolci e di salati ed il lievitati mi piacciono particolarmente e di questa ricetta sono rimasta entusiasta. La ricetta per preparare questo gnocco fritto l’ho presa qui, con qualche piccola modifica ;)

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 gr. farina 0
  • 1 cucchiaio di strutto
  • 60 gr. acqua
  • 60 gr. latte
  • 8 gr. lievito di birra
  • 1 cucchiaino raso di zucchero
  • 1 cucchiaino raso di sale
  • 1 l. olio di semi di arachide

Tempo di preparazione: 30 minuti + 2 ore di lievitazione

Tempo di cottura: 20 minuti

Procedimento:

Gnocco fritto
Mescolare in un bicchiere l’acqua con il latte. Mettere nella tazza della planetaria farina, strutto, zucchero, sale ed il lievito di birra spezzettato ed iniziare a mescolare con il gancio
Frittata con gli spinaci
Aggiungere a mano a mano l’acqua con il latte e far lavorare la macchina per 4-5 minuti fino ad ottenere un impasto liscio, se l’impasto risulta troppo duro aggiungere un goccio di acqua, se è appiccicoso aggiungere poca farina. E’ possibile anche impastare a mano, in questo caso bisogna lavorare l’impasto una decina di minuti
Frittata con gli spinaci
Estrarre dalla tazza, lavorare brevemente per formare una palla, infarinare il recipiente e rimettere l’impasto a lievitare coprendo con pellicola in forno spento con la luce accesa
Frittata con gli spinaci
L’impasto deve lievitare un paio d’ore o fino al raddoppio
Frittata con gli spinaci
Infarinare il piano di lavoro, lavorare poco l’impasto e stendere con il mattarello un rettangolo spesso circa 3-4 mm
Frittata con gli spinaci
Tagliare in rombi o quadrati da 6-7 cm.
Frittata con gli spinaci
Portare l’olio a 180 gradi ed iniziare a cuocere lo gnocco pochi pezzi alla volta
Frittata con gli spinaci
Rigirarli e lasciarli cuocere fino a quando non sono ben gonfi e dorati
Frittata con gli spinaci
Sollevarli con la schiumarola facendoli sgocciolare e adagiarli su un foglio di carta assorbente. Servirli caldi accompagnandoli con salumi e formaggi

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Risotto allo zafferano

Buongiorno a tutti, per la rubrica cucina da single oggi vi propongo un risotto, forse il più semplice tra i risotti, proprio la base base per iniziare ad adentrarsi in questo vasto e vario mondo. Il risotto allo zafferano è un classico della cucina milanese, viene infatti chiamato anche risotto alla milanese. Nella versione un po’ più complicata viene preparato insieme agli ossibuchi con il loro midollo, ma noi faremo la versione più comune e semplificata. L’idea di preparare questa ricetta me l’ha suggerita Pieri, un collega e amico con cui vado a pranzo che non è single ma solo un uomo che ancora non cucina🙂. Un giorno Pieri mi ha detto che avrebbe piacere di imparare a fare il risotto, e che se avessi messo la ricetta sul blog avrebbe provato a farlo sicuramente, ed allora eccolo qui🙂 testiamolo subito🙂 ora non ha più scuse. Se vi viene in mente qualche ricettina semplice che vi piacerebbe imparare a fare ditemi pure così ve la proporrò! Una buona giornata a tutti voi😉

Ingredienti per 2 persone:

  • 180 gr. riso per risotti (carnaroli o arborio)
  • 1/2 cipolla
  • meno di 1/2 bicchiere di vino bianco (100 ml. circa)
  • olio extravergine di oliva
  • 800 ml brodo
  • 1 noce di burro
  • 1 bustina di zafferano (0,125 gr.)

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 20 minuti

Procedimento:

Risotto allo zafferano
Mettere in un pentolino l’acqua con un misurino o un cubetto di dado ed accendere il gas a fuoco medio
Risotto allo zafferano
Tagliare finemente la cipolla e metterla a rosolare in una pentola capiente con un giro di olio
Risotto allo zafferano
Una volta che la cipolla è appassita, ci vorranno circa 10 minuti, aggiungere il riso. Far tostare il riso nel condimento 2/3 minuti a fuoco medio rimestando
Risotto allo zafferano
Una volta tostato il riso aggiungere il vino, mescolare e lasciarlo evaporare
Risotto allo zafferano
Iniziare ora ad aggiungere il brodo (mantenuto caldo) un mestolo alla volta, rimestando spesso, aggiungendo il mestolo successivo quando il precedente è quasi completamente assorbito. Continuare così fino a circa 5 minuti prima della cottura
Risotto allo zafferano
Una volta aggiunto l’ultimo mestolo di brodo aggiungere anche lo zafferano e mescolare
Risotto allo zafferano
A cottura ultimata spegnere il gas ed aggiungere una noce di burro per mantecare e mescolare per farlo sciogliere
Risotto allo zafferano
Servire il risotto allo zafferano con una spolverate di Parmigiano grattugiato se lo gradite

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Frittata con gli spinaci

La frittata agli spinaci è un piatto che preparo di tanto in tanto perché a me piace ma mio marito non ne va matto. Questa ricetta mi piace soprattutto per l’aggiunta dei pinoli che danno quel tocco di croccantezza e dell’uva  passa che dona una nota di dolcezza “portando via” il gusto dell’uovo, la quantità di spinaci inoltre non è eccessiva per cui il loro gusto non prevale sul resto. Può essere anche un buon metodo per far mangiare gli spinaci ai nostri bambini che solitamente non li gradiscono molto :) Io l’ho cotta in una padella di circa 24 cm per farla venire bella alta, ma può essere anche cotta al forno per una ventina di minuti a 180 gradi. Se vi va di cambiare provate questa frittatina con gli spinaci e fatemi sapere se vi è piaciuta, perché mi interessa🙂

Ingredienti per 4 persone:

  • 6 uova
  • 40 gr. burro
  • 4 cucchiai di latte
  • sale
  • 250 gr. spinaci
  • 20 gr. Parmigiano
  • 20 gr. pinoli
  • 20 gr. uva passa

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Procedimento:

Frittata con gli spinaci
Lavare gli spinaci, e lessarli ancora sgocciolanti senza aggiungere altra acqua con poco sale per una decina di minuti

Frittata con gli spinaci

Frittata con gli spinaci
Lasciarli raffreddare, strizzarli e tagliarli al coltello
Frittata con gli spinaci
Mettete in ammollo l’uvetta in acqua tiepida. Nella padella in cui cuocerete la frittata fate sciogliere il burro
Frittata con gli spinaci
In una terrina sbattere energicamente le uova intere con il latte ed il sale
Frittata con gli spinaci
Aggiungere gli spinaci lessati, il parmigiano grattugiato, l’uva passa ammollata ed i pinoli
Frittata con gli spinaci
Aggiungere anche il burro fuso e mescolare
Frittata con gli spinaci
Rovesciare il composto nella padella unta di burro e far cuocere a fuoco basso scuotendo la padella per non far attaccare la frittata, cuocere per 15 minuti fino a quando non rapprende
Rigirare la frittata con l'aiuto di un tappo grande o di un piatto e lasciar cuocere ancora 5 minuti
Girare la frittata con l’aiuto di un tappo grande o di un piatto e lasciar cuocere ancora 5 minuti
Frittata con gli spinaci
Rovesciare la frittata sul piatto di portata e servire la frittata calda

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Profiterole al tiramisù

Il profiterole al tiramisù è il dolce che ho preparato quest’anno per il compleanno di mio figlio. Il dolce per il suo compleanno lo ha scelto lui, d’altronde era il suo diciottesimo compleanno quindi come avrei potuto non farglielo scegliere. La ricetta è quella del Maestro Luca Montersino, al quale faccio riferimento abbastanza spesso perché ritengo che cucinare uno dei suoi piatti sia una garanzia, sia per i bignè che per le creme di farcitura e di copertura ed infatti, manco a dirlo, è buonissimo. La ricetta è tratta dal libro Peccati di Gola, rispetto alle dosi indicate ho dimezzato la dose della chantilly al caffè per il ripieno che mi pareva proprio tanta, infatti così è giusta. L’unica cosa che mi sento di consigliarli per rendere il lavoro meno pesante, è di preparare i bignè il giorno prima e congelati per poi preparare le creme ed assemblare successivamente. Se avete tempo e voglia provate a farlo perché ne vale davvero la pena. Buona giornata🙂

Ingredienti per 40 bignè:

  • 185 gr, acqua
  • 165 gr. burro
  • 175 gr. farina 00 25 gr. latte fresco intero
  • 270 gr. uova intere
  • un pizzico di sale

Per la chantilly al caffè:

  • 500 gr. panna fresca
  • 250 gr. crema pasticcera
  • 7,5 gr. colla di pesce
  • 50 gr. caffè
  • 5 gr. caffè solubile

Per la glassa al mascarpone:

  • 250 gr. mascarpone
  • 250 gr. panna
  • 150 gr. crema pasticcera
  • 80 gr. zucchero a velo
  • cacao amaro
  • qualche chicco di caffè

Per la crema pasticcera:

  • 4 tuorli d’uovo
  • 120 gr. zucchero
  • 1/2 bacca di vaniglia (semi)
  • 320 ml. latte
  • 80 ml. panna
  • 28 gr. amido di mais

Tempo di preparazione: 2 ore

Tempo di cottura: 35 minuti

Procedimento:

Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Per preparare il Profiterole al tiramisù iniziamo preparando i bignè, trovate la ricetta completa qui sempre con la ricetta di Montersino
Possiamo ora dedicarci alla preparazione della crema pasticcera con la ricetta della crema pasticcera al microonde sempre di Montersino che trovate qui
Possiamo ora dedicarci alla preparazione della crema pasticcera con la ricetta della crema pasticcera al microonde che trovate qui  Una volta pronta, riporre in frigo a raffreddare coperta con pellicola a contatto
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Ora ci dedichiamo alla preparazione della chantilly al caffè per farcire i bignè. Mettere in ammollo in acqua molto fredda la colla di pesce e lasciarla una decina di minuti
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Preparare il caffè ed aggiungerlo al caffè solubile, mescolando per sciogliere
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Prendere dal frigo la dose di crema pasticcera prevista per la chantilly al caffè e mescolarla con una frusta per ottenere una massa liscia, prelevarne una parte e scaldarla nel microonde, strizzare la colla di pesce ed aggiungerla alla crema calda, mescolare per incorporare
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Aggiungere il caffè alla crema pasticcera con la colla di pesce
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Unire ora la rimanente crema pasticcera e mescolare. Mettere da parte e montare la panna
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Aggiungere la panna al composto di crema pasticcera e caffè ed amalgamare delicatamente con movimento dal basso verso l’alto
Con la chantilly al caffè ottenuta farcire i bignè. Mettere la crema in una sacca da pasticcere e con la punta del beccuccio praticare un foro nel bignè, dopo di che riempirlo di crema fin quando non si gonfia
Con la chantilly al caffè ottenuta farcire i bignè. Mettere la crema in una sacca da pasticcere e con la punta del beccuccio praticare un foro nel bignè, dopo di che riempirlo di crema fin quando non si gonfia
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Per la glassa al mascarpone unire al mascarpone la sua parte di crema pasticcera e lo zucchero a velo e mescolare
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Incorporare la panna leggermente sbattuta ma ancora semiliquida. Se fate come me che l’ho sbattuta troppo e la glassa vi resta troppo denso aggiungete un goccio di latte per diluire
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Affondare i bignè nella glassa al mascarpone e disporli sul piatto di portata formando una montagnella

Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino

Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Riporre in frigo fino al momento di gustarli
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Al momento di servire spolverare con cacao amaro e guarnire con chicchi di caffè

Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Gnocchi di farina – Macarons cu la sedon

Eccomi con una nuova ricetta della nonna, i mitici Macarons cu la sedon, che per tradurre letteralmente dal friulano sarebbero dei “gnocchi col cucchiaio” chiamati così appunto perché si preleva con il cucchiaio una piccola quantità di impasto dalla terrina e si versa nella pentola con acqua bollente e salata. So che pubblicando questa ricetta faccio felici tutti i miei familiari e soprattutto le mie cugine che li adorano. Si tratta di una ricetta di quelle di una volta, la classica ricetta della nonna preparata con ingredienti poveri anzi poverissimi, quali acqua e farina con l’aggiunta di un uovo per legare l’impasto, il tutto condito con burro fuso, salvia ed una spolverate di formaggio vecchio grattugiato, che in origine non era sicuramente Parmigiano o Grana, ma probabilmente un buon Montasio stagionato. Posto qui volentieri la ricetta come memoria storica per le future generazioni, per i miei due figli maschi, ancora non molto avvezzi alla cucina, ma ai quali sicuramente un domani verrà il desiderio di mangiarli, o in caso, per le future nuore🙂 che si volessero cimentare in questa ricetta per portare avanti la tradizione. Le quantità sono un pochino a occhio, l’impasto deve rimanere denso, non troppo liquido. Il gusto è delicato ma di quelli che piacciono, sono curiosa di sapere cosa ne pensate🙂 provateli e fatemi sapere. Buona giornata

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr. farina
  • 1 uovo
  • 280 ml acqua tiepida
  • 100 gr. burro fuso
  • 5-6 foglie di salvia
  • formaggio stagionato grattugiato
  • sale

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 3 minuti

Procedimento:

Gnocchi-di-farina-macarons-cu-la-sedon
In una ampia terrina rompere l’uovo intero
Gnocchi-di-farina-macarons-cu-la-sedon
Cominciare ad aggiungere poca farina e mescolare con una frusta
Gnocchi-di-farina-macarons-cu-la-sedon
Una volta amalgamato aggiungere un goccio di acqua tiepida ed incorporare
Gnocchi-di-farina-macarons-cu-la-sedon
Continuare alternando farina e acqua tiepida fino alla fine degli ingredienti per formare un impasto denso
Gnocchi-di-farina-macarons-cu-la-sedon
Mettere a bollire l’acqua salata per lessare i macarons
Gnocchi-di-farina-macarons-cu-la-sedon
Bagnare il cucchiaio nell’acqua calda e raccogliere mezza cucchiaiata di impasto dal bordo della terrina. Immergere il cucchiaio nella pentola per far scivolare l’impasto nell’acqua
Gnocchi-di-farina-macarons-cu-la-sedon
Ripetere l’operazione fino all’esaurimento dell’impasto cercando di fare velocemente. Quando i macarons vengono a galla lasciarli cuocere un paio di minuti
Gnocchi-di-farina-macarons-cu-la-sedon
Intanto in una padella capiente far rosolare il burro con la salvia
Gnocchi-di-farina-macarons-cu-la-sedon
Sollevare i macarons con una schiumarola, versarli nel burro e salvia e lasciarli insaporire 
Gnocchi-di-farina-macarons-cu-la-sedon
Servire i macarons caldi con una abbondante spolverata di Parmigiano grattugiato

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Cotoletta alla milanese

Buongiorno amici, e ben ritrovati nella rubrica cucina da single, la ricetta che vi propongo oggi e che sta nella pole position dei sondaggi tra i single🙂 sono le costolette alla milanese, semplicissime e veloci da fare, molto nutrienti e davvero molto gustose. Un piatto che appaga totalmente i sensi, se non di tutti quello dei carnivori sicuramente :) Per preparare la cotoletta alla milanese è necessario utilizzare la costata di vitello o lombata con l’osso. Come si può capire dal nome questa è una ricetta Lombarda ma molto diffusa e nota in tutto il resto del paese, anche all’estero ne esistono delle versioni simili ed essendo vicini all’Austria ricordiamo la wienerschnitzel, l’ho mangiata proprio a Vienna (e come si può andare a Vienna senza assaggiarla!) e vi garantisco buonissima anche quella. 

Ingredienti:

  • 4 costolette di vitello con l’osso di circa 3 cm. di spessore
  • 2 uova
  • 100 gr. pangrattato
  • 70 gr. burro
  • sale
  • limone (facoltativo)

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti:

Procedimento:

Cotoletta-alla milanese
Sbattere l’uovo intero ed immergervi la costoletta su tutti i lati
Cotoletta-alla milanese
Passare la costoletta nel pane grattugiato facendolo aderire bene

Cotoletta-alla milanese

Cotoletta-alla milanese
In un tegame far sciogliere il burro ed aggiungere le costolette
Cotoletta-alla milanese
Lasciarle cuocere 5 minuti per lato a fuoco medio per far rosolare bene la panatura all’esterno
Cotoletta-alla milanese
Servire e gustare calda, volendo con una spruzzata di limone

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Muffin ai mirtilli

L’altro giorno mi è venuta voglia di preparare dei muffin ma non avendo a disposizione una ricetta collaudata mi sono messa a cercare su internet qualche spunto. L’idea di partenza era quella di preparare dei muffin bianchi, normali, morbidi sì ma senza nessun ripieno, da utilizzare come ricetta base per future produzioni un tantino più complesse, poi, visto che di fare le cose semplici proprio non mi riesce ho pensato che potevo fare dei muffin ai mirtilli. Quello che volevo era che fossero morbidi e non secchi, così ho elaborato questa ricettina. Il risultato è stato dei muffin morbidissimi e un po’ umidi, con la crosta leggermente croccante, molto morbidi all’interno e dal gusto buonissimo, sono stata veramente orgogliosa di me🙂 . I muffin sono stati spazzolati in un momento ed io ho perso il conto di quanti ne ho mangiati. La preparazione è molto semplice e veloce, l’unica cosa importante da tenere presente è che tutti gli ingredienti sono da utilizzare a temperatura ambiente e bisogna amalgamare velocemente gli ingredienti, per cui vi lascio con piacere questa ricetta dei muffin ai mirtilli e vi consiglio di provarla perché ne vale veramente la pena🙂

Ingredienti per 9 muffin:

  • 2 uova
  • 125 gr. farina
  • 50 gr. fecola di patate
  • 125 gr. yogurt ai mirtilli
  • 50 ml. olio di semi
  • 10 gr. lievito
  • 1 bustina di vanillina
  • 100 gr. mirtilli freschi
  • zucchero a velo per spolverare (facoltativo)

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 25 minuti

Procedimento:

Muffin-ai-mirtilli
Lavare ed asciugare delicatamente i mirtilli
Muffin-ai-mirtilli
In una ciotola versare la farina, lo zucchero, la vanillina, il lievito e la fecola e mescolare
Muffin-ai-mirtilli
In un’altra ciotola versare le uova, l’olio e lo yogurt ed amalgamare
Muffin-ai-mirtilli
Per evitare che i mirtilli finiscano sul fondo dell’impasto versare un cucchiaio di farina e mescolare
Muffin-ai-mirtilli
Unire ora il composto liquido alle polveri e mescolare velocemente, giusto per amalgamare
Muffin-ai-mirtilli
In ultimo aggiungere i mirtilli e mescolare delicatamente
Muffin-ai-mirtilli
In uno stampo da muffin disporre i porta muffin di carta e riempirli per 3/4. Infornare a 180 gradi per 25 minuti
Muffin-ai-mirtilli
Estrarre i muffin dal forno e lasciar raffreddare
Muffin-ai-mirtilli
Volendo si possono cospargere i muffin ai mirtilli con zucchero a velo
Muffin-ai-mirtilli
E questo è l’interno

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Peperonata

La peperonata è il classico contorno cotto che si prepara in estate quando i peperoni sono di stagione, sono abbondanti e costano poco ed è un contorno ideale come accompagnamento per la carne. Preparare la peperonata è semplicissimo e non richiede molto tempo. Io adoro la peperonata, mi piace da sola, sul pane, mangiata calda ma anche tiepida. Mi piace molto mangiarla con i wurstel o con le uova strappazzate, forse può sembrare un abbinamento strano ma io trovo che sia particolarmente azzeccato🙂 sarà che a me di tanto in tanto piace mangiare le “porcate”🙂 e visto che stiamo parlando di wurstel direi che il termine è particolarmente azzeccato :) . La ricetta della peperonata è quella di mia mamma quindi andiamo sul sicuro. Il consiglio di mia mamma è quello si non cuocere troppo i peperoni ma di spegnere il gas quando sono ancora belli sodi, ultimeranno la cottura a fuoco spento con il calore latente e rilasceranno più sughetto, e di utilizzare possibilmente peperoni gialli che rilasciano meno acqua. Il mio consiglio è quello di prepararla un giorno per l’altro perché riscaldata è ancora più buona :)

Ingredienti:

  • 800 gr. peperoni
  • 500 gr. pomodori
  • 1 cipolla grossa
  • olio di semi
  • sale

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Procedimento:

Peperonata
Tagliare la cipolla grossolanamente
Peperonata
Mettere la cipolla in un’ampia pentola con 3 giri di olio e accendere il gas
Peperonata
Tagliare i pomodorini a cubetti, strizzarli con le mani dall’acqua in eccesso ed aggiungerli alla cipolla
Peperonata
Mescolare cipolla e pomodori
Peperonata
Tagliare i peperoni grossolanamente eliminando i semi e la buccia bianca interna ed aggiungerli a cipolla e pomodori
Peperonata
Salare, mescolare e lasciar cuocere a fiamma media senza il tappo
Peperonata
Se i pomodori rilasciano troppa acqua alzare la fiamma per farla asciugare
Peperonata
Cuocere per una mezz’oretta poi spegnere il gas e lasciar raffreddare
Peperonata
Riporre la peperonata in frigo e riscaldarla prima di consumarla

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Pasta al pomodoro

Bentornati alla rubrica cucina da single🙂 il piatto che andremo a preparare oggi è un classico della cucina mediterranea, la pasta ad pomodoro …🙂 La presentazione mi fa tanto Antonella Clerici🙂 Pensando a come impostare questa ricetta mi sono venute molte idee, in realtà, volendo fare i sofisticati, ci sarebbero mille modi diversi per affrontare una ricetta all’apparenza semplice. Ma visto che la ricetta è semplice ho deciso di non complicarla con operazioni del tipo … scottare i pomodori in acqua bollente per qualche minuto per eliminare la buccia … , o … tagliare i pomodori a metà e togliere i semini interni … , se semplice deve essere semplice sia, senza andare a complicarsi la vita, quindi ve la propongo così, semplice e fresca, leggera ed estiva ed è anche vegana, così da accontentare un po’ tutti  :) Solo una nota riguardo alla quantità di pelati, io ho provato a farla sia con 300 che con 400 grammi, e a noi tutti è sembrata più buona così, con un po’ meno sugo, ma se vi piace abbondante, a parità di tutto il resto potete aumentare un po’ la quantità di pomodori pelati.

Ingredienti per 2 persone:

  • 180 gr. spaghetti
  • 300 gr. pomodori pelati di buona qualità
  • 1 spicchio di aglio
  • olio extravergine di oliva
  • 5-6 foglie di basilico fresco

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Procedimento:

ricetta-pasta-spaghetti-al-pomodoro
Mettere i pomodori pelati in un piatto e schiacciarli con una forchetta per ridurli a polpa

ricetta-pasta-spaghetti-al-pomodoro

ricetta-pasta-spaghetti-al-pomodoro
Sbucciare l’aglio e schiacciarlo facendo pressione con la lama di un coltello
ricetta-pasta-spaghetti-al-pomodoro
In una padella mettere l’olio e l’aglio, accendere il gas e lasciar sfrigolare l’aglio per un paio di minuti nell’olio senza aspettare che cambi colore
ricetta-pasta-spaghetti-al-pomodoro
Aggiungere i pelati schiacciati, il sale, il pepe e mescolare. Mettere a bollire l’acqua per la pasta
ricetta-pasta-spaghetti-al-pomodoro
Sollevare l’aglio e lasciar cuocere a fuoco medio per 10-15 minuti in modo che si rapprenda
ricetta-pasta-spaghetti-al-pomodoro
Aggiungere il basilico spezzettato con le dita
ricetta-pasta-spaghetti-al-pomodoro
Mescolare, lasciar cuocere ancora 5 minuti e poi spegnere
ricetta-pasta-spaghetti-al-pomodoro
Una volta lessati gli spaghetti in acqua salata versarli nella padella con il sugo e mescolare con 2 mestoli
ricetta-pasta-spaghetti-al-pomodoro
Servire subito la pasta al pomodoro e basilico

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Tiramisù con uova pastorizzate

Il tiramisu è il più classico dolce della cucina italiana, quello che si trova in tutti i ristoranti, pizzerie, trattorie, da nord a sud in tutta Italia ed è anche probabilmente il dolce italiano più conosciuto nel mondo. Avevo già preparato il tiramisu classico  perché in effetti è uno dei dolci più graditi, se non proprio il preferito in assoluto a casa mia e quello che ho mangiato fin da piccolina quando lo preparava mia mamma. Questa volta ho voluto rifarlo in una versione più “sicura” cioè con le uova pastorizzate. L’anno scorso ho avuto la fortuna e il piacere di partecipare al Guinness per il Tiramisù più grande del mondo e proprio una decina di giorni fa è ricorso il primo anniversario. A Gemona del Friuli, il 24 maggio 2015 con il peso di … 3.015 chilogrammi …, si batteva il Guinness World Record per il Tiramisu più grande del mondo. Il tiramisu ricopriva un tavolone lungo 30 metri e largo 2 e per pesarlo è stato necessario impiegare una gru che ha alzato in una volta sola tutta la struttura: un tavolone di metallo ed il Tiramisù appoggiato sopra tutto insieme, vi garantisco uno spettacolo! Un’emozione unica vedere sollevarsi da terra ed arrivare ad un’altezza di 3 metri dal suolo questo tavolone imbragato con delle cinghie e dei cavi di acciaio ed io ero li, parte di quel successo. Se vi va di dare un’occhiata cliccate qui troverete tutta la letteratura al riguardo. In occasione di questa ricorrenza ho voluto rifare il tiramisu, che come già accennato in casa mia detiene un posto d’onore tra i dolci più apprezzati. Questa volta però ho voluto provare a realizzare la versione con le uova pastrorizzate che permettono di gustare questo buonissimo dolce senza patemi d’animo riguardo alle uova. È anche uscito la da pochissimo il libro che ha riacceso la diatriba tra Friuli e Veneto riguardo alla paternità del Tiramisu, io ovviamente, con un po’ di sano campanilismo sono certa che il Tiramisù sia nato in Friuli ;) 

Ingredienti:

  • 5 tuorli d’uovo
  • 80 gr. zucchero
  • 20 ml. acqua
  • 5 albumi
  • 80 gr. zucchero
  • 20 ml. acqua
  • 400 gr. Savoiardi
  • 500 gr. Mascarpone
  • 150 ml. Caffe’
  • 1 bicchierino di Marsala secco
  • cacao amaro

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Procedimento:

Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Preparare il caffè con la moka da 3. Dividere le uova mettendo i tuorli un un’ampia ciotola
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Preparare lo sciroppo di zucchero unendo in un brico l’acqua allo zucchero
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Mettere sul fuoco, far sciogliere lo zucchero e portare a 121 gradi misurando la temperatura con un termometro da cucina. Quando lo sciroppo di zucchero raggiunge i 115 gradi iniziare a montare i tuorli con le fruste
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Quando lo sciroppo di zucchero raggiunge i 121 gradi versarlo a filo sui tuorli continuando a sbattere
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Montare per qualche minuto fino a quando il composto diventa gonfio ed arriva a temperatura ambiente
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Ripetere la stessa operazione anche per gli albumi: unire in un brico l’acqua allo zucchero e scaldare mescolando fino a raggiungere la temperatura di 115 gradi, a questo punto con le fruste iniziare a montare gli albumi
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Una volta raggiunti i 121 gradi versare a filo lo sciroppo di zucchero sugli albumi e continuare a montare fino al raffreddamento del composto

Tiramisù-con-uova-pastorizzate

Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Ora si può procedere con la preparazione del tiramisù classico. Aggiungere il mascarpone ai tuorli montati ed amalgamare delicatamente per sciogliere i grumi
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Aggiungere al composto anche la meringa ed incorporare per ottenere una crema liscia

Tiramisù-con-uova-pastorizzate

Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Mettere in un piatto il caffè ed il marsala, inzuppare velocemente i savoiardi e disporre la metà su un vassoio, versare sopra metà della crema e stenderla
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Spolverare con cacao amaro e procedere con il secondo strato
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Ripetere la stessa operazione, inzuppare i savoiardi e sovrapporli al primo strato, versare la crema rimanente e riporre in frigo a rassodare per un paio d’ore o fino al momento di servire
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Prima di gustarle il tiramisù spolverare con abbondante cacao

Tiramisù-con-uova-pastorizzate

guinnes
E questa sono io accanto al tiramisù più grande del mondo🙂

Guinness World Record Tiramisù più grande del mondo Gemona del Friuli

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Filetti di merluzzo con asparagi e pomodorini

Venerdì pesce🙂 eccoci qua, questa è stata la settimana della leggerezza, infatti ho pubblicato tutte ricettine che si prendono cura della nostra linea, chissà perché vado a periodi🙂 e allora, per finire in bellezza vi propongo questo filetto di merluzzo con asparagi e pomodorini, visto che ci sono ancora gli asparagi li possiamo utilizzare così, per accompagnare questo merluzzo con i pomodorini cotto al forno, un secondo piatto di pesce molto facile e veloce,  salutare e anche molto buono. Volendo arricchire ulteriormente questo piatto si possono aggiungere delle olive e verrà ancora più buono.

Ingredienti:

  • 500 gr. di filetti di merluzzo (4 filetti)
  • 200 gr. asparagi
  • 200 gr. pomodorini
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine di oliva

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 25 minuti

Procedimento:

Come-curare-gli-asparagi
Per preparare i filetti di merluzzo con pomodorini e asparagi iniziamo curando gli asparagi. Con un pelapatate pelare gli asparagi togliendo anche le foglioline sporgenti e dure
Come-curare-gli-asparagi
Spezzare gli asparagi per eliminare la parte di gambo più dura
Come-curare-gli-asparagi
Il gambo si spezzerà nel punto esatto in cui l’asparago inizia a diventare tenero
Filetti-di-merluzzo-con-pomodorini-ricetta
Far cuocere gli asparagi in acqua bollente leggermente salata per 3-5 minuti, poi scolarli e metterli da parte
Filetti-di-merluzzo-con-pomodorini-ricetta
Lavare i pomodorini e tagliarli a metà, tagliare anche gli asparagi a pezzetti da 2-3 centimetri
Filetti-di-merluzzo-con-pomodorini-e-asparagi-ricetta
Mettere l’olio in una padella accendere il gas e versarci i pomodori e gli asparagi, aggiungere sale e pepe e far cuocere per cinque minuti
Filetti-di-merluzzo-con-pomodorini-e-asparagi-ricetta
Mettere un filo d’olio in una pirofila ed aggiungere i filetti di merluzzo, salare e pepare
Filetti-di-merluzzo-con-pomodorini-ricetta
Rovesciare nella pirofila gli asparagi ed i pomodorini appena passati in padella e mettere in forno caldo a 200 gradi per 20 minuti

Filetti-di-merluzzo-con-Filetti-di-merluzzo-con-pomodorini-ricetta

Filetti-di-merluzzo-con-pomodorini-e-asparagi-ricetta
Servire subito i vostri filetti di merluzzo

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Insalata caprese

L’insalata caprese è l’antipasto o secondo piatto che desidero proporre nella rubrica dedicata agli amici single, o comunque per quelle persone un po’ meno esperte di cucina, che magari vivono da sole e che tante volte vorrebbero prepararsi qualcosa di diverso ma non sanno bene da che parte cominciare. Questo piatto lo preparo per Eugenio, il mio “muso ispiratore” per questa nuova rubrica, perché proprio lui mi ha chiesto come si preparava🙂 , niente di più semplice, inoltre adesso ci stiamo avvicinando a grandi passi alla stagione estiva, nonostante gli intermezzi freddi e piovosi, quindi qualcosa di fresco e leggero ci sta giusto bene, tanto per compensare un po’ con i wurstel farciti che avevo pubblicato la scorsa settimana. L’insalata caprese originaria di Capri in Campania, è composta essenzialmente da pomodoro e mozzarella, quindi se riusciamo a trovare un pomodoro bello maturo, va bene uno qualunque, che sia ramato, ciliegino, piccadilly o quant’altro, basta che sia maturo e saporito, una mozzarella fiordilatte fresca e di buona qualità e ad unirli con un buon olio extravergine di oliva siamo a cavallo🙂

Ingredienti:

  • 125 gr. mozzarella fior di latte
  • mezzo pomodoro grande o 2-3 di quelli piccoli
  • 2 foglie di basilico
  • origano
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine di oliva

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: /

Procedimento:

insalata-caprese
Una volta tolto la mozzarella dalla confezione, asciugarla dall’acqua in eccesso stringendola tra qualche foglio di carta assorbente

insalata-caprese

insalata-caprese
Lavare ed asciugare il pomodoro ed il basilico
insalata-caprese
Tagliare a fette la mozzarella ed il pomodoro
insalata-caprese
Disporre su un piatto le fette di pomodoro e quelle di mozzarella alternandole. Aggiungere sale, pepe, origano ed il basilizo sminuzzato con le dita. Condire con un filo d’olio extravergine di oliva, ed ecco pronta la vostra insalata caprese

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Pasta con zucchine e acciughe

La pasta con zucchine e acciughe è un gustosissimo piatto che ho preparato domenica scorsa, un primo piatto economico, facile e veloce da preparare. La particolarità di questa pasta è che viene preparata con le zucchine crude. Le zucchine vengono affettate molto finemente ed unite ad un condimento ottenuto mescolando l’olio extravergine di oliva con acciughe, prezzemolo e basilico, dando vita così ad un piatto leggero e fresco ottimo in previsione della stagione estiva, le acciughe sotto sale danno il tocco finale conferendo la giusta sapidità. Sappiamo già che le zucchine sono una verdura molto versatile, che spazia dall’antipasto al dessert, dal dolce al salato, ma poche volte capita di gustarle crude in un piatto. Se la ricetta vi convince provatela e fatemi sapere se vi è piaciuta😉

Ingredienti per 4 persone:

  • 360 gr. pasta corta
  • 6 filetti di acciuga
  • 2 zucchine
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 6/8 foglie di basilico
  • olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Ingredienti:

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 20 minuti

Procedimento:

pasta-con-zucchine-e-acciughe
Tritare finemente prezzemolo e basilico e metterli in una boule
pasta-con-zucchine-e-acciughe
Sminuzzare grossolanamente i filetti di acciuga ed aggiungerli al trito di prezzemolo e basilico
pasta-con-zucchine-e-acciughe
Aggiungere il mezzo bicchiere di olio, sale e pepe e mescolare per amalgamare gli ingredienti
pasta-con-zucchine-e-acciughe
Mentre la pasta cuoce, lavare, spuntare e tagliare a fette sottilissime le zucchine
pasta-con-zucchine-e-acciughe
In una ciotola capiente unire le zucchine al condimento e mescolare delicatamente per amalgamare tutti gli ingredienti
pasta-con-zucchine-e-acciughe
Scolare la pasta al dente e aggiungerla al condimento mescolando per amalgamare
pasta-con-zucchine-e-acciughe
Servire subito la pasta con zucchine e acciughe

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Liebster Award premio

Liebster Award premio

Liebster Award premio

Liebster Award premio . Ho ricevuto questa nomination da Debora e la ringrazio per avermi dato l’opportunità di partecipare al Liebster Award.
Che cos’è il Liebster Award?
Si tratta di un premio rivolto ai migliori blog emergenti, che come molte altre iniziative online ha come scopo principale quello di creare rete. La condivisione di conoscenze e ricette con altri blogger è un elemento immancabile per noi amanti della comunicazione digitale ed il Liebster Award rappresta una simpatica possibilità per farsi conoscere, sia personalmente sia per quanto riguarda i contenuti del proprio blog.
Innanzitutto ringrazio Debora, autrice del blog dolcicostruzioni per avermi nominata. Colgo l’occasione per invitarvi a buttare un occhio sul suo sito molto interessante.

Liebster Award

Cosa devono fare i nominati?
1. Nominare il blogger che vi ha nominato
2. Seguirlo
3. Rispondere alle 11 domande che vi pone
4. Nominare altri 10 blogger
5. Pubblicare il logo sul vostro blog
6. Elaborare altre 11 domande per i blogger da voi scelti

le mie risposte

1. Di cosa ti occupi?

Sono impiegata in un’azienda che si occupa di elettronica, inoltre mi occupo di mio marito e dei miei figli :)
2. Di cosa parli nel tuo blog?

Dei piatti che mi piace cucinare, di quelli che mi piace mangiare, e delle vicende legate a quello che cucino
3. Cosa ti ha spinto ad aprirlo?

Diverse persone che, probabilmente stufe di sentirmi parlare di cucina🙂 che mi hanno detto “perché non apri un blog?”
4. Sei soddisfatto del tuo blog?

Credo che ci sia ancora tanto da lavorare
5. Sogno nel cassetto?

Avere più tempo da dedicare al mio blog ed alle mie passioni
6. 5 parole per descrivere quello che credi possa diventare il tuo blog.

Una raccolta di ricette buone
7. Dolce o salato?

Entrambi, sono una golosona
8. La ricetta più orribile che hai fatto?

A me piacciono tutte, non credo che cucinerei una cosa che non mi piace anche mangiare e quello che cucino e che poi non mi piace non lo pubblico
9. Quale personaggio ti piacerebbe incontrare?

Non saprei, adoro Montersino ma l’ho già incontrato, con internet si incontra virtualmente molta gente che ormai è quasi come conoscerla personalmente 
10. Di quale post vai fiero e perché?

Non ne ho scritti ancora moltissimi e ho ancora tante idee per la testa, in realtà più idee che tempo per realizzarle, quindi direi che il post più interessante non l’ho ancora scritto
11. Il cibo più strano che hai mangiato?

Mi ricordo di aver mangiato delle orrende salsicce annegate in un sughetto marrone tanti anni fa in Olanda non so di cos’erano fatte, ma di sicuro c’era qualcosa di strano :) 

i miei nominati

http://blog.giallozafferano.it/lacucinasottosopra/

http://machedelizia.altervista.org/blog/

http://blog.giallozafferano.it/duemonelliincucina/

https://dolcemacroccante.wordpress.com/

http://blog.giallozafferano.it/chiccaincucina/

http://blog.giallozafferano.it/ricettedelcuoreblog/

http://blog.giallozafferano.it/rossotulipano/

http://cuocheclandestine.blogspot.it/

https://ladispensa.wordpress.com/

http://blog.giallozafferano.it/dolcesaleincucina/

La procedura è semplice, basta creare un post sul vostro blog. Si comincia ringraziando la blogger che vi ha nominato e seguirla, per poi rispondere alle domande seguenti. Non vi resta che nominare a vostra volta 10 blogger con meno di 200 followes, rielaborando 11 domande a vostra scelta. Ecco le mie:

1. Di cosa ti occupi?
2. Di cosa parli nel tuo blog?
3. Cosa ti ha spinto ad aprirlo?
4. Sei soddisfatto del tuo blog?
5. Sogno nel cassetto?
6. 5 parole per descrivere quello che credi possa diventare il tuo blog.
7. Dolce o salato?
8. La ricetta più orribile che hai fatto?
9. Quale personaggio ti piacerebbe incontrare?
10. Di quale post vai fiero e perché?
11. Il cibo più strano che hai mangiato?

Focaccia al rosmarino

Per preparare questa focaccia al rosmarino ho scelto una ricetta con una lievitazione piuttosto lunga in quanto ho optato per una focaccia più digeribile e con poco lievito, se avete tempo a disposizione vi consiglio di provare a prepararla. La focaccia non ha bisogno di una lunga lavorazione quanto di diverse fasi di lievitazione e maturazione in frigorifero. L’impasto sarà poi perfetto, bisogno solo fare attenzione alla cottura onde evitare di vanificare il lavoro. Non si deve aspettare che la focaccia si colorisca ma si deve estrarre dal forno ancora un po’ pallida. Io adoro tutti i lievitati, sia dolci che salati e se posso li preparo spesso, mi piace molto questa focaccia al rosmarino, soprattutto appena sfornata è buonissima, soffice con la crosta croccante e mi piacciono i granellini di sale grosso in superficie che si rompono sotto i denti🙂

Ingredienti:

  • 400 gr. farina 0
  • 200 gr. semola rimacinata
  • 330 ml. acqua
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 10 gr. lievito di birra
  • 10 gr. sale
  • 1 cucchiaino di malto (o zucchero)

Per l’emulsione:

  • 50 gr. olio EVO
  • 60 ml. acqua
  • 2 rametti di rosmarino
  • 1 cucchiaio di sale grosso

Tempo di preparazione: 20 minuti (più 8 ore per riposo e lievitazione)

Tempo di cottura: 20-25 minuti

Procedimento:

focaccia-al-rosmarino
Sciogliere il lievito ed il malto (o lo zucchero) in metà dell’acqua intiepidita
focaccia-al-rosmarino
Setacciare le farine e metterle nella tazza della planetaria
focaccia-al-rosmarino
Aggiungere l’olio, l’acqua con il lievito e cominciare ad impastare
focaccia-al-rosmarino
Aggiungere man mano la restante acqua ed il sale sciolto in poca acqua
focaccia-al-rosmarino
Lavorare fino ad ottenere un impasto morbido e non appiccicoso
focaccia-al-rosmarino
Mettere l’impasto in una ciotola unta d’olio e lasciarlo riposare per una mezz’ora coperto da pellicola trasparente bucherellata. Riporre in frigo per 4 ore, il freddo rallenta la lievitazione e fa maturare l’impasto rendendolo più digeribile
focaccia-al-rosmarino
Togliere l’impasto dal frigo e lasciarlo a temperatura ambiente (ma lontano dalle correnti d’aria)  per un paio di ore
focaccia-al-rosmarino
Rovesciare l’impasto nella teglia del forno precedentemente unta con un filo d’olio e distenderlo delicatamente con le mani a coprire tutta la superficie
focaccia-al-rosmarino
Coprire con pellicola e lasciar riposare un’ora
focaccia-al-rosmarino
Preparare l’emulsione mescolando olio e acqua con una forchetta fino ad unire gli ingredienti, poi aggiungere sale e rosmarino spezzettato
focaccia-al-rosmarino
Riprendere la focaccia e con le dita schiacciare delicatamente per formare i buchi caratteristici, poi distribuire uniformemente l’emulsione e lasciar riposare per mezz’ora
focaccia-al-rosmarino
Cuocere a 180 gradi per 20-25 minuti

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Wurstel farciti

Il primo piatto che desidero proporre in questa nuova rubrica dedicata agli amici della palestra sono i wurstel farciti. Tanti di loro passano parecchio tempo in palestra, e dopo “le sette fatiche di Ercole” i muscoli sentono l’esigenza della carne. Non so se questa sia una ricetta locale, ma mi ricordo che diversi anni fa sono comparsi nel bancone di una macelleria della zona. Era una delle prime macellerie a preparare piatti di carne già pronti solo da cucinare, avevano un bancone che era una meraviglia, una cosa più buona dell’altra, da non saper cosa scegliere, una gran bella comodità per chi ha poco tempo. Loro li avevano chiamati Wurstel San Simeone come la montagna che ci si ritrovava davanti uscendo dalla macelleria. Prepararli a casa è facilissimo, si tratta di acquistare un wurstel di buona qualità, di tagliarlo per il lungo e di riempirlo con fettine di formaggio, avvolgere il wurstel nella pancetta e cuocerlo. Non è certo un piatto leggero ma è molto saporito e dopo usciti dalla palestra ci si può sicuramente permettere. Per quanto riguarda le dosi manterrò comunque quelle normali che faccio a casa, in modo che la ricetta sia fruibile da tutti, se la dose è per 4 persone basta dividere per 2 o per 4 a seconda di quanti sono i commensali.

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 wurstel 280 gr. circa
  • 80 gr. provola
  • 100 gr. pancetta tesa cruda

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Procedimento:

wurstel-farciti
Tagliare la provola a fettine lunghe e strette
wurstel-farciti
Togliere l’osso dalla pancetta
wurstel-farciti
Incidere il wurstel per il lungo senza tagliarlo completamente
wurstel-farciti
Mettere la provola nel taglio praticato ai wurstel
wurstel-farciti
Avvolgere i wurstel con 3 fette di pancetta
wurstel-farciti
Mettere i wurstel a cuocere in un’ampia padella con un filo di olio
wurstel-farciti
Cuocere 5 minuti per lato facendo fondere parzialmente il formaggio
wurstel-farciti
Servire subito accompagnato da patatine fritte o un contorno più leggero😉 a piacere

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Bignè – ricetta base

I bignè sono una preparazione di base in cucina, sono un prodotto molto versatile infatti il sapore è neutro quindi si adattano a preparazioni sia dolci che salate. Per la loro realizzazione sono necessarie due cotture, la prima che serve per  fare la pasta bignè, e la seconda per la realizzazione vera e propria dei bignè in forno. Io ho utilizzato questi bignè per preparare il profiterole al tiramisù di Luca Montersino che posterò prossimamente, pertanto mi sembrava logico prepararli seguendo la sua ricetta che è tratta dal libro Peccati di Gola. A seconda del tipo di preparazione che si intende ottenere si possono modulare i grassi con la farina per ottenere un bignè più o meno morbido e più o meno spesso, pertanto queste sono indicazioni di base che vanno poi adattate al risultato finale che vogliamo ottenere. Montersino fornisce una tabella con le varie combinazioni di ingredienti per ottenere un bignè con la pelle grossa ed elastica bisognerà utilizzare la ricetta che contiene più farina rispetto al burro, al contrario usando la ricetta in cui abbiamo più burro rispetto alla farina otterremo un bignè più sottile e friabile, non c’è che l’imbarazzo della scelta😉

Ingredienti per 40 bignè:

  • 185 gr. acqua
  • 165 gr. burro
  • 175 gr. farina 00
  • 25 gr. latte fresco intero
  • 270 gr. uova
  • un pizzico di sale

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di cottura: 5 minuti per la pasta bignè, più 17-18 minuti in forno

Procedimento:

 

bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Per cuocere i bignè Montersino suggerisce, anziché mettere un foglio di carta forno, di ungere leggermente la teglia del forno con il burro e poi di togliere l’eccesso di grasso con un foglio di carta. In questo modo i bignè si attaccheranno leggermente al forno avendo così più “grip” e potendo gonfiarsi in altezza
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Mettere a bollire in una pentola dal fondo spesso acqua, burro, sale e latte, il latte serve per dare una maggior colorazione al bignè in cottura
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Non appena il burro si sarà sciolto versare tutta in una volta la farina e mescolare con un mestolo di legno
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Lasciar asciugare il composto sul fuoco mescolando fino ad ottenere una massa omogenea
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Trasferire l’impasto in planetaria o in un’altra terrina e cominciare a mescolare con le fruste
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Aggiungere le uova intere una alla volta sempre mescolando
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Far incorporare bene le uova, non aggiungere l’uovo successivo fino a quando il precedente non sarà ben amalgamato
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
La pasta bignè deve avere una consistenza simile a quella di una crema, se risulterà troppo densa aggiungere un altro uovo, io ne ho messi 5 in totale
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Trasferire l’impasto in una sacca da pasticcere con la bocchetta liscia e versarla sulla teglia del forno con la bocchetta che tocca la teglia
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Cuocere i bignè a 220 gradi per 17-18 minuti a seconda del forno, fino a doratura
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Farcire i bignè a piacere

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Risotto con asparagi

Il risotto agli asparagi è un primo piatto delicato e leggero che si prepara in primavera quando gli asparagi sono di stagione ed è il più tipico e classico piatto da preparare con gli asparagi. Preparare il risotto agli asparagi è semplice, basta preparare un brodo vegetale con gli asparagi, portare quasi a cottura il risotto ed aggiungere gli asparagi tagliati a rondelle. Per mantecare questa volta, oltre al classico formaggio grattugiato, seguendo il consiglio dell’amica di Grembiule da cucina  ho usato anche della ricotta affumicata che mi avanzava in frigo e devo dire che mi ha dato davvero un buon consiglio.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 grammi di asparagi
  • 320 gr. riso
  • 2 scalogni
  • 1 litro di brodo circa
  • olio
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco (100 ml.)
  • burro
  • ricotta affumicata o Parmigiano per mantecare

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Procedimento:

 

Risotto-con-asparagi
Aggiungere il riso e farlo tostare per un paio di minuti, poi sfumare con il vino
Risotto-con-asparagi
Cuocere il risotto aggiungendo il brodo di asparagi fino a tre quarti di cottura
Risotto-con-asparagi
Aggiungere poi gli asparagi
Risotto-con-asparagi
Portare a cottura il risotto rimestando e aggiungendo brodo appena si asciuga
Risotto-con-asparagi
A fuoco spento mantecare il risotto con burro, formaggio grattugiato, io ho aggiunto anche la ricotta affumicata che ha dato quella marcia in più

Risotto-con-asparagi

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Scarole in padella

Le scarole in padella sono in contorno light che ho scoperto da pochi anni. Non avevo mai pensato alla possibilità di preparare questa verdura cotta, poi un giorno sono entrata in un gruppo di acquisto di frutta e verdura biologica e parlando con questa mia amica che mi ha introdotta nel gruppo, una mangiatrice seriale di verdura :)  mi ha raccontato che lei cucina spesso le scarole in questo modo e mi ha dato la ricetta, allora ho deciso di provare anche io. Sia io che mio marito le abbiamo trovate molto gustose, i bambini a dire il vero non è che le gradiscano troppo, allora le faccio di tanto in tanto, come alternativa, soprattutto durante l’inverno. Le scarole insaporite con acciughe capperi e olive sono un contorno a mio parare molto gustoso.

Ingredienti:

  • un cespo di indivia scarola
  • qualche oliva
  • 1 cucchiaio di capperi sotto sale
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 filetto di acciuga
  • 1 peperoncino rosso
  • sale, pepe, olio

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Procedimento:

scarole-in-padella
Lavare la scarola e strizzarla per eliminare l’acqua in eccesso
scarole-in-padella
Cuocere le foglie di scarola in un’ampia pentola per una decina di minuti
scarole-in-padella
Lavare i capperi per eliminare il sale. Tagliare al coltello le olive i capperi ed il peperoncino
scarole-in-padella
In una pentola capiente mettere l’olio, l’aglio ed il filetto di acciuga
scarole-in-padella
Far sciogliere l’acciuga e rosolare l’aglio
scarole-in-padella
Aggiungere capperi olive e peperoncino
scarole-in-padella
Aggiungere la scarola, sale e pepe e lasciar insaporire
scarole-in-padella
Cuocere per qualche minuto per far asciugare l’acqua in eccesso
scarole-in-padella
Servire le scarole in padella calde

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Cookies al cacao

Ho preparato questi cookies al cacao un paio di sabati fa per la merenda dei bambini dopo la partita di pallone. Mio figlio piccolo gioca a calcio nella squadra locale e quando giocano in casa a turno le mamme preparano la merenda. Avevo già preparato i cookies ma questa volta ho voluto provare a fare la versione al cacao e per arricchirli, per dargli un po’ di colore e renderli più divertenti ho aggiunto anche degli M&M’s che ai bambini piacciono tanto. I cookies sono andati a ruba e ha gradito molto anche la ragazza che lavora al bar dello stadio, che in cambio dei biscotti mi ha dato una mano con la merenda fornendomi il materiale mancante, tovagliolini e bicchieri in plastica. Alla fine della merenda, visto che era stata così gentile le ho lasciato gli ultimi biscottini rimasti🙂

Ingredienti per 40 biscotti circa:

  • 270 gr. farina 00
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 230 gr. burro
  • 200 gr. zucchero semolato
  • 210 gr. zucchero di canna
  • 2 uova
  • 1 cucchiaio di vaniglia o 2 fialette
  • 40 gr. cacao amaro
  • 200 gr. gocce di cioccolato
  • 200 gr. M&M’s

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Procedimento:

cookies-al-cacao-ricetta
Accendere il forno a 180 gradi. In una terrina mescolare la farina con il sale ed il bicarbonato di sodio

 

cookies-al-cacao-ricetta
Disporre il composto a cucchiaiate, massimo 12, molto ben distanziate sulla teglia del forno ricoperta di carta forno e cuocere a 180 gradi per 10 minuti
cookies-al-cacao-ricetta
Estrarre i coockie e lasciarli raffreddare sul piano di lavoro
cookies-al-cacao-ricetta
Ed ecco i vostri coockie al cacao con gocce di cioccolato ed M&M’s

cookies-al-cacao-ricetta

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Panini per hamburger

È risaputo che noi italiani non amiamo molto i fast food, li frequentiamo si, ma non troppo o non tanto quanto all’estero o negli Stati Uniti. Abbiamo una cultura del cibo generalmente più sana e quando ci vediamo presentare certi alimenti che trasudano grasso e sanno di artificiale solitamente storciamo un po’ il naso. I bambini però, che non hanno ancora sviluppato questa consapevolezza adorano gli hamburger ed andare a mangiare al fast food. Allora perché non accontentarli preparando un hamburger sano e buono a casa? Per mangiare degli ottimi hamburger non è necessario andare al Mc Donald il pane si può preparare facilmente a casa propria. In poco tempo si possono ottenere dei morbidi e dolci panini per hamburger o burger buns che non hanno nulla da invidiare a quelli che si mangiano al fast food e tanto meno a quelli che si acquistano già pronti al supermercato, secchi, tristi e che sanno di cartone, inoltre sarete sicuri di mangiare un panino fresco, genuino e sano, con la certezza degli ingredienti che contiene e in più fatto con le nostre manine🙂

Ingredienti:

  • 240 gr. farina 00
  • 160 gr. farina 0
  • 7 gr. lievito
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • 5 gr. sale
  • 40 gr. burro
  • 160 ml. acqua
  • 120 ml. latte
  • 1 cucchiaino scarso di miele

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Procedimento:

Panini-per-hamburger-o-burger-buns
Mettere nella tazza della planetaria le farine setacciate, il lievito sbriciolato, lo zucchero, il miele ed azionare la macchina
Pane-per-hamburger-o-burger-buns
Aggiungere un po’ alla volta l’acqua ed il latte e poi il burro ammorbidito a cubetti
Panini-per-hamburger-o-burger-buns
Infine aggiungere il sale
Panini-per-hamburger-o-burger-buns
Far lavorare la macchina per 5 minuti per ottenere un impasto morbido
Pane-per-hamburger-o-burger-buns
Trasferire l’impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato, lavorarlo brevemente e dividerlo in 4 formando della palline
Panini-per-hamburger-o-burger-buns
Mettere le quattro palline di impasto sulla teglia del forno coperta da carta forno
Panini-per-hamburger-o-burger-buns
Spennellare con il latte ed aggiungere i semi di sesamo
Panini-per-hamburger-o-burger-buns
Lasciar lievitare in luogo tiepido lontano da correnti d’aria (tipo nel forno spento ma con la luce accesa) per 1 ora, anche di più, fino al raddoppio
Panini-per-hamburger-o-burger-buns
Cuocere i panini in forno caldo a 200 gradi per 10 minuti e poi a 170 gradi per altri 5 minuti
Panini-per-hamburger-o-burger-buns
Ecco i vostri panini per hamburger morbidissimi
panino-hamburger
Da farcire come preferite

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved