Conchiglioni ripieni

I conchiglioni ripieni di funghi e prosciutto sono il piatto che ho preparato per pranzo domenica scorsa, si tratta di un primo piatto ricco e gustoso, adatto ad essere preparato per il giorno della festa. Quest’anno a Pasquetta siamo andati a fare un giro a Trieste, era tanto che non ci andavo ma ci torno sempre con piacere perché è una città molto bella, con tanti posti da visitare. Questa volta in particolare ci siamo andati per vedere Eataly. Per chi non lo conoscesse Eataly è una struttura fissa che ospita molte delle eccellenze del food & drink italiano e si può trovare in diverse altre città italiane e credo che ce ne sia qualcuna anche all’estero. La prima volta ci sono stata a Torino qualche anno fa, ma so che ce n’è uno anche a Firenze e di recente ne hanno aperto uno anche a Milano. A Eataly si possono sia comprare i prodotti disponibili sugli scaffali, come le paste di Meliga piemontesi, il pesto del Tigullio, la Nduja calabrese, i taralli pugliesi, che mangiare sul posto o degustare prodotti tipici locali e nazionali. Io ad esempio ho preso dei crostini con un’ ottimo baccalà mantecato e poi una focaccia genovese da svenimento… Abbiamo fatto anche un po’ di spesa e ci siamo portati a casa questi bellissimi conchiglioni di Gragnano che ho cucinato con un ripieno classico di funghi e prosciutto. Bene amici, ora vi saluto, vi lascio alla ricetta e ci leggiamo più tardi 🙂

Ingredienti:

  • 250 gr. conchiglioni
  • 500 gr. funghi champignon
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • olio EVO
  • burro
  • 1 spicchio d’aglio
  • 150 gr. prosciutto cotto
  • 100 gr. gorgonzola
  • 4 cucchiai formaggio grattugiato
  • 200 gr. passata di pomodoro
  • 1/2 cipolla
  • sale, pepe

Per la besciamella:

  • 400 ml. latte
  • 20 gr. burro
  • 20 gr. farina
  • sale
  • noce moscata

Tempi di preparazione: 1 ora

Tempi di cottura: 1 ora, 5 minuti

Procedimento:

Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
Mettere a cuocere i conchiglioni in acqua bollente e salata, aggiungere anche un goccio di olio per evitare che si attacchino
Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
Lavare velocemente i funghi, eliminare la parte di gambo con la terra, asciugarli e tagliarli a fettine
Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
In una padella capiente sciogliere il burro e far imbrunire l’aglio
Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
Sollevare l’aglio, mettere a cuocere i funghi, aggiungere sale e pepe. Lavare e tagliare finemente il prezzemolo
Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
Aggiungere il prezzemolo, cuocere per una decina di minuti e poi spegnere il fuoco
Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
Non aspettate che si asciughi tutta l’acqua dei funghi prima di spegnere il fuoco, i funghi si asciugheranno un pochino comunque
Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
Quando i conchiglioni saranno al dente scolarli e metterli su un panno uno separato dall’altro
Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
Tagliare finemente la cipolla e lasciarla appassire qualche minuto con l’olio
Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
Aggiungere la passata di pomodoro, sale e pepe e lasciar cuocere una decina di minuti
Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
Spegnere il fuoco e mettere da parte
Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
Spezzettare il prosciutto e passarlo velocemente in padella con una noce di burro

 

Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
Preparare la besciamella facendo sciogliere in un pentolino la farina con il burro
Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
Cuocere un paio di minuti e poi aggiungere gradatamente il latte mescolando con una frusta affinché non si formino grumi
Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
Aggiungere sale e noce moscata, portare a bollore sempre rimestando e poi spegnere il fuoco
Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
Mettere nel mixer i funghi, il prosciutto, il gorgonzola, 2 cucchiai di formaggio grattugiato ed aggiungere qualche cucchiaio di besciamella
Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
Azionare la macchina e frullare velocemente in modo che rimanga qualche pezzettino intero
Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
Con un cucchiaio riempire i conchiglioni
Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
Mettere sul fondo della pirofila un paio di cucchiai di besciamella e disporre i conchiglioni
Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
Coprire i conchiglioni con la besciamella rimasta e con la passata di pomodoro, spolverare con 2 cucchiai di formaggio grattugiato ed infornate a 180 gradi per 30 minuti

 

Conchiglioni ripieni prosciutto e funghi ricetta
Ed ecco pronti i conchiglioni ripieni di funghi e prosciutto

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Pesce persico con verdure

Il Pesce persico con verdure è un ottimo secondo piatto di pesce, leggero, completo e saporito che si prepara in padella. Ho ritrovato questa ricetta dopo tanto tempo nascosta sotto a un cumulo di altre vecchie ricette dentro ad una agenda dello scorso millennio che era ormai quasi andata nel dimenticatoio, mi è passata tra le mani l’altro giorno mentre ero in cerca di ispirazione. Me l’aveva detta al volo una signora che faceva fisioterapia con me qualche annetto fa, in seguito alla rottura di un ginocchio, ci siamo trovate a condividere esperienze simili e la cosa ci aveva legate in un’amicizia. Così mi è venuto in mente che era molto tempo che non preparavo una ricetta di pesce. Il pesce persico è un pesce di grandi dimensioni originario dell’Europa centro settentrionale che vive in acque dolci. In Italia è presente soprattutto al nord sia nei fiumi che nei laghi, la sua carne è molto buona e, a mio parere sa poco di pesce.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 filetti di pesce persico in totale 650-700 gr.
  • 1/2 cipolla (100 gr.)
  • 1 zucchina (200 gr.)
  • 1 carota (100 gr.)
  • 1 gambo di sedano
  • 300 gr. patate
  • 3-4 pomodorini
  • prezzemolo, basilico
  • sale, pepe
  • olio EVO

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 55 minuti

Procedimento:

Ricetta pesce persico con verdure
Lavare e tagliare a piccoli cubetti sedano, carota e zucchina
Ricetta pesce persico con verdure
Tagliare finemente la cipolla e metterla ad appassire in un’ampia padella con un giro di olio
Ricetta pesce persico con verdure
Aggiungere al soffritto le verdure tagliate, salare, pepare, unire qualche foglia di basilico spezzettato e cuocere per una decina di minuti
Ricetta pesce persico con verdure
Pelare le patate e affettarle molto finemente con una mandolina
Ricetta pesce persico con verdure
Mettere i filetti di pesce persico sopra le verdure aggiungere sale, pepe e cuocerli per una decina di minuti
Ricetta pesce persico con verdure
Girare delicatamente i filetti di persico aiutandosi con una spatola per non romperli
Ricetta pesce persico con verdure
Coprire il pesce con le patate ed i pomodorini tagliati a spicchi e salare anche queste verdure
Ricetta pesce persico con verdure
Coprire la padella, se non avete un coperchio potete coprirla come ho fatto io con della carta forno, sigillandola con la stagnola. Cuocere al minimo per 40 minuti
Ricetta pesce persico con verdure
Spolverate con una manciata di prezzemolo ed ecco la vostra padellata di Pesce persico con verdure pronta per essere gustata

Ricetta pesce persico con verdure

Ricetta pesce persico con verdure
Servite il pesce persico caldo con le sue verdurine

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Victoria Sponge cake

La Victoria Sponge cake o Victoria sandwich è una torta tipica della pasticceria inglese, forse la torta inglese più conosciuta, ed è la torta di compleanno che ho preparato quest’anno per mio figlio Luca. Si dice che fosse la torta preferita dalla regina Vittoria e che la gustasse assieme al thè delle cinque. Avevo già visto questo dolce diverse volte sia su internet che su qualche libro di cucina ma mi sembrava troppo complesso ed avevo un po’ di timore ad affrontarlo, poi l’ho vista preparare durante l’ultima edizione di Bake Off UK e mi sono resa conto che non è per niente complicata. La Victoria Sponge è formata da 2 dischi di Sponge Cake farciti con una crema al formaggio e con della marmellata di lamponi o fragole, nel mio caso di fragole che vengono uniti insieme a formare proprio un panino, da qui il nome Victoria Sandwich. La torta è molto buona, la pasta rimane umida ed ha un’ottima consistenza, morbida ma compatta, il ripieno si abbina particolarmente bene ed veloce da preparare, diciamo un veloce sbrigativo tipo inglese 🙂

Ingredienti 2 stampi da 20 cm. :

  • 180 gr. farina 00
  • 180 gr. zucchero
  • 180 gr. burro
  • 3 uova
  • 1 cucchiaino di vaniglia
  • 1 pizzico di sale

Per il ripieno:

  • 250 gr. mascarpone
  • 250 gr. Philadelphia
  • 30 gr. zucchero a velo
  • 1 cucchiaino di vaniglia (o mezza bacca, o 1 bustina di vanillina)
  • qualche goccia di succo di limone
  • 170 gr. buona marmellata di fragole (o lamponi)

Per guarnire:

  • Zucchero a velo
  • 3 fragole

Tempi di preparazione: 40 minuti

Tempi di cottura: 20 minuti

Procedimento:

Ricetta Victoria Sponge o Victoria Sandwich
Imburrare ed infarinare 2 stampi da 20 cm. In un’ampia terrina mettere il burro a temperatura ambiente, lo zucchero, la vaniglia ed il sale e con le fruste amalgamare il tutto
Ricetta Victoria Sponge o Victoria Sandwich
Quando avete ottenuto una crema aggiungete le uova una per volta, amalgamando bene il precedente prima di aggiungere il successivo
Ricetta Victoria Sponge o Victoria Sandwich
Unire la farina ed il lievito setacciati
Ricetta Victoria Sponge o Victoria Sandwich
Dividere equamente l’impasto nei 2 stampi ed infornare in forno caldo a 180 gradi per 20 minuti
Ricetta Victoria Sponge o Victoria Sandwich
Mentre la Sponge cuoce preparare la farcitura. Mettere in una terrina tutti gli ingredienti ed amalgamare con una spatola

Ricetta Victoria Sponge o Victoria Sandwich

Ricetta Victoria Sponge o Victoria Sandwich
Fare la prova stecchino, se le sponge sono cotte estrarle dal forno e lasciarle raffreddare per qualche minuto, dopo di che liberarle dagli stampi
Ricetta Victoria Sponge o Victoria Sandwich
Mettere la base sul piatto di portata e farcirla con la crema ai formaggi
Ricetta Victoria Sponge o Victoria Sandwich
Stendere sopra la marmellata di fragole e coprire con il secondo disco schiacciandolo leggermente per farlo aderire
Ricetta Victoria Sponge o Victoria Sandwich
Spolverare al Victoria Sponge cake con lo zucchero a velo e tenere in frigo fino al momento di servire
Ricetta Victoria Sponge o Victoria Sandwich
Guarnire a piacere

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Panini napoletani

Quando ho visto per la prima volta i Panini napoletani sono rimasta entusiasta nel vedere questi morbidi bocconcini ripieni, non ero molto pratica di lievitati salati e la cosa mi ha dato lo stimolo a prepararli subito, poi però, siccome mio marito non era rimasto particolarmente entusiasta del gusto degli affettati dentro nella pane cotto non li ho più preparati, lui è più familiare con i sapori austriaci, che sono tutta un’altra cosa. Li ho rifatti quest’anno come alternativa alle solite cose in occasione della Pasquetta. Devo dire che io li adoro, soprattutto quando sono ancora tiepidi ne mangerei uno dietro l’altro. I Panini napoletani sono uno dei più tipici Street food del capoluogo campano, una ricetta della tradizione preparata con ingredienti semplici, un impasto di pane arricchito con sale, pepe e strutto che nelle ricette moderne viene sostituito con l’olio, farcito con salumi e formaggi, arrotolato su se stesso e tagliato a pezzetti, al nord non abbiamo questa tradizione ma io adoro spaziare tra le ricette tipiche della nostra bella Italia.

Ingredienti:

  • 125 ml acqua
  • 125 ml. latte
  • 450 gr. farina 00
  • 40 gr. strutto
  • 15 gr. lievito di birra
  • sale, pepe
  • 100 gr. prosciutto cotto
  • 100 gr. salame
  • 100 gr. provola
  • 30 gr. parmigiano
  • 1 tuorlo sbattuto

Tempi di preparazione: 30 minuti (più 3 ore di lievitazione)

Tempi di cottura: 30 minuti

Procedimento:

Ricetta panini napoletani
Nella tazza della planetaria mettere la dose di acqua ed unire il latte tiepido, sbriciolare il lievito e mescolare con una spatolina
Ricetta panini napoletani
Unire una parte della farina e mescolare in modo da ottenere un impasto denso, aggiungere poi lo strutto ed amalgamare
Ricetta panini napoletani
Aggiungere ora il resto della farina, sala pepe ed impastare per 5 minuti con il gancio
Ricetta panini napoletani
Quando l’impasto si sarà ben incordato staccarlo dal gancio e formare una palla
Ricetta panini napoletani
Ungere la tazza della planetaria, rimettere dentro l’impasto, ungerlo con un po’ di olio, coprire con pellicola e mettere a lievitare in forno spento con la luce accesa per 2 ore
Ricetta panini napoletani
Dopo 2 ore l’impasto dovrebbe essere più che raddoppiato di volume, rovesciarlo sulla spianatoia e stenderlo in un rettangolo
Ricetta panini napoletani
Tagliare a cubetti i salumi ed il formaggio e farcire l’impasto, spolverare con il formaggio grattugiato mantenendo liberi i bordi
Ricetta panini napoletani
Arrotolarlo su se stesso dal lato lungo mantenendo la chiusura verso il basso
Ricetta panini napoletani
Tagliare il rotolo a metà e poi ancora a metà ed in 2 le 2 metà in modo da ottenere 8 panini
Ricetta panini napoletani
Disporre i panini sulla teglia del forno sopra un foglio di carta forno e mettere a lievitare per 1 ora
Ricetta panini napoletani
Spennellare con l’uovo sbattuto, cuocere in forno caldo a 180 gradi per 30 minuti
Ricetta panini napoletani
Sfornare i panini e lasciarli intiepidire per qualche minuto
Ricetta panini napoletani
Gustare i panini caldi, tiepidi o anche freddi
Ricetta panini napoletani
I panini si manterranno tiepidi all’interno a lungo

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Pasta al pesto di asparagi

Vi avevo promesso che per quest’anno non avrei più postato ricette con gli asparagi … avevo mentito 😀 mi dispiace ma alla ricetta della Pasta al pesto di asparagi non sono riuscita a resistere, quando l’altro giorno la mia collega mi ha detto che ha fatto questa pasta e suo marito non finiva mai di dire che buona … che buona, ma che buona … facendomi il mimo di lui che si leccava i baffi, non ho potuto fare a meno di chiederle la ricetta, si, lo so, sono curiosa come una scimmia 🙂 Ho ricomprato gli asparagi, che ormai pensavo di avere archiviato per quest’anno e mi sono cimentata in questa ricetta facile quanto gustosa. A proposito, poi anche mio marito ha gradito nonché autorizzato la pubblicazione sul blog della ricetta 😉

Ingredienti per 4 persone:

  • 360 gr. pasta corta
  • 500 gr. asparagi
  • 30 gr. pinoli
  • il succo di mezzo limone
  • 40 gr. formaggio grattugiato
  • 80 gr. olio evo
  • sale

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Procedimento:

Ricetta Vellutata di asparagi
Lavare gli asparagi, pelare i gambi e spezzarli. Il gambo dovrebbe rompersi nel punto esatto in cui inizia a essere morbido
Ricetta pasta al pesto di asparagi
Lessare gli asparagi in acqua bollente e salata per 5 minuti
Ricetta pasta al pesto di asparagi
Sollevare gli asparagi e mettere a cuocere la pasta nella stessa acqua. Tagliare gli asparagi in 3 pezzi
Ricetta pasta al pesto di asparagi
Tenere da parte alcune punte e tagliarle per il lungo, saranno da aggiungere alla fine alla pasta condita.
Ricetta pasta al pesto di asparagi
Mettere in un recipiente gli asparagi, l’olio, i pinoli, il formaggio grattugiato ed il succo del limone
Ricetta pasta al pesto di asparagi
Con un mixer ad immersione frullare il tutto fino ad ottenere una crema

 

Ricetta pasta al pesto di asparagi
Quando la pasta è cotta al dente scolarla, unire il pesto di asparagi e le punte tenute da parte. Servire la pasta al pesto di asparagi con una ulteriore spolverata di formaggio grattugiato

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Schiacciatina di zucchine

Sono incappata per caso l’altro giorno su facebook in questa ricetta sfiziosa della Schiacciatina di zucchine, era un video veloce di non so quale blog che ho guardato e mi è sembrato subito interessante, un ottimo stuzzichino da preparare come antipasto o per accompagnare l’aperitivo, poi però sono andata oltre, l’ho perso e non l’ho più ritrovato. Siccome la ricetta mi piaceva ho cercato su internet e ho trovato la fonte di cotanta delizia nel sito cookaround e precisamente qui . La Schiacciatina di zucchine è un antipasto facile e veloce da preparare, può essere gustata calda ma è buona anche fredda ed è quindi ideale anche da portare nel cestino del picnic, è molto versatile perché oltre che con le zucchine si può preparare anche con le patate o con le cipolle, spero di avervi fatto venire l’acquolina in bocca, in questo caso non vi resta che provarla!

Ingredienti:

  • 200 gr. farina
  • 350 gr, zucchine
  • 350 ml. acqua
  • 2 cucchiaini di sale
  • 50 ml. olio
  • 30 gr. formaggio grattugiato

Tempi di preparazione: 20 minuti

Tempi di cottura: 35 minuti

Procedimento:

Ricetta schiacciatina di zucchine
Lavare le zucchine, spuntarle e tagliarle a fette sottili 2 mm
Ricetta schiacciatina di zucchine
In un recipiente mescolare l’acqua con l’olio ed il sale
Ricetta schiacciatina di zucchine
Aggiungere la farina e mescolare fino ad ottenere un composto fluido
Ricetta schiacciatina di zucchine
Aggiungere il formaggio grattugiato ed amalgamare
Ricetta schiacciatina di zucchine
Aggiungere anche le zucchine e mescolare

Ricetta schiacciatina di zucchine

Ricetta schiacciatina di zucchine
Stendere il composto sulla teglia del forno sopra un foglio di carta forno, versare un filo d’olio ed infornare
Ricetta schiacciatina di zucchine
Cuocere a 230 gradi per 35 minuti
Ricetta schiacciatina di zucchine
Tagliare la schiacciatina di zucchine in quadrotti e servire in tavola

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Canederli

I Canederli o Knödel in tedesco, sono un piatto di origine contadina tipico trentino che mi piace fare ogni tanto, si tratta di una specie di grosso gnocco preparato con il pane raffermo mescolato con cipolla, speck ed erba cipollina e tenuto vicino dall’uovo. I Canederli vengono poi cucinati nel brodo e serviti con burro fuso e formaggio grattugiato, un primo piatto gustoso e saporito ideale da gustare durante la stagione invernale, non si tratta infatti di un piatto leggero, ma ogni tanto uno strappo alla regola si può fare 🙂

Ingredienti:

  • 200 gr. pane raffermo
  • 2 uova
  • 150 ml. latte
  • 80 gr. speck
  • 2 cucchiai di farina
  • 80 gr. formaggio fresco (3 mesi)
  • un ciuffetto di prezzemolo
  • erba cipollina
  • 40 gr. burro
  • formaggio grattugiato

Tempo di preparazione: 45 minuti

Tempo di cottura: 5 minuti

Procedimento:

Ricetta Canederli
Tagliare il pane in piccoli cubetti e fare lo stesso con lo speck. Tagliare finemente la cipolla ed il prezzemolo
Ricetta Canederli
Rosolare la cipolla per qualche minuto a fuoco basso con un filo d’olio
Ricetta Canederli
Aggiungere lo speck e rosolare anche questo

Ricetta Canederli

Ricetta Canederli
In un’ampia terrina mescolare il pane con la cipolla e lo speck
Ricetta Canederli
In un’altra terrina mettere le uova intere ed il latte e mescolare con una frusta
Ricetta Canederli
Aggiungere prezzemolo ed erba cipollina e mescolare
Ricetta Canederli
Aggiungere a questo il pane ed amalgamare il tutto
Ricetta Canederli
Aggiungere la farina, sale e pepe ed amalgamare
Ricetta Canederli
Formare delle palline grandi circa quanto un’albicocca
Ricetta Canederli
Mettere a bollire il brodo o in alternativa mettere nell’acqua un cubetto di dado ed immergervi i canederli. Cuocere a fuoco basso lasciando sobbollire i canederli per 5 minuti da quando vengono a galla
Ricetta Canederli
Condire i canederli con burro fuso e formaggio grattugiato e servirli caldi

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Salam tal aset – Salame all’aceto

Il Salam tal aset in italiano Salame all’aceto è una ricetta tipica friulana, una di quelle ricette della cucina povera di una volta, di quelle che si preparavano con quel poco che si aveva, che ora non si fanno quasi più e si mangiano solo ogni tanto alle Sagre paesane o in qualche casa del nord del Friuli. Nemmeno io l’avevo mai preparata in casa prima, l’avevo mangiata a casa dei miei e ad una sagra tempo fa. Mio marito quando l’ha assaggiato, essendo un amante del genere, ha commentato: – da rifare! – Preparare in casa il Salame all’aceto è molto facile e veloce, la ricetta di questo secondo piatto va obbligatoriamente gustata accompagnata con una bella fetta di polenta fumante e magari assieme ad un frico di patate e ad un frico friabile dopo di che potete tranquillamente andare a farvi un pisolino 🙂

Ingredienti per 4 persone:

  • 8 fette di salame fresco tagliate spesse circa mezzo centimetro (in tutto è circa mezzo salame)
  • mezza cipolla
  • un goccio d’olio
  • aceto di vino rosso

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Procedimento:

Ricetta di salame all'aceto, salam tal aset
Sbucciare il salame e tagliarlo al coltello a fette spesse
Ricetta di salame all'aceto, salam tal aset
Tagliare finemente la cipolla e metterla a rosolare per qualche minuto con un goccio d’olio o con una noce di burro
Ricetta di salame all'aceto, salam tal aset
Aggiungere il salame e lasciarlo cuocere qualche minuto
Ricetta di salame all'aceto, salam tal aset
Rigirarlo e lasciarlo ancora un paio di minuti in modo che rilasci il suo grasso
Ricetta di salame all'aceto, salam tal aset
Irrorare con un bel goccio di aceto di vino rosso
Ricetta di salame all'aceto, salam tal aset
Cuocere un paio di minuti il salame nell’aceto rigirandolo
Ricetta di salame all'aceto, salam tal aset
Lasciar evaporare l’aceto
Ricetta di salame all'aceto, salam tal aset
Servire il Salame all’aceto caldo con un po’ del suo sughetto

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Torta di mele e amaretti

La ricetta della Torta di Mele e Amaretti me l’ha passata la centralinista americana dell’azienda in cui lavoro, che alla domanda – qual è la torta più buona che fai? – mi ha risposto – la torta di mele e amaretti, non sbagli mai e resta morbida per tanti giorni – si, sempre che duri tanti giorni, a casa mia è un po’ difficile, già se dura 24 ore mi preoccupo. La torta di mele a casa mia va alla grande, come sapete mi piace un sacco cucinare dolci, ne preparo uno a settimana, dei più diversi, dai più semplici a quelli più complessi, ma alla fine torniamo sempre lì, alla classica torta di mele, mio marito ogni tanto me la chiede, in genere succede che preparo un dolce e chiedo: – Com’è?!? – e di solito piace, ma ogni tanto la risposta è – Sì, buona! Ma quando ci fai una torta di mele? 😀 E allora eccola qua un’altra torta di mele, sono passati un po’ di mesi dall’ultima che ho pubblicato, quindi mi pare giusto proporne un’altra, e penso che altre ancora ne seguiranno 😉 Comunque, alla versione di Katie ho fatto qualche piccola modifica, come sono solita fare e il risultato mi è sembrato ottimo! Quanto alla cottura io ho cotto in uno stampo a cerchio apribile da 28 cm. e mi sono serviti 45 minuti, se volete cuocere più in fretta potete utilizzare la teglia del forno e in 25 minuti avrete cotto la torta ma sarà ovviamente rettangolare e più bassa.

Ingredienti:

  • 180 gr. burro
  • 200 gr. zucchero
  • 3 uova
  • 300 gr. farina
  • 1 pizzico di sale
  • 150 gr. amaretti
  • 3 mele – 700 gr. circa (io ho utilizzato Fuji)
  • 125 ml. latte (a temperatura ambiente)
  • 1 bustina di lievito
  • la buccia grattugiata di 1 limone
  • il succo di mezzo limone

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 45 minuti

Procedimento:

Ricetta torta di mele e amaretti
Mettere in un ampio recipiente il burro morbido tagliato a pezzetti, lo zucchero e la buccia grattugiata del limone ed il sale
Ricetta torta di mele e amaretti
Pelare le mele, tagliarle in 4, togliere il torsolo e tagliarle a piccoli cubetti, irrorare con il succo di mezzo limone, mescolare e tenere da parte. Mettere gli amaretti in un sacchetto e romperli con un batticarne lasciando qualche pezzo più grosso. Foderare la base dello stampo con carta forno facendola passare attraverso l’apertura, imburrare ed infarinare le pareti
Ricetta torta di mele e amaretti
Con le fruste elettriche lavorare a crema burro e zucchero, unire le uova una alla volta
Ricetta torta di mele e amaretti
Unire metà delle mele, metà degli amaretti e mescolare
Ricetta torta di mele e amaretti
Versare il composto amalgamato in uno stampo a cerchio apribile da 28 cm e livellarlo
Ricetta torta di mele e amaretti
Aggiungere l’altra metà delle mele disponendole su tutta la superficie
Ricetta torta di mele e amaretti
Ed infine coprire con gli amaretti. Cuocere in forno caldo a 180 gradi per 45 minuti
Ricetta torta di mele e amaretti
Prima di estrarre la torta dal forno infilare lo stuzzicadenti in profondità per controllare che sia cotta, se risulta asciutto potete toglierla
Ricetta torta di mele e amaretti
Ed ecco la torta sfornata

Ricetta torta di mele e amaretti

Ricetta torta di mele e amaretti
E questa è la fetta

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Guancialetti in gremolada

La gremolada o gremolata è un condimento composto da un trito di aglio, prezzemolo e la buccia grattugiata del limone tipico milanese con il quale solitamente vengono preparati gli ossibuchi ma che si presta bene anche per la preparazione di altri tipi di carne, io ad esempio ho preparato i guancialetti di manzo, una carne particolarmente tenera, la migliore per preparare un ottimo spezzatino che dopo la cottura in umido si scioglie al taglio della forchetta. I guancialetti in gremolada sono un secondo piatto fresco e delicato e sono l’ideale per il pranzo della domenica o del giorno di festa, vi lascio alla ricetta e vi auguro buona giornata 😀

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 gr. guancialetti
  • 40 gr. burro
  • 1 giro di olio EVO
  • 1 gambo di sedano
  • 200 gr. cipolla
  • 100 gr. carota
  • salvia, rosmarino
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1/2 bicchiere di brodo
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 spicchio di aglio
  • la scorza grattugiata di 1 limone
  • sale, pepe

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 1 ora minuti

Procedimento:

Ricetta guancialetti in gremolada
Tritare finemente la cipolla e lasciarla appassire a fuoco dolce con burro e olio, nel frattempo lavare e tagliare finemente anche la carota ed il sedano
Ricetta guancialetti in gremolada
Aggiungere sedano e carota e cuocere qualche mnuto
Ricetta guancialetti in gremolada
Passare i guancialetti nella farina
Ricetta guancialetti in gremolada
Sistemare i guancialetti nella pentola con le verdure e cuocere qualche minuto a fuoco vivo per sigillarli
Ricetta guancialetti in gremolada
Cuocere i guancialetti su tutti i lati per qualche minuto poi sfumarli col vino bianco
Ricetta guancialetti in gremolada
Una volta evaporato il vino bianco aggiungere il brodo
Ricetta guancialetti in gremolada
Aggiungere anche un rametto di rosmarino, qualche foglia di salvia, sale, pepe, mettere il tappo e lasciar cuocere al minimo
Ricetta guancialetti in gremolada
Nel frattempo prepariamo la gremolada, tritare finemente aglio, prezzemolo e grattugiare la buccia di un limone
Ricetta guancialetti in gremolada
Cinque minuti prima della fine della cottura aggiungere la gremolada, mescolare e terminare la cottura

Ricetta guancialetti in gremolada

Ricetta guancialetti in gremolada

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Sformato di asparagi

Ecco un’altra delle mie ricette con gli asparagi, giuro questa è l’ultima per quest’anno, poi fino alla prossima primavera non vi tedio più 🙂 lo Sformato agli Asparagi. Questa volta ho utilizzato gli asparagi bianchi di Bassano, qui siamo vicini e si trovano piuttosto facilmente. Ho assaggiato lo sformatino agli asparagi bianchi un paio di settimane fa, alla vista non mi sembrava gran chè, poi quando l’ho assaggiato ho detto mmm … niente male, così ho provato a rifarlo a casa. L’azienda per cui lavoro mi ha mandata a fare un corso di due giorno presso l’Associazione degli Industriali di Udine, un corso di Strategie per gli Acquisti, da sei mesi circa infatti sono stata trasferita all’ufficio acquisti e, avendo lavorato prima “dall’altra parte” cioè alle vendite ed al marketing, ho dovuto un attimo entrare in una nuova mentalità, e questo mi ha facilitato il compito, il corso si è rivelato molto interessante, ma d’altronde, almeno da parte mia, tutto quello che si impara di nuovo lo è, inoltre ho avuto la possibilità di assaggiare questo delizioso sformato agli asparagi bianchi così ho preso due piccioni con una sola fava. Potete servire lo sformato agli asparagi accompagnato da una salsa al formaggio fatta con la besciamella dove avete sciolto dei cubetti di taleggio, se vi interessa la potete trovare qui.

Ingredienti per 8 stampini:

  • 500 gr. asparagi bianchi
  • 40 gr. scalogno
  • 2 uova
  • 2 cucchiai formaggio grattugiato
  • 80 gr. ricotta
  • olio EVO
  • sale, pepe
  • burro
  • pangrattato

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 60 minuti

Procedimento:

Ricetta sformato di asparagi
Lavare gli asparagi, pelarli e tagliare la parte finale del gambo più legnosa
Ricetta sformato di asparagi
Tagliare gli asparagi a rondelle
Ricetta sformato di asparagi
Tritare finemente lo scalogno e farlo appassire per qualche minuto con un giro d’olio
Ricetta sformato di asparagi
Aggiungere gli asparagi, sale e pepe e cuocere per un paio di minuti
Ricetta sformato di asparagi
Aggiungere mezzo bicchiere di acqua, mettere il tappo e lasciar cuocere per una ventina di minuti a fuoco basso
Ricetta sformato di asparagi
Nel frattempo imburrrare ed infarinare gli stampini
Ricetta sformato di asparagi
Mettere nel mixer gli asparagi, la ricotta, il formaggio grattugiato e le uova
Ricetta sformato di asparagi
Azionare e frullare il tutto
Ricetta sformato di asparagi
Trasferire il composto negli stampini, sistemarli in un recipiente immersi per metà nell’acqua e cuocerle a 170 gradi per 60 minuti circa
Ricetta sformato di asparagi
Quando vedete che i bordi si scuriscono e gli sformati hanno formato una leggera crosticina in superficie sono cotti. Estrarli dal formo, attendere un paio di minuti poi passare delicatamente la lama del coltello sui bordi
Ricetta sformato di asparagi
Servite i vostri sformatini caldi con una verdurina mista o con una salsa al formaggio

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Rotolonen

Il Rotolonen è il rotolo ripieno di fragole e crema al mascarpone di Ernst Knam. La ricetta è molto particolare, d’altronde trattandosi di un mostro sacro della pasticceria come Knam non ci si poteva aspettare altro, non si tratta infatti del solito rotolo ripieno ma di un pan di spagna preparato con una pasta choux, si si, avete capito bene una pasta choux con l’aggiunta del bianco d’uovo montato a neve, farcito con un ripieno di mascarpone e panna montata con l’aggiunta di fragole fresche, il tutto viene servito con una salsa alle fragole, una delizia, infatti mio figlio Andrea mi ha subito detto che potevo rifarlo. Il risultato è un dolce fresco con un pan di spagna dalla consistenza piuttosto spugnosa. La ricetta non è complicata, solo un po’ articolata, è formata infatti da quattro preparazioni tre delle quali molto semplici che richiedono comunque del tempo e dal pan di spagna che richiede un po’ di più di attenzione, il risultato vale comunque la fatica. Per quanto riguarda le quantità io ho seguito la ricetta indicata sul sito di Bake Off Italia, questo dolce infatti è stata una delle prove tecniche assegnate ai concorrenti della terza edizione del programma. Il rotolo non viene esattamente come compare nelle foto in cui è ritratto nel sito, se volete ottenere un Rotolonen più simile all’originale e quindi con il pan di spagna più sottile dovrete sicuramente dimezzare le dosi di quest’ultimo o utilizzare una teglia più grande di quella del forno di casa, magari la prossima volta anche io dimezzo le dosi 😉

Ingredienti per 12 persone:

Per il pan di spagna:

  • 300 ml. latte
  • 70 gr. burro
  • 100 gr. farina
  • 3 uova
  • 6 tuorli
  • 1 limone
  • 5 gr. sale
  • 240 gr. albumi
  • 90 gr. zucchero
  • 3 gr. lievito in polvere

Per la bagna alla fragola:

  • 100 ml. acqua
  • 100 gr. zucchero
  • 100 gr. purea di fragole
  • 20 ml. spremuta di arance

Per la crema al mascarpone:

  • 200 gr. mascarpone
  • 75 gr. zucchero
  • 1 bacello di vaniglia
  • 330 gr. panna

Per la salsa alle fragole

  • 200 gr. fragole
  • 20 ml. spremuta di limone
  • 35 gr. zucchero a velo

Per completare:

  • 450 gr. fragole (io 200 gr.)

Tempo di preparazione: 1,30 ora

Tempo di cottura: 25-30 minuti

Procedimento:

Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Per preparare il Rotolonen di Ernst Knam ho iniziato con la bagna alle fragole. Lavare le fragole eliminare il verde e frullarle col mixer
Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Unire in un pentolino acqua, zucchero, purea di fragole ed il succo d’arancia e portare a bollore, spegnere e mettere da parte fino all’uso
Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Ho preparato poi la crema al mascarpone. In un recipiente montare la panna. In un altro recipiente mescolare mascarpone, zucchero e vaniglia ed incorporare delicatamente la panna montata con una spatola. Se il composto risulta troppo morbido montate un attimo con le fruste
Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Ora ci dedichiamo al pan di spagna. Portare a bollore latte e burro, incorporare la farina versandola tutta in una volta
Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Mescolare fino a quando il composto non si stacca dai bordi
Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Togliere dal fuoco ed aggiungere le uova un po’ alla volta

Ricetta rotolo alle fragole di Knam

Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Aggiungere ora la scorza del limone grattugiata ed il sale
Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Montare a neve gli albumi con lo zucchero
Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Incorporarli alla pasta choux mettendo prima una piccola parte e poi il resto
Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Aggiungere anche il lievito
Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Stendere il composto ottenuto sulla teglia del forno coperta da carta forno a uno spessore di circa 6 mm e cuocere a 180 gradi per 16/18 minuti o fino a quando inizia a colorarsi. A me sono serviti 20/22 minuti
Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Mentre il rotolo cuoce preparare le fragole per la farcitura, lavarle e tagliarle a piccoli cubetti
Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Estrarre il pan di spagna dalla teglia e girarlo sul piano di lavoro meglio se coperto da pellicola in modo che non si attacchi come è successo a me
Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Bagnarlo con la bagna alle fragole
Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Farcire il rotolo con la crema al mascarpone, con le fragole ed arrotolarlo
Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Mettere il rotolo in frigo a rassodare per 1 ora
Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Preparare la salsa frullando insieme le fragole con 20 ml. di succo di limone e con lo zucchero
Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Passare al setaccio la salsa ottenuta (io quest’ultimo passaggio l’ho saltato)
Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Spolverizzare il Rotolonen con lo zucchero a velo
Ricetta rotolo alle fragole di Knam
Servire il Rotolonen con la salsa alle fragole

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Cestini di sfoglia con asparagi

Come vi avevo accennato quest’anno mi sono sbizzarrita nella preparazione di piatti con gli asparagi, tra questi, prendendo spunto da una ricetta intravista su un giornale, ho preparato i cestini di sfoglia con asparagi, un piatto ad effetto che può essere servito sia come antipasto che come secondo con verdura, per gli amanti degli asparagi sicuramente una leccornia, se poi come me adorate la pasta sfoglia questo è decisamente il piatto che fa per voi. La difficoltà maggiore nel preparare questa ricetta sta sicuramente la preparazione dei cestini, bisogna mettersi li un attimo con la calma ed intrecciare le strisce di pasta sfoglia, ma se sapete lavorare a maglia, un dritto e un rovescio, sarà un gioco da ragazzi 😀 è un esercizio divertente e rilassante che alla fine vi darà un sacco di soddisfazione, per il resto niente di più facile e vedrete che farete un figurone 😀

Ingredienti per 4-5 cestini (dipende dalla grandezza dei pirottini che utilizzate)

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 500 gr. asparagi
  • 50 gr. prosciutto crudo
  • Parmigiano grattugiato
  • 1 noce di burro
  • sale

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Procedimento:

Ricetta cestini di sfoglia con asparagi
Per preparare i cestini di sfoglia con asparagi iniziamo dai cestini, srotolare la pasta sfoglia
Ricetta cestini di sfoglia con asparagi
Dividerla in quattro facendo un taglio a croce e tagliare delle strisce da 1 cm circa su ogni quadrante, sarebbe meglio utilizzare la sfoglia rettangolare per avere la lunghezza delle strisce più uniforme
Ricetta cestini di sfoglia con asparagi
Tagliare a metà le strisce di ogni quadrante
Ricetta cestini di sfoglia con asparagi
Iniziamo ad intrecciare in questo modo
Ricetta cestini di sfoglia con asparagi
Far passare sopra la striscia che prima era passata sotto e sotto quella che prima era passata sopra
Ricetta cestini di sfoglia con asparagi
Continuare così fino ad ottenere un quadrato intrecciato
Ricetta cestini di sfoglia con asparagi
Schiacciare leggermente il quadrato intrecciato con il mattarello e metterlo sopra un pirottino di alluminio per il forno
Ricetta cestini di sfoglia con asparagi
Disporre i pirottini sulla teglia del forno sopra un foglio di carta forno ed infornare a 180 gradi per 20 minuti o fino a quando iniziano a colorarsi
Ricetta cestini di sfoglia con asparagi
Estrarre i pirottini e lasciarli raffreddare
Ricetta Vellutata di asparagi
Lavare gli asparagi, con un pelapatate pelare i gambi spezzarli. Il gambo dovrebbe rompersi nel punto in cui inizia a essere morbido. Tagliare gli asparagi a rondelle tenendo da parte le punte
Ricetta asparagi con salsa di uova
Mettere a bollire l’acqua leggermente salata, tuffarvi gli asparagi e cuocerli per 5-10 minuti
Ricetta cestini di sfoglia con asparagi
Lasciar raffreddare ed asciugare gli asparagi e tagliarli a metà
Ricetta cestini di sfoglia con asparagi
Sciogliere in padella una noce di burro e passarvi velocemente gli asparagi
Ricetta cestini di sfoglia con asparagi
Estrarli e farli passare nel formaggio grattugiato

Ricetta cestini di sfoglia con asparagi

Ricetta cestini di sfoglia con asparagi
Avvolgere la punta di ogni asparago con mezza fetta di prosciutto crudo
Ricetta cestini di sfoglia con asparagi
Togliere i cestini dalla forma e riempirli con gli asparagi

Ricetta cestini di sfoglia con asparagi Ricetta cestini di sfoglia con asparagi Ricetta cestini di sfoglia con asparagi

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Bicchierini di fragole e yogurt

I bicchierini con fragole e yogurt sono il dessert che ho preparato come fine pasto la scorsa settimana, un dolce leggero e dal sapore delicato che generalmente piace a tutti. Ho preparato la base rompendo grossolanamente dei biscotti che avevo in casa, io ho utilizzato le macine ma volendo potete sceglierne degli altri di vostro gusto, e poi ho alternato uno strato di fragole preparate con zucchero e limone, con uno strato di yogurt mescolato con la panna. Le fragole sono il mio frutto preferito, ogni anno appena ne mangio in quantità e le uso per preparare un sacco di dolci e dessert ma confesso che il modo in cui le preferisco è gustate da sole, con zucchero e limone per poter gustare al meglio il loro sapore. Mi piace molto preparare i dolci al bicchiere, trovo siano molto divertenti e di grande effetto, e anche pratico e comodo per servire il dessert, basta prenderli dal frigo e servirli agli ospiti o ai familiari senza bisogno di porzionarli e tutti sono hanno il loro dolce già bello che impiattato  😀

Ingredienti per 4 bicchieri:

  • 500 gr. fragole
  • 2 cucchiai di zucchero
  • succo di mezzo limone
  • 4 gr. gelatina in fogli
  • 250 gr. yogurt bianco
  • 3 cucchiai di zucchero
  • succo di mezzo limone
  • 4 gr. gelatina in fogli
  • 100 ml. panna montata
  • 8 biscotti tipo Macine

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di cottura: /

Procedimento:

Ricetta bicchierini di yogurt e fragole
Lavare le fragole, tagliare le foglie verdi, tenerne in parte 8 per la decorazione dei bicchierini e tagliare le rimanenti in piccoli pezzi
Ricetta bicchierini di fragole e yogurt
Aggiungere zucchero e limone e lasciare che si formi il succo mescolando di tanto in tanto. Montare la panna ben fredda di frigo e riporla in frigorifero
Ricetta bicchierini di fragole e yogurt
Preparare 2 ciotole di acqua fredda ed immergere in ognuna 4 gr. di gelatina
Ricetta bicchierini di fragole e yogurt
Mescolare lo yogurt con lo zucchero ed il succo di limone
Ricetta bicchierini di fragole e yogurt
Mettere i biscotti in un sacchetto e romperli grossolanamente con un batticarne
Ricetta bicchierini di fragole e yogurt
Io ho volutamente lasciato dei pezzi grossi
Ricetta bicchierini di fragole e yogurt
Prelevare due cucchiaiate di yogurt e scaldarlo al microonde, strizzare 4 gr. di gelatina e scioglierla nello yogurt caldo e versare nuovamente nel resto dello yogurt 
Ricetta bicchierini di fragole e yogurt
Prelevare 2 cucchiai del succo delle fragole, scaldarlo al microonde, strizzare gli altri 4 gr. di gelatina, scioglierli nel succo e rimettere nel resto delle fragole
Ricetta bicchierini di fragole e yogurt
Dividere il biscotti sbriciolati nei 4 bicchierini, tagliare 4 fragole a fettine fini e disporle a contatto col vetro, versare uno strato di fragole con un po’ di succo su ogni bicchierino e riporre 10 minuti in congelatore, riprendere i bicchierini versare uno strato di yogurt e riporre in congelatore altri 10 minuti
Ricetta bicchierini di fragole e yogurt
Ripetere l’operazione una seconda volta

Ricetta bicchierini di fragole e yogurt

Decorare con una fragola bagnata nel suo succo e riporre in frigorifero fino al momento di servireRicetta bicchierini di fragole e yogurt

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Asparagi con salsa di uova

Salve amici, oggi, venerdì Santo, non si mangia carne, allora vi lascio una ricetta facile facile da preparare gli Asparagi con Salsa di Uova. Le uova sono l’accompagnamento ideale per gli asparagi e questo piatto ne è la dimostrazione, preparo questa ricetta ogni anno in primavera appena arrivano gli asparagi perchè è veloce e molto saporita e a mio marito piace molto. Gli sparagi con salsa di uova sono un piatto di origine Veneta ed è l’antipasto per eccellenza, soprattutto nella zona di Vicenza del giorno di Pasqua, quindi direi che ci siamo 🙂 Quest’anno mi sono data alla pazza gioia con gli asparagi, li ho utilizzati in diverse preparazioni, spero di riuscire a postare tutte le ricette che ho preparato prima che finisca la loro stagione. Se vi va di provarlo, per cambiare, per provare una nuova ricettina al volo ne sarò ben felice 😀 e mi raccomando non dimenticatevi di dirmi se vi è piaciuta, vi saluto e auguro a tutti voi una serena Pasqua ^_^

Ingredienti:

  • 500 gr. asparagi
  • 4 uova
  • sale, pepe
  • olio EVO
  • aceto balsamico

Tempi di preparazione: 15 minuti

Tempi di cottura: 20 minuti

Procedimento:

Ricetta asparagi con salsa di uova
Togliere i tuorli e metterli in una ciotola, tritare finemente un albume ed aggiungere anche questo, aggiungere sale, pepe, 4 cucchiai di olio ed un goccio di aceto balsamico
Ricetta asparagi con salsa di uova
Amalgamare il tutto a crema, se volete una salsa più fluida aggiungete ancora un paio di cucchiai di olio, assaggiate per controllare la sapidità
Ricetta Vellutata di asparagi
Lavare gli asparagi, con un pelapatate pelare i gambi e spezzarli. Il gambo dovrebbe rompersi nel punto in cui inizia a essere morbido
Ricetta asparagi con salsa di uova
Mettere a bollire l’acqua, tuffarvi gli asparagi e cuocerli per 5-10 minuti
Ricetta asparagi con salsa di uova
Sollevarli e lasciarli asciugare
Ricetta asparagi con salsa di uova
Sistemare gli asparagi sul piatto di portata, salarli, peparli ed aggiungere la salsa alle uova, completare con un goccio di olio EVO

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Crespelle vegetariane

Oggi vi lascio la mia idea vegetariana per preparare un delizioso primo piatto per il pranzo di Pasqua, le Crespelle vegetariane. Si tratta di una crespella agli spinaci farcita con verdure a cubetti mescolate con ricotta e parmigiano ed accompagnate da una salsa al taleggio, preparata con una besciamella alla quale ho aggiunto il taleggio tagliato a cubetti. Un primo piatto semplice da preparare anche se non velocissimo, ma che ha il vantaggio di poter essere preparato in anticipo. Potete infatti preparare le crespelle il giorno prima e riporle in frigo coperte da pellicola, anche la farcitura alle verdure può essere preparata con anticipo così come la besciamella. Il giorno di Pasqua dovrete soltanto farcire le crespelle, sciogliere il taleggio nella besciamella e scaldare il tutto in forno. Anche il ripieno può essere variato a seconda dei gusti e a seconda della stagione aggiungendo l’una o l’altra verdura.

Ingredienti:

Per le crespelle

  • 3 uova
  • 150 gr. spinaci (peso da crudi)
  • sale
  • 200 gr. farina
  • 500 ml latte
  • 20 gr. burro

Per la farcia:

  • 30 gr. burro
  • 30 gr. olio EVO
  • mezza cipolla
  • 1 carota media
  • 1 gambo di sedano
  • 1 zucchina media
  • 1 manciata di spinaci
  • 250 gr. ricotta fresca
  • 30 gr. parmigiano grattugiato
  • salvia, rosmarino, basilico
  • sale, pepe

Per la salsa al taleggio:

  • 30 gr. burro
  • 30 gr. farina
  • 500 ml. latte
  • sale
  • noce moscata
  • 80 gr. taleggio

Tempo di preparazione: 1 ora

Tempo di cottura: 1 ora

Procedimento:

Preparare le crespelle agli spinaci con la ricetta che trovate qui

Ricetta Crespelle agli spinaci
Con questa dose riuscite a ricavare 8 crespelle da 28 cm.
Ricette crespelle vegetariane
Lavare, mondare e tagliare a cubetti carota e sedano. Fare lo stesso anche con la zucchina cercando di tagliare tutte le verdure della stessa dimensione
Ricette crespelle vegetariane
Tritare finemente la cipolla e farla appassire assieme ad una noce di burro ed un filo d’olio
Ricette crespelle vegetariane
Aggiungere la carota ed il sedano, cuocere per qualche minuto
Ricette crespelle vegetariane
Aggiungere anche la zucchina e gli spinaci lavati e tagliati
Ricette crespelle vegetariane
Tritare finemente salvia, rosmarino e basilico
Ricette crespelle vegetariane
Aggiungere anche le spezie, sale e pepe e cuocere per 15-20 , poi spegnere e lasciar raffreddare
Ricette crespelle vegetariane
Mettere le verdure in una terrina ed aggiungere ricotta e formaggio grattugiato
Ricette crespelle vegetariane
Aggiungere anche 3 cucchiai di besciamella ed amalgamare
Ricette crespelle vegetariane
Dividere il ripieno tra le crespelle ed arrotolare

Ricette crespelle vegetariane

Preparare la besciamella:

Ricette crespelle vegetariane
Sciogliere il burro ed aggiungere la farina
Ricette crespelle vegetariane
Aggiungere poi latte, sale e noce moscata. Mescolare con una frusta per sciogliere i grumi, portare a bollore sempre mescolando, quando la besciamella inizia ad addensarsi spegnere il fuoco
Ricette crespelle vegetariane
Tagliare il taleggio a cubetti e farlo sciogliere nella besciamella
Ricette crespelle vegetariane
Ungere con un po’ di burro la pirofila e disporvi le crespelle, coprirle con la besciamella e qualche fiocchetto di burro
Ricette crespelle vegetariane
Cuocere a 180 gradi per 20-25 minuti
Ricette crespelle vegetariane
Servite le crespelle con la loro salsa

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Crepes verdi

Le crepes verdi sono la variante agli spinaci delle crespelle classiche che io preparo con la mia ricetta base che potete trovare qui. Si tratta di una preparazione molto semplice e abbastanza neutra, dal gusto delicato che ha il vantaggio di poter essere preparata in anticipo, il giorno prima, e tenuta in frigo coperta con pellicola, per essere utilizzata al momento della farcitura. Le crepes verdi possono essere riempite con quello che più vi piace, ad esempio con prosciutto e funghi oppure con un ripieno di formaggi o ancora con porro e salsiccia proprio come una normale crespella. Tra qualche giorno sarà Pasqua e se state cercando qualche spunto, qua e là per preparare un primo piatto un po’ diverso dal solito, o se semplicemente come me vi stufate a cucinare sempre le stesse cose, eccovi un’idea diversa. Domani posterò la ricetta che ho preparato io utilizzando queste crepes agli spinaci, una ricetta vegetariana davvero molto sfiziosa 😀  e allora mi raccomando, stay tuned! Rimanete collegati su http://www.caramellosalato.com ^_^

Ingredienti per 8 crespelle da 28 cm.:

  • 3 uova
  • 150 gr. spinaci (peso da crudi)
  • sale
  • 200 gr. farina
  • 500 ml latte
  • 20 gr. burro

Tempi di preparazione: 15 minuti

Tempi di cottura: 15 minuti

Procedimento:

Ricetta Crespelle agli spinaci
Lavare gli spinaci, strizzarli con lo strizza verdure e cuocerli in una pentola alta con il tappo
Ricetta Crespelle agli spinaci
Appena iniziano a scaldarli rilasceranno subito l’acqua e caleranno drasticamente di volume, rigirarli un paio di volte e cuocerli per una decina di minuti
Ricetta Crespelle agli spinaci
Scolarli, lasciarli raffreddare e strizzarli poi tagliarli al coltello
Ricetta Crespelle agli spinaci
Mettere gli spinaci in un tritatutto assieme al latte ed azionare la macchina
Ricetta Crespelle agli spinaci
Sbattere le uova con una frusta, aggiungere il composto di latte e spinaci e mescolare
Ricetta Crespelle agli spinaci
Aggiungere la farina ed il sale ed amalgamare
Infine aggiungere il burro fuso raffreddato ed amalgamare, in questo modo non servirà aggiungere olio nella padella

Ricetta Crespelle agli spinaci

Scaldare un’ampia padella antiaderente e versare un mestolo di composto, ruotare velocemente la padella per distribuire il composto e cuocere per un paio di minuti. Scuotere la padella e staccare i bordi con un mestolo piatto. Quando la crespella si stacca giratela e cuocetela per un minuto anche sull’altro lato

Ricetta Crespelle agli spinaci
Con questa dose riuscite a ottenere 8 crespelle da 28 cm.

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Colombine di pan brioche

Le Colombine di pan brioche sono un simpatico dolce, di quelli non troppo dolci, che ho preparato domenica scorsa. Si tratta di una normale pasta brioche modellata a forma di colomba, per la ricetta ho voluto andare sul sicuro e mi sono affidata alla ricetta del pan brioche di Luca Montesino che si trova sul suo libro Peccati di Gola. Le dosi che vi lascio sono riferite a 500 grammi di farina, fatte le dovute proporzioni io ho utilizzato 300 grammi di farina (basta dividere tutti gli ingredienti per 5 e moltiplicare per 3) . Con 300 grammi di farina ho ottenuto 7 Colombine che, manco a dirlo, sono volate via in un battibaleno 😀 facendo la dose completa dovrebbero venire 12 colombine. Siamo entrati nella settimana di Pasqua e inevitabilmente stiamo (almeno io di sicuro) pensando a cosa cucinare il giorno di Pasqua, e allora, nel caso rimaneste a casa vi lascio un’idea dolce da preparare come fine pasto, ma anche per colazione o ancor meglio per accogliere parenti e amici che arrivano a farci gli auguri all’ora del te.

Ingredienti:

  • 500 gr. farina 00
  • 80 gr. latte fresco intero
  • 15 gr. lievito di birra
  • 180 gr. uova
  • 70 gr. zucchero
  • 15 gr. miele
  • 10 gr. rum
  • 2 gr. buccia di limone
  • 1/2 bacca di vaniglia bourbon
  • 180 gr. burro
  • 1 tuorlo
  • panna

Tempo di preparazione: 1 ora + 5 ore lievitazione

Tempo di cottura: 20 minuti

Procedimento:

Ricetta Colombine di pasta brioche
Versare la farina nella planetaria. Unire il lievito di birra sbriciolato ed il latte a temperatura ambiente, le uova intere, lo zucchero, il miele, il rum, la buccia di limone e la vaniglia, azionare la macchina e impastare per circa 8 minuti a velocità ridotta
Ricetta Colombine di pasta brioche
Unire il burro ammorbidito e farlo incorporare all’impasto poco per volta. Aggiungere il sale e impastare ancora 5 minuti fino ad ottenere un impasto liscio, omogeneo ed elastico
Ricetta Colombine di pasta brioche
Estrarre l’impasto e usando pochissima farina formare una palla
Ricetta Colombine di pasta brioche
Infarinare leggermente il contenitore e mettere l’impasto a lievitare coperto con pellicola a temperatura ambiente fino al raddoppio, ci vorranno un paio d’ore
Ricetta Colombine di pasta brioche
Rompere ora la lievitazione impastando leggermente con le mani e riporre nel frigo a maturare, sempre coperto con pellicola per 3 ore circa
Ricetta Colombine di pasta brioche
Estrarre l’impasto lievitato e dividerlo in 12 pezzi dello stesso peso, se avete utilizzato 300 grammi di farina come me dividetelo in 7 pezzi
Ricetta Colombine di pasta brioche
Disporre tutte le colombine sulla placca del forno su un foglio di carta forno, spennellarle con il tuorlo e la panna in uguale quantità mescolati insieme ed infornare in forno caldo a 180 gradi per 20 minuti
Ricetta Colombine di pasta brioche
Ed ecco qui le vostre colombine dorate

Ricetta Colombine di pasta brioche Ricetta Colombine di pasta brioche Ricetta Colombine di pasta brioche

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Frico friabile

ODE AL FRICO 🙂  oggi vi propongo un piatto tipico della cucina friulana, forse proprio il piatto più tipico, il Frico Friabile, molti di voi non lo conosceranno e se non siete stati in Friuli difficilmente avrete avuto modo di assaggiarlo ma se passate da queste parti fatemi sapere, vi suggerisco un posto dove lo preparano buonissimo. Ormai anche in Friuli non lo si trova più così facilmente, lo fanno in alcuni ristoranti e in alcune sagre paesane, imparare a prepararlo è proprio un modo per non perdere le tradizioni. Avevo già preparato in passato il Frico di Patate, molto più comune, che si fa con formaggio morbido e patate, il Frico friabile invece si prepara con una miscela di formaggi stagionati grattugiati oppure, in alternativa, si può utilizzare il formaggio Biraghi grattugiato che si trova al supermercato e che va molto bene. Il Frico friabile è sostanzialmente una cialda di formaggio grattugiato che non deve risultare piatta ma deve essere alta almeno quanto un dito e molto friabile, la preparazione è veloce ma nasconde delle insidie. Naturalmente sarebbe meglio averlo assaggiato almeno una volta prima di cucinarlo, per capire se ci siete andati vicini, ma se vi incuriosisce potete provare a prepararlo anche solo guardando le foto di come viene 🙂 il frico friabile è molto delicato da trattare, bisogna stabilire un feeling onde evitare un completo disastro, e se ci riuscirete sarà amore eterno 😀 un po’ come con noi noi friulani 🙂  Ve lo dico subito, non è un piatto leggero e va mangiato obbligatoriamente con una bella fetta di polenta fumante, meglio se arrostita e con altri piatti friulani come il frico di patate, la salsiccia, il salame … e magari con un po’ di verdurina per smorzare tutto questo sapore. Per preparare un buon frico friabile bisogna tenere presente alcuni punti:

  • bisogna utilizzare un pentolino piccolo antiaderente, altrimenti il formaggio si incollerà direttamente sul fondo;
  • il pentolino deve contenere 3 dita di olio, il formaggio deve galleggiare;
  • l’olio deve avere la temperatura giusta che deve stare attorno ai 150 gradi, sarebbe meglio controllare con un termometro da cucina;
  • il formaggio deve essere versato tutto insieme;

Il formaggio a contatto con l’olio fa la schiuma e poi tende a separarsi, bisogno radunarlo delicatamente tutto al centro e appena forma una cialda unica, con l’aiuto di 2 forchette e con un movimento abbastanza rapido bisogna sollevarlo e girarlo. Per unirsi dovrebbe bastargli 1 minuto, ma siccome è un po’ capriccioso è necessario controllarlo. Se trovate il coraggio di cimentarvi fatemi sapere, so che non è facile ma se vi va di organizzare una cena friulana il Frico Friabile è d’obbligo. In alternativa si trovano in commercio nei piattini di alluminio 😀 Ci sarebbe poi un altro metodo per prepararlo ma lo vedremo magari più avanti.

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr. formaggio grattugiato Biraghi
  • 1 litro olio di semi di arachidi

Tempo di preparazione: /

Tempo di cottura: 3 minuti a frico

Procedimento:

Ricetta Frico friabile
Mettere in un recipiente 5 cucchiai di formaggio grattugiato
Ricetta Frico friabile
Mettere l’olio in un pentolino e portarlo a 150-160 gradi
Ricetta Frico friabile
Versare il formaggio tutto insieme nell’olio bollente
Ricetta Frico friabile
Inizialmente il formaggio sfrigolerà e si formerà la schiuma
Ricetta Frico friabile
Quando la schiuma sparisce il formaggio inizierà a riunirsi formando uno spessore. Cercate di tenerlo vicino con la punta della forchetta. Quando si sarà attaccato e avrà formato  un cerchio giratelo sottosopra utilizzando due forchette. Fate cuocere ancora 1 minuto e poi sollevatelo
Ricetta Frico friabile
Il frico deve mantenere un colore chiaro, pertanto è da cuocere un paio di minuti al massimo. Mettete il frico a sgocciolare sopra 2 fogli di carta da cucina
Servite il frico friabile con polenta, salame ed un po’ di verdura fresca

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Vellutata di asparagi

E’ scoppiata la primavera e sono spuntati gli asparagi, e cosa c’è di meglio di una sana, leggera e delicata Vellutata di Asparagi? La vellutata di asparagi è un primo primaverile molto raffinato con un gusto davvero sorprendente; oltre che come primo piatto può essere gustato anche come antipasto in una cena elegante, i vostri ospiti ne rimarranno estasiati, sempre che gli piacciano gli asparagi ovviamente :-D. Mi piace cucinare gli asparagi ed ora che è il loro periodo approfitto per fare mille ricette e cucinarli in tutti i modi perché la stagione degli asparagi non dura molto e poi fino al prossimo anno non ne parleremo più.

Ingredienti per 4 persone:

  • 40 gr. scalogno
  • 1 noce di burro
  • 200 gr. patata
  • 500 gr. asparagi
  • 700 ml. acqua
  • 100 ml. panna
  • 1 goccio olio EVO
  • sale, pepe

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Procedimento:

Ricetta Vellutata di asparagi
Lavare gli asparagi, con un pelapatate pelare i gambi e spezzarli per eliminare la parte più dura e legnosa. Il gambo dovrebbe rompersi nel punto in cui inizia a essere morbido. Tagliare gli asparagi a rondelle tenendo da parte alcune punte per la decorazione finale
Ricetta Vellutata di asparagi
Pelare la patata e tagliarla a cubetti
Ricetta Vellutata di asparagi
Tritare finemente lo scalogno e metterlo ad appassire in olio e burro
Ricetta Vellutata di asparagi
Aggiungere patate ed asparagi, sale e pepe e lasciar insaporire
Ricetta Vellutata di asparagi
Aggiungere l’acqua e cuocere per 15 – 20 minuti
Ricetta Vellutata di asparagi
Tagliate le punte in 4 per il lungo e sbollentatele per 1 minuto in acqua
Ricetta Vellutata di asparagi
Sollevarle, lasciarle asciugare e passarle velocemente in padella in pochissimo olio

Ricetta Vellutata di asparagi

Frullare le verdure con un mixer ad immersione ed aggiungere la panna

Ricetta Vellutata di asparagi
Servire la vellutata con le punte passate nell’olio ed una spolverata di pepe

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Pancake alle mele

I Pancake alle mele sono il dolcetto goloso che ho preparato per colazione domenica scorsa, si tratta di un normale pancake con l’aggiunta delle mele grattugiate nell’impasto, una vera delizia, così oltre ad un buon dolce uniamo la frutta e facciamo colazione salutare e completa. I pancake sono un dolce tipico dell’Amarica Settentrionale preparato prevalentemente per la colazione ma negli ultimi anni entrato a far parte, a pieno diritto, anche del brunch, è una specie di frittella con una pastella morbida che si cuoce in padella e assomiglia un po’ ad una crepes, solo più spessa. Che siano semplici o alla frutta i pancake vengono tipicamente serviti con sciroppo d’acero, miele o marmellata, ma si accompagnano molto bene anche con la frutta fresca, come fragole e mirtilli e magari con una spruzzata di panna montata.  Io li preparo raramente per colazione, trovo che abbiano un gusto migliore in altri momenti della giornata, infatti in genere li preparo per le mie cene alternative della domenica sera. Dei pancake ne esistono numerose versioni e siccome sono una golosona, io ho voluto portare sul blog direttamente quelli con le mele, di queste ne mangerei a vagonate.

Ingredienti per 12 pancake:

  • 2 uova piccole
  • 200 gr. farina
  • 200 ml latte
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 1 cucchiaino lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • 2 mele
  • 1 spruzzata di cannella (opzionale)
  • 20 gr. burro

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 5 minuti

Procedimento:

Ricetta Pancake alle mele
Sciogliere il burro a bagnomaria o al microonde
Ricetta Pancake alle mele
Mescolare insieme la farina, lo zucchero, il lievito ed il sale
Ricetta Pancake alle mele
Sbattere le uova con il latte ed unire il burro fuso ormai raffreddato
Ricetta Pancake alle mele
Unire gli ingredienti liquidi alle polveri
Ricetta Pancake alle mele
Amalgamare il tutto con la frusta in modo ottenere un composto fluido e senza grumi
Ricetta Pancake alle mele
Pelare le mele, tagliarle in quarti, togliere il torsolo e grattugiarle con la grattugia grossa
Ricetta Pancake alle mele
Unire le mele grattugiate alla pastella e, se la gradite, aggiungete la cannella. Amalgamare il tutto
Ricetta Pancake alle mele
Scaldare una padella, sporcarla con un goccio di olio e poi asciugarlo con la carta casa lasciando soltanto la padella unta. Versare un paio di cucchiaiate di composto allargandolo col cucchiaio per formare una frittella tonda. Quando vedrete comparire le bollicine sopra il pancake è il momento di girarlo. Cuocere il pancake ancora un paio di minuti e poi sollevarlo
Ricetta Pancake alle mele
Disporre i pancake alle mele sul piatto uno sull’altro a torretta. Gustare i pancake alle mele con abbondante sciroppo d’acero, miele o marmellata accompagnati da frutta fresca

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Tartare di carne

Oggi vi propongo un secondo piatto da gustare freddo, a mio parere delizioso, si prepara molto velocemente ed è molto adatto per una cena con amici, si tratta della Tartare di Carne. Mi piace molto il sapore della carne cruda, da piccola ricordo che avevo un po’ di carenza di ferro e mia mamma mi comprava l’hamburger di cavallo, che pur avendo un gusto abbastanza deciso divoravo voracemente. Quest’inverno ho passato una giornata con mio marito in un hotel molto carino con centro benessere in Veneto e ci siamo fermati per la notte, così abbiamo cenato li, ricordo che a un tavolo servivano la Tartare di Carne preparata sul momento e la ragazza che l’aveva ordinata diceva che era tornate li a cena dopo tanti anni solo per gustare questa meravigliosa Tartare di Carne, ho pensato che doveva essere buonissima e mi sono pentita di non averla presa pure io. Curiosa come una scimmia mi sono chiesta per giorni cosa potesse avere di così gustoso questa Tartare di Carne e sono tornata sul sito dell’hotel e … meraviglia delle meraviglie ho trovato la ricetta ed eccola qui 🙂 Se vi va di provarla potete gustare la vostra Tartare di Carne con delle verdure grigliate e con dei crostini di pane spalmati con burro fresco gnamme!!

Ingredienti per 1 persona:

  • 130 gr di macinato di carne (chiedete al macellaio la carne adatta e freschissima)
  • 1 tuorlo d’uovo
  • succo di ½ limone
  • 2 cucchiai di olio EVO
  • 2 cucchiaini di senape (io di Digione)
  • 1 goccio di Calvados (io Vecchia Romagna)
  • 1 spruzzata di tabasco
  • 2 cucchiaini di cetriolini
  • 1 cucchiaino cipolla
  • ½ cucchiaino di aglio
  • ½ cucchiaino di acciughe
  • ½ cucchiaino di capperi
  • 1 cucchiaino di prezzemolo
  • 1 pizzico di paprika
  • sale, pepe

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: /

Procedimento:

Ricetta Tartare di carne
Preparate tutti gli ingredienti, tagliate finemente la cipolla, l’aglio, i capperi, le acciughe, i cetriolini ed il prezzemolo
Ricetta Tartare di carne
Amalgamate tutti gli ingredienti in una ciotola, aggiungete sale e pepe
Ricetta Tartare di carne
Formate delle quenelle facendo passare la carne tra due cucchiai da tavola e servite la vostra Tartare di carne

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Minestra con polpette di pane

Quando ho visto in una rivista questa ricetta della Minestra con polpette di pane mi si sono subito raddrizzate le antenne, me ne sono innamorata fin da subito ed ho deciso che l’avrei preparata al più presto adattandola al mio gusto. Si tratta di un primo piatto leggero ma nutriente e molto gustoso, una minestra un po’ diversa dalle solite ed appunto per questo molto intrigante. La minestra di verdura con polpette di pane è un piatto molto carino anche da servire come entrée ad una cena importante e vi farà fare senz’altro una bella figura.

Ingredienti per 4 persone:

  • 150 gr. funghi champignon
  • 1 spicchio di aglio
  • olio EVO
  • 1 zucchina piccola
  • 1/2 cipolla
  • 1 carota media
  • 1 gambo di sedano
  • 1 crosta di formaggio
  • 1 l. acqua
  • 3 fette di pane
  • 40 gr. farina
  • 1 cucchiaio di formaggio grattugiato
  • latte
  • 1 scalogno
  • 1 uovo
  • olio EVO
  • sale, pepe

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 40 minuti

Procedimento:

Ricetta Minestra con polpette di pane
Lavare i funghi e tagliarli a fettine. In una padella mettere olio e aglio e lasciarlo imbiondire
Ricetta Minestra con polpette di pane
Aggiungere i funghi e cuocere una decina di minuti
Ricetta Minestra con polpette di pane
Aggiungere il prezzemolo, sale e pepe e spegnere il gas
Ricetta Minestra con polpette di pane
Tagliare le verdure a dadini e rosolarle con 2 cucchiai di olio
Ricetta Minestra con polpette di pane
Aggiungere la crosta del formaggio, un litro di acqua e cuocere per 30 minuti
Ricetta Minestra con polpette di pane
Tagliare finemente lo scalogno e farlo appassire in poco olio
Ricetta Minestra con polpette di pane
Aggiungere il pane tagliato a cubetti e rosolarlo nello scalogno
Ricetta Minestra con polpette di pane
In una ciotola mettere il pane dorato, l’uovo, la farina, il formaggio grattugiato, un goccio di latte, sale e pepe
Ricetta Minestra con polpette di pane
Amalgamare tutti gli ingredienti con le mani
Ricetta Minestra con polpette di pane
Ricavare delle polpettine grandi come una noce e passarle nella farina
Ricetta Minestra con polpette di pane
Una volta arrivata a cottura aggiungere alla minestra i funghi trifolati e le polpette di pane. Quando le polpette vengono a galle spegnere il fuoco
Ricetta Minestra con polpette di pane
Servire la minestra con le polpette di pane calda

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Naked cake

La Naked Cake o torta nuda è la torta che ho preparato quest’anno per il compleanno della nonna. Si tratta di una torta a più piani che ha la caratteristica di non essere rivestita esternamente ma di essere appunto lasciata nuda, cioè con gli strati a vista ed è una torta a mio parere molto affascinante oltre che molto buona. Ultimamente la Naked Cake è di gran moda oltre che per le feste di compleanno anche come torta nunziale o come torta per le cerimonie. Marzo a casa nostra è il mese dei compleanni, cominciamo il 13 con quello di mia mamma, poi il 18 c’è il compleanno della nonna ed infine il 19 è il mio 🙂 . Eh sì, domenica scorsa è stato il mio compleanno, non ve l’avevo detto, lo so, ma in genere il giorno del mio compleanno non festeggio, sono sempre un po’ triste perché penso al tempo che passa ed agli anni che aumentano, per cui non mi va tanto di festeggiare, preferisco piuttosto festeggiare gli altri, e poi, dopo 2 feste di compleanno una di seguito all’altra arrivo al mio che mi manca l’entusiasmo e la torta non me la preparo nemmeno … Comunque ora quel giorno è passato e con lui la tristezza 😀 La nonna quest’anno ha compiuto 92 anni e quando le ho proposto di fare una festa tutti insieme è stata molto contenta, non capita tutti i giorni di riuscire a radunare tutti i nipoti e pronipoti, una folla che invade amorevolmente casa sua e fa un po’ di confusione, così abbiamo organizzato questo raduno familiare. La nonna per fortuna è ancora lucidissima, si ricorda cose che risalgono a quando aveva 20 anni e c’era la guerra, spero che resista a lungo e che i suoi ricordi non vadano perduti.

La settimana che inizia oggi, cioè quella che va dal 27 marzo al 3 aprile è dedicata alla consapevolezza sull’autismo. Prendendo spunto dall’articolo pubblicato da Mile che potete trovare qui  anche io, nel mio piccolissimo desidero dare un contributo per CREARE UN’ONDA BLU, il colore associato alla campagna di informazione sull’autismo, per abbattere i muri dell’ignoranza e creare integrazione. Ho cercato di mettere un po’ di blu in questa mia ricetta utilizzando i mirtilli come ingrediente e qualcosa sullo sfondo, è una goccia che insieme ad altre gocce speriamo possa formare un mare.

Ingredienti:

Per il pan di spagna al cacao e mandorle da 20 cm:

  • 4 uova
  • 70 gr. farina
  • 70 gr. farina di mandorle
  • 20 gr. fecola
  • 25 gr. cacao
  • 160 gr. zucchero
  • 6 gr. lievito
  • 1 bacca di vaniglia

Per 1 pan di spagna da 28 cm + 1 pan di spagna da 14 cm.

  • 480 gr. farina
  • 480 gr. burro
  • 480 gr. zucchero
  • 10 uova medie
  • 1 cucchiaino da te di vaniglia
  • 1 pizzico di sale
  • 20 gr. lievito

Per la crema:

  • 1 kg. mascarpone
  • 400 gr. panna montata
  • 250 gr. latte condensato
  • 50 gr. zucchero a velo
  • 2 fialette di aroma vaniglia

Per guarnire:

  • 500 gr. fragole
  • 500 gr. uva
  • 125 gr. lamponi
  • 125 gr. mirtilli

Per brinare la frutta:

  • 1 albume
  • zucchero semolato

Per il montaggio:

  • 1 tubo in plastica
  • 1 vassoio in cartone da 20 cm. forato al centro (della misura del tubo)
  • latte per bagnare il pds da 20 cm.

Tempo di preparazione: 2,30 ore

Tempo di cottura: 35 minuti + 45 minuti

Procedimento:

Per il Pan di Spagna al cacao e mandorle:

Ricetta Naked Cake
Mescolare insieme farina, fecola, cacao e lievito
Ricetta Naked Cake
In una terrina capiente rompere le uova intere, aggiungere lo zucchero ed i semi della bacca di vaniglia
Ricetta Naked Cake
Montare il composto con le fruste per 10 minuti fino a quando non diventa gonfio e spumoso
Ricetta Naked Cake
Setacciare sopra il composto di uova le polveri ed amalgamare dolcemente con una spatola mescolando dal basso verso l’alto ruotando la ciotola
Ricetta Naked Cake
In ultimo aggiungere la farina di mandorle sempre setacciandola
Ricetta Naked Cake
Mettere il composto in uno stampo da 20 cm. imburrato ed infarinato ed infornare in forno caldo a 180 gradi per 35 minuti
Ricetta Naked Cake
Una volta cotto lasciar intiepidire e poi estrarre il pan di spagna al cacao e mandorle dallo stampo lasciandolo raffreddare completamente

Per il Pan di Spagna da 28 cm. + quello da 14 cm.

Ricetta Naked Cake
Nella tazza della planetaria mettere lo zucchero, il burro ammorbidito ed un cucchiaio di estratto di vaniglia ed azionare la frusta
Ricetta Naked Cake
Quando il composto sarà ridotto a crema aggiungere poco alla volta le uova
Ricetta Naked Cake
Infine aggiungere la farina, il lievito ed il sale setacciati
Ricetta Naked Cake
Amalgamare il tutto, versare nei 2 stampi imburrati ed infarinati ed infornare a 180 gradi per 45 minuti controllando la cottura con lo stuzzicadenti prima di estrarre dal forno

Per brinare la frutta:

Ricetta Naked Cake
Lavare ed asciugare la frutta che servirà per la decorazione esterna
Ricetta Naked Cake
Montare un albume a neve morbida, immergere velocemente la frutta e poi passarla nello zucchero
Ricetta Naked Cake
Scrollare dallo zucchero in eccesso e mettere la frutta su un vassoio ad asciugare
Ricetta Naked Cake
Mescolare insieme il mascarpone con il latte condensato e le fialette di vaniglia
Ricetta Naked Cake
Aggiungere anche lo zucchero a velo. A parte montare la panna ed aggiungerla al mascarpone. Il composto deve risultare compatto
Ricetta Naked Cake
Lasciar raffreddare completamente i pan di spagna e poi tagliare ognuno in 2 dischi
Ricetta Naked Cake
Mettere il primo disco sul piatto di portata e con l’aiuto di una sac a poche, rivestirlo con un abbondante strato di crema (questo pan di spagna non serve bagnato)
Ricetta Naked Cake
Stendere la crema con una spatola ed aggiungere uno strato di frutta
Ricetta Naked Cake
Sovrapporre il secondo disco schiacciandolo delicatamente. Infilare il tubo in plastica nella torta per prendere la misura, estrarlo e tagliarlo. La misura del tubo deve essere raso torta. Tagliare altri 2 tubi della stessa misura ed infilarli nella torta a formare un triangolo
Ricetta Naked Cake
Sovrapporre il vassoio di cartone leggermente più piccolo del pan di spagna al cacao e mandorle forato al centro ed infilare un quarto tubicino più lungo. Questo servirà a tenere fermo anche io secondo piano
Ricetta Naked Cake
Infilare il primo disco di pds al cacao, bagnarlo con il latte e sovrapporre un altro strato di crema e di frutta, sovrapporre il secondo strato di pds al cacao e bagnarlo con il latte
Ricetta Naked Cake
Procedere allo stesso modo anche con l’ultimo strato. Con la sac a poche con foro piccolo procedere a colmare tutti gli spazi tra un pan di spagna e l’altro e decorare a piacere con la frutta
Ricetta Naked Cake
Tenete in frigo fino al momento di consumarla.
E’ ancora più buona se mangiata il giorno dopo
Ricetta Naked Cake
.

Ricetta Naked Cake

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Tinga di pollo

E chiudiamo questa settimana dedicata alla cucina messicana con la Tinga di Pollo. La Tinga di pollo o “tinga de pollo”  è un piatto messicano di carne ideale per farcire le tortillas in accoppiata con del formaggio morbido grattugiato, tipo una provola, e le tipiche salse messicane, ma è molto buono anche da solo da gustare come un classico secondo piatto di carne per noi italiani. La preparazione è abbastanza semplice anche se non velocissima, il petto di pollo viene prima lessato e poi sfilacciato per poi essere cucinato, con o senza l’aggiunta della salsiccia, dentro ad una salsa preparata con pomodoro, cipolla e l’immancabile peperoncino. Per gli amanti della carne, come mio marito, questo è un piatto molto buono oltre che gustato in maniera tradizionale, anche accompagnato da un contorno di verdure o di patate. A casa mia questo pranzo domenicale a base di piatti messicani è stato molto gradito, una alternativa molto gustosa dai sapori e colori del Messico che ed ha incontrato il gusto di tutti.

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 gr. petto di pollo
  • 150 gr. salsiccia lunga e fina (luganega)
  • 700 gr. pomodori maturi
  • 1 cucchiaio di doppio concentrato di pomodoro
  • 2 cipolle grosse
  • 3 spicchi di aglio
  • sale
  • 1 latta (100 gr.) di Chile Chipotle (peperoncino affumicato) in alternativa 1 peperoncino secco
  • 3 cucchiai di olio
  • 1 dado

Tempi di preparazione: 1 ora

Tempi di cottura: 1 ora e 30 minuti

Procedimento:

Ricetta Tinga di pollo
Mettere in una pentola il petto di pollo in 1 litro di acqua, 1 dado, 1/2 cipolla (70gr.), 2 spicchi di aglio e 1 cucchiaino di sale e cuocere per 40 minuti dal bollore
Ricetta Tinga di pollo
Lavare i pomodori e tuffarli in acqua bollente lasciandoli per 3 minuti
Ricetta Tinga di pollo
Spellare i pomodori e tagliarli a pezzettoni eliminando le parti verdi
Ricetta Tinga di pollo
Sbucciare e tagliare grossolanamente 1 cipolla (200 gr. circa)
Ricetta Tinga di pollo
Mettere nel frullatore i pomodori, la cipolla, uno spicchio di aglio e mezzo cucchiaino di sale e azionare la macchina
Ricetta Tinga di pollo
Se il composto risulterà troppo chiaro aggiungete un cucchiaio di doppio concentrato di pomodoro
Ricetta Tinga di pollo
Scolare il pollo dal brodo e lasciarlo raffreddare
Ricetta Tinga di pollo
In una pentola antiaderente mettere olio e 200 gr. di cipolla tagliata a mezza luna e farla appassire dolcemente per 10 minuti
Ricetta Tinga di pollo
Aggiungere il frullato ed il Chile Chipotle o in alternativa un peperoncino secco
Ricetta Tinga di pollo
Cuocere 20 minuti a fuoco medio per far rapprendere
Ricetta Tinga di pollo
Sfilacciare il pollo aiutandosi con una forchetta
Ricetta Tinga di pollo
Sminuzzare anche la salsiccia
Ricetta Tinga di pollo
Aggiungere pollo e salsiccia sminuzzati al sugo ed amalgamare
Ricetta Tinga di pollo
Cuocere per 20 minuti
Ricetta Tinga di pollo
Se si dovesse asciugare troppo aggiungere un poco di brodo ti pollo
Ricetta Tinga di pollo
Farcire le tortillas con la tinga di pollo e le salse e buona cena messicana!

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Tortillas

Oggi vi presento la ricetta delle Tortillas, si tratta di un pane tipico della cucina messicana, sottili sfoglie di farina cotte su un testo, farcite con carne, verdure e formaggio e completate con varie salse come la guacamole, la crema di fagioli neri o altre salse a base di pomodoro fresco, coriandolo e peperoncino; una volta farcite le tortillas vengono arrotolate e mangiate calde. Gli ingredienti per la preparazione sono sostanzialmente acqua e farina amalgamate a formare la “masa” come viene chiamata dai messicani. La farina è una farina di mais bianca precotta apposita che si trova nei supermercati più forniti o nei negozi etnici. Ah finalmente riesco a postare queste ricette messicane dopo tante vicissitudini. Avevo preparato tempo fa questi piatti dopo una cena a casa di un collega la cui moglie messicana ci aveva cucinato delle ottime ricette etniche, mi ero riproposta di rifare tutto a casa per i miei e per il blog 😀 e avevo fotografato tutti per bene ^_^ Un giorno, maneggiando i file della macchina fotografica in modo abbastanza maldestro, accidentalmente ho cancellato non una ma ben due ricette venute bene … non vi dico l’angoscia! Dapprima ho sperato di aver cancellato foto che non mi servivano, poi quando mi sono resa conto di quello che avevo fatto ho sfiorato la crisi di nervi … prima la delusione, poi il cervello ha cominciato a frullare possibili soluzioni. Sono andata su google in cerca di aiuto, ho trovato e scaricato un programma per recuperare i file cancellati ma dopo giorni e giorni di prove ho dovuto arrendermi, aimè non c’è stato nulla da fare, avevo perso per sempre la mie ricette 2 ricette messicane, sigh sigh a quel punto è subentrata la disperazione … e chi ha un blog e poco, pochissimo tempo mi può ben comprendere 😦 allora ho raccolto i cocci e ho deciso di rifarle. Il commento di mio figlio invece è stato: – “Bene! Così ce le rifai!” – doppia disperazione, anche quella di avere un figlio insensibile (manina che si scuote la testa) … Comunque eccole qua, ve le presento con piacere perché sono davvero buone e vi auguro una buona, buonissima giornata!

Ingredienti per 4 persone:

  • 350 farina di mais bianca precotta per Tortillas – la mia marca P.A.N.
  • 600 ml. acqua
  • 5 gr. sale (1 cucchiaino)

Tempi di preparazione:  10 minuti

Tempi di cottura: 5 minuti a tortilla

Procedimento:

Versare l’acqua in una terrina ed sciogliervi il sale
Aggiungere poco alla volta la farina di mais
Mescolare con una frusta per evitare i grumi
Una volta che il composto sarà consistente agalgamare con le mani fino ad ottenere una massa soffice. Lasciare riposare 3 minuti
Prelevare una cucchiaiata di impasto e formare le palline facendolo ruotare tra le mani. Rivestire un tagliere con un foglio di plastica, io ho usato un sacchetto da congelatore tagliato e aperto
Coprire la pallina con un altro sacchetto aperto e liscio senza pieghe e appiattire leggermente la pallina con il palmo della mano
Con un movimento come a chiudere, schiacciate forte la pallina con un altro tagliere
Ne ricaverete una tortilla tonda perfetta da circa 10 cm. di diametro e molto fina
Staccate delicatamente la tortilla dalla plastica e trasferitela in una pentola antiaderente già calda, meglio ancora se avete un testo con la superficie piatta
La pentola deve essere molto calda, quando la tortilla si stacca da sola giratela. A questo punto dovrebbe gonfiarsi al centro facendo la bolla caratteristica
Per cuocere più in fretta vi consiglio di utilizzare contemporaneamente 2 pentole, l’ideale, per fare più in fretta sarebbe quello cuocere in 2
Mentre cuocete tenete in caldo le tortillas già pronte coprendole con un panno da cucina
Potete farcire la vostre tortillas con la tinga di pollo, un formaggio tipo Provola grattugiato e le salse guacamole, crema di fagioli neri e salsa messicana al pomodoro

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Crema di fagioli

La Crema di Fagioli neri è una salsa messicana principalmente usata come accompagnamento e farcitura per le tortillas ed oltre ad avere un gusto molto gradevole ed un colore nero molto affascinante è anche molto salutare. I fagioli neri infatti sono legumi ricchi di antiossidanti e prevengono le malattie degenerative, hanno un alto valore nutritivo ed un alto contenuto di proteine, oltre che di vitamine e sali minerali. Sono rimasta piacevolmente colpita dalla cucina messicana da quando sono andata a cena da un mio collega che ha la moglie messicana, una persona molto gradevole, ospitale e solare. Devo dire la verità, prima di allora conoscevo pochissimo questa cucina, ma da quella volta mi sono innamorata e mi si è aperto un mondo, non credevo che fosse così varia e ricca, ma soprattutto colorata e saporita, è proprio una cucina solare come lo sono i messicani. Alcune cose che ho assaggiato mi sono piaciute talmente tanto che ho deciso di rifarle a casa, una di queste è proprio la crema di fagioli neri. Quella che inizia oggi infatti sarà la settimana dedicata alle ricette messicane, per cui, se siete interessati rimante collegati stay tuned 😀

Ingredienti:

  • 150 gr. fagioli neri secchi
  • 100 gr. cipolla
  • 1 mazzetto di prezzemolo (o di coriandolo se lo trovate)
  • 3 foglie di alloro
  • 1 peperoncino secco (se non vi va piccante potete ometterlo)
  • 1 cucchiaino di cumino
  • 600 ml. acqua (o meglio brodo di pollo)
  • sale, olio

Tempi di preparazione:  20 minuti (+ 1 notte per l’ammollo dei fagioli)

Tempi di cottura: 1 ora e 10 minuti

Procedimento:

Ricetta crema di fagioli alla messicana
Mettere a bagno i fagioli e lasciarli per almeno 12 ore. I fagioli rilasceranno il loro colore e l’acqua si tingerà di nero
Ricetta crema di fagioli alla
Far appassire in un giro di olio la cipolla tritata finemente
Ricetta crema di fagioli alla
Aggiungere i fagioli e lasciar insaporire qualche minuto
Ricetta crema di fagioli alla
Aggiungere l’acqua, il sale, l’alloro, il prezzemolo tritato ed il cumino e portare a bollore
Ricetta crema di fagioli alla
Lasciar sobbollire per 1 ora
Ricetta crema di fagioli alla
Quando i fagioli saranno cotti frullarli con un mixer ad immersione
Ricetta crema di fagioli alla
Se la crema risulterà troppo densa è possibile ammorbidirla aggiungendo acqua o brodo di pollo
Ricetta crema di fagioli alla
Questa salsa è buonissima se gustata calda o tiepida ma è molto buona anche fredda ed è l’ideale per insaporire la farcia delle tortillas

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Gnocchi di ricotta

Gli gnocchi di ricotta sono un primo piatto molto facile e veloce da preparare, sono molto versatili in quanto hanno un sapore piuttosto neutro e delicato pertanto si prestano ad essere conditi in tanti modi. Sono buoni infatti se preparati al pesto o anche con un semplice sugo al pomodoro e basilico o, se vogliamo fare i sofisticati, possono essere serviti su una vellutata di zucca come li avevo preparati io tempo fa. Generalmente si preparano di forma sferica ma è possibile farli anche con la classica forma degli gnocchi. La ricetta è più semplice di quello che ci si può aspettare e molto più veloce di quella che è la preparazione dei classici gnocchi di patate.

Ingredienti per 4 persone:

  • 250 gr. ricotta
  • 100 gr. farina
  • 25 gr. fecola
  • 75 gr. parmigiano
  • 1 uovo
  • sale
  • pepe
  • noce moscata

Tempi di preparazione:  10 minuti

Tempi di cottura: 5 minuti

Procedimento:

gnocchi-di-ricotta-du-vellutata-di-zucca
In una terrina lavorare la ricotta con il parmigiano, uovo, farina, sale, pepe e noce moscata
gnocchi-di-ricotta-du-vellutata-di-zucca
Prelevare una cucchiaiata alla volta e formare delle palline poco più piccole di una noce
gnocchi-di-ricotta
Lavorare le palline nella mano fino a conferirgli una forma sferica, adagiare su un vassoio spolverato di farina, cuocere tuffando in acqua bollente salata, quando vengono a galla sono cotte. Prelevare gli gnocchi di ricotta con una schiumarola e farli saltare dolcemente nel sugo di condimento

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Zuppa di orzo

La Zuppa di Orzo e speck è una ricetta altoatesina, la preparazione non richiede tanto tempo e, a mio parere è ancora più buona se mangiata riscaldata.La Zuppa di Orzo è un ottimo primo piatto invernale, un confort food adatto a riscaldarsi durante le fredde giornate. Colorata e saporita la Zuppa di orzo è anche un piatto sano e gustoso. Da tanti anni preparo questa ricetta e mi piace molto, un po’ perché adoro la consistenza dell’orzo sotto i denti e un po’ perché mi piacciono le pietanze saporite e questa lo è particolarmente grazie all’aggiunta dello speck.

Ingredienti:

  • 225 gr. orzo
  • olio EVO
  • 2 lt. brodo
  • 1 hg. speck in 1 fetta
  • 1 porro
  • 1 carota
  • 1 patata
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale, pepe

Tempi di preparazione:  20 minuti

Tempi di cottura: 30 minuti

Procedimento:

Ricetta zuppa di orzo
Mettere a bagno l’orzo, lavarlo più volte fino a quando l’acqua non risulta limpida. Tagliare finemente il porro e farlo appassire con un giro d’olio
Ricetta zuppa di orzo
Tagliare patata e carota a dadini ed aggiungerle al porro lasciando insaporire per alcuni minuti
Ricetta zuppa di orzo
Tagliare lo speck a dadini ed aggiungerlo alle verdure
Ricetta zuppa di orzo
Lasciar insaporire tutti gli ingredienti per qualche minuto
Ricetta zuppa di orzo
Aggiungere il brodo, sale e pepe e portare a bollore
Ricetta zuppa di orzo
Quando bolle aggiungere l’orzo scolato dall’acqua e portare a cottura

Ricetta zuppa di orzo Ricetta zuppa di orzo

Ricetta zuppa di orzo
Servire la zuppa di orzo calda e fumante

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Crema pasticcera

La crema pasticcera è una preparazione di base in pasticceria tra le più usate è infatti la base di partenza per la preparazione di un numero infinito di altre creme. La preparazione della Crema Pasticcera è molto semplice e richiede poco tempo, è importante che una volta cotta venga fatta raffreddare rapidamente in frigorifero coperta da pellicola a contatto, prima di tutto per evirarne il deterioramento essendo un composto di latte e uova e poi per evitare la formazione di quel velo superficiale che in bocca risulta fastidioso, inoltre la crema raffreddandosi si addensa e sarà quindi più facile da utilizzare per le farciture e da spalmare. La crema pasticcera si prepara con pochi e semplici ingredienti, con una base di tuorli d’uovo la cui concentrazione cambia a seconda se vogliamo ottenere una crema più o meno ricca, il latte deve essere fresco ed intero e può essere in parte sostituito con la panna per ottenere una Crema Pasticcera più cremosa, e la farina che può essere sostituito da amido di mais e/o amido di riso. Per comodità io utilizzo l’amido di mais in quanto si trova in commercio più facilmente rispetto all’amido di riso. Quella che vi propongo oggi è la versione base, quella che viene utilizzata per la maggiore, esiste poi anche la versione di Crema Pasticcera al Microonde che avevo già pubblicato e che ha il vantaggio di essere più rapida da realizzare e permette di sporcare un solo recipiente. La ricetta di questa Crema Pasticcera è quella che uso più spesso, è collaudata e funziona, a questa comunque possono essere apportate numerose varianti, se vogliamo ottenere ad esempio una crema pasticcera al limone possiamo aromatizzare il latte aggiungendo la buccia intera del limone e lo stesso si può fare con la buccia d’arancia; per ottenere una crema pasticcera al rum possiamo aggiungere alla fine mezzo bicchierino di rum o una fialetta per non cambiare la densità della crema e così via, come vi ho detto esistono moltissime varianti sulle quali si potrebbe scrivere un libro intero, ma per oggi mi fermo qui 😉 Se vi va provatela e fatemi sapere cosa ne pensate 🙂

Ingredienti:

  • 5 tuorli d’uovo
  • 150 gr. zucchero
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • 400 ml. latte
  • 100 ml. panna
  • 35 gr. amido di mais

Tempi di preparazione:  10 minuti

Tempi di cottura:  5 minuti

Procedimento:

Ricetta Crema Pasticcera
In una terrina mettere i tuorli, lo zucchero ed i semi della bacca di vaniglia
Ricetta Crema Pasticcera
Mettere a scaldare il latte e la panna con il bacello della bacca di vaniglia e portare a sfiorare il bollore
Ricetta Crema Pasticcera
Con un mestolo di legno amalgamare le uova con lo zucchero
Ricetta Crema Pasticcera
Aggiungere l’amido di mais
Ricetta Crema Pasticcera
Versare il latte caldo sopra il composto di uova ed incorporare bene
Ricetta Crema Pasticcera
Rovesciare nuovamente il tutto nella pentola ed accendere il fuoco mescolando continuamente
Ricetta Crema Pasticcera
Quando la crema si addensa è pronta
Ricetta Crema Pasticcera
Rovesciare la crema in un recipiente basso e largo, coprirla con pellicola a contatto e metterla in frigo a raffreddare, una volta fredda si può utilizzare da sola per farcire torte, bignè … può essere gustata come dolce al cucchiaio oppure può essere utilizzata come base per la preparazione di altre creme

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Torta 7 vasetti salata

La Torta 7 vasetti salata è la variante salata della Torta 7 vasetti, anche più della sua parente dolce, questa torta salata è particolarmente morbida e umida e molto saporita e gustosa. La Torta 7 vasetti salata è molto versatile, è infatti ideale per il brunch, l’alternativa trendy a colazione e pranzo, oppure per accompagnare l’aperitivo, per la festa dei bambini o ancora come antipasto o per il picnic, tagliata a cubetti sarà golosissima, sia calda che tiepida. La particolarità di questo rustico salato è che non serve la bilancia, tutti gli ingredienti infatti vengono misurati tenendo come riferimento il vasetto dello yogurt. Questa torta salata inoltre può essere farcita a piacere con i salumi ed i formaggi che più vi aggradano

Ingredienti:

  • 1 vasetto di yogurt bianco
  • 2 vasetti di farina 00
  • 1 vasetto di amido di mais
  • 1 vasetto di latte
  • 1 vasetto di olio di semi
  • 1 vasetto di parmigiano
  • 1 bustina di lievito istantaneo
  • 3 uova
  • sale
  • 150 gr. scamorza
  • 130 gr. mortadella
  • 75 gr. olive
  • timo

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di cottura: 35 minuti

Procedimento: