Spaghetti alle vongole

Gli spaghetti con le vongole sono un primo piatto di pesce che mi fa subito venire in mente l’estate, il sud Italia, il caldo ed il mare, e visto che il caldo per fortuna quest’anno non ci ha ancora lasciati possiamo ancora concederci un bel piatto di spaghetti alle vongole. Nella versione originale vengono preparati con pochi e semplici ingredienti, gli spaghetti appunto, le vongole, il prezzemolo, aglio olio e peperoncino, per poi essere arricchiti con altri ingredienti quali ad esempio pomodorini, il vino bianco. Si tratta di un piatto tradizione, tipico della cucina napoletana, semplice sia negli ingredienti che nella preparazione, ma allo stesso tempo insidioso, è importante infatti non tralasciare alcuni passaggi fondamentali onde evitare spiacevoli sorprese al momento di gustarli, soprattutto per quanto riguarda la pulizia delle vongole. Per poter assaporare al meglio questo gustosissimo piatto di pesce è importante che le vongole siano molto fresche perché così conservano tutto il loro sapore. Buona giornata a tutti voi!🙂

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr. spaghetti
  • 1 kg. di vongole (io questa volta ho trovato lupini)
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • olio EVO
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 peperoncino
  • sale grosso

Tempo di preparazione: 10 minuti (più il tempo di spurgo delle vongole)

Tempo di cottura: 30 minuti

Procedimento:

Ricetta spaghetti alle vongole
Controllare le vongole, se ve ne sono di già aperte eliminarle
Ricetta spaghetti alle vongole
Lavarle bene sotto l’acqua corrente, metterle in un ampio contenitore e coprirle con l’acqua, aggiungere un pugno di sale grosso e mescolare con le mani. Avere cura di cambiare l’acqua ogni due ore fino a quando non risulta pulita e senza sabbia
Ricetta spaghetti alle vongole
Tritare finemente il prezzemolo. Scolare le vongole e trasferirle in una pentola capiente, accendere il fuoco vivo e lasciare che tutte le vongole si schiudano
Ricetta spaghetti alle vongole
Se qualcuna rimanesse chiusa va eliminata
Ricetta spaghetti alle vongole
Scolare le vongole filtrandone il liquido che terrete da parte
Ricetta spaghetti alle vongole
Togliere la bestiolina dalla conchiglia a circa metà delle conchiglie, le altre lasciarle per decorazione
Ricetta spaghetti alle vongole
In un’ampia padella mettere olio extravergine, aglio e peperoncino, lascar appena imbiondire l’aglio dopo di che sollevarlo
Ricetta spaghetti alle vongole
Scolare la pasta al dente tenendo da parte un po’ di acqua di cottura, ed aggiungerla alla padella con olio e peperoncino, aggiungere le vongole ed il liquido filtrato delle vongole e continuare la cottura aggiungendo eventualmente l’acqua che avete tenuto in parte. Aggiungere anche il prezzemolo tritato
Ricetta spaghetti alle vongole
Aggiungere anche le conchiglie con le vongole e mescolare
Ricetta spaghetti alle vongole
Una volta cotta la pasta servire immediatamente

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Torta di mele e frolla

La torta di mele e frolla è una delle torte preferite da mio marito. E’ torta molto semplice e leggera, si prepara velocemente e altrettanto velocemente viene mangiata, qui non restano neanche le briciole. La torta infatti è formata da tante mele racchiuse in un guscio di pasta frolla con l’aggiunta della cannella, e nulla più, ma se non la gradite potete tranquillamente ometterla, ogni tanto me la dimentico ed il gusto è buono comunque, il tutti cotto al forno. Le mele hanno questo pregio, qualsiasi cosa fatta con le mele è buona, infatti questo è un dolce che piace a tutti, adatto per la merenda, come fine pasto o anche per la colazione. Mio marito ed anche i miei figli la adorano, io preparo molti dolci, in genere uno alla settimana, cambio i gusti e tipologie, ma alla fine a casa mia resta sempre il piacere dei dolci semplici e classici, come il tiramisù, lo strudel o la torta di mele o la torta quadrata della nonna Quinta, ed alla fine il commento è sempre lo stesso: – “Buona, ma quando prepari una buona torta di mele?” – :)

Ingredienti per un cerchio da 22 cm.

  • 300 gr. farina
  • 125 gr. zucchero
  • 125 gr. burro ammorbidito
  • 1 pizzico di sale
  • scorza grattugiata di 1 limone
  • 1 cucchiaino di lievito
  • 1 uovo intero
  • 5-6 mele (1,2 kg.)
  • cannella

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 45 minuti

Procedimento:

Ricetta torta di mele e frolla
Mettere in un mixer la farina, il burro ammorbidito, l’uovo , lo zucchero, il sale, il lievito e la scorza di limone grattugiata
Ricetta torta di mele e frolla
Azionare il mixer ed amalgamare fino ad ottenere un composto sbricioloso, ci vorrà meno di un minuti
Ricetta torta di mele e frolla
Trasferire il composto su una spianatoia ed amalgamare velocemente
Ricetta torta di mele e frolla
Schiacciare la palla, avvolgerla in pellicola e metterla in frigo per una mezz’oretta
Ricetta torta di mele e frolla
Nel frattempo pelare le mele, tagliarle in quarti ed ogni quarto a metà, ogni metà in 3 o 4 pezzi
Ricetta torta di mele e frolla
Riprendere l’impasto e dividerlo in 3 pezzi. Un pezzo servirà per fare la base, il pezzo più piccolo per il contorno ed il terzo per la copertura
Ricetta torta di mele e frolla
Tirare il fondo tra 2 fogli di carta forno, prendere la misura schiacciando con la base del cerchio apribile sopra la carta forno e tagliare l’eccesso di impasto

 

Ricetta torta di mele e frolla
Riempire il cerchio con le mele scuotendolo un po’ per livellarle
Ricetta torta di mele e frolla
Spolverare con abbondante cannella, se non piace potete ometterla
Ricetta torta di mele e frolla
Tirare il coperchio tra due fogli di carta forno
Ricetta torta di mele e frolla
Rovesciare il coperchio sopra la torta
Ricetta torta di mele e frolla
Portare i bordi di pasta che fuoriescono verso l’interno cercando di sigillare il coperchio con l’impasto laterale, sollevare i bordi con un coltellino e portarli verso l’interno. Infornare a 180 gradi per 40-45 minuti

Ricetta torta di mele e frolla

Ricetta torta di mele e frolla
Ed ecco la vostra torta di mele e frolla
Ricetta torta di mele e frolla
E questo è l’interno

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Tartare di tonno

La tartare di tonno è un piatto di pesce ideale da servire come antipasto freddo oppure come secondo piatto per una cena o un pranzo di pesce, è una valida alternativa alla più classica tartare di carne molto presente nella cucina slovena o austriaca, nostri dirimpettai. La tartare di tonno è uno dei piatti che piacciono tanto a mio marito, io onestamente non ne vado matta, la ricetta è molto semplice e veloce, si taglia il tonno crudo al coltello in pezzetti molto piccoli e si lasciano per qualche ora in una marinatura che io ho preparato con succo d’arancia, olio, sale, pepe, prezzemolo e basilico. Avevo provato in passato a prepararla con il succo del limone ma non sono rimasta particolarmente soddisfatta a causa del gusto troppo acidulo del limone. Una raccomandazione, prima di acquistare il tonno accertatevi dal pescivendolo sul metodo di conservazione chiedendo che il tonno che state acquistando sia adatto ad essere preparato crudo. Il tonno deve essere decongelato, cioè portato precedentemente a bassissima temperatura in modo tale da eliminare gli eventuali parassiti.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr. tonno
  • 30 gr. olio EVO
  • 1 arancia, succo più buccia
  • sale, pepe
  • 6 foglie di basilico
  • 1 mazzetto di prezzemolo

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura:  /

Procedimento:

Ricetta Tartare di tonno
Lavare ed asciugare prezzemolo e basilico
Ricetta Tartare di tonno
Grattugiare la scorza di una arancia e spremere il succo
Ricetta Tartare di tonno
In una pirofila mettere l’olio ed aggiungere il succo e la scorza dell’arancia grattugiata
Ricetta Tartare di tonno
Aggiungere anche prezzemolo e basilico tritati finemente e mescolare
Ricetta Tartare di tonno
Aggiungere sale e pepe
Ricetta Tartare di tonno
Con un foglio di carta assorbente asciugare i tranci di tonno
Ricetta Tartare di tonno
Tagliare il tonno finemente al coltello
Ricetta Tartare di tonno
Aggiungere il tonno alla marinatura e mescolare

 

Tartare di tonno
Per servire la tartare metterla in una cocottina leggermente unta di olio con le dita, schiacciare il tonno con un cucchiaio e rovesciare la cocottina nel piatto
Ricetta Tartare di tonno
Tartare di tonno

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Patate fritte a mezzaluna

Le patate fritte sono un piatto al quale non sappiamo rinunciare, ma se non abbiamo una friggitrice, tante volte siamo dissuasi dal farle a causa del tempo che ci si impiega, dalla grande quantità di olio che si usa e dall’odore acre che si forma in casa. Le patate fritte a mezzaluna sono uno dei contorni caldi di mia suocera, si tratta di patate fritte, dorate e croccanti che, a differenza da quelle normali vengono cotte in pochissimo olio. Le patate vengono tagliate fini a mezzaluna e così cuociono velocemente. I vantaggi sono molti, sicuramente un risparmio di olio, che oltre ad un risparmio economico è un vantaggio anche per l’ambiente; un risparmio di gas e di tempo e atterrete delle patatine fritte croccanti e molto più asciutte rispetto alle patate fritte normali ed anche l’odore in casa sarà nettamente inferiore. Le patate vengono cotte infatti in una padella larga in cui va messo olio di semi solo quello sufficiente a coprire tutta la superficie, io ne avevo messo addirittura troppo, quando ha visto mio marito ha detto – “mia mamma ne mette meno!” –🙂 Ok!  Se vi va provate questa ricetta e fatemi sapere se vi è piaciuta, così lo dico a mia suocera😉 Ah dimenticavo, altra particolarità, mia suocera mette sulle patate sia sale che pepe …

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 kg. di patate
  • sale
  • pepe
  • olio di semi

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 6 minuti

Procedimento:

Ricetta patate fritte a mezzaluna
Pelare le patate, lavarle sotto l’acqua corrente ed asciugarle con un canovaccio
Ricetta patate fritte a mezzaluna
Tagliare le patate per il lungo in 3-4 parti e poi tagliarle a mezzaluna fini
Ricetta patate fritte a mezzaluna
Mettere l’olio di semi nella padella solo tanto quanto è sufficiente per velarla
Ricetta patate fritte a mezzaluna
Aggiungere le patate e cuocere a fuoco medio per 6 minuti circa
Ricetta patate fritte a mezzaluna
Rigirare la patate con un mestolo di legno per cuocerle su entrambi i lati. Quando le patate sono dorate sollevarle con la schiumarola e metterle in una ciotola sopra un foglio di carta assorbente.
Quando le patate sono dorate sollevarle con la schiumarola e metterle in una ciotola sopra un foglio di carta assorbente. Aggiungere sale e pepe e mescolare
Aggiungere sale e poco pepe e mescolare

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Plumcake allo yogurt

Il plumcake è un dolce da forno di origine inglese, infatti il nome deriva proprio dall’inglese da plum (prugna) cake (torta) in quanto in origine veniva preparato con le prugne, ora invece viene preparato con farina, lievito, uova, zucchero, burro o olio arricchito poi con frutta fresca o secca e aromi, come la vaniglia o la buccia di arancia, di limone cioccolato, servito a colazione oppure con il classico the delle cinque.  Il plumcake è il dolce perfetto per la prima colazione, morbido, umido, non troppo dolce è l’ideale per una colazione ricca come quella che si fa la domenica mattina, quando la famiglia è riunita e facciamo colazione tutti insieme. Il plumcake allo yogurt grazie appunto alla presenza dello yogurt è particolarmente morbido, mi piace inoltre arricchirlo con la scorza di limone grattugiata che gli conferisce quel profumo fresco di limone. Per la buona riuscita del plumcake, è importante che tutti gli ingredienti siano a temperatura ambiente, quindi sarà necessario togliere dal frigo almeno un’ora prima le uova e lo yogurt. Al plumcake a colazione ho legato un ricordo che risale a molti anni fa, avevo poco più di vent’anni e lavoravo per le assicurazioni, l’agente della compagnia assicurativa mi aveva mandata a fare un corso sulle tecniche di vendita a Tabiano Terme. Era un corso di un mese che si teneva in un hotel a 4 stelle di cui ricordo ancora il nome, Hotel Farnese🙂. Ogni lunedì partivo con il treno per raggiungere Tabiano ed il venerdì rientravo. Eravamo un gruppo di ragazzi provenienti da tutta Italia e alloggiavamo in questo hotel dove si mangiava benissimo e la mattina per colazione oltre alle cose classiche c’erano anche delle torte ed un  plumcake morbido e buonissimo, al tempo ero molto giovane, e ad essere trattata così mi sentivo davvero una persona importante :) poi la sera portavano la carne o il pesce in crosta di sale e lo impiattavano davanti a noi per servircelo, una meraviglia, bei ricordi ormai lontani …

Ingredienti per uno stampo da 30 cm.

  • 180 gr. farina
  • 50 gr. fecola
  • 1 bustina di lievito
  • 3 uova
  • 80 ml olio di semi
  • 160 gr. zucchero
  • 250 gr. yogurt (bianco o alla frutta)
  • scorza grattugiata di un limone
  • 1 pizzico di sale

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 40 minuti

Procedimento:

Ricetta Plumacke allo yogurt
Montare le uova con lo zucchero ed un pizzico di sale per 5 minuti fino a formare una massa gonfia e spumosa
Ricetta Plumacke allo yogurt
Aggiungere lo yogurt e l’olio e mescolare
Ricetta Plumacke allo yogurt
Setacciare la farina, la fecola ed il lievito ed incorporare al composto un poco alla volta

 

Ricetta Plumacke allo yogurt
Aggiungere la buccia grattugiata di un limone ed incorporare

 

Ricetta Plumacke allo yogurt
Versare il composto in uno stampo da plumcake da 30 cm. ricoperto da carta forno bagnata sotto l’acqua e poi strizzata in modo da far aderire tutti gli angoli. Infornare a 180 gradi per 40 minuti circa
Ricetta Plumacke allo yogurt
Ricetta Plumacke allo yogurt
Ricetta Plumacke allo yogurt
Plumacke allo yogurt
Ricetta Plumacke allo yogurt
Plumacke allo yogurt

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Uova in funghetto

Le uova in funghetto sono una ricetta tipica della tradizione friulana. Una ricetta semplice e povera che ricorda la bontà e la genuinità dei sapori di una volta. Protagoniste sono le uova, sode, attorno alle quali viene costruita una ricetta con un soffritto e l’aggiunta di pochi altri ingredienti per preparare un secondo piatto davvero gustoso. Ci sono due modi per cucinare le uova in funghetto, quello che vi propongo oggi è in bianco ed è la versione meno comune, ed è un’alternativa alla versione più classica che prevede le uova sode passate in un sugo di pomodoro o nel concentrato di pomodoro diluito in un po’ di acqua, una versione altrettanto gustosa che si può impreziosire con dei funghi secchi ammollati o quant’altro, a seconda della tradizione e degli usi di ogni singola famiglia. Questa ricetta mi ricorda la mia infanzia, quando, dopo il terremoto del 1976, abitavamo nei prefabbricati e la mamma le preparava la domenica. Ho ancora il ricordo molto vivo di tutto quel periodo, sono stati anni difficili e di grossi cambiamenti per la nostra regione, ma nonostante i numerosi problemi non li ricordo con tristezza, forse perchè ero bambina e non comprendevo del tutto i problemi dei grandi. Buona giornata … 🙂

Ingredienti per 4 persone:

  • 8 uova
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 noce di burro
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 bicchiere di brodo
  • 1 bicchiere di acqua
  • 1/4 di bicchiere di vino bianco
  • 1 cucchiaio di farina

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 38 minuti

Procedimento:

Ricetta uova in funghetto
Per preparare le uova in funghetto iniziamo cuocendo le uova sode. Mettere le uova in una pentola coperte d’acqua fredda ed accendere il fuoco
Ricetta uova in funghetto
Da quando l’acqua fa le bolle grosse calcolare 8 minuti
Ricetta uova in funghetto
Una volta cotte togliere l’acqua bollente e mettere acqua fredda per farle raffreddare più in velocemente
Ricetta uova in funghetto
Preparare il soffritto unendo in una pentola olio, burro e la cipolla tagliata finemente
Ricetta uova in funghetto
Far appassire per una decina di minuti a fuoco basso ed aggiungere il prezzemolo tritato finemente
Ricetta uova in funghetto
Aggiungere poi un bicchiere di brodo e lasciar cuocere ancora 5 minuti
Ricetta uova in funghetto
Nel frattempo spellare le uova e tagliarle a metà
Ricetta uova in funghetto
Aggiungere un cucchiaio di farina nel soffritto e mescolare
Ricetta uova in funghetto
Unire le uova al soffritto
Ricetta uova in funghetto
Aggiungere sale e pepe
Ricetta uova in funghetto
Aggiungere un bicchiere di acqua e lasciar cuocere ancora 5 minuti

Ricetta uova in funghetto

Ricetta uova in funghetto
Servire le uova in funghetto calde

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Parmigiana di melanzane

La parmigiana di melanzane o melanzane alla parmigiana è una ricetta classica di questa stagione, che contiene tutti gli ingredienti tipici della cucina mediterranea. Si tratta di un gustosissimo primo piatto a base appunto di melanzane che nella versione originale vengono fritte, le melanzane vengono poi disposte a strati in una pirofila intervallate a strati di passata di pomodoro, provola e formaggio Parmigiano Reggiano grattugiato assumendo l’aspetto tipico di una lasagna. Accanto alla versione originale ne esistono una gran quantità e varietà di “imitazioni”, sia nel procedimento che negli ingredienti, ne esiste ad esempio una versione più leggera preparata con le melanzane grigliate, ma accanto a questa troviamo anche la parmigiana di zucchine, la parmigiana di patate, la parmigiana bianca e chi più ne ha più ne metta. Avevo preparato già una volta quest’anno la parmigiana di melanzane, a inizio stagione, poi, con il caldo che c’è stato non me l’ero più sentita, e l’ho preparata nuovamente domenica scorsa, ora che il caldo si fa sentire un po’ meno pesante ma che si può tenere la porta aperta per friggere, e non si impuzza tutta la casa, difatti il fritto lo preparo quasi esclusivamente in estate proprio per questo motivo. La parmigiana di melanzane, nonostante il nome che richiami il parmigiano o la città di Parma, è un piatto tipico siciliano (almeno così ho letto🙂 ) e contiene tutti gli ingredienti della cucina mediterranea, ma il merito più grande che ha è che è buoonaaaa!!!🙂

Ingredienti per una teglia 28×17:

  • 1 kg. melanzane
  • 1 kg. passata di pomodoro
  • 300 gr. provola
  • 120 gr. Parmigiano
  • 1 spicchio di aglio
  • sale, pepe
  • olio EVO
  • basilico
  • olio di semi di arachidi per friggere

Tempo di preparazione: 20 minuti (più 1 ora per le melanzane)

Tempo di cottura: 50 minuti

Procedimento:

Ricetta parmigiana di melanzane
Tagliare le melanzane a fette sottili
Ricetta parmigiana di melanzane
Metterle a strati in uno scolapasta aggiungendo ad ogni strato un po’ di sale grosso
Ricetta parmigiana di melanzane
Coprire le melanzane con un piatto e sopra il piatto mettere una pentola piena d’acqua per far peso e per far spurgare le melanzane per un’ora
Ricetta parmigiana di melanzane
In un’ampia padella far dorare leggermente l’aglio nell’olio extravergine di oliva, una volta che ha cambiato colore eliminarlo
Ricetta parmigiana di melanzane
Aggiungere la passata di pomodoro, sale e pepe e cuocere una decina di minuti
Ricetta parmigiana di melanzane
Aggiungere il basilico spezzettato e lasciar cuocere ancora 10 minuti
Ricetta parmigiana di melanzane
Nel frattempo tagliare la provola a fettine fini
Ricetta parmigiana di melanzane
Quando il sugo si sarà rappreso spegnere il fuoco e lasciarlo raffreddare
Ricetta parmigiana di melanzane
Riprendere le melanzane, lavarle sotto l’acqua corrente ed asciugarle tamponandole con della carta da cucina
Ricetta parmigiana di melanzane
Friggere le melanzane poche alla volta in olio di semi di arachidi a 180 gradi per 4 minuti circa
Ricetta parmigiana di melanzane
Sollevarle e riporle su un della carta assorbente per assorbire l’eccesso di olio
Ricetta parmigiana di melanzane
Comporre la parmigiana mettendo qualche cucchiaio di sugo al pomodoro sul fondo
Ricetta parmigiana di melanzane
Disporre sopra le melanzane una leggermente sovrapposta all’altra
Ricetta parmigiana di melanzane
Aggiungere la provola ed il parmigiano
Ricetta parmigiana di melanzane
Continuare a fare gli strati fino alla fine degli ingredienti mettendo le melanzane dal verso contrario nel secondo strato
Ricetta parmigiana di melanzane
Cuocere in forno caldo a 180 gradi per 30 minuti
Ricetta parmigiana di melanzane
Parmigiana di melanzane
Ricetta parmigiana di melanzane
Parmigiana di melanzane

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Crostatine con crema pasticcera e fichi

Le crostatine con crema pasticcera e fichi sono una delizia che ci si può concedere in questo periodo quando i fichi si trovano disponibili nei banchi della frutta. Ogni anno la stagione mi prende alla sprovvista, trovo i fichi e quando ho realizzato nella mia testa un dolce da preparare è troppo tardi e non li trovo già più. Quest’anno ho giocato d’anticipo, ricordandomi dell’imminente arrivo dei fichi ho pensato al dolce che avrei potuto preparare e alla loro comparsa sul banco della frutta non me li sono lasciati scappare e li ho presi al volo. Le crostatine con crema pasticcera e fichi che ho preparato sono molto golose e ricche, ho “alleggerito” la crema pasticcera con della ricotta misto pecora che rilascia meno acqua ed ho aggiunto della buccia di limone grattugiata per dare freschezza alla crema, le crostatine sono venute molto buone e devo dire anche molto belle. Se volete preparare un dolce per i vostri amici o per i vostri ospiti ve le consiglio perché sono molto scenografiche e farete senz’altro una bella figura. Con le stesse dosi si può preparare una crostata grande in uno stampo da 28 centimetri … eh già, l’ho fatta due volte🙂 la prima dentro ad uno stampo grande🙂 e la seconda, quella che vi posto, con le correzioni, in mono-bi porzioni dipende dalla fame che uno ha😉

Ingredienti per 8 crostatine da 10 cm. o per una crostata da 28 cm. (misurati nella parte alta):

Per la pasta frolla:

  • 300 gr. farina
  • 120 gr. zucchero
  • 120 gr. burro
  • 1 uovo intero + un tuorlo
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • 1 pizzico di sale

Per la crema pasticcera al microonde:

  • 3 tuorli d’uovo
  • 90 gr. zucchero
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • 21 gr. amido di mais
  • 300 ml. latte fresco

Per la farcitura:

  • 150 gr. ricotta misto pecora
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 500 gr. fichi non troppo maturi
  • gelatina per lucidare

Tempo di preparazione: 60 minuti

Tempo di cottura: 26 minuti

Procedimento:

Per preparare la crostata con crema pasticcera e fichi iniziamo preparando la pasta frolla che ho pubblicato ieri, potete trovate la ricetta a questo link http://wp.me/p6P3OQ-1nL

Ricetta Pasta Frolla
Una volta pronta avvolgete la pasta frolla in pellicola schiacciandola e riponete in frigo a raffreddare per 1-2 ore
Ricetta Crema pasticcera al microonde
Mentre la pasta frolla riposa prepariamo la crema pasticcera. Generalmente io preparo la crema pasticcera al microonde perché è più veloce e si sporca solo una terrina. In una ciotola unire tuorli, zucchero, amido di mais ed i semi della bacca di vaniglia e mescolate
Ricetta Crema pasticcera al microonde
Aggiungere il latte e mescolare nuovamante
Ricetta Crema pasticcera al microonde
Passare al microonde alla massima potenza per 2 minuti, estrarre e mescolare velocemente con una frusta, ripetere l’operazione. La terza volta lasciare 1 minuto, poi estrarre e mescolare. Procedere così fino a quando la crema pasticcera si sarà addensata. Coprire con pellicola a contatto e far raffreddare rapidamente in frigo
Ricetta crostatine con crema pasticcera e fichi
Nel frattempo setacciare la ricotta in un colino

Ricetta crostatine con crema pasticcera e fichi

Ricetta crostatine con crema pasticcera e fichi
Grattugiare la buccia del limone
Ricetta crostatine con crema pasticcera e fichi
Una volta raffreddata la crema pasticcera aggiungere la ricotta setacciata con la buccia di limone ed amalgamare

Ricetta crostatine con crema pasticcera e fichi

Ricetta crostatine con crema pasticcera e fichi
Riprendere il panetto di frolla, reimpastarlo velocemente e stenderlo con il mattarello
Ricetta crostatine con crema pasticcera e fichi
Adagiare la pasta frolla sulla formina
Ricetta crostatine con crema pasticcera e fichi
Farla aderire schiacciandola delicatamente con le dita
Ricetta crostatine con crema pasticcera e fichi
Bucherellarla con i rebbi di una forchetta

Ricetta crostatine con crema pasticcera e fichi

Adagiare sulla frolla un quadretto di carta forno e dei fagioli in modo che la pasta frolla non si gonfi
Ricetta crostatine con crema pasticcera e fichi
Disporre sulla placca del forno e cuocere a 180 gradi per 20 minuti
Ricetta crostatine con crema pasticcera e fichi
Estrarre le crostatine e lasciarle raffreddare
Ricetta crostatine con crema pasticcera e fichi
Lavare i fichi, asciugarli e tagliarli a spicchi
Ricetta crostatine con crema pasticcera e fichi
Farcire ogni crostatina con 2 cucchiai di crema pasticcera e qualche spicchio di fico
Ricetta crostatine con crema pasticcera e fichi
Aggiungere un po’ di gelatina (io ho utilizzato quella a spruzzo) e servire

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Pasta frolla

La pasta frolla è uno degli impasti di base in pasticceria e viene preparato con farina, burro, zucchero, uova e aromi, essendo un composto formato da pochi e semplici ingredienti è essenziale che questi siano freschi e di buona qualità per garantire un buon risultato finale.
Preparare la pasta frolla non è difficile ma per evitare contrattempi è utile seguire alcune indicazioni:
– Il burro deve essere utilizzato freddo da frigo, ad una temperatura quindi di circa 4 gradi;
– L’impasto deve essere lavorato il meno possibile, giusto il tempo necessario per amalgamare tutti gli ingredienti, questo sia per evitare che sprigioni il glutine rendendo l’impasto elastico, che per evitare che il burro si scaldi troppo e diventi difficilmente lavorabile;
– Una volta impastati tutti gli ingredienti il panetto va riposto in frigo e lasciato riposare per almeno un’ora; l’impasto va appiattito in modo che possa raffreddarsi più velocemente ed avvolto in pellicola perché non si secchi in superficie.

Non esiste una ricetta unica per preparare la pasta frolla, il mix di ingredienti può variare a seconda dell’uso finale che si deve fare, a seconda cioè che sia destinata a crostate o biscotti, a seconda del ripieno che si vuole abbinare o della friabilità che vuole ottenere. Esistono però delle percentuali fisse che determinano la quantità minima e massima di burro e di zucchero che vengono calcolate sul peso della farina. La quantità di burro può variare da un minimo del 30% nelle frolle comuni e del 50% nelle frolle montate, ad un massimo del 70% nelle frolle comuni e 80% nelle frolle montate. Generalmente il 50% sul peso della farina determina un buon grado di friabilità. Per quanto riguarda lo zucchero generalmente viene calcolato pari al 40% sul peso della farina ma può andare da un minimo del 25% ad un massimo del 60%, non di più perchè altrimenti caramelizza e fa scurire l’impasto. Aumentando la quantità di burro si otterrà una frolla più friabile, aumentando la quantità di zucchero si ottiene una frolla più croccante. Gli ingredienti vanno amalgamati partendo dall’uovo con il burro, schiacciandoli tra le mani fino a farli diventare una crema, per poi unire lo zucchero e la farina – da “Peccati di Gola” di Luca Montersino.

Se la pasta frolla risulta difficile da stendere è possibile stenderla tra 2 fogli di carta da forno. Ultima nota lo zucchero semolato assorbe più liquido rispetto allo zucchero a velo. La pasta frolla può essere cotta “in bianco” cioè senza un ripieno, che verrà aggiunto in seguito, come nel caso della crostata con crema pasticcera. Sarà necessario bucherellare il fondo e mettere un peso sulla pasta per impedire che si gonfi. Nel caso invece di crostate alla marmellata si procederà alla cottura direttamente con la marmellata. La ricetta che vi posto oggi è adatta a preparare crostate ripiene di crema pasticcera.

Ingredienti:

  • 300 gr. farina
  • 120 gr. zucchero
  • 120 gr. burro
  • 1 uovo intero + un tuorlo
  • i semi di 1/2 bacca di vaniglia
  • 1 pizzico di sale

Tempo di preparazione: 10 minuti + 1-2 ore di riposo in frigo

Tempo di cottura: 20-25 minuti

Preparazione:

Ricetta Pasta Frolla
Setacciare la farina sul piano di lavoro, fare un buco al centro ed aggiungere lo zucchero, le uova il burro freddo di frigo e gli aromi a seconda dei casi (vaniglia, buccia di limone, buccia di arancia …)
Ricetta Pasta Frolla
Impastare gli ingredienti partendo dal burro con le uova, schiacciandoli tra le dita per formare una crema. Raccogliere poi man mano la farina tutta intorno aiutandosi con un tarocco
Ricetta Pasta Frolla
Impastare velocemente tutti gli ingredienti fino ad ottenere un panetto compatto
Ricetta Pasta Frolla
Appiattire il panetto, avvolgerlo in pellicola e riporlo in frigorifero a raffreddare per 1-2 ore
Ricetta Pasta Frolla
Riprendere il panetto e reimpastarlo velocemente utilizzando poca farina

 

Ricetta Pasta Frolla
Ecco il vostro panetto di pasta frolla pronto

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Insalata di polpo

L’insalata di polpo o polpo all’insalata è un classico antipasto o secondo piatto di pesce estivo della cucina italiana, ma anche straniera, dei popoli dell’Europa del sud che si affacciano sul mare. Durante le mie vacanze estive di quest’anno mi è proprio capitato di mangiare come antipasto un ottimo polpo all’insalata portoghese. L’insalata di polpo è un piatto fresco, leggero, la carne del polpo infatti ha un basso contenuto di grassi e generalmente piace a tutti. Quella che ho preparato io è un’insalata di polpo arricchita di molti ingredienti, il polpo viene buono anche se condito più semplicemente con olio, sale, limone ed una manciata di prezzemolo tritato, generalmente accompagnato con patate lesse, al forno o in padella è la morte sua🙂

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 gr. polpo
  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • sale grosso

Per la marinatura:

  • 1 limone
  • olio EVO
  • sale
  • pepe in grani
  • peperoncino fresco
  • 1 gambo di sedano
  • 1 scalogno
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • 30 gr. olive taggiasche

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Procedimento:

Ricetta insalata di polpo
Lavare bene il polipo sotto l’acqua corrente eliminando la sabbia dai tentacoli, asciugarlo ed eliminare gli occhi praticando un taglio col coltello tra la testa ed i tentacoli. Il mio era già curato, ho dovuto solo togliere il becco 
Ricetta insalata di polipo
Incidere con un coltello tutto attorto e togliere il becco. Battere il polipo  (corpo e tentacoli) con un batticarne perché la carne diventi morbida e si rompano le fibre
Ricetta insalata di polpo
In una pentola alta mettere le verdure tagliate grossolanamente, riempire di acqua per tre quarti ed aggiungere un poco sale grosso
Ricetta insalata di polpo
Quando l’acqua bolle aggiungere il polipo, prima le punte immergendolo e sollevandolo per 3-4 volte in modo che i tentacoli si arriccino, poi immergendolo completamente
Ricetta insalata di polpo
Far sobbollire l’acqua per una mezz’oretta circa, i tempi di cottura sono di 20 minuti per ogni 500 grammi di polpo
Ricetta insalata di polpo
Con una forchetta infilzare il polipo per verificare che sia cotto, se è cotto spegnere la fiamma e lasciarlo raffreddare nella sua acqua per almeno 15 minuti
Ricetta insalata di polpo
Mentre il polpo cuoce preparate la marinatura
Ricetta insalata di polpo
Tritare finemente il prezzemolo, lo scalogno, l’aglio ed il peperoncino, tagliare a rondelle il sedano e le olive, aggiungere sale, pepe in grani, il succo del limone ed un filo d’olio e mescolare

 

Ricetta insalata di polpo
Unire il polpo alla marinatura, mescolare, coprire con pellicola, riporre in frigo e lasciar insaporire per almeno un paio d’ore prima di servire

 

Ricetta insalata di polpo

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Pizza Bonci

La pizza Bonci è la famosa pizza a lunga lievitazione del ancor più famoso chef e pizzaiolo romano Gabriele Bonci. La particolarità di questa pizza è che viene preparata con poco lievito e facendo lievitare l’impasto per ben 24 ore lasciandolo a maturare lentamente in frigorifero. In questo modo la pizza risulta più digeribile, più alta e non si sente il sapore del lievito di birra. Io ho provato a preparare la pizza con questo lievito e vi posso garantire che è tutto vero, sull’impasto maturato in frigo a fine lievitazione compaiono delle bolle fantastiche e la pizza è davvero una nuvola, però, più che di pizza di pizzeria si può parlare di pizza da panificio, o di focaccia, in quanto la pizza risulta molto morbida e alta. Per quanto riguarda il gusto, la pizza è molto buona e diversa da quelle solite. L’avevo già fatta in passato, perché un paio di anni fa questo impasto era proprio diventato una moda, ma non facendolo spesso non mi ricordavo per bene tutti i passaggi, per cui prima di preparare questa ricetta mi sono documentata per bene, ho visto qualche video di Bonci e di come tratta o per meglio dire coccola il suo impasto e vi riporto qui di seguito ricetta e procedimento. Se avete voglia di cimentarvi la preparazione non porta via molto tempo, ha bisogno solo della vostra presenza per 24 ore. Vi lascio alla ricetta e fatemi sapere cosa ne pensate, buona giornata🙂

Ingredienti per 1 teglia del forno:

  • 500 gr. farina 0
  • 400 gr. acqua
  • 7 gr. lievito di birra (volendo si può anche arrivare a 4 grammi)
  • 12 gr. sale
  • 1 cucchiaio olio EVO
  • farina di semola per stendere l’impasto

Per la farcitura:

  • 350 gr. passata di pomodoro
  • 250 gr. mozzarella
  • sale
  • olio EVO
  • basilico

Tempo di preparazione: 1 ora + 24 ore di lievitazione

Tempo di cottura: 25 minuti

Procedimento:

Ricetta Pizza Bonci
In una ciotola capiente setacciare la farina e fare un buco la centro. Sciogliere il lievito di birra in poca acqua, versarlo nella fontana e mescolare
Ricetta Pizza Bonci
Aggiungere poi anche il resto dell’acqua
Ricetta Pizza Bonci
Mescolare solo il tempo necessario ad amalgamare gli ingredienti, il composto deve rimanere di questa consistenza
Ricetta Pizza Bonci
Quando l’impasto è ben amalgamato aggiungere olio e sale ed incorporare
Ricetta Pizza Bonci
Lasciar riposare per 15 minuti
Ricetta Pizza Bonci
Trascorsi 15 minuti rovesciare l’impasto sulla spianatoia ben cosparsa di farina di semola
Ricetta Pizza Bonci
Riprendere l’impasto, allargarlo e fare altre 3 pieghe, girandolo ogni volta di 90 gradi
Ricetta Pizza Bonci
Rimettere l’impasto nella terrina leggermente unta d’olio, coprirla con pellicola e metterla nel ripiano basso del frigo a maturare per 18-20 ore
Ricetta Pizza Bonci
Togliere l’impasto dal frigo e lasciarlo a temperatura ambiente per 1 ora
Ricetta Pizza Bonci
In un piatto amalgamare la passata di pomodoro con olio, sale e basilico
Ricetta Pizza Bonci
Dopo un’ora dovrebbe avere quest’aspetto
Ricetta Pizza Bonci
Rovesciare sulla spianatoio ed allargare con le dita prendendo l’impasto da sotto
Ricetta Pizza Bonci
Distribuire l’impasto nella teglia uniformemente
Ricetta Pizza Bonci
Coprire con pellicola e lasciar lievitare ancora un’ora
Ricetta Pizza Bonci
Accendere il forno a 230 gradi, distribuire il pomodoro sulla pasta e infornare per 20 minuti nella parte bassa del forno
Ricetta Pizza Bonci
Estrarre la pizza dal forno aggiungere la mozzarella a pezzetti e farcire a piacere, rimettere in forno per altri 5 minuti nella parte alta del forno

Ricetta Pizza Bonci

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Bignè – ricetta base

I bignè sono una preparazione di base in cucina, sono un prodotto molto versatile infatti il sapore è neutro quindi si adattano a preparazioni sia dolci che salate. Per la loro realizzazione sono necessarie due cotture, la prima che serve per  fare la pasta bignè, e la seconda per la realizzazione vera e propria dei bignè in forno. Io ho utilizzato questi bignè per preparare il profiterole al tiramisù di Luca Montersino che posterò prossimamente, pertanto mi sembrava logico prepararli seguendo la sua ricetta che è tratta dal libro Peccati di Gola. A seconda del tipo di preparazione che si intende ottenere si possono modulare i grassi con la farina per ottenere un bignè più o meno morbido e più o meno spesso, pertanto queste sono indicazioni di base che vanno poi adattate al risultato finale che vogliamo ottenere. Montersino fornisce una tabella con le varie combinazioni di ingredienti per ottenere un bignè con la pelle grossa ed elastica bisognerà utilizzare la ricetta che contiene più farina rispetto al burro, al contrario usando la ricetta in cui abbiamo più burro rispetto alla farina otterremo un bignè più sottile e friabile, non c’è che l’imbarazzo della scelta😉

Ingredienti per 40 bignè:

  • 185 gr. acqua
  • 165 gr. burro
  • 175 gr. farina 00
  • 25 gr. latte fresco intero
  • 270 gr. uova
  • un pizzico di sale

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di cottura: 5 minuti per la pasta bignè, più 17-18 minuti in forno

Procedimento:

 

bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Per cuocere i bignè Montersino suggerisce, anziché mettere un foglio di carta forno, di ungere leggermente la teglia del forno con il burro e poi di togliere l’eccesso di grasso con un foglio di carta. In questo modo i bignè si attaccheranno leggermente al forno avendo così più “grip” e potendo gonfiarsi in altezza
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Mettere a bollire in una pentola dal fondo spesso acqua, burro, sale e latte, il latte serve per dare una maggior colorazione al bignè in cottura
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Non appena il burro si sarà sciolto versare tutta in una volta la farina e mescolare con un mestolo di legno
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Lasciar asciugare il composto sul fuoco mescolando fino ad ottenere una massa omogenea
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Trasferire l’impasto in planetaria o in un’altra terrina e cominciare a mescolare con le fruste
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Aggiungere le uova intere una alla volta sempre mescolando
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Far incorporare bene le uova, non aggiungere l’uovo successivo fino a quando il precedente non sarà ben amalgamato
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
La pasta bignè deve avere una consistenza simile a quella di una crema, se risulterà troppo densa aggiungere un altro uovo, io ne ho messi 5 in totale
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Trasferire l’impasto in una sacca da pasticcere con la bocchetta liscia e versarla sulla teglia del forno con la bocchetta che tocca la teglia
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Cuocere i bignè a 220 gradi per 17-18 minuti a seconda del forno, fino a doratura
bignè-Luca-Montersino-ricetta-di-base
Farcire i bignè a piacere

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Scaloppine con prosciutto e formaggio

Le scaloppine con prosciutto e formaggio sono un’altra idea che arriva direttamente dalla mensa. Semplici, saporite e gustose, queste scaloppine appagano totalmente facendo ritornare il sorriso anche nei giorni di lavoro che non stanno andando totalmente per il verso giusto. Si preparano velocemente e sono fatte con ingredienti semplici che spesso abbiamo in casa, per cui possono essere anche arrangiate all’ultimo minuto senza la necessità di ricorrere alla spesa. La provola infatti può essere sostituita con un altro formaggio che avete in casa, ad esempio un formaggio latteria fresco o un Asiago, oppure Fontina o anche con una mozzarella se asciugata bene dalla sua acqua. Per quanto riguarda la passata di pomodoro, basta aprire una lattina🙂 Cucinatele e fatemi sapere se vi sono piaciute, così lo dico ai cuochi della mensa🙂 Buona giornata.

Ingredienti:

  • 400 gr. fettine di lonza di maiale (6 fette)
  • 90 gr.  provola (6 fettine)
  • 60 gr. prosciutto cotto
  • 200 gr. passata di pomodoro
  • 40 gr. burro
  • olio EVO
  • sale, pepe
  • farina

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 15 minuti

Procedimento:

Tagliare la provola a fette
Tagliare la provola a fette
scaloppine-prosciutto-e-formaggio
Infarinare le fettine premendo con le dita in modo la appiattirle
scaloppine-prosciutto-e-formaggio
Disporre le fettine su un piatto. In un’ ampia padella mettere burro e olio
scaloppine-prosciutto-e-formaggio
Disporre le fettine, farle cuocere su un lato per 5 minuti circa, salarle peparle e girarle
scaloppine-prosciutto-e-formaggio
Adagiare su ogni scaloppina una fetta di provola e mezza fetta di prosciutto ripiegata. Far sciogliere il formaggio, io con una spatola le ho girate un momento e poi rigirate
scaloppine-prosciutto-e-formaggio
Adagiare su ogni scaloppina una cucchiaiata di passata di pomodoro
scaloppine-prosciutto-e-formaggio
Spolverare con un po’ di farina ed allargare la passata con un cucchiaio. Salare leggermente il pomodoro e terminare la cottura
scaloppine-prosciutto-e-formaggio
Servire le scaloppine con prosciutto e formaggio calde con il loro sughetto

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Pasta all’uovo

La pasta all’uovo è una ricetta di base della cucina italiana, ed uno dei capisaldi della nostra cucina. Ma per noi italiani la pasta fatta in casa è significa anche festa, soddisfazione e la gioia di condividere con i nostri cari. Prepararla non è difficile e, come tutto, con un po’ di pratica e di manualità diventa un gioco da ragazzi, tanto che a volte si sta meno a farla che ad andare a comprarla fino al negozio, per non parlare del gusto della pasta all’uovo fatta in casa che non ha nulla a che vedere con quella industriale. Vi lascio qualche mia piccola considerazione che magari vi può tornare utile. E’ preferibile tirare la sfoglia sottile perché poi in cottura si gonfia, così riuscirete a gustarla meglio. Se non avete la macchina della pasta potete anche tirarla con il mattarello, è indispensabile il tempo di riposo, il lavoro è un po’ più faticoso e difficilmente si arriva ad ottenere la pasta fina come ad averla tirata con la macchina, si otterrà comunque un buon risultato. Le massaie emiliane dicono che la pasta è pronta quando si vede in trasparenza attraverso la pasta :) Per ottenere le tagliatelle bisogna ripiegare la pasta e tagliarla a fettine dello spessore desiderato. Volendo modificare le dosi le proporzioni sono di un uovo ogni 100 grammi di farina per persona, ma questo dipende anche da quanto mangiate😉

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 uova
  • 400 gr. farina 00

Tempo di preparazione: 30 minuti + 30 minuti di riposo

Pasta-all'uovo

Pasta-all'uovo
Setacciare la farina sul piano di lavoro, fare un buco al centro e rompere le uova
Pasta-all'uovo
Sbattere un po’ le uova con la forchetta ed iniziare a raccogliere la farina dai lati formando un composto denso, a questo punto lavorate l’impasto con le mani
Pasta-all'uovo
Impastare fino ad ottenere un panetto omogeneo, aiutandosi eventualmente con il tarocco per raccogliere ed incorporare le briciole
Pasta-all'uovo
Lasciar riposare il panetto coperto da pellicola per mezz’ora in modo che la pasta si rilassi
Pasta-all'uovo
Tagliare l’impasto in sei pezzi e farli passare attraverso i rulli dallo spessore più grosso a quello più fino

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Crumble di mele

Il crumble di mele è un dolce tipico della cucina inglese. La versione più classica viene preparata con le mele, ma ne esistono numerose varianti preparate con altra frutta, come ad esempio pere, ciliegie o pesche ed esistono anche delle varianti di crumble salate. Il crumble di mele consiste in una frolla che viene impastata velocemente e poi viene sbriciolata, dall’inglese to crumble, sopra la frutta tagliata a pezzettoni e poi cotta in forno, la frutta cuocendosi si ammorbidisce mentre il crumble diventa croccante. La versione base del semplice crumble più frutta può essere arricchita a piacere mescolando ad esempio la farina 00 con la farina di mandorle, oppure aggiungendo frutta secca, o cioccolato a scaglie all’impasto per renderlo oltre che sbricioloso anche croccante. Se volete godervi al meglio questa dolce coccola, potete servirla con una pallina di gelato alle creme oppure con una salsa alla vaniglia che gli inglesi chiamano custard.

Ingredienti per una pirofila 28×17 o per una tortiera diametro 24 cm. :

Per il ripieno:

  • 1 Kg. mele golden
  • 3 cucchiai di zucchero semolato
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • 1/2 limone

Per il crumble:

  • 200 gr. farina
  • 120 gr. zucchero di canna
  • 120 gr. burro freddo

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Crumble-di-mele
Per preparare il crumble di mele iniziamo occupandoci delle mele. Pelare le mele, tagliarle in quattro, levare il torsolo e tagliarle a cubetti non troppo piccoli
Crumble-di-mele
Aggiungere zucchero, cannella ed il succo di limone e mescolare delicatamente
Crumble-di-mele
Mettere da parte e lasciare insaporire
Crumble-di-mele
In un’altra terrina preparare il crumble. Unire farina, zucchero di canna e burro freddo tagliato a pezzetti
Crumble-di-mele
Lavorare gli ingredienti facendoli passare tra le dita per creare delle briciole
Crumble-di-mele
Disporre i cubetti di mela nella pirofila
Sistemare sopra le mele il crumble coprendo bene tutte le mele
Sistemare sopra le mele il crumble coprendo bene tutte le mele. Mettere a cuocere in forno caldo a 200 gradi per 30 minuti

Crumble-di-mele

Crumble-di-mele
Servire il crumble di mele tiepido

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Lasagne zucchine e gamberetti

In genere non sono molto propensa a raccontare delle mie cose, sono un pochino riservata, forse perché sono friulana del nord e, si sa, noi friulani siamo chiusi per definizione, siamo un po’ più simili ai nostri confinanti austriaci, ma comunque è anche risaputo che quando concediamo l’amicizia è una amicizia vera ed incondizionata e visto che ormai abbiamo fatto amicizia mi allargo un pochino :) . La mia passione per la cucina penso l’abbiate capita, quello che forse non sapete è che lo faccio nei ritagli di tempo, cioè dopo il lavoro, dopo la famiglia, dopo la palestra :) cioè durante il week-end, quando cucino, fotografo e preparo gli articoli. Ma siccome questa una mia creaturina, mi piace, mi diverto e lo faccio volentieri. Gli spunti li prendo un po’ qua e un po’ la’. L’idea di queste lasagne con zucchine e gamberetti vengono dalla mensa dove pranzo a mezzogiorno, è una dove si mangia benissimo e quindi ogni tanto riprovo a fare a casa quello che mi è piaciuto di più. Il venerdì c’è sempre il pesce e come primo servono anche queste buonissime lasagne. Dopo un periodo di studio per le mie papille gustative ho provato a rifarle e sono venute proprio uguali uguali🙂 ed ecco qui il risultato. Una buona giornata a tutti voi❤

Ingredienti:

  • 2 zucchine (350 gr. circa)
  • 100-120 gr. formaggio grattugiato
  • 500 gr. gamberetti (250gr. peso sgocciolato)
  • 250 gr. pasta secca per lasagne
  • 20 gr. fiocchetti di burro

Per la besciamella:

  • 80 gr. burro
  • 80 gr. farina
  • 1 litro di latte
  • sale, noce moscata

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 1 ora

Procedimento:

Preparare la besciamella con la ricetta che trovate qui e le dosi indicate sopra

Lasagne-con-zucchine-e-gamberetti
Lavare e spuntare le zucchine. Con una mandolina tagliarle finemente
Lasagne-con-zucchine-e-gamberetti
Scolare i gamberetti dall’acqua di vegetazione
Lasagne-con-zucchine-e-gamberetti
Sul fondo della casseruola mettere dei fiocchetti di burro e coprire con un velo di besciamella
Lasagne-con-zucchine-e-gamberetti
Sovrapporre uno strato di pasta
Lasagne-con-zucchine-e-gamberetti
Coprire la pasta con uno strato di besciamella distribuendo anche sui bordi
Lasagne-con-zucchine-e-gamberetti
Fare uno strato con le zucchine ed i gamberetti e spolverare con il formaggio grattugiato. Chiudere con altra pasta incrociando rispetto al primo strato
Lasagne-con-zucchine-e-gamberetti
Continuare a fare gli strati fino a terminare gli ingredienti terminando con abbondante formaggio grattugiato
Lasagne-con-zucchine-e-gamberetti
Infornare a 180 gradi per 40 minuti

Lasagne-con-zucchine-e-gamberetti

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Pollo alle mandorle

Il pollo alle mandorle è uno dei piatti più conosciuti ed amati della cucina cinese che si possono gustare nei ristoranti cinesi ed è uno dei tipici piatti che vengono preparati in casa quando si organizzano cene etniche con gli amici. In realtà prepararlo in casa non è per nulla difficile ed il risultato è praticamente lo stesso di quello che si può gustare al ristorante, e allora perché non provare?🙂  In questa ricetta il sale viene sostituito dalla salsa di soia, che conferisce la giusta sapidità, e lo zenzero dona una nota di freschezza🙂 Una buona giornata a tutti voi!❤

Ingredienti:

  • 600 gr. petto di pollo
  • 1 cucchiaio di zenzero fresco grattugiato
  • 1/2 cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • olio di semi
  • 40 gr. pandorle sgusciate
  • 130 ml. acqua
  • 60 ml. salsa di soia
  • farina

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 15 minuti

Procedimento:

Pollo-alle-mandorle
In un pentolino tostare le mandorle per qualche minuto muovendole spesso perché non si brucino
Pollo-alle-mandorle
Tagliare finemente la cipolla e l’aglio e farli appassire un una wok assieme all’olio
Pollo-alle-mandorle
Aggiungere lo zenzero fresco grattugiato
Pollo-alle-mandorle
Infarinare il pollo tagliato a tocchetti
Pollo-alle-mandorle
Aggiungere il pollo infarinato al soffritto e far cuocere bene su tutti i lati rigirando spesso
Pollo-alle-mandorle
Cuocere fino a far formare una leggera crosticina
Pollo-alle-mandorle
A questo punto aggiungere l’acqua, la salsa di sola, rigirare e quando inizia ad addensare aggiungere le mandorle tostate
Pollo-alle-mandorle
Terminare la cottura e servire il pollo alle mandorle caldo con il suo sughetto

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Patè di tofu alla mediterranea

Verso la fine di febbraio sono incappata per caso in una pagina facebook dove si pubblicizzava un corso di cucina vegan. Sulle prime ero un po’ scettica, si sente parlare spesso della cucina vegana e molte volte le ricette proposte sono una improbabile imitazione della cucina tradizionale con ingredienti alternativi il cui risultato appare spesso triste e poco convincente. Quattro lezioni, la sera, in un giorno infrasettimanale, abbastanza lontano da casa mi sembrava troppo impegnativo e complicato da gestire … Ma siccome in fatto di cucina sono curiosa come una scimmia ho cominciato a pensarci su ed a seguire i vari aggiornamenti, ricevendo sempre più spesso le notifiche, tanto da convincermi a partecipare alla prima lezione, argomento trattato i cereali. Tutti questi nuovi sapori ed ingredienti mi hanno spinta a decidere di proseguire. Il corso si è rivelato molto interessante, un corso di cucina vegan con un ampio  uso delle spezie e contaminazioni etniche un po’ da tutto il pianeta, Cina, Giappone, India e Sud America, il che presuppone la conoscenza di ingredienti alternativi, di spezie, e del modo di combinarle tra di loro. Appunto da quel  corso vi propongo questo antipasto, un patè di tofu con olive, capperi e basilico. Il tofu è fatto di cereali contenenti glutine, di per se è un ingrediente neutro, che prende il sapore degli altri ingredienti con il quale viene cucinato. Si presta molto bene a questa preparazione in cui amalgama e combina tra loro tutti gli ingredienti, ottimo se servito su pane nero ma molto buono anche sui crackers. Se siete scettici ricordatevi che lo ero anche io🙂 Buona giornata!

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 panetto di tofu (circa 130 gr.)
  • 1 cucchiaio scarso di capperi di Pantelleria dissalati
  • 30 gr. olive taggiasche denocciolate
  • 4 foglie di basilico
  • 1/2 cucchiaio di santoreggia
  • 6 cucchiai di olio EVO
  • 1 pizzico di peperoncino in polvere

Tempo di preparazione: 5 minuti

Tempo di cottura: /

Procedimento:

Patè-di-tofu-olive-e-capperi-ricetta-vegana
Sgocciolare il panetto di tofu dalla sua acqua
Patè-di-tofu-olive-e-capperi-ricetta-vegana
Tagliarlo in piccoli pezzetti
Patè-di-tofu-olive-e-capperi-ricetta-vegana
Sgocciolare le olive dall’olio
Patè-di-tofu-olive-e-capperi-ricetta-vegana
Unire tutti gli ingredienti nel mixer e frullare per ottenere un patè denso, non troppo omogeneo
Patè-di-tofu-olive-e-capperi-ricetta-vegana
Assaggiare e se necessario aggiustare a piacere. Servire con pane nero tagliato a fette o con crackers

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Biscotti morbidi al limone

I biscotti morbidi al limone sono dei deliziosi dolcetti, facili e veloci, preparati con una pasta frolla morbida, aromatizzata con il succo e la buccia del limone. La ricetta impazzava sul web e su alcuni gruppi facebook di cucina un po’ di tempo fa, all’inizio non capivo il motivo di tanto successo, ma vedendo sempre più gente parlarne ho provato a prepararli e devo dire che ho dovuto ricredermi. Delle varie ricette trovate ne ho selezionata una con poca farina, ho aggiunto la bacca di vaniglia e utilizzato un bel limone biologico. La preparazione è molto semplice, basta unire gli ingredienti, formare le palline e rotolarle nello zucchero. I miei hanno gradito tanto che il giorno dopo non ce n’era più traccia, ed io sono rimasta soddisfatta. 

Ingredienti per 40 biscotti:

  • 280 gr. farina 00
  • 100 gr. burro
  • 120 gr. zucchero
  • il succo e la buccia grattugiata di 1 limone bio
  • 1 uovo
  • 1/2 bustina di lievito
  • i semi di 1/2 bacca di vaniglia

Per la copertura:

  • zucchero a velo
  • zucchero semolato

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Procedimento:

Biscotti-morbidi-al-limone
Montare il burro ammorbidito con lo zucchero
Biscotti-morbidi-al-limone
Aggiungere l’uovo intero, i semi della bacca di vaniglia ed amalgamare
Biscotti-morbidi-al-limone
Incorporare la scorza grattugiata del limone ed il succo
Biscotti-morbidi-al-limone
In ultimo aggiungere farina e lievito setacciati. Si ottiene un composto morbido, coprire con pellicola e riporre in frigorifero per un’ora
Biscotti-morbidi-al-limone
Estrarre dal frigo e formare dei rotoli come per fare gli gnocchi. Tagliare e formare delle palline da circa 15 grammi l’una. Rotolarle prima nello zucchero semolato facendolo aderire
Biscotti-morbidi-al-limone
E poi nello zucchero a velo
Biscotti-morbidi-al-limone
Disporre sulle teglia del forno, coperta da cartaforno e infornate a 180 gradi per 10 minuti
Biscotti-morbidi-al-limone
Estrarre i biscotti ancora giallini in superficie, non devono scurire
Biscotti-morbidi-al-limone
Togliere dalla teglia e lasciar raffreddare sul piano di lavoro
Biscotti-morbidi-al-limone
Una volta freddi disporre sul piatto di portata

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Baccalà alla vicentina

Il baccalà è il merluzzo nordico salato e stagionato. La salagione ne consente la conservazione per lungo tempo, e per questo viene impiegata fin da tempi lontanissimi per consentire il trasporto e la consumazione del pesce in luoghi anche molto distanti da quelli d’origine (da Wikipedia).  Il baccalà alla Vicentina è un gustosissimo secondo piatto di pesce, semplice da preparare ma che richiede del tempo. Mi sono appuntata questa ricetta molti anni fa, durante una puntata della prova del cuoco e ogni tanto la rispolvero, ogni tanto perché la preparazione è abbastanza lunga, non tanto per la lavorazione quanto per il tempo di ammollo e di cottura. I veneti fanno di questa ricetta un vero orgoglio, curiosando in internet ho scoperto infatti che esiste anche la “Confraternita del Bacalà” e la ricetta del baccalà alla vicentina è contenuta appunto nella “Venerabile Confraternita del bacalà alla vicentina”. Come in tutte le ricette regionali ognuno dice la sua e vanta la sua ricetta come migliore di quella del vicino, insomma, del baccalà alla vicentina ne hanno fatto una istituzione, quindi spero con questa ricetta di non offendere nessuno, se ho sbagliato qualcosa correggetemi pure. Il baccalà alla vicentina va accompagnato da polenta morbida che è la classica polenta che si prepara in Veneto. Un saluto a tutti e buona giornata🙂

Ingredienti:

  • 1/2 Kg. di baccalà
  • latte per l’ammollo
  • 500 ml. latte intero per la cottura
  • 200 gr. cipolla
  • olio EVO
  • burro
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 3 filetti d’acciuga
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale, pepe

Tempo di preparazione: 50 minuti (più 1 notte per l’ammollo)

Tempo di cottura: 3 ore e 40 minuti

Procedimento:

Baccalà-alla-vicentina

Baccalà-alla-vicentiina
Far ammollare il baccalà nel latte per una notte cambiando il liquido più volte
Baccalà-alla-vicentiina
Lavare ed asciugare il prezzemolo
Baccalà-alla-vicentiina
Tagliare i gambi e tritare finemente
Baccalà-alla-vicentiina
Tagliare finemente la cipolla e far imbiondire con l’olio
Baccalà-alla-vicentiina
Aggiungere il prezzemolo, i filetti di acciuga e l’aglio schiacciato
Baccalà-alla-vicentiina
Riprendere il baccalà, asciugarlo, togliere la pelle, tagliarlo in bastoncini ed infarinarlo
Baccalà-alla-vicentiina
Disporre nella pirofila per il forno unta con burro e praticare dei tagli per il lungo che possano contenere il soffritto
Baccalà-alla-vicentiina
Mettere il soffritto sopra i bastoncini di baccalà, aggiungere sale, pepe, spruzzare sopra un po’ di farina
Baccalà-alla-vicentiina
Aggiungere il latte ed infornare a 80 gradi per 3 ore e 30 minuti muovendo la pentola di tanto in tanto
Baccalà-alla-vicentiina
Servire il baccalà con la polenta morbida

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Pasta con funghi, pancetta e ricotta affumicata

La pasta con funghi e pancetta è un primo piatto ricco, gustoso e saporito. Il sapore intenso della pancetta viene in parte smorzato dal gusto più delicato dei funghi, il tutto è legato dalla panna e dalla ricotta affumicata. Una pasta avvolgente e corposa, non di certo leggera ma sicuramente bilanciata e saporita. Non so voi ma io sono sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo da preparare. Mi annoio terribilmente a preparare e a mangiare sempre le stesse cose, ho bisogno ogni giorno di qualche spunto nuovo di gusto. Questa è la mia idea di oggi come alternativa al solito piatto di pasta. Buona giornata.

Ingredienti:

  • 370 gr. pasta corta
  • 300 gr. funghi champignon
  • 100 gr. pancetta tesa cruda affumicata
  • 100 gr. ricotta fresca affumicata
  • 200 gr. panna da cucina
  • 1 spicchio di aglio
  • prezzemolo
  • olio
  • burro
  • sale

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di cottura: 40 minuti

Procedimento:

pasta-con-pancetta-e-funghi
Iniziamo dai funghi trifolati, in una padella larga ho messo burro, olio e aglio e ho fatto dorare l’aglio
pasta-con-pancetta-e-funghi
Ho aggiunto i funghi puliti e tagliati a fettine, salato, pepato e fatto cuocere qualche minuto
pasta-con-pancetta-e-funghi
Ho aggiunto il prezzemolo tagliato finemente e fatto cuocere ancora 3/4 minuti
pasta-con-pancetta-e-funghi
Ho lasciato evaporare l’eccesso di acqua rilasciata dai funghi e spento la fiamma
pasta-con-pancetta-e-funghi
Nel frattempo ho messo a bollire l’acqua salata per la pasta e mi sono occupata della pancetta
pasta-con-pancetta-e-funghi
Ho tagliato la pancetta a listarelle
pasta-con-pancetta-e-funghi
Ho messo la pancetta a rosolare con un po’ d’olio extravergine di oliva
pasta-con-pancetta-e-funghi
Ho preso la ricotta fresca affumicata e l’ho grattugiata metà fina e metà grossa

pasta-con-pancetta-e-funghi

pasta-con-pancetta-e-funghi
Ho scolato la pasta e versata nella padella con i funghi, aggiunto la pancetta rosolata, la panna e la ricotta affumicata e mescolato
pasta-con-pancetta-e-funghi
Ecco la mia pasta con funghi, pancetta e ricotta affumicata

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Cheesecake alle fragole

La cheesecake alle fragole è un dessert fresco e delicato, adatto ad essere presentato come dopocena in primavera in quanto le fragole sono di stagione e quindi saporite e succose, ma adatta anche alla stagione estiva in quanto è un dolce senza cottura. Le fragole sono un frutto che mi piace e lo utilizzo molto volentieri appena è disponibile, in questa stagione si trova nei negozi molto spesso scontato allora perché non approfittarne? Inoltre le fragole, con il loro gusto delicato, si adattano a molte preparazioni e sono perfette per la cheesecake in quanto contrastano con il gusto dei formaggi e dei biscotti. Per l’impasto ho utilizzato un mix di Philadelphia, panna e ricotta che legano bene se mescolate insieme. Per quanto riguarda la panna in genere uso una panna normale di latte, questa volta ho voluto provare una panna vegetale, ho notato che rende molto di più come volume a parità di quantità, ma come gusto a mio parere, per questa preparazione, è più adatta la panna da cucina. Anche qui si può notare la mia grande abilità con la sac a poche, ormai, ogni volta che la devo usare mi prende la paranoia😦 .

Ingredienti per uno stampo da 22 cm.

Per la base:

  • 250 gr. biscotti Digestive (o altri biscotti secchi a piacere, anche Macine per esempio)
  • 1 cucchiaio zucchero di canna
  • 120 gr. burro

Per la farcia:

  • 400gr. di Philadelphia
  • 200gr. Di panna montata
  • 100gr. Ricotta
  • 130gr. zucchero
  • ½ bacca di vaniglia (o simili)
  • 8gr. Colla di pesce

Per la copertura:

  • 500gr. fragole
  • 120gr. Zucchero
  • 8gr. Colla di pesce

Procedimento:

Cheesecake-alle-fragole
Mettere i biscotti in un mixer e frullare
Cheesecake-alle-fragole
Aggiungere lo zucchero, far sciogliere il burro al microonde versarlo sopra i biscotti e amalgamare bene

 

Cheesecake-alle-fragole
Foderare il fondo del cerchio con carta forno e versare il composto all’interno
Cheesecake-alle-fragole
Compattare livellando con il dorso di un cucchiaio e riporre in frigorifero
Cheesecake-alle-fragole
Mettere in ammollo in acqua molto fredda la colla di pesce per la farcia. Togliere dai 200 gr. di panna 3 cucchiai e tenerli da parte. Montare la panna avanzata e riporla in frigorifero
Cheesecake-alle-fragole
Versare in una terrina capiente il Philadelphia, la ricotta, lo zucchero, i semi della bacca di vaniglia e amalgamare
Cheesecake-alle-fragole
Unire anche la panna montata mescolando delicatamente dal basso verso l’alto
Cheesecake-alle-fragole
Scaldare i 3 cucchiai di panna, aggiungere la colla di pesce dopo averla ben strizzata e mescolare per farla sciogliere
Cheesecake-alle-fragole
Unire al composto di Philadelphia, ricotta e panna ed amalgamare
Cheesecake-alle-fragole
Riprendere la teglia dal frigo e versare sopra il composto livellandolo
Cheesecake-alle-fragole
Riporre in frigo
Cheesecake-alle-fragole
Mettere in ammollo in acqua molto fredda la colla di pesce per la copertura
Cheesecake-alle-fragole
Lavare, mondare e tagliarle a cubetti le fragole, metterle in un pentolino assieme allo zucchero
Cheesecake-alle-fragole
Cuocere fino a quando non iniziano a spappolarsi
Cheesecake-alle-fragole
Spegnere il fuoco, mixare e unire la colla di pesce ben strizzata, far raffreddare
Cheesecake-alle-fragole
Riprendere dal frigo la cheesecake e versare la gelatina di fragole, riporre in frigo per almeno 4 ore, meglio se tutta la notte
Cheesecake-alle-fragole
Sformare, trasferire sul piatto di portata, decorare a piacere e servire.

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Bastoncini di zucchine croccanti

I bastoncini di zucchine croccanti al forno sono un modo sfizioso per portare in tavola le zucchine, un contorno gustoso e saporito, facilissimo da preparare che piace a tutti. Le zucchine delle verdure molto versatili che si prestano ad innumerevoli preparazioni spaziando dal salato al dolce, possono essere gustate crude, cotte al forno o in padella, fritte in pastella o come ripieno di frittate e torte salate, oppure possono essere esse stesse servite ripiene. Ho visto per la prima volta questa ricetta in un video di Sarah Carey e me ne sono innamorata, le ho provate e da quella volta a casa mia sono diventate un must, un finger food da leccarsi le dita. Tra poco saremo invasi da questa deliziosa cucurbitacea e allora iniziamo a prepararci con qualche idea su come smaltirla🙂 baci baci :*

Ingredienti:

  • 2 zucchine medie
  • 2 bianchi d’uovo
  • 100 gr. pangrattato
  • 30 gr. formaggio grattugiato
  • sale, pepe
  • olio EVO

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 20 minuti

Procedimento:

zucchine-croccanti-al-forno
Unire il pangrattato con il formaggio grattugiato e mescolare
zucchine-croccanti-al-forno
Tagliare le zucchine in bastoncini da 6-7 cm. di lunghezza e 1 cm di spessore
zucchine-croccanti-al-forno
Sbattere leggermente i bianchi d’uovo e rotolare  i bastoncini di zucchine
zucchine-croccanti-al-forno
Passare le zucchine nella panatura facendola aderire
zucchine-croccanti-al-forno
Sistemare le zucchine sulla teglia del forno ricoperta da carta forno, salare, pepare e versare un goccio di olio
zucchine-croccanti-al-forno
Infornare a 200 gradi per 20 minuti
zucchine-croccanti-al-forno
Disporre le zucchine sul piatto di portata e servire immediatamente

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Pizza ricetta base per l’impasto

La pizza è uno dei grandi classici della cucina italiana, forse è il piatto italiano più esportato e copiato in tutto il mondo, non c’è infatti paese del mondo in cui si vada e non si trovi una pizzeria. Di origine napoletana la pizza nasce come torta dolce, i primi scritti in cui compare risalgono a prima dell’anno 1000, ma è solo a partire dagli inizi del XIX secolo che la pizza si trasforma diventando più simile a quella che conosciamo ora. La pizza è un impasto di base formato da ingredienti semplici, quali farina, acqua, sale e lievito, negli ultimi decenni si sono moltiplicate le versioni, preparate con diversi tipi di farine e diversi tipi di impasti, anche per venire incontro a disturbi alimentari sempre crescenti ed alle nuove tendenze alimentari. Trovare una ricetta di base valida per preparare la pizza in casa in realtà non è così semplice, ci sono così tante ricette e non sempre tutte funzionano o si adattano alle nostre esigenze ed ai nostri gusti. Vi propongo la mia, quella che ho trovato più valida come gusto e consistenza, dopo aver sbagliato più volte. Non è di certo la ricetta della vera pizza napoletana, ma funziona sempre e così mi sento di consigliarvela. Se non avete ancora una vostra ricetta per la pizza da preparare in casa provate con questa e fatemi sapere :) Buona giornata.

Ingredienti per la teglia del forno (33,5×32)

  • 150 gr. farina 00
  • 150 gr. farina 0
  • 150 gr. farina manitoba
  • 10 gr. lievito di birra
  • 9 gr. sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 270 gr. acqua
  • 3 cucchiai di olio (27 gr.)

Tempo di preparazione: 30 minuti (più 1 ora e mezza di lievitazione)

Procedimento:

pizza-ricetta-base-impasto
In un contenitore capiente o nella tazza della planetaria mettere le farine setacciate ed aggiungere il lievito di birra sbriciolato e lo zucchero
pizza-ricetta-base-impasto
Mescolare insieme l’acqua, il sale e l’olio
pizza-ricetta-base-impasto
Unirli un po’ alla volta alle farine ed iniziare ad impastare cercando di far assorbire man mano tutti i liquidi, versandoli un po’ alla volta
pizza-ricetta-base-impasto
Impastare fino ad ottenere un panetto liscio, omogeneo e non appiccicoso
pizza-ricetta-base-impasto
Mettere l’impasto in una ciotola infarinata, coprire con pellicola e lasciar lievitare in un luogo tiepido per 1 ora e 30
pizza-ricetta-base-impasto
L’impasto deve raddoppiare di volume
pizza-ricetta-base-impasto
Ungere la teglia del forno con un velo di olio, stendere la pizza sulla spianatoia con le mani delicatamente o con il mattarello ed adagiarla sulla teglia, aggiungere 400 gr. di passata di pomodoro condita con sale e poco olio e cuocere in forno a 180 gradi per circa 20 minuti. Aggiungere 400 grammi di mozzarella tagliata a dadini e lasciarla ancora 5 minuti in forno perché si sciolga e avrete un’ottima pizza margherita.

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Torta di biscotti

La torta di biscotti è una dolce che arriva dalle montagne. La preparava infatti la nonna Quinta che era la nonna di mio marito che abitava ai Piani, una località sopra Pontebba in provincia di Udine, molto vicino al confine con l’Austria. Questa torta ha la bontà delle cose semplici, infatti si prepara mettendo insieme pochi e semplici ingredienti che tutti abbiamo in casa, con l’aggiunta del cacao che una volta vendevano nei barattoli grandi di latta e veniva dall’Olanda, ricordo ancora la marca, il cacao Droste. La nonna la preparava di forma quadrata ed infatti per tutti i nipoti era la “Torta quadrata della nonna Quinta”. Così dalla bis nonna è stata tramandata a mia suocera e visto che ai miei figli ed a mio marito piace tanto, per non perdere le tradizioni ho voluto imparare a prepararla anche io e chissà che un domani non la possa preparare ai miei nipotini🙂

Ingredienti:

  • 500 gr. biscotti Oro Saiwa
  • 3 tuorli d’uovo
  • 100 gr. burro
  • 180 gr. zucchero
  • 1/2 bicchierino di rum
  • 250 ml. caffè di moka
  • cacao amaro

Tempo di preparazione: 1 ora

Tempo di cottura: 5 minuti

Procedimento:

Torta-di-biscotti
Per preparare la torta quadrata iniziamo facendo il caffè in una moka da 6 tazzine
Torta-di-biscotti
Versare il caffè in un piatto, aggiungere il rum e lasciar raffreddare
Torta-di-biscotti
In una terrina sbattere i tuorli con lo zucchero fino a quando le uova non diventeranno chiare e spumose
Torta-di-biscotti
Aggiungere il burro a temperatura ambiente e continuare a sbattere per incorporarlo
Torta-di-biscotti
Mescolare fino ad ottenere una crema
Torta-di-biscotti
Spolverare il fondo di un tagliere con il cacao per non far attaccare i biscotti
Torta-di-biscotti
Bagnare i biscotti immergendoli nella bagna al caffè fredda per 1 secondo e formare un primo strato di base
Torta-di-biscotti
Versare un velo di crema per coprire tutti i biscotti tenendo conto che gli strati sono 8
Torta-di-biscotti
Coprire con un altro strato di biscotti bagnati nel caffè e spolverare con cacao amaro alternando il cacao uno strato si e l’altro no
Torta-di-biscotti
Procedere fino a terminare gli 8 strati
Torta-di-biscotti
Spolverare l’ultimo strato con abbondante cacao amaro e riporre in frigorifero per almeno 4 ore

Torta-di-biscotti

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Minestrone di verdure

Il minestrone di verdure è un primo piatto che solitamente si cucina in inverno infatti, oltre ad essere salutare e saporito, è anche un piatto che riscalda e quindi è più adatto alla stagione invernale, anche se ultimamente ci sono anche parecchie versioni di minestroni da gustare anche tiepidi o freddi e anche durante la stagione estiva. Il minestrone inoltre è un piatto molto versatile perché può essere cucinato con una grande varietà di verdure a seconda della stagione e del gusto. Possono essere aggiunti inoltre diversi tipi di cereali come orzo, farro, riso … rendendolo  un piatto completo. Per quanto riguarda le verdure, solitamente io tengo una base fissa composta da sedano, carota, cipolla, aglio, patata e zucchina e per il resto vario a seconda di quello che mi va di mangiare. Vi propongo quindi la mia versione di minestrone invernale, da gustare con le verdure in pezzi o passate a seconda dei vostri gusti, con degli ottimi crostini di pane passati nell’olio.

Ingredienti per 6 persone:

  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 zucchina
  • 250 gr. patate
  • 1 porro
  • 300 gr. cavolo romano
  • 300 gr. funghi misti
  • 100 gr. pomodori
  • 100 gr. piselli
  • 100 gr. di fagioli (se piacciono, io non li metto)
  • 1 peperoncino rosso fresco
  • un pezzo di cotenna di pancetta tesa
  • la buccia di un pezzo di grana
  • un mazzetto di erbe fresche tra prezzemolo, basilico, salvia, rosmarino
  • 30 gr. sale
  • olio EVO
  • 1,5 l. acqua
  • 2 fette a persona di pane

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 1 ora

Preparazione:

minestrone-di-verdure
Tagliare grossolanamente sedano, carota, cipolla e aglio e frullarli nel mixer
minestrone-di-verdure
In una pentola capiente mettere l’olio, aggiungere le verdure tritate e lasciare soffriggere una decina di minuti
minestrone-di-verdure
Intanto procedere al taglio delle verdure. Tagliare il porro a fettine
minestrone-di-verdure
E le patate e la zucchina a dadini
minestrone-di-verdure
Aggiungere al soffritto e lasciare insaporire per qualche minuto mescolando di tanto in tanto
minestrone-di-verdure
Aggiungere l’acqua e portare a bollore
minestrone-di-verdure
Prendere il cavolo romano, lavarlo e togliere le foglie
minestrone-di-verdure
Tagliare il cavolo romano a cubetti
minestrone-di-verdure
Lavare e tagliare le spezie
minestrone-di-verdure
Lavare e tagliare anche i pomodori e aggiungerli al minestrone assieme ai funghi. Aggiungere anche la cotenna della pancetta e la buccia del formaggio, salare, mettere il tappo e lasciar cuocere per il tempo rimanente
minestrone-di-verdure
Quando le verdure più dure saranno cotte spegnere il minestrone e lasciar riposare, intanto preparare i crostini di pane facendo dorare delle fette di pane tipo ciabatta per un paio di minuti su entrambi i lati nell’olio EVO, fino a renderli croccanti

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Arrosto di vitello

L’arrosto è il classico piatto delle festa a casa mia, non manca mai sulle nostre tavole il giorno di Natale o nelle occasioni più importanti, è tenero, saporito, gustoso e piace a tutti, e poi è l’arrosto della mamma e come lo cucina la mamma non lo cucina nessuno. Difatti questo arrosto è stato preparato a 4 mani da me e mia mamma, nel senso che lei ha cucinato io ho fotografato🙂 . D’altronde volevo andare sul sicuro e pubblicare una ricetta che è il meglio del meglio in fatto di arrosti. Vi lascio alla ricetta e vi auguro buona giornata, e se decidete di provare a cucinare l’arrosto con la ricetta di mia mamma fatemi sapere se vi è piaciuto🙂

Ingredienti:

  • 1 kg. arrosto di vitello
  • 1 cipolla
  • 1 porro
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 gambo di sedano
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 40 gr. olio EVO
  • 40 gr. burro
  • 800 ml. brodo vegetale salato
  • 1 cucchiaio di condimento vegetale (sedano, carota, cipolla, prezzemolo … conservate sotto sale)

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 2 ore

Procedimento:

arrosto-di-vitello
Tagliare le verdure grossolanamente e metterle in una pentola capiente con burro e l’olio
arrosto-di-vitello
Appena il burro si sarà sciolto aggiungere l’arrosto
arrosto-di-vitello
Far rosolare l’arrosto a fuoco vivo per 10 minuti su tutti i lati mescolando le verdure
arrosto-di-vitello
Aggiungere il vino e lasciare evaporare
arrosto-di-vitello
Aggiungere una cucchiaiata di condimento vegetale. Questo è fatto in casa con le verdure tritate  finemente e conservato nel sale, serve a dare più sapore, se non avete qualcosa di simile si può semplicemente omettere
arrosto-di-vitello
Quindi versare il brodo, mettere il coperchio e portare a bollore
arrosto-di-vitello
Cuocere l’arrosto per 1 ora e mezza
arrosto-di-vitello
Spegnere il gas e lasciar raffreddare completamente l’arrosto nel suo condimento

 

arrosto-di-vitello
Una volta raffreddato estrarre l’arrosto dalla pentola e con un mixer ad immersione frullare le verdure. Togliere lo spago, tagliare l’arrosto a fette sottili con un coltello affilato e rimetterle nella pentola assieme al suo sughetto. Al momento di servirlo riscaldare le fette di arrosto assieme al loro condimento.

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Torta di pan di spagna e fragole

Il mese di marzo per la mia famiglia è un mese di compleanni, mia mamma compie gli anni il 13, la nonna il 18 ed io il 19. Quest’anno ci siamo concentrati sul compleanno della nonna perché è giunta all’alba dei sui 91 anni. Fortunatamente è ancora molto lucida, ha una memoria di ferro e fa dei ragionamenti da fare invidia ad una trentenne, purtroppo però a periodi il fisico da qualche segno di cedimento, perciò ce la coccoliamo un po’ sperando che questo le possa dare la forza di voler godere il più a lungo possibile della nostra compagnia. Incaricata della preparazione della torta di compleanno ero io, e questa è la torta che ho preparato. Ho fare una torta di pan di spagna e fragole, visto che sono di stagione. Solitamente la preparavo per il compleanno di mio figlio, che è il 5 maggio, ma ho notato che ormai a maggio le fragole non sono più il massimo e quindi quest’anno l’ho fatta un po’ più in anticipo, visto che fa caldo e la stagione delle fragole è già avanti. Noterete in questa torta il mio rapporto conflittuale con la sac a poche … parto sempre piena di entusiasmo e ogni volta concludo con i sudori freddi e sbuffi di panna sparsi per tutta la cucina … una tragedia, prima o poi imparerò a usarla … forse. Spero che la torta vi piaccia,  nonostante l’ammutinamento della sac a poche, vi lascio alla ricetta e vi auguro una felice giornata🙂

Ingredienti:

Per la farcia e la copertura:

  • 600 gr. di fragole
  • 70 gr. zucchero
  • il succo di 1/2 limone
  • 300 gr. panna

Per la crema chantilly

  • 3 uova
  • 300 ml. latte
  • 21 gr. amido di mais
  • 90 gr. zucchero
  • 300 gr. panna montata
  • i semi di 1/2 bacca di vaniglia

Per il pan di spagna:

  • 6 uova
  • 180 gr. zucchero
  • 90 gr. farina 00
  • 90 gr. fecola
  • 1 bacca di vaniglia

Per la bagna:

  • il succo prodotto dalle fragole
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 50 ml. acqua

Procedimento:

torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Lavare le fragole e taglare il picciolo
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Tagliare le fragole in piccoli pezzi, aggiungere zucchero e succo di limone, mescolare e mettere da parte, mescolando di tanto in tanto per favorire la formazione del succo
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Per il pan di spagna, mettere in una planetaria le uova intere, lo zucchero ed i semi della bacca di vaniglia
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Montare ad alta velocità fino ad ottenere un composto chiaro, gonfio e spumoso, ci vorranno 5-10 minuti
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Aggiungere farina e fecola setacciate e mescolare delicatamente con una spatola dal basso vetso l’alto per incorporare al composto di uova
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Versare il composto in uno stampo a cerniera da 24 cm. coperto con carta forno sul fondo e imburrato ed infarinato ai lati
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Infornare a 180 gradi per 25-30 minuti
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Mentre il pan di spagna cuoce preparare la crema pasticcera
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Unire i tuorli con lo zucchero ed i semi della bacca di vaniglia e mescolare
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Aggiungere l’amido ed amalgamare
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
In un pentolino portare il latte e la buccia della mezza bacca di vaniglia a sfiorare il bollore
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Estrarre la bacca ed aggiungere il latte caldo al composto di uova zucchero e amido e mescolare
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Rimettere tutto il composto nel pentolino e cuocere fintanto che la crema non si addensa
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Trasferire la crema in un recipiente, coprire con pellicola a contatto e riporre al fresco per far raffreddare
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Montare la panna
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Una volta raffreddata la crema pasticcera prelevare 300 gr. di panna montata e mescolarla  delicatamente alla crema pasticcera
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Separare le fragole dal succo ed aggiungere al succo 50 ml. di acqua e 2 cucchiai di zucchero per fare la bagna
torta-di-pan-di-spagna-e -fragole
Una volta raffreddato tagliare il pan di spagna in 3 dischi

torta-di-pan-di-spagna-e-fragole

torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Bagnare il primo disco con un terzo del succo
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Aggiungere metà della crema e metà delle fragole
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Sovrapporre il secondo disco di pan di spagna e ripetere l’operazione. Sovrapporre l’ultimo disco e bagnare con la bagna rimanente
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Coprire la torta con una parte della panna rimasta
torta-di-pan-di-spagna-e-fragole
Decorare con le fragole e la panna rimasta con l’aiuto di una sac a poche

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Risotto con verdure e straccetti di manzo

Oggi vi presento un risottino che a mio parere è molto interessante, e se siete amanti dei risotti non ve lo potete  perdere. La prima volta che l’ho assaggiato ero scettica, non avrei mai pensato ad un accostamento di carne e verdure con il riso, ma mi sono dovuta ricredere e mi sono convinta alla prima forchettata. Così mi sono ripromessa di provare a farlo a casa, ed eccolo qua, un accostamento tanto inusuale quanto gradevole, molto colorato e variegato che porta l’allegria in tavola ed il sorriso sulla bocca e i miei hanno gradito🙂

Ingredienti:

  • 320 gr. riso
  • 1 carota
  • 1/2 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 gambo di sedano
  • 1 zucchina media (200 gr. circa)
  • 200 gr. manzo
  • 1 noce di burro
  • sale, pepe
  • 1 l. brodo circa
  • olio EVO

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Procedimento:

risotto-con-verdure-e-straccetti-di-manzo
Tagliare finemente la cipolla, l’aglio, il sedano e la carota. In una pentola capiente versare l’olio, aggiungere le verdure e lasciarle soffriggere
risotto-con-verdure-e-straccetti-di-manzo
Nel frattempo tagliare a dadini la zucchina. Quando il soffritto sarà appassito aggiungere le zucchine, sale e pepe e lasciar insaporire per 5 minuti
risotto-con-verdure-e-straccetti-di-manzo
Aggiungere il riso, mescolare e lasciar insaporire anche quest’ultimo per 2-3 minuti. Poi iniziare ad aggiungere brodo un mestolo alla volta
risotto-con-verdure-e-straccetti-di-manzo
Nel frattempo tagliare le fettine di mando a straccetti e mettere in un pentolino con il burro
risotto-con-verdure-e-straccetti-di-manzo
Rigirare il manzo, quando cambia colore salarlo e spegnere la fiamma
risotto-con-verdure-e-straccetti-di-manzo
Quando il riso è quasi cotto aggiungere gli straccetti di manzo con tutto il loro sughetto e mescolare
risotto-con-verdure-e-straccetti-di-manzo
Una volta cotto spegnere il gas, mantecare con Parmigiano a piacere e servire subito

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Torta Giardino di Fragole di Luca Montersino

La torta Giardino di Fragole è una delle torte più famose del Maestro Luca Montersino. Questa torta è formata sostanzialmente da 3 preparazioni, la gelèe allo yogurt, la mousse alle fragole ed il pan di spagna, non è una torta che si prepara in pochissimo tempo, ma con un po’ di manualità ed organizzazione del lavoro si riesce ad andare via abbastanza spediti. Per quanto riguarda gli ingredienti, ce n’è un paio di “strani” o meno conosciuti, uno è il destrosio, che è uno zucchero che serve a ridurre la cristallizzazione del dolce in congelatore, se non lo trovate potete tranquillamente sostituirlo con pari quantità di zucchero semolato e l’acido citrico che serve per rendere meno stucchevole la gelèe, al suo posto si può utilizzare qualche goccia di il succo di limone, va bene lo stesso. Per la gelèe io ho utilizzato una quantità pari a 250 gr. di yogurt e poi ridotto in proporzione anche tutti gli altri ingredienti perché la prima volta che l’ho fatta la gelèe mi sembrava troppo alta, ma in effetti, se si ha un quadro delle dimensioni giuste come il mio in questo caso, la dose data qui sotto di 330 gr. di yogurt va bene. Io sono una fan sfegatata di Luca Montersino, secondo me lui è veramente un genio della pasticceria, ho imparato molto leggendo i suoi libri, guardano i video e preparando le sue ricette e trovo che sia veramente fantastico. Ho avuto la fortuna di vederlo all’opera e di assaggiare uno dei suoi dolci l’anno scorso alla fiera Cucinare a Pordenone dove ha tenuto uno show cooking e ha preparato un enclaire con 2 creme di cui una al tè matcha con una placchetta di cioccolato colorata di verde ed una spugnetta di pan di spagna (sempre verde) cucinato in 2 minuti di microonde🙂 una cosa semplicemente spettacolare… Se vi piace la pasticceria vi consiglio vivamente di approfondire la conoscenza delle sue preparazioni perché ne vale veramente la pena.

Ingredienti per un quadro 23,5×23,5:

Per la gelèe allo yogurt:

  • 330 gr. yogurt intero
  • 90 gr. zucchero semolato
  • 10 gr. gelatina
  • 40 gr. destrosio
  • 1 gr. acido citrico in polvere

Per la mousse alle fragole:

  • 330 gr. di purea di fragole (io ho usato 500 gr. di fragole)
  • 15 gr. gelatina
  • 330 gr. panna
    • 110 gr. zucchero semolato – per la meringa Svizzera
    • 15 gr. acqua                           – per la meringa Svizzera
    • 60 gr. albume                        – per la meringa Svizzera

Per la bagna al limoncello

  • 110 gr. acqua
  • 110 gr. zucchero liquido
  • 35 gr. limoncello

Per il pan di spagna:

  • 4 uova
  • 112 gr. zucchero
  • 80 gr. farina
  • 8 gr. miele
  • 1 bacca di vaniglia (i semi interni)

Per la finitura:

  • 80 gr. gelatina neutra
  • 100 gr. fragole
  • 20 gr. pistacchi

Tempo di preparazione: 2 ore 30 minuti

Tempo di cottura: 35 minuti

Preparazione:

Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Per preparare la torta Giardino di Fragole iniziamo preparando il pan di spagna con il metodo a caldo come lo prepara Luca Montersino. In una terrina capiente mettere le uova intere, lo zucchero, il miele ed i semi della bacca di vaniglia, non serve che le uova siano a temperatura ambiente
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Mettere a scaldare a bagnomaria facendo attenzione che il fondo della terrina non tocchi l’acqua. Mescolare con una frusta portando le uova alla temperatura di 45 gradi, misurando con un termometro da cucina. Un momento prima che il termometro segni 45 gradi togliere dal fuoco
Torta-giardino-di-fragole-di-Luca-Montersino
Montare con le fruste fino ad ottenere un composto gonfio ed areato
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Aggiungere farina e fecola setacciate insieme e mescolare delicatamente con una spatola per non smontare il composto
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Versare il composto nel quadro chiuso nella carta forno e appoggiato sopra un vassoio più grande, tipo la teglia del forno, imburrato ed infarinato ai lati. Infornare in forno caldo a 180 gradi per 25-30 minuti fino a cottura facendo la prova con lo stuzzicadenti. Una volta cotto lasciar raffreddare il pan di spagna e tagliarlo in 2 sezioni
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Mentre il pan di spagna cuoce possiamo occuparci della bavarese alle fragole. Lavare le fragole, togliere le foglie e mettere in un contenitore alto
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Con un frullatore ad immersione frullare le fragole
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Passarle al setaccio per eliminare i semi aiutandosi con una spatola
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Mettere da parte la purea ottenuta
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Foderare il quadro con pellicola tirandola molto bene e tagliare le fragole a metà
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Disporre le fragole sul fondo in modo casuale a piacere e riporre il quadro in congelatore
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Per agevolare l’estrazione della torta ho foderato il perimetro del quadro con dei fogli di acetato tagliati a misura
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Procedere con la gelèe allo yogurt
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Mettere la gelatina in ammollo in acqua molto fredda
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Mescolare tutti gli ingredienti tenendo da parte 3 cucchiai di yogurt. Scaldare quest’ultimo al microonde, strizzare bene la gelatina ammollata e farla sciogliere nello yogurt caldo mescolando per una decina di secondi, poi versare il tutto nel resto dello yogurt
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Riprendere il quadro e versare con una sac a poche la gelèe allo yogurt tre le fragole, cercando coprire tutto il perimetro e riporre in congelatore
Preparare la bagna unendo tutti gli ingredienti, se non avete lo zucchero liquido potete mettere acqua e 3 cucchiai di zucchero
Preparare la bagna unendo tutti gli ingredienti, se non avete lo zucchero liquido potete mettere 110 ml di acqua e 3 cucchiai di zucchero
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Per preparare la bavarese alle fragole iniziamo con la meringa svizzera, in un pentolino dal fondo spesso ho messo gli albumi, lo zucchero e l’acqua, ho acceso il fuoco e mescolando con una frusta ho portato a 85 gradi
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Poi ho tolto dal fuoco, ho versato in planetaria ed ho azionato con la frusta ad alta velocità fino al raffreddamento del composto
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Intanto ho messo in ammollo la gelatina per la bavarese in acqua molto fredda. Ho ripreso la purea di fragole e ne ho scaldata una piccola quantità al microonde. Ho strizzato la gelatina ammollata e l’ho versata nella purea scaldata
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Ho versato la purea con la gelatina nel resto della purea di fragole ed ho mescolato il tutto
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Una volta pronta la meringa ho aggiunto la purea di fragole e la panna semimontata
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Mescolando delicatamente per non far smontare la panna
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Ho ripreso il quadro e con la sac a poche ho coperto con metà della mousse di fragole
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Ho sovrapposto uno strato di pan di spagna, ho versato un altro strato di mousse e chiuso con altro pan di spagna
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
Ho coperto il quadro con pellicola e ho riposto il dolce in congelatore
Torta-Giardino-di-Fragole-di-Luca-Montersino
La sera prima di gustarla l’ho estratta dal congeltore, l’ho tolta dal quadro scaldando con il phon i lati, l’ho messa sul piatto di portata, con una spatola l’ho coperta con la gelatina neutra e decorata con fragole e pistacchi ridotti in polvere

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Tortino di patate

Il tortino di patate è una ricetta di mia suocera, ovvero, è un piatto che preparava sempre mia suocera per accompagnare il lesso quando cucinava il brodo di carne ed io lo trovavo un accompagnamento perfetto per il lesso. Vista la mia propensione per la cucina ho sempre cercato di carpire qua e la le ricette che più mi piacevano e così ho fatto con questa, ho chiesto a mia suocera alcune dritte ed alla prima occasione l’ho fatta anche io, con qualche modifica secondo il mio gusto. Possiamo dire quindi che questa è la mia reinterpretazione del tortino di patate che prepara mia suocera. Essendo un contorno, non è buono solo per il lesso ma è adatto come accompagnamento per carne o pesce in generale. Volendo si può arricchire con formaggio grattugiato o formaggio fresco tagliato a cubetti e diventa un gustoso secondo piatto.

Ingredienti:

  • 600 gr. patate circa 
  • 70 gr. cipolla
  • 80 gr. di pancetta tesa cruda (2-3 fette)
  • 1 uovo
  • sale, pepe
  • 20 gr. burro

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Procedimento:

Tortino-di-patate
Lessare le patate per 10 minuti nella pentola a pressione con poca acqua ed una presa di sale grosso
Tortino-di-patate
Una volta cotte lasciarle leggermente raffreddate, pelarle e schiacciarle in una terrina con lo schiacciapatate
Tortino-di-patate
Unire l’uovo, il formaggio, il sale ed il pepe ed amalgamare
Tortino-di-patate
Tagliare finemente la cipolla e farla appassire con il burro, tagliare anche la pancetta a dadini ed aggiungerla alla cipolla
Tortino-di-patate
Lasciare cuocere qualche minuto fino a quando la pancetta non sarà rosolata
Tortino-di-patate
Aggiungere il composto di patate e mescolare
Tortino-di-patate
Dare la forma di torta e lasciar cuocere una decina di minuti
Tortino-di-patate
Girare il tortino con l’aiuto di un piatto e lasciar cuocere altri 5 minuti sull’altro lato
Tortino di patate
Rovesciare sul piatto di portata e servire caldo

Tortino di patate

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Focaccia ripiena

La focaccia ripiena è un gustosissimo piatto preparato con una impasto a base di farina 0, farina di semola con l’aggiunta della patata ed una farcitura a piacere a seconda dei gusti. Una volta cotta si presenta con il guscio esterno  croccante e una pasta morbida come un pane, molto buono e si sposa bene con farciture saporite, come per esempio affettati e formaggi, anche combinati insieme, ma anche con verdure grigliate con l’aggiunga di formaggio o quello che più vi piace. Questa volta ho provato a farcire la mia focaccia ripiena con la verza visto che è di stagione, con salsiccia e provola e devo dire che è venuta molto buona, ma voi potete sbizzarrirvi e liberare la fantasia, riempiendola con quello che più vi piace, a seconda dei vostri gusti. Risulterà sicuramente un secondo piatto o un piatto unico delizioso e sostanzioso che appagherà completamente i vostri sensi.

Ingredienti:

Per la focaccia:

  • 250 gr. farina 0
  • 250 gr. farina di semola
  • 1 patata media
  • 250 ml. acqua
  • 7 gr. lievito di birra
  • 7 gr. sale
  • 3 cucchiai olio EVO

Per il ripieno:

  • 1 cespo di verza
  • 2 salsicce
  • 2 scalogni
  • olio EVO
  • sale, pepe

Tempo di preparazione: 1 ora + 4 ore lievitazione

Tempo di cottura: 1h 30 min.

Procedimento:

focaccia-ripiena
Far sciogliere il lievito sbriciolato in acqua tiepida
Far sciogliere il lievito sbriciolato in acqua tiepida
Setacciare le due farine ed unire la patata lessata e schiacciata
Far sciogliere il lievito sbriciolato in acqua tiepida
Unire poco alla volta l’acqua in cui è disciolto il lievito, l’olio ed il sale
Far sciogliere il lievito sbriciolato in acqua tiepida
Lavorare con la planetaria fino a ottenere un composto molle ma non appiccicoso
Far sciogliere il lievito sbriciolato in acqua tiepida
Estrarre dalla planetaria e formare una sfera aiutandovi eventualmente con un po’ di semola
Far sciogliere il lievito sbriciolato in acqua tiepida
Rimettere nel contenitore infarinato, coprire con pellicola e lasciar lievitare in luogo tiepido per 4 ore, fino al raddoppio
Focaccia-ripiena
Nel frattempo occuparsi del ripieno. Sfogliare la verza, lavarla e lessarla per 5-10 minuti in poca acqua salata

Focaccia-ripiena

Focaccia-ripiena
In una pentola capiente mettere olio, burro e 2 cipollotti tagliati finemente e lasciar appassire
Focaccia-ripiena
Tagliare finemente la verza e versarla nella pentola con il soffritto, rigirare, salare, pepare, mettere il tappo e lasciare cuocere per un’oretta
focaccia-ripiena
Se dovesse asciugarsi troppo aggiungere un po’ di brodo
Focaccia-ripiena
Sbriciolare la salsiccia e cuocerla in una pentola senza condimento per 5-10 minuti
Focaccia-ripiena
Riprendere l’impasto lievitato e dividerlo in 2, lasciando una parte più grossa per stendere il fondo
Focaccia-ripiena
Stendere l’impasto più largo della teglia con un mattarello, facendolo sbordare
Focaccia-ripiena
Aggiungere la verza cotta, la salsiccia e la provola tagliata a dadini
Focaccia-ripiena
Chiudere con l’altro disco e sigillare bene i bordi
Focaccia-ripiena
Con la pasta rimasta fare i decori a piacere e spennellare con latte
Focaccia-ripiena
Far cuocere in forno caldo a 200 gradi per 20-25 minuti
Focaccia-ripiena
Ecco la vostra focaccia ripiena

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Ciambella di noci e nocciole

La ciambella di noci e nocciole è una vecchissima ricetta che mi aveva dato una mia compagna di classe delle medie, mi ricordo che un giorno ha portato a scuola questa torta e mi è piaciuta così tanto che le ho chiesto la ricetta, accumulavo ricette già quella volta🙂 . Ogni tanto mi viene sotto mano la ricetta e la rifaccio. La torta di noci e nocciole è un dolce delizioso che, per la sua consistenza ed il suo sapore deciso è l’ ideale da gustare a colazione o con il tè. La domenica mattina noi siamo abituati a coccolarci, per colazione il tavolo è sempre imbandito di qualsiasi cosa, che varia a seconda della stagione, da burro marmellata e nutella in inverno a frutta yogurt e macedonia in estate. Quando faccio in tempo preparo volentieri anche un dolcetto. Ho preparato questa ciambella la scorsa settimana proprio per la colazione della domenica che, nonostante le noci e le nocciole, non trovo affatto pesante. Ha una buona consistenza ed un gradevole gusto di nocciole, il guscio esterno è reso morbido dalla marmellata e le noci danno quel tocco di croccantezza.

Ingredienti:

  • 100 gr. burro
  • 200 gr. farina
  • 150 gr. zucchero
  • 1 presa di sale
  • 1 bustina di vanillina
  • 2 uova
  • 1 fialetta di aroma mandorla
  • 8 gr. lievito
  • 5 cucchiai da tavola di latte
  • 150 gr. nocciole macinate
  • 50 gr. marmellata setacciata
  • 40 gr. noci

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di cottura: 35 minuti circa

Preparazione:

torta-di noci-e-nocciole
Con l’aiuto di un mixer tritare finemente le nocciole
Torta-di-noci-e-nocciole
Portare il burro a temperatura ambiente, tagliarlo a piccoli pezzi e ridurlo a crema con un mixer. Aggiungere a poco a poco lo zucchero e la vanillina mescolati assieme
torta-di noci-e-nocciole
Aggiungere gradatamente le uova, una alla volta, l’aroma ed il sale
torta-di noci-e-nocciole
Mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo
torta-di noci-e-nocciole
Aggiungere la farina setacciata amalgamandola al composto

torta-di noci-e-nocciole

torta-di noci-e-nocciole
Ed in ultimo le nocciole tritate e mescolare con una spatola per amalgamare

 

torta-di noci-e-nocciole

torta-di noci-e-nocciole
Inburrare ed infarinare uno stampo a ciambella e versare l’impasto livellandolo con il dorso di un cucchiaio. Informare in forno caldo a 180 gradi per 35 minuti circa, prima di estrarre fare la prova stecchino
torta-di noci-e-nocciole
Estrarre il dolce dal forno e lasciarlo raffreddare, nel frattempo setacciare la marmellata con un colino a maglie fini
Una volta raffreddato il dolce metterlo su un piatto
Sistemare il dolce su un piatto
torta-di noci-e-nocciole
Con un pennello stendere la marmellata su tutta la superficie, io ho usato misto fragola e albicocca
torta-di noci-e-nocciole
A coltello o con un batticarne ridurre le noci in polvere lasciando qualche pezzetto più grosso
torta-noci-e-nocciole
Spolverizzare il dolce con le noci tritate e servire sul piatto di portata

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Crostini con patè di tonno

Oggi vi posto la mia ricetta per preparare un antipasto goloso e di sicuro effetto, i crostini di pane con patè di tonno. Una ricetta velocissima che stuzzica l’appetito. Morbido e cremoso, il patè di tonno è l’ideale da presentare come antipasto, ma è anche un’idea carina da proporre per un brunch o con l’aperitivo, un’idea alternativa al solito antipasto che i vostri ospiti gradiranno sicuramente. Per impreziosire questa ricetta consiglio di servirlo su una fetta di pane fresco, tipo ciabatta o baguette, caldo e croccante, con il calore del crostino il burro si scioglierà leggermente rendendo il tutto ancora più goloso. Siccome questa è una ricetta composta da pochi e semplici ingredienti, come sempre in questi casi, più la materia prima è buona e più sarà gustoso il risultato che si ottiene.

Ingredienti per 8 fette di pane tipo ciabatta:

  • 120 gr. tonno sott’olio
  • 5 gr. capperi sotto sale
  • 40 gr. burro
  • 1 filetto d’acciuga
  • 120 gr. di panna da cucina fresca
  • sale, pepe
  • 4 fette di pane tipo ciabatta

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 5 minuti

Preparazione:

crostini-con-patè-di-tonno
Mettere in un mixer il burro ammorbidito e tagliato in piccoli pezzi, il tonno sgocciolato dall’olio, i capperi lavati dal sale e gli altri ingredienti
crostini-con-patè-di-tonno
Azionare il mixer e frullare in più volte fermando se necessario e mescolando gli ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo e denso
crostini-con-patè-di-tonno
Versare in una ciotola e porre in frigo qualche minuto
crostini-con-patè-di-tonno
Nel frattempo, con un coltello affilato tagliare il pane in fette da 1,5 cm
crostini-con-patè-di-tonno
Far scaldare una pentola e mettere le fette di pane facendole dorare su entrambi i lati 3-4 minuti per lato
crostini-con-patè-di-tonno
Versare sui crostini caldi abbondante patè al tonno e servire subito

 

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Spaghetti alla carbonara

La pasta alla carbonara è un super classico della cucina italiana, e come tale ha una sua ricetta tradizionale che, come nel mio caso, molte volte viene interpretata a seconda dei gusti. Si, lo so che la pasta alla carbonara deve essere fatta con il guanciale, ma noi, tutta la famiglia intendo, preferiamo utilizzare la pancetta, perché è meno grassa e non rilascia il sapore del grasso, per quanto riguarda il formaggio, in genere utilizzo il parmigiano, o metà parmigiano e metà pecorino, perché il pecorino da solo ha un sapore troppo deciso … ognuno ha i suoi gusti. Se siete abituati a preparare la pasta alla carbonara con la ricetta tradizionale provate  una volta a cambiare, magari scoprite che così vi piace di più ;)

Ingredienti:

  • 400 gr. pasta
  • 130 gr. pancetta tesa cruda (o se preferite guanciale)
  • 4 tuorli d’uovo
  • pepe
  • Parmigiano grattugiato (o se preferite Pecorino o un mix dei 2 formaggi)

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Procedimento:

pasta-spaghetti-alla-carbonara
Per preparare la pasta alla carbonara iniziare mettendo a bollire l’acqua salata per cuocere la pasta, nel frattempo tagliare la pancetta a cubetti. In una ampia terrina porre i 4 tuorli (uno per persona), versare abbondante pepe e sbattere con una frusta per amalgamare
pasta-spaghetti-alla-carbonara
In una pentola mettere a soffriggere la pancetta con poco olio
pasta-spaghetti-alla-carbonara
Grattugiare abbondante formaggio
pasta-spaghetti-alla-carbonara
Quando la pancetta sarà rosolata spegnere il fuoco, nel frattempo la pasta dovrebbe essere cotta
pasta-spaghetti-alla-carbonara
Scolare poco la pasta in modo che conservi l’acqua e non risulti troppo asciutta, versare un po’ alla volta la pasta sopra le uova e mescolare velocemente con due cucchiai di legno
pasta-spaghetti-alla-carbonara
Completare con la pancetta e mescolare nuovamente
pasta-spaghetti-alla-carbonara
Completare con formaggio a piacere e servire subito

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Crostata OK

Quella che vi presento oggi è la mia crostata alla marmellata. L’ho chiamata crostata ok perché è il risultato di numerose prove, ogni volta aggiungendo o togliendo qualche ingrediente fino ad arrivare a questo risultato finale che mi soddisfa pienamente. Niente di strabiliante in realtà, in fondo è solo una crostata, ma, il fatto di averla adattata al mio gusto mi rende comunque orgogliosa. Lo spessore è lasciato volutamente basso in modo tale da poter gustare di più la marmellata. Se in cottura la marmellata dovesse asciugarsi troppo io ne aggiungo un pochina alla fine, una volta raffreddata con un cucchiaino. Non vi resta che provare e farmi sapere se anche per voi questa crostata è OK!🙂

Ingredienti:

  • 300 gr. farina 00
  • 120 gr. zucchero
  • 150 gr. burro
  • 1 uovo intero + 2 tuorli
  • scorza grattugiata di un limone
  • 1/2 bustina di lievito
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale
  • 400 gr. marmellata di albicocche

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di cottura: 25 minuti

Procedimento:

crostata-alla-marmellata
Setacciare la farina sulla spianatoia, fare un buco al centro e versare lo zucchero, la vanillina, il lievito, il burro freddo di frigo a cubetti, le uova, la scorza di limone grattugiata ed in un angolino il sale
crostata-alla-marmellata
Iniziare ad impastare le uova con il burro schiacciando gli ingredienti tra le dita fino ad ottenere una consistenza densa, poi cominciare a prendere la farina dai bordi
crostata-alla-marmellata
Lavorare giusto il tempo necessario per amalgamare bene gli ingredienti, formare una palla, schiacciarla, avvolgerla nella pellicola trasparente e farla riposare in frigo per 30 minuti
crostata-alla-marmellata
Dopo il tempo di riposo estrarre dal frigo, tagliare un terzo dell’impasto che servirà per fare le strisce, riavvolgerlo e rimetterlo in frigo. Stendere l’impasto più grosso tra due fogli di carta forno
crostata-alla-marmellata
Adagiare l’impasto sulla teglia del forno rivestita di carta forno lasciando i bordi alti
crostata-alla-marmellata
Versare la marmellata in un pentolino, aggiungere un goccio d’acqua e far sciogliere a fuoco dolce
crostata-alla-marmellata
Una volta che la marmellata sarà liquida ma non bollente versarla sulla pasta frolla ed allargarla con un cucchiaio in modo da avere lo stesso spessore anche sui bordi
crostata-alla-marmellata
Con il terzo di pasta rimasta fare le strisce e adagiarle dolcemente sulla crostata, infornare in forno caldo a 170°C per 25 minuti
crostata-alla-marmellata
Una volta dorata estrarre la crostata dal forno e farla raffreddare
crostata-alla-marmellata
Tagliare la crostata in quadrotti e disporla sul piatto di portata

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Cupcake al cocco

Era un po’ che meditavo di preparare questi cupcake al cocco, li ho visti nel sito della mitica Martha Stewart e me ne sono innamorata❤ mi piacciono da morire queste piccole tortine monoporzione ognuna col loro frosting. Ho preparato questi cupcake in una piovosa domenica pomeriggio in previsione delle mie cene alternative della domenica e devo dire che sono venute davvero deliziose. Il muffin risulta morbido e con un gradevole sapore di cocco, e la copertura con la meringa al cocco è setosa con la consistenza delle chips di cocco che gli danno quel tocco di croccantezza. A me sono piaciuti, provate a dare un’occhiata alla ricetta e fatemi sapere se siete d’accordo con me🙂 Buona giornata!

Ingredienti per 6-7 cupcake:

  • 110 gr. farina 00
  • 1/2 bustina di lievito
  • 20 gr. farina di cocco
  • 85 gr. burro a temperatura ambiente
  • 130 gr. zucchero
  • 1 uovo + 1 albume
  • 110 ml. latte di cocco
  • 1 fialetta di vaniglia

Per il frosting alla meringa:

  • 100 gr. albumi
  • 1 pizzico di sale
  • 30 gr. acqua
  • 200 gr. zucchero semolato
  • 30 gr. fiocchi di cocco

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Procedimento:

cupcake-muffin-al-cocco
Accendere il forno a 180 gradi e disporre i pirottini di carta per muffin nell’apposito contenitore. Versare in una ciotola capiente la farina e la farina di cocco e mescolarli
cupcake-muffin-al-cocco
Montare il burro a temperatura ambiente con lo zucchero fino a formare una crema bianca e spumosa
cupcake-muffin-al-cocco
Aggiungere l’uovo ed il tuorlo e continuare a montare fino ad amalgamare il tutto
cupcake-muffin-al-cocco
Mescolare in una ciotola il latte di cocco con la vaniglia. Iniziare ad aggiungere al composto di uova burro e zucchero gli ingredienti secchi
cupcake-muffin-al-cocco
Aggiungere alternativamente ingredienti secchi e quelli umidi
cupcake-muffin-al-cocco
Mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo
cupcake-muffin-al-cocco
Con un cucchiaio versare il composto nei pirottini riempiendoli per tre quarti. Infornare a 180 gradi per circa 20 minuti
cupcake-muffin-al-cocco
Nel frattempo prepariamo il frosting, versare gli albumi in una ciotola capiente con un pizzico di sale
cupcake-muffin-al-cocco
In un brico versare l’acqua e lo zucchero e portare alla temperature di 115 gradi misurando con un termometro, ci vorranno circa 5 minuti
cupcake-muffin-al-cocco
Quando lo zucchero arriva a 115 gradi iniziare a montare con le fruste elettriche gli albumi, intanto acqua e zucchero raggiungeranno i 121 gradi.
cupcake-muffin-al-cocco
A questo punto aggiungere agli albumi l’acqua e zucchero versandoli sul bordo della ciotola. Continuare a montare fino a quando il composto non si sarà rafferddata
cupcake-muffin-al-cocco
Aggiungere ora i fiocchi di cocco alla meringa e mescolare
cupcake-muffin-al-cocco
Appena i muffin saranno cotti estrarli dal forno e lasciarli raffreddare
cupcake-muffin-al-cocco
Con una sac-a-poche distribuire la meringa sui muffin
cupcake-muffin-al-cocco
Estrarre i cupcake dal porta muffin e disponeteli sul piatto di portata

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Guacamole

Ho avuto il piacere di assaggiarle il Guacamole l’altro giorno a casa di un collega di lavoro. Sua moglie è messicana e, dopo avergli chiesto insistentemente di farmi avere una ricetta tipica messicana da provare a casa, invece di portarmi la ricetta mi ha invitata a cena🙂 Non avevo mai assaggiato la cucina messicana e devo dire che sono rimasta piacevolmente stupita dai suoi gusti e dai suoi colori, e anche dall’accoglienza e dal calore della signora, così amichevole e ospitale. Ho potuto così vedere di persona come si preparano alcuni piatti tipici, come la tinga, le tortillas, ed il guacamole appunto. In realtà servono pochi e semplici ingredienti, per questa preparazione l’avocado deve essere ben maturo, per cui è bene acquistarlo qualche giorno prima e lasciarlo maturare fino a quando non diventa morbido e l’impasto va fatto rigorosamente schiacciando tutti gli ingredienti con la mano. Il Guacamole si mangia come come antipasto accompagnato da chips di tortillas. La ricetta prevedrebbe l’uso del “cilantro”, in italiano il coriandolo, se non lo trovate potete semplicemente ometterlo.

Ingredienti:

  • 2 avocado (circa 600 gr.)
  • 1/2 pomodoro ramato
  • 30 gr. cipolla tagliata fine
  • 1/2 lime (succo)

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: /

Procedimento:

guacamole
Tagliare finemente la cipolla ed il pomodoro
guacamole
Spellare gli avocado, tagliarli in 2, togliere il torsolo e tagliarli a spicchi
guacamole
Aggiungere la cipolla, il pomodoro ed il succo del lime
guacamole
Aggiungere sale e pepe
guacamole
Ed iniziare a lavorare con le mani schiacciando gli ingredienti per farli sciogliere ed amalgamere
guacamole
Il risultato deve essere un composto cremoso con ancora dei piccoli pezzi interi di avocado
guacamole
Servite nelle coppette accompagnato con delle tortilla chips

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Pasticcio (Lasagne al forno)

Modestamente il mio pasticcio è uno dei più buoni al mondo🙂 … Scherzi a parte devo dire che il pasticcio, noi chiamiamo le lasagne al forno, mi viene davvero molto buone. Questa che vi propongo oggi è la versione classica con ragù di carne e besciamella, la più conosciuta e la più apprezzata sia in Italia che nel mondo. La preparazione delle lasagne al forno richiede un po’ di tempo in quanto è composta da più preparazioni, ma facendo il giorno prima il ragù e la besciamella vi resterà soltanto da assemblare il tutto, ed il lavoro vi sembrerà molto più leggero. Le lasagne al forno sono un piatto tipico della cucina italiana ed in particolare di quella emiliana. Generalmente viene preparato come pranzo della domenica oppure nei giorni di festa, non può mancare infatti sulla nostra tavola il giorno di Natale.

Ingredienti per una teglia da 36×25 (se lo volete basso) – 23×32 (se lo volete alto)

  • 400 gr. circa di pasta all’uovo (va bene sia quella fresca dal banco frigo che quella secca)
  • 120 gr. Parmigiano o Grana grattugiati
  • fiocchetti di burro

Per il ragù di carne:

  • 450 gr. carne macinata mista
  • 1 salsiccia
  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1/2 bicchiere di vino rosso
  • sale
  • pepe
  • noce moscata
  • cannella
  • 2 chiodi di garofano
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 rametto di rosmarino
  • qualche foglia di salvia
  • 400 gr. polpa di polpa di pomodoro
  • 800 ml. passata di pomodoro
  • 60 gr. burro
  • 60gr. olio extravergine di oliva

Per la besciamella:

  • 1 litro di latte intero
  • 100 gr. farina 00
  • 100 gr. burro
  • sale
  • noce moscata

Tempo di preparazione: 65 minuti

Tempo di cottura: 2 h 20

Procedimento:

Partiamo col ragù:

ragu-alla-bolognese-lasagne-al-forno
Tagliare la cipolla e l’aglio. In una pentola capiente versare burro e olio e far appassire la cipolla
ragu-alla-bolognese-lasagne-al-forno
Tritare finemente anche il sedano e la carota
ragù-alla-bolognese-lasagne-al-forno
Versare anch’essi nella pentola con la cipolla e l’aglio
ragù-alla-bolognese-lasagne-al-forno
Lasciar cuocere qualche minuto ed aggiungere la carne macinata e la salsiccia
ragu-alla-bolognese-lasagne-al-forno
Sbriciolare la carne con un cucchiaio di legno e lasciarla cuocere per una decina di minuti
ragù-alla-bolognese-lasagne-al-forno
Aggiungere tutte le spezie e sfumare con il vino rosso

 

ragù-alla-bolognese-lasagne-al-forno
Aggiungere la passata e la polpa di pomodoro
ragu-alla-bolognese-lasagne-al-forno
Salare, pepare e lasciar sobbollire con il tappo per un’ora e mezza

Prepariamo ora la besciamella:

besciamella-lasagne-al-forno
In una casseruola far sciogliere il burro
besciamella-lasagne-al-forno
Aggiungere la farina e far cuocere un paio di minuti
besciamella-lasagne-al-forno
Aggiungere il latte un po’ alla volta rimestando velocemente con una frusta in modo da sciogliere gli eventuali grumi, aggiungere sale e noce moscata
besciamella-lasagne-al-forno
Portare a bollore sempre rimestando e lasciar cuocere ancora un paio di minuti

Passiamo ad assemblare:

lasagne-al-forno
Sul fondo della teglia disporre un mestolo di ragù, coprire con la pasta, versare 2-3 mestoli di ragù ed allargarlo sulla pasta
lasagne-al-forno
Aggiungere uno strato di besciamella
lasagne-al-forno
Spruzzare tutta la superficie con formaggio grattugiato. Continuare facendo gli strati fino a terminare gli ingredienti
lasagne-al-forno
Completare con formaggio grattugiato e fiocchetti di burro, infornare a 180 gradi per 30-35 minuti
lasagne-al-forno
Estrarre dal forno prima che i bordi si induriscano e si brucino
lasagne-al-forno
Lasciar intiepidire, porzionare e servire

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Fettine alla pizzaiola

Le fettine alla pizzaiola sono un gustoso secondo piatto di carne veloce e sano. La preparazione è molto semplice, si prepara un sugo al pomodoro arricchito di alcune spezie e poi si mettono a cuocere le fettine nel sugo. Le fettine devono cuocere veramente pochissimo altrimenti diventano dure. Il sughetto al pomodoro di accompagnamento rende la scarpetta inevitabile e volendo avere delle fettine ancora più golose, una volta cotta la carne si possono aggiungere dei cubetti di provola o mozzarella che fondendosi fileranno🙂 L’errore più comune in cui si incorre preparando questo piatto è proprio quello di cuocere troppo la carne, basta un minuto in più e diventerà dura, ovviamente questo dipende anche dallo spessore delle fettine, più sono sottili e meno tempo sarà necessario per la cottura. E’ capitato anche a me di cuocerle troppo fino a quando ho capito come si doveva fare. In genere io mi regolo così, quando la carne cambia colore quello è il momento di spegnere il gas, provate e fatemi sapere se il consiglio vi è stato utile🙂

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr. fettine di bovino sottili
  • 400 gr. passata di pomodoro
  • 1 spicchio di aglio
  • prezzemolo
  • timo
  • sale, pepe
  • olio

Tempo di preparazione 10 minuti

Tempo di cottura: 15 minuti

Procedimento:

fettine-di-carne-di-manzo-alla-pizzaiola-caramello-salato
In un’ampia pentola versare l’olio, aggiungere l’aglio schiacciato e lasciarlo dorare
fettine-di-carne-di-manzo-alla-pizzaiola-caramello-salato
Estrarre l’aglio, aggiungere la passata di pomodoro e far cuocere qualche minuto
fettine-di-carne-di-manzo-alla-pizzaiola-caramello-salato
Nel frattempo lavare timo e prezzemolo e tritare finemente il prezzemolo
fettine-di-carne-di-manzo-alla-pizzaiola-caramello-salato
Aggiungere al pomodoro le spezie, il sale ed il pepe
fettine-di-carne-di-manzo-alla-pizzaiola-caramello-salato
Mescolare e lasciare addensare leggermente il sughetto
fettine-di-carne-di-manzo-alla-pizzaiola-caramello-salato
A questo punto possiamo aggiungere la carne cercando di allargarla nella pentola. Lasciare cuocere un paio di minuti, girarla e farla cuocere altri due minuti
fettine-di-carne-di-manzo-alla-pizzaiola-caramello-salato
Appena vedete che le fettine cambiano colore sono cotte. Spegnere il gas e servire subito con abbondante sugo di pomodoro

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Torta di mele e mandorle

Io adoro le torte di mele e anche mio marito ne va matto, soprattutto se sono soffici, umide e ricche di mele come questa. Ogni momento è buono per mangiarne una fetta, che sia colazione, pranzo, merenda o dopo cena … e anche prima di andare a dormire, con la scusa che sono leggere ne mangio sempre 2 fette … Per questo le preparo in mille versioni, infatti ho almeno ancora un paio di ricette da parte e sono una più buona dell’altra. In genere se le preparo per pranzo difficilmente arrivano a ora di cena. Questa è la seconda versione che pubblico, ed è molto diversa dalla prima, una torta di mele classica arricchita con farina di mandorle e yogurt, davvero molto gustosa, contiene tutto quello che di buono si può desiderare mangiando una fetta di torta di mele.

Ingredienti per 1 stampo a cerniera da 24 cm.

  • 190 gr. farina
  • 150 gr. zucchero
  • 80 gr. mandorle tritate (o farina di mandorle)
  • 3 uova
  • 3 mele Golden
  • 125 gr. yogurt bianco
  • 50 gr. burro fuso
  • 3 cucchiai di acqua calda
  • 1 bustina di lievito
  • 1 pizzico di sale
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • zucchero a velo per cospargere

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di cottura: 40 minuti

Procedimento:

torta-di-mele-mandorle-e-yogurt-caramello-salato
Sbucciare le mele e tagliarle in 4 e poi a fette sottili. Accendere il forno a 180 gradi. Far sciogliere il burro a bagnomaria o al microonde e lasciarlo intiepidire. Con uno sbattitore elettrico, in un’ampia terrina sbattere le uova insieme a 3 cucchiai di acqua bollente per qualche minuto, aggiungere lo zucchero e continuare a montare finchè il composto non diventa spumoso
torta-di-mele-mandorle-e-yogurt-caramello-salato
Sempre frullando aggiungere lo yogurt, il burro fuso, il sale e la cannella
torta-di-mele-mandorle-e-yogurt-caramello-salato
Incorporare delicatamente con una spatola la farina setacciata con il lievito mescolando con una spatola dal basso verso l’alto
torta-di-mele-mandorle-e-yogurt-caramello-salato
Aggiungere anche le mandorle tritate fini o la farina di mandorle
torta-di-mele-mandorle-e-yogurt-caramello-salato
Amalgamare fino ad ottenere un composto omogeneo
torta-di-mele-mandorle-e-yogurt-caramello-salato
Aggiungere metà delle mele ed incorporarle all’impasto
torta-di-mele-mandorle-e-yogurt-caramello-salato
Imburrare ed infarinare lo stampo, versare l’impasto e livellarlo
torta-di-mele-mandorle-e-yogurt-caramello-salato
Adagiare sopra l’impasto le mele rimaste ed infornare in forno caldo a 180 gradi per 40 minuti
torta-di-mele-mandorle-e-yogurt-caramello-salato
Controllare la cottura con uno stecchino prima di estrarre il dolce, se lo stecchino risulta asciutto e privo di briciole la torta è cotta
torta-di-mele-mandorle-e-yogurt-caramello-salato
Attendere che la torta si raffreddi, spolverarla con zucchero a velo e trasferirla su un piatto di portata
torta-di-mele-mandorle-e-yogurt-caramello-salato
Ed ecco la fetta

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Crepes Suzette

Ho letto una storia molto carina e romantica riguardo le origini di questa ricetta, pare che sia nata per sbaglio, come a mio parere nascono le invenzioni più geniali, nel Principato di Monaco, per l’errore di un cuoco un pochino maldestro, che nella fretta ha fatto cadere la bottiglia del liquore sulle crepes il quale a contatto con il fuoco si sia infiammato. Assaggiandole gli sono sembrate deliziose, e non avendo più tempo per riparare all’errore le ha servite ugualmente al principe di Galles, Edoardo VIII che le ha talmente gradite da chiedere di potersi congratulare con il cuoco che le aveva preparate. Siccome la ricetta non aveva ancora un nome chiese di intitolarla alla figlia del commensale a tavola con lui,  la graziosa Suzette  appunto :) Le Crepes Suzette sono un altro delizioso modo per gustare le crepes. Il Grand Marnier ed il succo d’arancia conferiscono una nota aromatica ed il flambè dona al dolce un aspetto particolarmente scenografico, specie se il tutto viene preparato dallo chef direttamente al tavolo, il momento in cui si sprigiona la fiamma è sicuramente di grande effetto e provoca un sussulto ed un sorriso in chi vi assiste. Le Crepes Suzette hanno un sapore molto delicato e particolarmente gradevole. Mi ricordano quando da piccola ero alle prese con i miei primi esperimenti in cucina e, libro alla mano provavo a prepararle e mi rendo conto che la mia passione per la cucina nasce da molto lontano🙂 . Buona giornata

Ingredienti per 14-16 crepes:

  • 3 uova intere
  • 200 gr. farina
  • 500 ml latte
  • 1 pizzico di sale

Per la salsina:

  • 50 gr. burro
  • il succo di 3 arance
  • buccia di limone o arancia
  • 6 cucchiai di zucchero
  • 1/2 tazzina di Grand Marnier
  • 1/2 tazzina di Cognac

Tempo di preparazione: 30 minuti (più 30 minuti di riposo in frigorifero)

Tempo di cottura: 30 minuti

Procedimento:

crepes-ricetta-base
Far fondere il burro al microonde o a bagno maria e mettere da parte. In una terrina capiente sbattere con una frusta le uova intere

 

crepes-dolci-e-salate-ricetta-base
Aggiungere il latte ed amalgamare gli ingredienti
crepes-dolci-e-salate-ricetta-base
Aggiungere la farina ed il sale ed amalgamare fino ad ottenere un composto senza grumi
crepes-dolci-e-salate-ricetta-base
Aggiungere il burro fuso intiepidito, questo servirà a ungere la pentola e a non far attaccare le crepes
crepes-dolci-e-salate-ricetta-base
Coprire il composto con pellicola e far riposare in frigorifero per almeno mezz’ora
crepes-dolci-e-salate-ricetta-base
Riprendere l’impasto, scaldare sul fuoco una pentola antiaderente e versare mezzo mestolo da brodo di composto
crepes-dolci-e-salate-ricetta-base
Staccare le crepes iniziando dai bordi con un cucchiaio di legno e poi scuotendo la pentola, girarle e farle colorare leggermente anche sull’altro lato
crepes-dolci-e-salate-ricetta-base
Disponete le vostre crepes in pila su un piatto

 

crepes-suzette
Far sciogliere il burro con lo zucchero, le bucce di arancia o limone e poi unire il succo delle arance filtrato, consiglio di dividere gli ingredienti e di preparare 4 crepes per volta
crepes-suzette
Far rapprendere leggermente la salsina, togliere le bucce, unire il Grand Marnier ed unire le crepes una per volta
crepes-suzette
Far insaporire le crepes, piegarle e disporle in un angolo della pentola
crepes-suzette-caramello-salato
Versare sopra il cognac e fiammeggiare
crepes-suzette-caramello-salato
Sollevare dalla pentola e servire immediatamente

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Brodo di carne

Il brodo è una di quelle preparazioni facili facili da fare, non ci vuole proprio niente e viene buonissimo, basta mettere tutti gli ingredienti nella pentola a pressione, chiudere il tappo e portare a cottura, lo prepara anche mio marito che non è proprio un cuoco provetto🙂 , semplice si, ma si deve sapere come farlo … Devo dire che anche io inizialmente non sapevo da che parte cominciare, per fortuna mi è venuta in aiuto la mamma, fonte inesauribile di consigli e ricette. Cosa vi posso dire, a casa mia il brodo è molto gradito, piace molto anche ai bambini. Per ottenere un brodo ricco e non disperderne l’aroma nell’ambiente è necessario cucinarlo nella pentola a pressione. Quando si sente un buon profumo di brodo invadere tutta la casa a quel punto il brodo è pronto🙂 Il brodo di carne con la pentola a pressione è pratico, veloce e conserva tutto il suo aroma. Per accompagnare il lesso potete poi preparare questa gustosissima salsa verde e se vi avanza un po’ di brodo potete prepararvi un buon risotto il giorno dopo.

Ingredienti:

  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 patata grande (o 2 piccole)
  • 2 chiodi di garofano
  • sale (io metto anche un cubetto di dado)
  • 500/600 gr. di carne per brodo
  • 1 osso

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 50 minuti

Procedimento:

brodo-di-carne
Lavare e mondare tutte le verdurle e metterle nella pentola a pressione, aggiungere la carne, l’osso il sale ed i chiodi di garofano
brodo-di carne
Aggiungere 1,8 litri di acqua, chiudere con tappo, portare in pressione e far cuocere al minimo per 50 minuti
brodo-di carne
Attendere che la pentola si raffreddi e perda tutto il vapore con il coperchio agganciato dopo di che aprire il tappo
brodo-di carne
Estrarre la carne che potrete mangiare condita a piacere e trasferire il brodo in una pentola più piccola facendolo passare attraverso un colino. Dosare 4 mestoli di brodo e 2 di acqua per ogni persona, salare e portare ad ebollizione, poi aggiungere i tortellini o la pastina e cuocere al dente in quanto continuerà a cuocersi anche una volta spento il gas, eventualmente aggiungere pepe a piacere

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015 – All rights reserved

Focaccia in padella

Indecisioni dell’ultimo minuto? Non sapete cosa preparare per cena? Ecco la ricetta che fa per voi, la focaccia in padella, una focaccia ripiena che non deve lievitare e si prepara in un attimo, si farcisce con quello che avanza nel frigo e si cucina velocemente in padella appunto. Questa ricetta spopolava sul web un po’ di tempo fa e tutti impazzivano, è una di quelle ricette che, come le mode, ha i suoi momenti di gloria e poi piano piano si dissolve e non se ne sente più parlare, ma a volte ritornano :) L’ho ritrovata di recente quando sono stata invitata a partecipare ad un contest di cucina. Il tema del contest è riprodurre, più o meno fedelmente, una ricetta tratta dal blog Ricettedacoinquiline, che ha indetto il contest per festeggiare il suo secondo anniversario. Visto che credo di essere l’unica a non averla ancora fatta ho deciso di provarla e devo dire che non ha deluso le aspettative e ha dato un perché a tutto quel tam tam sul web al suo riguardo. Per quanto riguarda l’impasto mi sono attenuta fedelmente alla ricetta, mentre per il ripieno ho un po’ divagato … 😉 Tanti auguri allora per il vostro anniversario coinquiline🙂 e … complimenti per la focaccia!

Ingredienti:

  • 200gr. farina 00
  • 100 gr. acqua
  • 4 cucchiai di olio evo
  • 1/2 cucchiaino di lievito istantaneo per salati
  • 200 gr. provola
  • 120 gr. tonno sott’olio
  • pepe
  • timo

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 5-10 minuti

Procedimento:

focaccia-in-padella
In una ciotola capiente disporre farina, acqua, sale, lievito ed olio e mescolare
focaccia-in-padella
Trasferire l’impasto in una spianatoia e lavorare fino ad ottenere un panetto sodo e lasciar riposare qualche minuto
focaccia-in-padella
Ora potete dedicarvi al ripieno, tagliare la provola a dadini, sminuzzare il tonno e lavare il timo
focaccia-in-padella
Dividere il panetto i 2 e stendere entrambe le metà a forma tonda con un mattarello
focaccia-in-padella
Disporvi sopra il ripieno lasciando liberi i bordi, aggiungere il pepe
focaccia-in-padella
Richiudere sovrapponendo l’altra metà e sigillare i bordi con una forchetta
focaccia-in-padella
In una pentola antiaderente versare un filo d’olio e mettere a cuocere la focaccia per circa 5 minuti, dopo di chè girarla, se siete avventurosi facendola saltare (io l’ho fatto e mi è andata liscia🙂 oppure appoggiando un piatto sulla pentola e girando la pentola
focaccia-in-padella
Servire la focaccia in padella immediatamente

Con questa ricetta partecipo al #1 contest di #Ricettedacoinquiline

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Torta total chocolate

San Valentino si avvicina, se siete amanti del cioccolato e volete rendere dolce questo giorno e fare colpo sulla persona che amate con questa torta total chocolate non potete che fare centro, ma anche se siete single e avete voglia di una dolce coccola, questo è il dolce che fa per voi, insomma, ogni pretesto ed ogni occasione è buona per gustarsi una soffice torta al cioccolato ripiena di cioccolato ;-). Si tratta di un morbido pan di spagna al cacao farcito e ricoperto con un ricco strato di ganache al cioccolato, un trionfo di cioccolato insomma. Avevo qualche dubbio prima di prepararla perché avevo paura che fosse troppo preparare una torta al cioccolato e farcirla con crema al cioccolato, invece devo dire che già al primo morso mi sono ricreduta. Il pan di spagna è morbido e la torta è ancora più buona se gustata il giorno dopo.

Ingredienti:

Per il pan di spagna (tortiera da 20 cm.):

  • 175 gr. burro (a temperatura ambiente)
  • 175 gr. zucchero
  • 3 uova
  • 1 fialetta di vaniglia
  • 150 gr. farina
  • 30 gr. cacao
  • 1/2 bustina di lievito chimico
  • 2 cucchiai di latte

Per la ganache al cioccolato:

  • 320 gr. cioccolato fondente
  • 400 gr. panna
  • 18 gr. glucosio

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 40 minuti

Procedimento:

torta-a-cuore-al-cioccolato
Imburrare ed infarinare una tortiera dal diametro di 20 cm, oppure uno stampo a cuore
torta-a-cuore-al-cioccolato
In una ciotola disporre la farina, il cacao ed il lievito
torta-a-cuore-al-cioccolato
Con le fruste lavorare a crema il burro a temperatura ambiente
torta-a-cuore-al-cioccolato
Aggiungere lo zucchero ed amalgamare sempre con le fruste
torta-a-cuore-al-cioccolato
Una volta ottenuta una crema omogenea iniziare ad aggiungere le uova
torta-a-cuore-al-cioccolato
Aggiungere un uovo alla volta e non aggiungere il successivo fino a quando il precedente non si sarà ben amalgamato
torta-a-cuore-al-cioccolato
Dopo aver aggiunto tutte le uova setacciate sopra il composto le polveri
torta-a-cuore-al-cioccolato
Mescolare con una spatola fino al completo assorbimento
torta-a-cuore-al-cioccolato
Aggiungere il latte e la fialetta di vaniglia e mescolare nuovamente
torta-a-cuore-al-cioccolato
Riprendere la tortiera e rovesciarvi il composto livellandolo con un cucchiaio facendo attenzione a farlo arrivare in tutte le insenature, infornare in forno caldo a 180 gradi per 30 minuti, facendo la prova stecchino prima di estrarre
torta-a-cuore-al-cioccolato
Intanto preparare la ganache, in una ciotola resistente al calore spezzettare il cioccolato
torta-a-cuore-al-cioccolato
Far fondere il cioccolato a bagno maria o al microonde portandolo ad una temperature di 40 gradi (misurando con un termometro da cucina)
torta-a-cuore-al-cioccolato
Mettere a bollire la panna con lo sciroppo di glucosio, io non avevo lo sciroppo ho usato la polvere senza problemi
torta-a-cuore-al-cioccolato
Versare la panna bollente sopra il cioccolato fuso
torta-a-cuore-al-cioccolato
Mescolare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo e lasciar raffreddare per un paio d’ore
torta-a-cuore-al-cioccolato
Riprendere la ganache e montarla con un frullatore elettrico per 3-5 minuti fino a quando si addensa
torta-a-cuore-al-cioccolato
Riprendere la torta al cioccolato ormai fredda, estrarla dallo stampo e tagliarla a metà
torta-a-cuore-al-cioccolato
Farcire con metà della ganache e coprire premendo leggermente
torta-a-cuore-al-cioccolato
Farcire con la restante ganache al cioccolato facendo delle onde con il cucchiaio
torta-a-cuore-al-cioccolato
Gustatevi la vostra buonissima torta al cioccolato con ganache al cioccolato
torta-a-cuore-al-cioccolato
torta-a-cuore-al-cioccolato

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015 – All rights reserved

Pasta ai 4 formaggi

La ricetta della pasta ai 4 formaggi è un piatto classico della stagione invernale, un primo piatto sostanzioso e confortevole, uno dei miei confort food. La ricetta è molto semplice da preparare e piace a tutti, a volte anche a chi non è particolarmente amante dei formaggi. Fino all’altro giorno preparavo la pasta ai 4 formaggi senza una ricetta precisa, ogni volta provavo a cambiare qualcosa e veniva buona comunque, non facevo altro che mescolare insieme alcuni formaggi che mi avanzavano in frigo, magari di diverse consistenze ed aggiungere un po’ di panna, la pasta veniva buona si, ma niente di particolarmente innovativo, poi un giorno ho avuto una illuminazione! :) Nella mensa dove mangio nella pausa pranzo preparano delle cose buonissime, tanto che più che una mensa sembrerebbe di pranzare in un ristorante, tra queste c’è appunto la pasta ai 4 formaggi. Un giorno ho cercato di far bene attenzione ai sapori ed a capire come era fatta, il condimento aveva una consistenza diversa rispetto a quello che preparavo a casa, allora, ad ogni forchettata cercavo di capire che cos’era, poi mi si è accesa la lampadina🙂 era besciamella quella che legava tutti i formaggi, senza coprire il gusto del formaggio, anzi esaltandolo. E così ho provato a prepararla a casa e devo dire che è stata la più buona pasta ai 4 formaggi che abbia mai mangiato. Vi lascio la mia ricetta e se decidete di provare a prepararla fatemi sapere se vi è piaciuta!

Ingredienti per 4 persone:

  • 380 gr. pasta corta
  • 80 gr. taleggio
  • 80 gr. gorgonzola
  • 80 gr. fontina
  • 60 gr. grana grattugiato
  • 300 ml. latte
  • 40 gr. burro
  • 10 gr. farina
  • sale
  • noce moscata
  • 1 ciuffetto di prezzemolo

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Procedimento:

pasta-ai-4-formaggi
Tagliare i formaggi in piccoli pezzi e metterli da parte
pasta-ai-4-formaggi
Grattugiare il formaggio e metterlo da parte
pasta-ai-4-formaggi
Lavare, sgocciolare e tagliare fine al coltello il prezzemolo
pasta-ai-4-formaggi
Mettere a bollire l’acqua della pasta e salare. Intanto che l’acqua bolle preparare la besciamella. In un pentolino versare 10 gr. di burro, quando si sarà sciolto aggiungere la farina e far cuocere un minuto
pasta-ai-4-formaggi
Aggiungere poco alla volta il latte e mescolare velocemente con una frusta in modo che non si formino grumi, salare e grattugiare la noce moscata
pasta-ai-4-formaggi
Sempre rimestando portare a cottura, sarà pronta appena inizia a bollire e ad addensarsi
pasta-ai-4-formaggi
In un’altra pentola mettere i 30 gr. di burro rimanente, lasciarlo sciogliere ed aggiungere il taleggio, il gorgonzola ed il fontina
pasta-ai-4-formaggi
Aggiungere ai formaggi la besciamella e mescolare per farli sciogliere
pasta-ai-4-formaggi
Una volta sciolti aggiungere anche il grana
pasta-ai-4-formaggi
Mescolare fino a far sciogliere ed amalgamare tutti i formaggi, se dovesse risultare troppo densa aggiungere 3 cucchiai di acqua di cottura della pasta. A questo punto dovrebbe essere cotta anche la pasta
pasta-ai-4-formaggi
Versare la pasta al dente nella pentola con il condimento
pasta-ai-4-formaggi
Mescolare il tutto ed aggiungere il prezzemolo tritato
pasta-ai-4-formaggi
Impiattare la vostra pasta ai quattro formaggi e servire subito

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015 – All rights reserved

Frittelle con mele e uvetta ripiene di crema pasticcera al rum

Le frittelle di mele e uvetta sono un altro golosissimo dolce di carnevale. Sono buonissime se mangiate da sole, con ripiene di crema pasticcera al rum diventano un dolce assolutamente libidinoso😛 … Queste frittelle sono un ricordo di gioventù. Durante il periodo di carnevale, in una pasticceria qui vicino preparavano queste frittelle ripiene di crema al rum, la cosa più buona che io abbia mai mangiato, da golosissima quale ero e sono, ne mangiavo una dietro l’altra non riuscivo a fermarmi, me avrei mangiate a decine, solo che al tempo non ingrassavo, adesso a un certo punto devo fermarmi senno è il massacro! Ogni anno a carnevale mi ricordavo di queste frittelle e andavo appositamente in pasticceria a prenderle, ma non si trovavano sempre, così, quando le trovavo facevo scorta🙂 Mai avrei pensato di poter essere in grado di prepararle da me a casa, invece, da qualche anno le faccio a casa, con grande soddisfazione, sia nella versione con la crema che senza. In entrambi i casi vengono buonissime, e anche ora quando inizio a mangiarle faccio fatica a fermarmi. Ho preparato queste frittelle di mele e uvetta con la crema pasticcera al rum domenica scorsa, ho fatto giusto un paio di foto e poi le ho messe in mezzo al tavolo e sono finite in un baleno! Se non le avete mai provate dovete farle assolutamente, e non sono nemmeno difficili da preparare! Praticamente si tratta di una pasta choux arricchita di mele e uvetta. Ah se l’avessi saputo prima …😉

Ingredienti per 6 persone

Per le frittelle:

  • 250 gr. farina 00
  • 100 gr. uva sultanina
  • 1 mela
  • 50 gr. burro
  • 25 gr. zucchero
  • 6 uova
  • 300 ml acqua
  • la scorza grattugiata di 1 limone
  • 1 bicchiere rum
  • 1 bustina vanillina
  • 1 pizzico di sale
  • zucchero semolato per cospargere
  • 1 litro di olio di semi di arachide per friggere

Per la crema pasticcera al rum

  • 3 tuorli d’uovo
  • 90 gr. zucchero
  • 270 ml. latte
  • 30 ml. panna
  • 1/2 bicchiere di rum
  • 1/2 bacca di vaniglia (i semi interni)
  • 21 gr. amido di mais

Tempo di preparazione: Frittelle 20 minuti – Crema pasticcera 10 minuti

Tempo di cottura: Frittelle: 40 minuti – Crema pasticcera 5 minuti

Procedimento:

frittelle-con-mele-e-uvetta-ripiene-di-crema-pasticcera-al-rum
Per preparare le frittelle con mele e uvetta ripiene di crema pasticcera al rum iniziamo con la preparazione delle frittelle. Mettere l’uvetta in ammollo nel rum
frittelle-con-mele-e-uvetta-ripiene-di-crema-pasticcera-al-rum
Pelare la mela, togliere il torsolo e tagliarla a piccoli cubetti
In un pentolino versare 300 ml di acqua, il burro, lo zucchero, il sale e portare a bollore
In un pentolino versare 300 ml di acqua, il burro, lo zucchero, il sale e portare a bollore
frittelle-con-mele-e-uvetta-ripiene-di-crema-pasticcera-al-rum
Appena l’acqua bolle aggiungere, tutta in una volta, la farina
frittelle-con-mele-e-uvetta-ripiene-di-crema-pasticcera-al-rum
Mescolare con un cucchiaio di legno fino a quando non si formerà un impasto a palla che si staccherà dalle pareti e lascierà una patina bianca sul fondo
frittelle-con-mele-e-uvetta-ripiene-di-crema-pasticcera-al-rum
Spegnere il gas e trasferire l’impasto in un altro recipiente. Iniziare ad amalgamare le uova una alla volta con un mixer
frittelle-con-mele-e-uvetta-ripiene-di-crema-pasticcera-al-rum
Non unire il secondo uovo fino a quando il primo non si sarà amalgamato
frittelle-con-mele-e-uvetta-ripiene-di-crema-pasticcera-al-rum
Procedere in questo modo fino all’esaurimento delle uova
frittelle-con-mele-e-uvetta-ripiene-di-crema-pasticcera-al-rum
Di seguito aggiungere la scorza grattugiata del limone, l’uvetta ammollata e strizzata, le mele e la vanillina
frittelle-con-mele-e-uvetta-ripiene-di-crema-pasticcera-al-rum
Mescolare il tutto per amalgamare
frittelle-con-mele-e-uvetta-ripiene-di-crema-pasticcera-al-rum
Scaldare l’olio a 180 gradi, una volta in temperatura ( potete misurarla con un termometro o inserendo il manico di un cucchiaio di legno, se fa le bollicine è ok, ci vorranno 5 minuti circa ) iniziata a versare delle piccole cucchiaiate di composto aiutandovi con un altro cucchiaio per rovesciarle nell’olio
frittelle-con-mele-e-uvetta-ripiene-di-crema-pasticcera-al-rum
Girare le frittelle fino a farle dorare, poi sollevarle con una schiumarola, scolarle bene e girarle nello zucchero
frittelle-con-mele-e-uvetta-ripiene-di-crema-pasticcera-al-rum
Disporle direttamente sul piatto di portata
frittelle-con-mele-e-uvetta-ripiene-di-crema-pasticcera-al-rum
Se avete deciso di riempirle con la crema pasticcera al rum potete farlo ora inserendo la crema pasticcera in una sac-a-poche con il beccuccio fino, facendo un foro nella frittella ed inserendo la crema pasticcera
crema-pasticcera-al-rum
Per preparare la crema pasticcera mettere in un recipiente i tuorli, lo zucchero, i semi della bacca di vaniglia e mescolate il tutto con una frusta
frittelle-con-mele-e-uvetta-ripiene-di-crema-pasticcera-al-rum
Mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo
frittelle-con-mele-e-uvetta-ripiene-di-crema-pasticcera-al-rum
Aggiungere l’amido ed amalgamare
frittelle-con-mele-e-uvetta-ripiene-di-crema-pasticcera-al-rum
Aggiungere latte e panna ed amalgamare
frittelle-con-mele-e-uvetta-ripiene-di-crema-pasticcera-al-rum
Mettere il composto al microonde ed azionare alla massima potenza per 2 minuti e poi estrarre
frittelle-con-mele-e-uvetta-ripiene-di-crema-pasticcera-al-rum
Mescolare velocemente con la frusta e ripetere l’operazione per una o due volte (questa volta tenerla per un solo minuto al microonde) fino a quando la crema non si sarà addensata
crema-pasticcera-al-rum
Estrarre la crema, mescolarla bene con la frusta ed aggiungere il rum. Lasciar raffreddare coperta da pellicola a contatto e rovesciare nella sac-a-poche per l’utlizzo

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015 – All rights reserved

Scaloppine ai funghi

Le scaloppine ai funghi sono un secondo piatto che profuma d’autunno, tanto veloce da preparare quanto gustoso. La preparazione è molto semplice, la carne di maiale viene passata nella farina e cotta nel burro, i funghi si cuociono a parte ed alla fine si unisce il tutto, la lonza saporita si sposa con l’amarognolo dei funghi dando vita ad un delizioso piatto che mette insieme secondo e contorno. Per cucinare le scaloppine ai funghi si possono utilizzare sia funghi champignon che si trovano nei negozi in ogni stagione, ma anche chiodini o funghi misti, per dare un tocco più ricco al piatto si possono usare i funghi porcini, tanto meglio se di bosco, renderanno sicuramente il piatto più gustoso e prezioso ma anche il costo sarà molto più elevato, con i funghi champignon otterrete un secondo piatto comunque buono e sicuramente molto più economico.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr. fettine di lonza di maiale
  • 500 gr. funghi champignon
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio
  • 40 gr. burro
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • farina per impanare più 1 cucchiaio per il sughetto
  • 1 bicchiere di brodo
  • sale, pepe

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 20 minuti

Procedimento:

In una pentola mettere l'olio e lo spicchio d'aglio e far dorare
In una pentola mettere l’olio e lo spicchio d’aglio e far dorare
Tagliare il pezzo di gambo con la terra ai funghi, lavarli, asciugarli e tagliarli a fette per il senso della lunghezza. Una volta rosolato l'aglio toglierlo dalla pentola e versare i funghi
Tagliare la parte finale del gambo con la terra, lavare, asciugare e tagliare a fette i funghi nel senso della lunghezza. Una volta rosolato l’aglio sollevarlo e versare i funghi
Far saltare i funghi, aggiungere sale, pepe e prezzemolo
Far saltare i funghi, aggiungere sale, pepe e prezzemolo
funghi-trifolati
Cuocere per una decina di minuti
Aggiungere un bicchiere di brodo ed un cucchiaio di farina per far formare il sughetto
Aggiungere un bicchiere di brodo ed un cucchiaio di farina e far addensare il sughetto

 

scaloppine
Infarinare le fettine di lonza premendo con le dita per appiattirle

 

scaloppine
Sistemate le scaloppine su un piatto
In un'ampia pentola far sciogliere il burro
In un’ampia pentola far sciogliere il burro
Disporre le scaloppine e farle rosolare su entrambi i lati, 3-4 minuti per lato
Disporre le scaloppine e cuocerle 3-4 minuti per lato, salare e pepare

 

scaloppine-ai-funghi
Aggiungere i funghi champignon trifolati alla pentola con le scaloppine, lasciar insaporire un paio di minuti e servire

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015 – All rights reserved

Cordon Bleu

I Cordon Bleu sono un secondo piatto molto gustoso preparato con una bistecca di petto di pollo che farcita con  prosciutto cotto formaggio, la fettina di pollo viene ripiegata a libro, passata nell’uovo e poi nel pangrattato e cotta. La panatura sigilla il Cordon Bleu e non fa fuoriuscire il ripieno. I Condon Bleu si trovano anche già pronti nel banco frigo di tutti i supermercati, in commercio se ne trovano di tutte le marche, ma sono così semplici e veloci da fare, che davvero un peccato accontentarsi di una cotoletta di pollo preconfezionata. Inoltre il gusto di un Cordon Bleu fatto in casa non ha niente a che vedere con quello che si compra che sa di industriale e ha poco sapore. Allora perché non prepararseli  a casa? Queste buonissime cotolette di pollo ripiene  sono molto apprezzate dai bambini, ma piacciono molto anche ai grandi. Se desiderate un Cordon Bleu più leggero potete cuocerlo in forno a 200° per 20 min. Provate anche voi a prepararli in casa e poi ditemi se non ne valeva la pena🙂

Ingredienti:

  • 4 fettine di pollo (circa 300 gr.)
  • 1 hg. prosciutto cotto
  • 80 gr. provola
  • 2 uova
  • 150 gr. pangrattato
  • olio di semi
  • sale pepe

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Procedimento:

Tagliare la provola a fettine
Tagliare la provola a fettine
Prendere ogni cotoletta di pollo e adagiarvi una fetta di prosciutto ed una di provola
Prendere ogni cotoletta di pollo e adagiarvi una fetta di prosciutto ed una di provola
Piegare a libro
Piegare a libro
In un piatto sbattere le uova con sale e pepe
In un piatto sbattere le uova con sale e pepe
Passare le fettine di pollo farcite prima nell'uovo e poi nel pan grattato, due volte
Passare le fettine di pollo farcite prima nell’uovo e poi nel pan grattato, due volte
Far scaldare in un'ampia padella abbondante olio di semi
Far scaldare in un’ampia padella abbondante olio di semi
Quando l'olio è caldo aggiungere i Cordon Bleu e far cuocere rigirandoli su tutti i lati
Quando l’olio è caldo aggiungere i Cordon Bleu e far cuocere rigirandoli su tutti i lati
cordon-bleu
Lasciate cuocere una decina di minuti
cordon-bleu
Servite il vostro Cordon Bleu con un contorno a piacere

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015 – All rights reserved