Polpettone di tonno e patate

Il polpettone di tonno e patate è uno dei secondi piatti estivi più gettonati, ha il vantaggio che si può preparare in anticipo e da il meglio di sè se consumato freddo a temperatura ambiente, è l’ideale da portare per un picnic all’aperto oppure come pranzo in spiaggia. Il polpettone di tonno e patate è gustoso, fresco e leggero e rappresenta una valida alternativa al classico polpettone di carne, inoltre il connubio tra tonno e timo è particolarmente gradevole. Se state pensando di organizzare una cena tra amici o se avete programmato una di quelle cene in cui ognuno porta qualcosa e volete evitare le solite insalate di riso o di pasta con il polpettone di tonno farete sicuramente la vostra bella figura, inoltre è molto facile da preparare, che non guasta mai 🙂 Ho letto in giro che qualcuno lo prepara senza cottura, io ho preferito passarlo mezz’oretta nel forno in modo da far sciogliere il formaggio e dargli maggiore compattezza in questo modo avrete delle fette più ben definite.

Ingredienti:

  • 500 gr. patate
  • 200 gr. tonno sott’olio (peso sgocciolato)
  • timo
  • 100 gr. formaggio a cubetti (tipo provola)
  • 50 gr. formaggio grattugiato
  • sale
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di pangrattato nell’impasto
  • pangrattato per impanare
  • olio EVO

Tempi di preparazione: 30 minuti

Tempi di cottura: 30 minuti

Procedimento:

Polpettone tonno e patate ricetta
Pelare le patate e tagliarle a cubetti
Polpettone tonno e patate ricetta
Lessare le patate nel cestello della pentola a pressione con poca acqua e leggermente salate per 5 minuti
Polpettone tonno e patate ricetta
Tagliare la provola a cubetti
Polpettone tonno e patate ricetta
Mescolare il timo con il tonno in un recipiente
Polpettone tonno e patate ricetta
Aggiungere le patate schiacciate, il formaggio a cubetti ed il formaggio grattugiato ed amalgamare
Polpettone tonno e patate ricetta
Aggiungere l’uovo ed un filo d’olio ed amalgamare tutti gli ingredienti, se l’impasto dovesse risultare troppo morbido aggiungere un cucchiaio di pangrattato
Polpettone tonno e patate ricetta
Rovesciare l’impasto su un foglio di carta forno e dare la forma di polpettone aiutandosi con la carta forno stessa

Polpettone tonno e patate ricetta

Polpettone tonno e patate ricetta
Versare sopra il polpettone qualche cucchiaiata di pangrattato
Polpettone tonno e patate ricetta
Far aderire il pangrattato distribuendolo delicatamente aiutandovi sempre con la carta forno
Polpettone tonno e patate ricetta
Arrotolare il polpettone nella carta forno e cuocere in forno a 200 gradi per 30 minuti
Polpettone tonno e patate ricetta
Una volta cotto lasciarlo raffreddare e poi tagliarlo. Il polpettone è più buono se gustato a temperatura ambiente e si conserva in frigo coperto con pellicola per un paio di giorni

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare una saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 All rights reserved

Pesce persico con verdure

Il Pesce persico con verdure è un ottimo secondo piatto di pesce, leggero, completo e saporito che si prepara in padella. Ho ritrovato questa ricetta dopo tanto tempo nascosta sotto a un cumulo di altre vecchie ricette dentro ad una agenda dello scorso millennio che era ormai quasi andata nel dimenticatoio, mi è passata tra le mani l’altro giorno mentre ero in cerca di ispirazione. Me l’aveva detta al volo una signora che faceva fisioterapia con me qualche annetto fa, in seguito alla rottura di un ginocchio, ci siamo trovate a condividere esperienze simili e la cosa ci aveva legate in un’amicizia. Così mi è venuto in mente che era molto tempo che non preparavo una ricetta di pesce. Il pesce persico è un pesce di grandi dimensioni originario dell’Europa centro settentrionale che vive in acque dolci. In Italia è presente soprattutto al nord sia nei fiumi che nei laghi, la sua carne è molto buona e, a mio parere sa poco di pesce.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 filetti di pesce persico in totale 650-700 gr.
  • 1/2 cipolla (100 gr.)
  • 1 zucchina (200 gr.)
  • 1 carota (100 gr.)
  • 1 gambo di sedano
  • 300 gr. patate
  • 3-4 pomodorini
  • prezzemolo, basilico
  • sale, pepe
  • olio EVO

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 55 minuti

Procedimento:

Ricetta pesce persico con verdure
Lavare e tagliare a piccoli cubetti sedano, carota e zucchina
Ricetta pesce persico con verdure
Tagliare finemente la cipolla e metterla ad appassire in un’ampia padella con un giro di olio
Ricetta pesce persico con verdure
Aggiungere al soffritto le verdure tagliate, salare, pepare, unire qualche foglia di basilico spezzettato e cuocere per una decina di minuti
Ricetta pesce persico con verdure
Pelare le patate e affettarle molto finemente con una mandolina
Ricetta pesce persico con verdure
Mettere i filetti di pesce persico sopra le verdure aggiungere sale, pepe e cuocerli per una decina di minuti
Ricetta pesce persico con verdure
Girare delicatamente i filetti di persico aiutandosi con una spatola per non romperli
Ricetta pesce persico con verdure
Coprire il pesce con le patate ed i pomodorini tagliati a spicchi e salare anche queste verdure
Ricetta pesce persico con verdure
Coprire la padella, se non avete un coperchio potete coprirla come ho fatto io con della carta forno, sigillandola con la stagnola. Cuocere al minimo per 40 minuti
Ricetta pesce persico con verdure
Spolverate con una manciata di prezzemolo ed ecco la vostra padellata di Pesce persico con verdure pronta per essere gustata

Ricetta pesce persico con verdure

Ricetta pesce persico con verdure
Servite il pesce persico caldo con le sue verdurine

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Orata al limone

Eccoci qua, per la serie venerdì pesce, oggi vi propongo la ricetta di un secondo piatto di pesce molto sfizioso, una ricetta light, fresca e gustosa, l’Orata al Limone. Me ne aveva parlato un collega di lavoro un giorno durante la pausa caffè, mi era subito piaciuta ma l’avevo memorizzata un po’ così, velocemente, sempre con l’intenzione di farla e poi rimanda e rimanda l’avevo quasi dimenticata. Cercando un po’ in giro ne avevo trovata una simile su uno dei miei libri di cucina friulana, così mi è ritornata alla mente e l’ho fatta, cercando nei meandri della mia memoria. A casa mia il pesce è sempre molto gradito, nonostante siamo più vicini alle montagne che al mare lo cuciniamo abbastanza spesso anche se la nostra tradizione prevede una cucina più orientata alla carne, a forza di tenta e ritenta un pochino ho imparato a cucinarlo 🙂  se vi ispira provatela e fatemi sapere se vi è piaciuta 😉

Ingredienti per 2 persone:

  • 2 orate da 600 gr. l’una circa
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 2 spicchi di aglio
  • 4 foglie di alloro
  • 1 limone
  • olio Extravergine di Oliva
  • sale

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 40 minuti

Procedimento:

Ricetta Orata al limone
Preparare un trito con aglio e prezzemolo
Ricetta Orata al limone
Curare le orate tagliando il ventre ed estrendo le viscere. Tenendo l’orata per la coda con un coltello raschiare le squame
Ricetta Orata al limone
Lavare le orate sotto l’acqua corrente ed asciugarle con della carta da cucina
Ricetta Orata al limone
Riempire il ventre con il trito ed aggiungere una foglia di alloro
Ricetta Orata al limone
Cospargere le orate con aglio e prezzemolo e salarle
Ricetta Orata al limone
Tagliare il limone a fettine
Ricetta Orata al limone
Disporre le orate sopra un foglio di carta forno, coprirle con le fette di limone, un goccio d’olio ed irrorarle con il vino ed infornare
Ricetta Orata al limone
Cuocere a 180 gradi per 40 minuti
Ricetta Orata al limone
Servire l’orata calda con il suo sughetto

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Tartare di tonno

La tartare di tonno è un piatto di pesce ideale da servire come antipasto freddo oppure come secondo piatto per una cena o un pranzo di pesce, è una valida alternativa alla più classica tartare di carne molto presente nella cucina slovena o austriaca, nostri dirimpettai. La tartare di tonno è uno dei piatti che piacciono tanto a mio marito, io onestamente non ne vado matta, la ricetta è molto semplice e veloce, si taglia il tonno crudo al coltello in pezzetti molto piccoli e si lasciano per qualche ora in una marinatura che io ho preparato con succo d’arancia, olio, sale, pepe, prezzemolo e basilico. Avevo provato in passato a prepararla con il succo del limone ma non sono rimasta particolarmente soddisfatta a causa del gusto troppo acidulo del limone. Una raccomandazione, prima di acquistare il tonno accertatevi dal pescivendolo sul metodo di conservazione chiedendo che il tonno che state acquistando sia adatto ad essere preparato crudo. Il tonno deve essere decongelato, cioè portato precedentemente a bassissima temperatura in modo tale da eliminare gli eventuali parassiti.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr. tonno
  • 30 gr. olio EVO
  • 1 arancia, succo più buccia
  • sale, pepe
  • 6 foglie di basilico
  • 1 mazzetto di prezzemolo

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura:  /

Procedimento:

Ricetta Tartare di tonno
Lavare ed asciugare prezzemolo e basilico
Ricetta Tartare di tonno
Grattugiare la scorza di una arancia e spremere il succo
Ricetta Tartare di tonno
In una pirofila mettere l’olio ed aggiungere il succo e la scorza dell’arancia grattugiata
Ricetta Tartare di tonno
Aggiungere anche prezzemolo e basilico tritati finemente e mescolare
Ricetta Tartare di tonno
Aggiungere sale e pepe
Ricetta Tartare di tonno
Con un foglio di carta assorbente asciugare i tranci di tonno
Ricetta Tartare di tonno
Tagliare il tonno finemente al coltello
Ricetta Tartare di tonno
Aggiungere il tonno alla marinatura e mescolare

 

Tartare di tonno
Per servire la tartare metterla in una cocottina leggermente unta di olio con le dita, schiacciare il tonno con un cucchiaio e rovesciare la cocottina nel piatto
Ricetta Tartare di tonno
Tartare di tonno

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Insalata di polpo

L’insalata di polpo o polpo all’insalata è un classico antipasto o secondo piatto di pesce estivo della cucina italiana, ma anche straniera, dei popoli dell’Europa del sud che si affacciano sul mare. Durante le mie vacanze estive di quest’anno mi è proprio capitato di mangiare come antipasto un ottimo polpo all’insalata portoghese. L’insalata di polpo è un piatto fresco, leggero, la carne del polpo infatti ha un basso contenuto di grassi e generalmente piace a tutti. Quella che ho preparato io è un’insalata di polpo arricchita di molti ingredienti, il polpo viene buono anche se condito più semplicemente con olio, sale, limone ed una manciata di prezzemolo tritato, generalmente accompagnato con patate lesse, al forno o in padella è la morte sua 🙂

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 gr. polpo
  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • sale grosso

Per la marinatura:

  • 1 limone
  • olio EVO
  • sale
  • pepe in grani
  • peperoncino fresco
  • 1 gambo di sedano
  • 1 scalogno
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • 30 gr. olive taggiasche

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Procedimento:

Ricetta insalata di polpo
Lavare bene il polipo sotto l’acqua corrente eliminando la sabbia dai tentacoli, asciugarlo ed eliminare gli occhi praticando un taglio col coltello tra la testa ed i tentacoli. Il mio era già curato, ho dovuto solo togliere il becco 
Ricetta insalata di polipo
Incidere con un coltello tutto attorto e togliere il becco. Battere il polipo  (corpo e tentacoli) con un batticarne perché la carne diventi morbida e si rompano le fibre
Ricetta insalata di polpo
In una pentola alta mettere le verdure tagliate grossolanamente, riempire di acqua per tre quarti ed aggiungere un poco sale grosso
Ricetta insalata di polpo
Quando l’acqua bolle aggiungere il polipo, prima le punte immergendolo e sollevandolo per 3-4 volte in modo che i tentacoli si arriccino, poi immergendolo completamente
Ricetta insalata di polpo
Far sobbollire l’acqua per una mezz’oretta circa, i tempi di cottura sono di 20 minuti per ogni 500 grammi di polpo
Ricetta insalata di polpo
Con una forchetta infilzare il polipo per verificare che sia cotto, se è cotto spegnere la fiamma e lasciarlo raffreddare nella sua acqua per almeno 15 minuti
Ricetta insalata di polpo
Mentre il polpo cuoce preparate la marinatura
Ricetta insalata di polpo
Tritare finemente il prezzemolo, lo scalogno, l’aglio ed il peperoncino, tagliare a rondelle il sedano e le olive, aggiungere sale, pepe in grani, il succo del limone ed un filo d’olio e mescolare

 

Ricetta insalata di polpo
Unire il polpo alla marinatura, mescolare, coprire con pellicola, riporre in frigo e lasciar insaporire per almeno un paio d’ore prima di servire

 

Ricetta insalata di polpo

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Calamari fritti

Preparare i calamari fritti non è affatto una cosa difficile, bisogna però tenere in considerazione alcuni “trucchetti” che faranno necessariamente la differenza sul risultato finale. Per ottenere dei buoni e croccanti calamari è necessario acquistare quelli piccolini, freschi o quelli che sono stati surgelati subito dopo pescati e poi decongelati e curarli da se, in casa. Il procedimento per pulirli non è dei più veloci, armatevi di santa pazienza e prendetevi il tempo necessario. Per quanto riguarda la panatura io ho mescolato farina 0 con farina di semola, con questa panatura otterrete dei calamari belli croccanti. I calamari vanno poi fritti in abbondante olio di semi di arachide, portato ad una temperatura di 170° e per pochi minuti, non molti pezzi per volta per evitare che la temperatura dell’olio si abbassi troppo, ma stando anche attenti che non si alzi troppo e li bruci. Il risultato è un calamaro fritto croccante ed asciutto.

Ormai ci siamo, domani parto per le vacanze, e come ogni anno sono emozionata e preoccupata, ho sempre paura di avere dimenticato di fare qualcosa di importante, controllo e ricontrollo le date di scadenza dei documenti, i documenti di viaggio, calcolo e ricalcolo i tempi per arrivare in aeroporto, la mia testa è piena di pensieri e paure, quando si va in un posto nuovo e lontano non si sa mai bene dove si capita, gli imprevisti che possono capitare sono tanti e come dice la parola stessa imprevisti 🙂 ci rileggiamo al mio ritorno, mi raccomando fate i bravi e cucinate tanto in mia assenza. Spero di tornare a casa carica di nuove ricettine portoghesi 🙂 un bacione a tutti voi e a presto :-*

Ingredienti per 2 persone:

  • 500 gr. calamari
  • 100 gr. farina 0
  • 100 gr. farina di semola
  • 1 l. olio di semi di arachidi
  • sale
  • limone

Tempo di preparazione: 60 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Procedimento:

Calamari-fritti
In un recipiente mescolare le 2 farine
Calamari-fritti
Iniziare a curare i calamari
Calamari-fritti
Prendere con le dita la testa ed i tentacoli e tirare delicatamente
Calamari-fritti
Individuare la cartilagine interna, una specie di osso trasparente, e sfilarla
Calamari-fritti
Premere con le dita per eliminare le parti molli all’interno del calamaro
Calamari-fritti
Togliere la pelle tirandola con le dita, eventualmente aiutandovi un coltello
Calamari-fritti
Prendere ora i tentacoli e schiacciare con le dita per far uscire il dente
Calamari-fritti
Lavare bene i calamari sotto l’acqua corrente accertandosi che siano totalmente liberi e puliti all’interno
Calamari-fritti
Metterli su un panno ed asciugarli con della carta assorbente
Calamari-fritti
Tagliare i calamari a striscioline e disporli su un piatto

Calamari-fritti

Calamari-fritti
Passarli nelle farine rigirandoli con le mani delicatamente
Calamari-fritti
Eliminare l’eccesso di farina e disporli su un piatto
Calamari-fritti
Portare l’olio a 170 gradi e friggere i calamari per qualche minuto
Calamari-fritti
Scolarli bene con una schiumarola e rovesciarli su una terrina ricoperta di carta assorbente, salarli leggermente e servirli con qualche goccia di limone

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Insalatona con tonno e gamberetti

Buon giorno, oggi vi lascio la ricetta per preparare un’insalatona estiva arricchita con il pesce. Si tratta di un piatto fresco e leggero, ideale per chi vuole mantenersi in forma ma senza rinunciare al gusto. Inoltre questo piatto si può preparare senza accendere i fornelli il che, con il caldo di questi giorni, non è cosa da poco. Non so voi ma io appena arriva il caldo parto subito con questi piatti freschi ed estivi, mi piacciono molto le insalate e cerco di presentarle in modi sempre nuovi per cui penso che a questa seguiranno altre insalatone  sfiziose. Io l’ho preparata così, ma voi potete sostituire le verdure con quelle che preferite, aggiungendo per esempio i cetrioli che a me non piacciono … in estate fortunatamente abbiamo a disposizione una vasta scelta di verdure e possiamo personalizzare le nostre insalatone come più ci piace, inoltre, sia la verdura che il pesce fanno bene, così uniamo l’utile al dilettevole.

Ingredienti per 4 persone:

  • 160 gr. tonno sott’olio
  • 1 cucchiaio di capperi
  • 200 gr. pomodori
  • 1 carota media (120-130 gr.)
  • 250 gr. gamberetti (150 gr. sgocciolati)
  • maionese, ketchup, salsa worchester
  • 2 tipi di insalata (lattuga gentile e insalatina o iceberg) 200 gr. circa

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: /

Procedimento:

Insalatona con tonno e gamberetti
Lavare l’insalatina e la lattuga e strizzarle bene
Insalatona con tonno e gamberetti
Lavare i pomodori e tagliarli e le carote e grattugiarle
Insalatona con tonno e gamberetti
Scolare bene dall’acqua di vegetazione i gamberetti e metterli in una ciotola, aggiungere la maionese, il ketchup e qualche goccia di salsa worchester
Insalatona con tonno e gamberetti
Mettere il tonno in un’altra ciotola, sminuzzarlo, risciacquare i capperi, asciugarli con un foglio di carta assorbente ed aggiungerli al tonno
Insalatona con tonno e gamberetti
Dividere in 4 terrine le verdure ed aggiungere in ognuna una cucchiaiata di tonno e capperi e una di gamberetti
Insalatona con tonno e gamberetti
Condire con sale, pepe e olio extravergine di oliva e mescolare delicatamente

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Filetti di merluzzo con asparagi e pomodorini

Venerdì pesce 🙂 eccoci qua, questa è stata la settimana della leggerezza, infatti ho pubblicato tutte ricettine che si prendono cura della nostra linea, chissà perché vado a periodi 🙂 e allora, per finire in bellezza vi propongo questo filetto di merluzzo con asparagi e pomodorini, visto che ci sono ancora gli asparagi li possiamo utilizzare così, per accompagnare questo merluzzo con i pomodorini cotto al forno, un secondo piatto di pesce molto facile e veloce,  salutare e anche molto buono. Volendo arricchire ulteriormente questo piatto si possono aggiungere delle olive e verrà ancora più buono.

Ingredienti:

  • 500 gr. di filetti di merluzzo (4 filetti)
  • 200 gr. asparagi
  • 200 gr. pomodorini
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine di oliva

Tempo di preparazione: 10 minuti

Tempo di cottura: 25 minuti

Procedimento:

Come-curare-gli-asparagi
Per preparare i filetti di merluzzo con pomodorini e asparagi iniziamo curando gli asparagi. Con un pelapatate pelare gli asparagi togliendo anche le foglioline sporgenti e dure
Come-curare-gli-asparagi
Spezzare gli asparagi per eliminare la parte di gambo più dura
Come-curare-gli-asparagi
Il gambo si spezzerà nel punto esatto in cui l’asparago inizia a diventare tenero
Filetti-di-merluzzo-con-pomodorini-ricetta
Far cuocere gli asparagi in acqua bollente leggermente salata per 3-5 minuti, poi scolarli e metterli da parte
Filetti-di-merluzzo-con-pomodorini-ricetta
Lavare i pomodorini e tagliarli a metà, tagliare anche gli asparagi a pezzetti da 2-3 centimetri
Filetti-di-merluzzo-con-pomodorini-e-asparagi-ricetta
Mettere l’olio in una padella accendere il gas e versarci i pomodori e gli asparagi, aggiungere sale e pepe e far cuocere per cinque minuti
Filetti-di-merluzzo-con-pomodorini-e-asparagi-ricetta
Mettere un filo d’olio in una pirofila ed aggiungere i filetti di merluzzo, salare e pepare
Filetti-di-merluzzo-con-pomodorini-ricetta
Rovesciare nella pirofila gli asparagi ed i pomodorini appena passati in padella e mettere in forno caldo a 200 gradi per 20 minuti

Filetti-di-merluzzo-con-Filetti-di-merluzzo-con-pomodorini-ricetta

Filetti-di-merluzzo-con-pomodorini-e-asparagi-ricetta
Servire subito i vostri filetti di merluzzo

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Baccalà alla vicentina

Il baccalà è il merluzzo nordico salato e stagionato. La salagione ne consente la conservazione per lungo tempo, e per questo viene impiegata fin da tempi lontanissimi per consentire il trasporto e la consumazione del pesce in luoghi anche molto distanti da quelli d’origine (da Wikipedia).  Il baccalà alla Vicentina è un gustosissimo secondo piatto di pesce, semplice da preparare ma che richiede del tempo. Mi sono appuntata questa ricetta molti anni fa, durante una puntata della prova del cuoco e ogni tanto la rispolvero, ogni tanto perché la preparazione è abbastanza lunga, non tanto per la lavorazione quanto per il tempo di ammollo e di cottura. I veneti fanno di questa ricetta un vero orgoglio, curiosando in internet ho scoperto infatti che esiste anche la “Confraternita del Bacalà” e la ricetta del baccalà alla vicentina è contenuta appunto nella “Venerabile Confraternita del bacalà alla vicentina”. Come in tutte le ricette regionali ognuno dice la sua e vanta la sua ricetta come migliore di quella del vicino, insomma, del baccalà alla vicentina ne hanno fatto una istituzione, quindi spero con questa ricetta di non offendere nessuno, se ho sbagliato qualcosa correggetemi pure. Il baccalà alla vicentina va accompagnato da polenta morbida che è la classica polenta che si prepara in Veneto. Un saluto a tutti e buona giornata 🙂

Ingredienti:

  • 1/2 Kg. di baccalà
  • latte per l’ammollo
  • 500 ml. latte intero per la cottura
  • 200 gr. cipolla
  • olio EVO
  • burro
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 3 filetti d’acciuga
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale, pepe

Tempo di preparazione: 50 minuti (più 1 notte per l’ammollo)

Tempo di cottura: 3 ore e 40 minuti

Procedimento:

Baccalà-alla-vicentina

Baccalà-alla-vicentiina
Far ammollare il baccalà nel latte per una notte cambiando il liquido più volte
Baccalà-alla-vicentiina
Lavare ed asciugare il prezzemolo
Baccalà-alla-vicentiina
Tagliare i gambi e tritare finemente
Baccalà-alla-vicentiina
Tagliare finemente la cipolla e far imbiondire con l’olio
Baccalà-alla-vicentiina
Aggiungere il prezzemolo, i filetti di acciuga e l’aglio schiacciato
Baccalà-alla-vicentiina
Riprendere il baccalà, asciugarlo, togliere la pelle, tagliarlo in bastoncini ed infarinarlo
Baccalà-alla-vicentiina
Disporre nella pirofila per il forno unta con burro e praticare dei tagli per il lungo che possano contenere il soffritto
Baccalà-alla-vicentiina
Mettere il soffritto sopra i bastoncini di baccalà, aggiungere sale, pepe, spruzzare sopra un po’ di farina
Baccalà-alla-vicentiina
Aggiungere il latte ed infornare a 80 gradi per 3 ore e 30 minuti muovendo la pentola di tanto in tanto
Baccalà-alla-vicentiina
Servire il baccalà con la polenta morbida

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Orata al cartoccio con patate

L’orata al cartoccio con patate è un delizioso secondo piatto, leggero e semplice da preparare. Credo che questo sia stato il primo piatto di pesce che ho imparato a cucinare. Me l’ha insegnato la moglie triestina di un amico di mio marito, e loro che sono gente di mare il pesce lo sanno cucinare bene, ho provato subito a prepararlo e mi è venuto buono, da quella volta ho adottato sempre questa semplice ricetta. Praticamente si farcisce e si spalma l’orata con un trito di prezzemolo e aglio, si sala abbondantemente con le mani, mettendo il sale nel pugno e passando la mano sulla superficie del pesce, si copre con le patate tagliate fini, un filo d’olio, si chiude nella stagnola e si mette in forno. Il pesce assorbirà la quantità necessaria di sale e non risulterà troppo salato, bisogna fare attenzione però perché le patate invece assorbono il sale e potrebbero salarsi troppo, ricordo che mi aveva detto esattamente così 🙂 . In cottura l’orata rilascrà un sughetto che andrà a condire anche le patate 🙂 semplice, leggero e gustoso.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 orate da 600 gr. circa l’una
  • 700 gr. patate
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • sale
  • olio extravergine di oliva

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 40 minuti

Procedimento:

orata-al-cartoccio-con-patate
Per preparare l’orata al cartoccio con patate iniziamo tritando finemente aglio e prezzemolo
orata-al-cartoccio-con-patate
Pelare le patate e tagliarle fini
orata-al-cartoccio-con-patate
Curare l’orata togliendo le interiora e sciacquando sotto l’acqua, questa operazione potete farvela fare la chi vi vende il pesce
orata-al-cartoccio-con-patate
Quindi tagliare tutte le pinne, conservando la coda, e raschiare le scaglie con un coltello, quindi lavare il pesce ed asciugarlo con della carta assorbente
orata-al-cartoccio-con-patate
Allargare un foglio di alluminio e disporvi sopra un foglio di carta forno, versarvi un goccio d’olio e fare un letto di patate
orata-al-cartoccio-con-patate
Prendere l’orata e salarla con abbondante sale, mettendo il sale nel pugno, dopo di che mettere una manciata di prezzemolo e aglio nella pancia e su tutta la superficie esterna ed adagiare l’orata sopra le patate
orata-al-cartoccio-con-patate
Coprire l’orata con le patate e, versare un goccio di olio e chiudere il cartoccio
orata-al-cartoccio-con-patate
Ripetere l’operazione anche con l’altra orata. Infornare a 200 gradi per 40 minuti
orata-al-cartoccio-con-patate
Estrarre dal forno, aprire il cartoccio e servire l’orata su un piatto

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved