Tiramisù con uova pastorizzate

Tiramisù-con-uova-pastorizzate

Il tiramisu è il più classico dolce della cucina italiana, quello che si trova in tutti i ristoranti, pizzerie, trattorie, da nord a sud in tutta Italia ed è anche probabilmente il dolce italiano più conosciuto nel mondo. Avevo già preparato il tiramisu classico  perché in effetti è uno dei dolci più graditi, se non proprio il preferito in assoluto a casa mia e quello che ho mangiato fin da piccolina quando lo preparava mia mamma. Questa volta ho voluto rifarlo in una versione più “sicura” cioè con le uova pastorizzate. L’anno scorso ho avuto la fortuna e il piacere di partecipare al Guinness per il Tiramisù più grande del mondo e proprio una decina di giorni fa è ricorso il primo anniversario. A Gemona del Friuli, il 24 maggio 2015 con il peso di … 3.015 chilogrammi …, si batteva il Guinness World Record per il Tiramisu più grande del mondo. Il tiramisu ricopriva un tavolone lungo 30 metri e largo 2 e per pesarlo è stato necessario impiegare una gru che ha alzato in una volta sola tutta la struttura: un tavolone di metallo ed il Tiramisù appoggiato sopra tutto insieme, vi garantisco uno spettacolo! Un’emozione unica vedere sollevarsi da terra ed arrivare ad un’altezza di 3 metri dal suolo questo tavolone imbragato con delle cinghie e dei cavi di acciaio ed io ero li, parte di quel successo. Se vi va di dare un’occhiata cliccate qui troverete tutta la letteratura al riguardo. In occasione di questa ricorrenza ho voluto rifare il tiramisu, che come già accennato in casa mia detiene un posto d’onore tra i dolci più apprezzati. Questa volta però ho voluto provare a realizzare la versione con le uova pastrorizzate che permettono di gustare questo buonissimo dolce senza patemi d’animo riguardo alle uova. È anche uscito la da pochissimo il libro che ha riacceso la diatriba tra Friuli e Veneto riguardo alla paternità del Tiramisu, io ovviamente, con un po’ di sano campanilismo sono certa che il Tiramisù sia nato in Friuli 😉 

Ingredienti:

  • 5 tuorli d’uovo
  • 80 gr. zucchero
  • 20 ml. acqua
  • 5 albumi
  • 80 gr. zucchero
  • 20 ml. acqua
  • 400 gr. Savoiardi
  • 500 gr. Mascarpone
  • 150 ml. Caffe’
  • 1 bicchierino di Marsala secco
  • cacao amaro

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Procedimento:

Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Preparare il caffè con la moka da 3. Dividere le uova mettendo i tuorli un un’ampia ciotola
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Preparare lo sciroppo di zucchero unendo in un brico l’acqua allo zucchero
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Mettere sul fuoco, far sciogliere lo zucchero e portare a 121 gradi misurando la temperatura con un termometro da cucina. Quando lo sciroppo di zucchero raggiunge i 115 gradi iniziare a montare i tuorli con le fruste
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Quando lo sciroppo di zucchero raggiunge i 121 gradi versarlo a filo sui tuorli continuando a sbattere
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Montare per qualche minuto fino a quando il composto diventa gonfio ed arriva a temperatura ambiente
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Ripetere la stessa operazione anche per gli albumi: unire in un brico l’acqua allo zucchero e scaldare mescolando fino a raggiungere la temperatura di 115 gradi, a questo punto con le fruste iniziare a montare gli albumi
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Una volta raggiunti i 121 gradi versare a filo lo sciroppo di zucchero sugli albumi e continuare a montare fino al raffreddamento del composto

Tiramisù-con-uova-pastorizzate

Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Ora si può procedere con la preparazione del tiramisù classico. Aggiungere il mascarpone ai tuorli montati ed amalgamare delicatamente per sciogliere i grumi
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Aggiungere al composto anche la meringa ed incorporare per ottenere una crema liscia

Tiramisù-con-uova-pastorizzate

Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Mettere in un piatto il caffè ed il marsala, inzuppare velocemente i savoiardi e disporre la metà su un vassoio, versare sopra metà della crema e stenderla
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Spolverare con cacao amaro e procedere con il secondo strato
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Ripetere la stessa operazione, inzuppare i savoiardi e sovrapporli al primo strato, versare la crema rimanente e riporre in frigo a rassodare per un paio d’ore o fino al momento di servire
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Prima di gustarle il tiramisù spolverare con abbondante cacao

Tiramisù-con-uova-pastorizzate

guinnes
E questa sono io accanto al tiramisù più grande del mondo 🙂

Guinness World Record Tiramisù più grande del mondo Gemona del Friuli

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

10 thoughts on “Tiramisù con uova pastorizzate

  1. Il tuo post mi ha ricordato un aneddoto che raccontava spesso mia nonna.
    Lei diceva che da bambina aspettava tutto l’anno che arrivasse il Natale, perché sapeva che per quella festa le sarebbe stato regalato un cioccolatino. Allora quel minuscolo pezzo di cioccolata era un lusso inimmaginabile, che ci si poteva permettere appunto soltanto una volta l’anno. Adesso invece, diceva mia nonna, se ho voglia di un po’ di cioccolata vado al supermercato e me ne compro una stecca larga così e spessa così per un euro e spiccioli.
    Mia nonna ci faceva questo paragone per farci capire che adesso ogni giorno é festa, ogni giorno é Natale, perché ora possiamo permetterci di fare tutti i giorni delle cose che soltanto pochi anni fa erano delle comodità inaccessibili. E quindi finiamo per darle per scontate, non le apprezziamo nella giusta misura e non siamo mai contenti. Sei d’accordo?

    Liked by 1 persona

    1. Si, infatti, i tempi sono cambiati abbastanza rapidamente dai tempi dei nonni e anche da quando ero bambina io e per fortuna, se si ha un lavoro, ci si può permettere quello che un tempo era un lusso, ma secondo me non bisogna mai dimenticare da dove si viene, per non perdere il senso delle cose 🙂 buona giornata

      Mi piace

  2. Il tiramisù è il mio dolce preferito in assoluto. Con un bel cucchiaio e tanta pazienza avrei mangiato anche quello del Guinness! eh eh eh
    L’ho sempre mangiato nella sua versione classica senza pastorizzazione (ma con i savoiardi di Fonni che sono i migliori in assoluto per farlo, secondo me) e non ho mai avuto il minimo patema d’animo. Quando c’è il tiramisù in tavola il resto è noia… ah ah ah

    Liked by 2 people

  3. Vedi ch estrano, dietro lo schermo si tende sempre a “visualizzare” chi scrive, a dare un volto: io ti immaginavo mora, con i capelli un po’ lunghi 🙂 Pensa come sono outsider: o meglio, dovrei informarmi di più: non sapevo avessero fatto questo record e dire che nel periodo frequentavo l’Ecomuseo delle acque di gemona e loro erano sempre informati su tutto 😦 Comunque, non c’è storia, il tiramisù è Friulano 😀 Buona settimana ❤

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...