Viennetta

La Viennetta è la più classica e conosciuta tra le torte gelato, preparata con gelato alla panna e scaglie di cioccolato fondnete, la Viennetta è un dessert fresco e gustoso che tutti apprezzano e che risulta ideale come un fine pasto. Con questo caldo è davvero impossibile accendere il forno ed allora se non vogliamo rinunciare al dolce l’unica cosa da fare è preparare un dolce freddo, questa volta ho pensato alla Viennetta :-). Dacchè mi ricordi è una delle prime torte gelato che sono apparse in circolazione durante gli anni 80, prodotta dalla Algida è diventata molto popolare anche grazie al fatto che era anche molto facile da reperire. La Viennetta ha il vantaggio che è anche molto facile da fare e quindi si può tranquillamente preparare a casa con un risultato direi soddisfacente che si avvicina di molto, se non addirittura supera in bontà, quello dell’originale.

Ingredienti per 1 stampo da plumcake 25×11:

  • 500 gr. panna fresca da montare
  • 170 gr. latte condensato
  • 1 cucchiaino di vaniglia
  • 3 albumi
  • 1 pizzico di sale
  • 100 gr. cioccolato fondente
  • cacao

Tempi di preparazione: 40 minuti (+ 6 ore in freezer)

Tempi di cottura: /

Procedimento:

Viennetta ricetta
Ritagliare 4 strisce di carta forno poco più corte e più strette dello stampo da plumcake. Spezzettare il cioccolato e farlo sciogliere a bagnomaria o al microonde

Viennetta ricetta

Viennetta ricetta
Spennellare ogni striscia con il cioccolato fuso in modo da coprire bene tutta la superficie e riporre in frigo a mano a mano che vengono completate
Viennetta ricetta
Riprendere dal frigo la prima striscia ormai asciutta e spennellare sopra un altro strato di cioccolato
Viennetta ricetta
Fare lo stesso su ogni striscia fino all’esaurimento dei 100 grammi di cioccolato. 3 strisce serviranno per la farcitura della Viennetta mentre la quarta dovrà essere usata per la guarnizione esterna
Viennetta ricetta
Montare 400 gr. di panna e riporla in frigo. Separare i tuorli dagli albumi, aggiungere a questi ultimi un pizzico di sale e montarli a neve
Viennetta ricetta
Aggiungere agli albumi montati il latte condensato e la vaniglia ed amalgamare il tutto
Viennetta ricetta
Unire ora la panna ed amalgamare il tutto delicatamente
Viennetta ricetta
Foderare lo stampo da plumcake con della pellicola trasparente e versare uno strato di crema
Viennetta ricetta
Estrarre dal frigo una striscia di cioccolato, staccarla delicatamente dalla carta forno e posizionarla sopra lo strato di crema
Viennetta ricetta
Coprire nuovamente con la crema e ripetere l’operazione anche con le altre 2 strisce
Viennetta ricetta
Coprire con la crema rimasta, chiudere con la pellicola e mettere in congelatore per 6 ore, meglio se per tutta la notte
Viennetta ricetta
Una volta congelato estraete il dolce e scaldate le pareti dello stampo con le mani, con il phon o immergendolo per un minuto in acqua calda e rovesciate la Viennetta sul piatto di portata
Viennetta ricetta
Montate la panna rimasta e guarnite la Viennetta. Al centro spolverizzate con cacao amaro ed aggiungete l’ultima striscia di cioccolato spezzettata. A piacere potete aggiungere anche della frutta secca tritata finemente
Viennetta ricetta
Ed ecco l’interno della Viennetta
Viennetta ricetta
E questo è il suo profilo migliore 🙂

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare una saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 All rights reserved

Mousse all’ananas

Salve a tutti, oggi vi lascio la ricetta di un dessert fresco, delicato e molto gustoso, ideale per la stagione estiva, perché si prepara in poco tempo, è senza cottura e soddisfa la nostra voglia di dolce, parliamo della Mousse all’ananas. La ricetta parte dal desiderio di riprodurre in casa un meraviglioso dolce al cucchiaio assaggiato in una osteria con cucina della zona, un posto dove fanno dei dolci meravigliosi che sono per me spesso fonte di ispirazione. Il dolce in questione di chiama Bomba all’ananas, la padrona del locale è una appassionata di dolci e ne parla molto volentieri e, se si conoscono le basi della pasticceria, si riesce a comprendere abbastanza bene come li prepara; non fornisce certo le ricette complete con dosi e metodi di preparazione, ma ascoltando bene quando parla ci si può arrivare 😉 . Il dolce che ho preparato io è buono e si avvicina abbastanza all’originale, ma dagli ultimi racconti e soprattutto dal nome “Bomba all’ananas” mi pare di capire che la preparazione sia un po’ diversa dalla mia … mi riservo quindi di provare un altro metodo per arrivare alla perfezione di gusto e replicare la bomba all’ananas originale 🙂 eh quando mi impunto sono così, … fino a quando non ne vengo a capo non sono contenta 🙂 vi lascio dunque alla mia versione di mousse all’ananas e a presto con nuove e goduriose ricette!

Ingredienti:

  • 6 gr. colla di pesce
  • 250 gr. mascarpone
  • 250 gr. panna montata
  • 1 barattolo di ananas allo sciroppo
  • 50 gr. zucchero a velo
  • 1 fialetta di vaniglia

Tempi di preparazione: 30 minuti

Tempi di cottura: 5 minuti

Procedimento:

Mousse all'ananas ricetta
Mettere in ammollo la gelatina in fogli nell’acqua fredda

 

Mousse all'ananas ricetta
Tagliare a pezzetti le altre 5 fette
Mousse all'ananas ricetta
Montare il mascarpone con lo zucchero a velo e la fialetta di vaniglia e a parte montare la panna

 

Mousse all'ananas ricetta
Unire l’ananas con il mascarpone tenendo da parte qualche pezzettino per la decorazione
Mousse all'ananas ricetta
Far bollire lo sciroppo d’ananas per qualche minuto e ridurlo a metà, prelevare 30 ml, strizzare la gelatina e scioglierla nello sciroppo caldo
Mousse all'ananas ricetta
Versare lo sciroppo con la gelatina raffreddati nel mascarpone e mescolare
Mousse all'ananas ricetta
Unire la panna montata ed amalgamare
Mousse all'ananas ricetta
Versare la mousse nelle coppette, decorare con i pezzettini di ananas e tenere in frigo fino a momento di gustare

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare una saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 All rights reserved

Bavarese alle fragole

Fragole, fragole, fragole e ancora fragole, e anche quest’anno non poteva mancare la bavarese alle fragole, uno dei dolci al cucchiaio preferiti da mio figlio Andrea, direi che è il dolce ideale per questa stagione, un dessert fresco, morbido e dal gusto delicato, con un frutto di stagione che in questo periodo sulla nostra tavola non manca mai, le fragole. La bavarese è un dolce di origine francese, che nella ricetta originale viene preparato con una base di crema inglese alla quale viene aggiunto un gusto, in questo caso le fragole appunto, ed infine la panna semi montata, il tutto viene riposto in frigo dove, con l’aiuto della gelatina e della bassa temperatura si addensa e acquista un aspetto morbido e gelatinoso molto simile a quello di un budino. Questa volta ho preferito preparare la bavarese tradizionale, utilizzando le uova, c’è poi anche la possibilità di preparare lo stesso dessert altrettanto goloso ma senza uova, solamente con le fragole, la panna e la gelatina, ma questa ricetta la vedremo un’altra volta, intanto gustiamoci questa bavarese alle fragole tradizionale che è l’ideale da portare in tavola come fine pasto con il caldo di questi giorni. Buona giornata a voi ed un buon inizio di settimana 🙂

Ingredienti:

  • 600 gr. fragole
  • 50 gr. zucchero
  • succo 1/2 limone
  • 3 tuorli
  • 200 ml. latte
  • 90 gr. zucchero
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • 16 gr. gelatina in fogli
  • 300 gr. panna

Per guarnire:

  • 100 gr. panna montata
  • qualche fragola

Tempi di preparazione:

Tempi di cottura: 5 minuti

Procedimento:

Bavarese alle fragole ricetta
Lavare le fragole, tagliare il picciolo, aggiungere 2 cucchiai di zucchero ed il succo del limone e frullarle con un mixer ad immersione
Bavarese alle fragole ricetta
Passare al setaccio la purea di fragole ottenuta per eliminare i semini e tenere da parte

Bavarese alle fragole ricetta

Bavarese alle fragole ricetta
Mettere in ammollo in acqua fredda la gelatina in fogli
Bavarese alle fragole ricetta
In un’ampia terrina mescolare con una frusta i tuorli con 4 cucchiai di zucchero ed i semi della bacca di vaniglia fino a quando non diventano chiari
Bavarese alle fragole ricetta
Scaldare il latte assieme al bacello della bacca di vaniglia
Bavarese alle fragole ricetta
Prelevare la bacca della vaniglia ed aggiungere il latte alle uova mescolando con la frusta per amalgamare
Bavarese alle fragole ricetta
Versare nuovamente il composto di latte e uova nella pentola e portarlo alla temperatura di 85 gradi sempre rimestando. Controllare la temperatura con l’aiuto di un termometro da cucina
Bavarese alle fragole ricetta
Spegnere il gas, strizzare la gelatina e scioglierla nella crema inglese mescolando con una spatola
Bavarese alle fragole ricetta
Mentre la crema inglese si raffredda, io tengo la pentola sul piano in marmo e la mescolo ogni tanto perché si raffreddi più rapidamente, semimontate la panna
Bavarese alle fragole ricetta
Quando la crema inglese arriva attorno ai 40 gradi versare la purea di fragole
Bavarese alle fragole ricetta
Amalgamare bene con una spatola ed aggiungere poi la panna
Bavarese alle fragole ricetta
Bagnare con acqua uno stampo capiente che possa contenere tutta la bavarese, e riponete in frigo per almeno 4 ore, meglio se per tutta la notte
Bavarese alle fragole ricetta
Estraete la bavarese dal frigo ed immergete il recipiente per 30 secondi in acqua calda in modo che si stacchi più facilmente, capovolgetelo poi sul piatto di portata e pregate 🙂 potrebbe volerci un attimo prima che si stacchi, sono momenti di tensione 😉 non si è mai sicuri se e come viene giù …
Bavarese alle fragole ricetta
A parte gli scherzi, vedrete che andrà tutto bene, decorate la vostra bellissima bavarese alle fragole con panna montata e fragole a piacere e gustatevi il vostro fresco dessert
Bavarese alle fragole ricetta
Bavarese alle fragole

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare una saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 All rights reserved

Bicchierini di fragole e yogurt

I bicchierini con fragole e yogurt sono il dessert che ho preparato come fine pasto la scorsa settimana, un dolce leggero e dal sapore delicato che generalmente piace a tutti. Ho preparato la base rompendo grossolanamente dei biscotti che avevo in casa, io ho utilizzato le macine ma volendo potete sceglierne degli altri di vostro gusto, e poi ho alternato uno strato di fragole preparate con zucchero e limone, con uno strato di yogurt mescolato con la panna. Le fragole sono il mio frutto preferito, ogni anno appena ne mangio in quantità e le uso per preparare un sacco di dolci e dessert ma confesso che il modo in cui le preferisco è gustate da sole, con zucchero e limone per poter gustare al meglio il loro sapore. Mi piace molto preparare i dolci al bicchiere, trovo siano molto divertenti e di grande effetto, e anche pratico e comodo per servire il dessert, basta prenderli dal frigo e servirli agli ospiti o ai familiari senza bisogno di porzionarli e tutti sono hanno il loro dolce già bello che impiattato  😀

Ingredienti per 4 bicchieri:

  • 500 gr. fragole
  • 2 cucchiai di zucchero
  • succo di mezzo limone
  • 4 gr. gelatina in fogli
  • 250 gr. yogurt bianco
  • 3 cucchiai di zucchero
  • succo di mezzo limone
  • 4 gr. gelatina in fogli
  • 100 ml. panna montata
  • 8 biscotti tipo Macine

Tempo di preparazione: 30 minuti

Tempo di cottura: /

Procedimento:

Ricetta bicchierini di yogurt e fragole
Lavare le fragole, tagliare le foglie verdi, tenerne in parte 8 per la decorazione dei bicchierini e tagliare le rimanenti in piccoli pezzi
Ricetta bicchierini di fragole e yogurt
Aggiungere zucchero e limone e lasciare che si formi il succo mescolando di tanto in tanto. Montare la panna ben fredda di frigo e riporla in frigorifero
Ricetta bicchierini di fragole e yogurt
Preparare 2 ciotole di acqua fredda ed immergere in ognuna 4 gr. di gelatina
Ricetta bicchierini di fragole e yogurt
Mescolare lo yogurt con lo zucchero ed il succo di limone
Ricetta bicchierini di fragole e yogurt
Mettere i biscotti in un sacchetto e romperli grossolanamente con un batticarne
Ricetta bicchierini di fragole e yogurt
Io ho volutamente lasciato dei pezzi grossi
Ricetta bicchierini di fragole e yogurt
Prelevare due cucchiaiate di yogurt e scaldarlo al microonde, strizzare 4 gr. di gelatina e scioglierla nello yogurt caldo e versare nuovamente nel resto dello yogurt 
Ricetta bicchierini di fragole e yogurt
Prelevare 2 cucchiai del succo delle fragole, scaldarlo al microonde, strizzare gli altri 4 gr. di gelatina, scioglierli nel succo e rimettere nel resto delle fragole
Ricetta bicchierini di fragole e yogurt
Dividere il biscotti sbriciolati nei 4 bicchierini, tagliare 4 fragole a fettine fini e disporle a contatto col vetro, versare uno strato di fragole con un po’ di succo su ogni bicchierino e riporre 10 minuti in congelatore, riprendere i bicchierini versare uno strato di yogurt e riporre in congelatore altri 10 minuti
Ricetta bicchierini di fragole e yogurt
Ripetere l’operazione una seconda volta

Ricetta bicchierini di fragole e yogurt

Decorare con una fragola bagnata nel suo succo e riporre in frigorifero fino al momento di servireRicetta bicchierini di fragole e yogurt

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2017 – All rights reserved

Bicchierini con pesche e ananas

I bicchierini con pesche noci e ananas solo un dessert fresco ed estivo che ho preparato domenica scorsa. A dire la verità, mentre lo preparavo avevo già assaggiato le varie preparazioni e non vedevo l’ora di gustare i bicchierini finiti. La crema è molto delicata, l’ho preparata mescolando panna con mascarpone, un po’ di vaniglia e zucchero a velo. Le pesche le ho passate in padella con una noce di burro, zucchero e cannella e poi le ho fiammeggiate con mezzo bicchierino di rum, una volta raffreddate ho aggiunto l’ananas. A noi sono piaciuti molto. I bicchierini con pesche noci e ananas sono  un dessert leggero perché contengono una bella dose di frutta che riempie il bicchiere e non appesantisce, sempre che, finito il primo bicchierino non decidiate di prenderne un altro 🙂

Ingredienti per 6 bicchierini:

  • 4 pesche noci
  • 4 fette di ananas in scatola
  • 3 cucchiai di zucchero semolato
  • 1 noce di burro
  • 1 spruzzata di cannella
  • 1/2 bicchierino di rum
  • 250 gr. mascarpone
  • 200 gr. panna
  • 60 gr. zucchero a velo
  • 1 fialetta di vaniglia

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 15 minuti

Procedimento:

Bicchierini-con-pesche-e-ananas
Lavare le pesche noci, sbucciarle con un pelapatate e tagliarle a dadini
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
Aggiungere 3 cucchiai di zucchero semolato, la cannella e mescolare
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
In una padella far sciogliere una noce di burro ed aggiungere le pesche
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
Cuocere a fiamma viva per 12-15 minuti fino a quando il liquido che rilasciano non si sarà asciugato, devono cambiare consistenza ma rimanere compatte
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
Aggiungere il rum e fiammeggiare
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
Appena l’alcol sarà evaporato spegnere la fiamma e lasciar raffreddare le pesche noci nella padella
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
In un altro recipiente montare la panna ben fredda di frigo. Aggiungere il mascarpone, lo zucchero a velo e la fialetta di vaniglia
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
Amalgamare il tutto e rimettere in frigo
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
Tagliare l’ananas a cubetti grandi come le pesche
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
Unire le pesche noci ormai fredde all’ananas e mescolare
Bicchierini-con-pesche-e-ananas
Comporre i bicchierini mettendo 2 cucchiai di crema e 2 cucchiai di frutta e ripetere l’operazione. Tenere in frigo fino al momento di servire

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Profiterole al tiramisù

Il profiterole al tiramisù è il dolce che ho preparato quest’anno per il compleanno di mio figlio. Il dolce per il suo compleanno lo ha scelto lui, d’altronde era il suo diciottesimo compleanno quindi come avrei potuto non farglielo scegliere. La ricetta è quella del Maestro Luca Montersino, al quale faccio riferimento abbastanza spesso perché ritengo che cucinare uno dei suoi piatti sia una garanzia, sia per i bignè che per le creme di farcitura e di copertura ed infatti, manco a dirlo, è buonissimo. La ricetta è tratta dal libro Peccati di Gola, rispetto alle dosi indicate ho dimezzato la dose della chantilly al caffè per il ripieno che mi pareva proprio tanta, infatti così è giusta. L’unica cosa che mi sento di consigliarli per rendere il lavoro meno pesante, è di preparare i bignè il giorno prima e congelati per poi preparare le creme ed assemblare successivamente. Se avete tempo e voglia provate a farlo perché ne vale davvero la pena. Buona giornata 🙂

Ingredienti per 40 bignè:

  • 185 gr, acqua
  • 165 gr. burro
  • 175 gr. farina 00 25 gr. latte fresco intero
  • 270 gr. uova intere
  • un pizzico di sale

Per la chantilly al caffè:

  • 500 gr. panna fresca
  • 250 gr. crema pasticcera
  • 7,5 gr. colla di pesce
  • 50 gr. caffè
  • 5 gr. caffè solubile

Per la glassa al mascarpone:

  • 250 gr. mascarpone
  • 250 gr. panna
  • 150 gr. crema pasticcera
  • 80 gr. zucchero a velo
  • cacao amaro
  • qualche chicco di caffè

Per la crema pasticcera:

  • 4 tuorli d’uovo
  • 120 gr. zucchero
  • 1/2 bacca di vaniglia (semi)
  • 320 ml. latte
  • 80 ml. panna
  • 28 gr. amido di mais

Tempo di preparazione: 2 ore

Tempo di cottura: 35 minuti

Procedimento:

Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Per preparare il Profiterole al tiramisù iniziamo preparando i bignè, trovate la ricetta completa qui sempre con la ricetta di Montersino
Possiamo ora dedicarci alla preparazione della crema pasticcera con la ricetta della crema pasticcera al microonde sempre di Montersino che trovate qui
Possiamo ora dedicarci alla preparazione della crema pasticcera con la ricetta della crema pasticcera al microonde che trovate qui  Una volta pronta, riporre in frigo a raffreddare coperta con pellicola a contatto
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Ora ci dedichiamo alla preparazione della chantilly al caffè per farcire i bignè. Mettere in ammollo in acqua molto fredda la colla di pesce e lasciarla una decina di minuti
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Preparare il caffè ed aggiungerlo al caffè solubile, mescolando per sciogliere
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Prendere dal frigo la dose di crema pasticcera prevista per la chantilly al caffè e mescolarla con una frusta per ottenere una massa liscia, prelevarne una parte e scaldarla nel microonde, strizzare la colla di pesce ed aggiungerla alla crema calda, mescolare per incorporare
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Aggiungere il caffè alla crema pasticcera con la colla di pesce
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Unire ora la rimanente crema pasticcera e mescolare. Mettere da parte e montare la panna
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Aggiungere la panna al composto di crema pasticcera e caffè ed amalgamare delicatamente con movimento dal basso verso l’alto
Con la chantilly al caffè ottenuta farcire i bignè. Mettere la crema in una sacca da pasticcere e con la punta del beccuccio praticare un foro nel bignè, dopo di che riempirlo di crema fin quando non si gonfia
Con la chantilly al caffè ottenuta farcire i bignè. Mettere la crema in una sacca da pasticcere e con la punta del beccuccio praticare un foro nel bignè, dopo di che riempirlo di crema fin quando non si gonfia
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Per la glassa al mascarpone unire al mascarpone la sua parte di crema pasticcera e lo zucchero a velo e mescolare
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Incorporare la panna leggermente sbattuta ma ancora semiliquida. Se fate come me che l’ho sbattuta troppo e la glassa vi resta troppo denso aggiungete un goccio di latte per diluire
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Affondare i bignè nella glassa al mascarpone e disporli sul piatto di portata formando una montagnella

Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino

Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Riporre in frigo fino al momento di gustarli
Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino
Al momento di servire spolverare con cacao amaro e guarnire con chicchi di caffè

Ricetta Profiterol Tiramisù Montersino

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Tiramisù con uova pastorizzate

Il tiramisu è il più classico dolce della cucina italiana, quello che si trova in tutti i ristoranti, pizzerie, trattorie, da nord a sud in tutta Italia ed è anche probabilmente il dolce italiano più conosciuto nel mondo. Avevo già preparato il tiramisu classico  perché in effetti è uno dei dolci più graditi, se non proprio il preferito in assoluto a casa mia e quello che ho mangiato fin da piccolina quando lo preparava mia mamma. Questa volta ho voluto rifarlo in una versione più “sicura” cioè con le uova pastorizzate. L’anno scorso ho avuto la fortuna e il piacere di partecipare al Guinness per il Tiramisù più grande del mondo e proprio una decina di giorni fa è ricorso il primo anniversario. A Gemona del Friuli, il 24 maggio 2015 con il peso di … 3.015 chilogrammi …, si batteva il Guinness World Record per il Tiramisu più grande del mondo. Il tiramisu ricopriva un tavolone lungo 30 metri e largo 2 e per pesarlo è stato necessario impiegare una gru che ha alzato in una volta sola tutta la struttura: un tavolone di metallo ed il Tiramisù appoggiato sopra tutto insieme, vi garantisco uno spettacolo! Un’emozione unica vedere sollevarsi da terra ed arrivare ad un’altezza di 3 metri dal suolo questo tavolone imbragato con delle cinghie e dei cavi di acciaio ed io ero li, parte di quel successo. Se vi va di dare un’occhiata cliccate qui troverete tutta la letteratura al riguardo. In occasione di questa ricorrenza ho voluto rifare il tiramisu, che come già accennato in casa mia detiene un posto d’onore tra i dolci più apprezzati. Questa volta però ho voluto provare a realizzare la versione con le uova pastrorizzate che permettono di gustare questo buonissimo dolce senza patemi d’animo riguardo alle uova. È anche uscito la da pochissimo il libro che ha riacceso la diatriba tra Friuli e Veneto riguardo alla paternità del Tiramisu, io ovviamente, con un po’ di sano campanilismo sono certa che il Tiramisù sia nato in Friuli 😉 

Ingredienti:

  • 5 tuorli d’uovo
  • 80 gr. zucchero
  • 20 ml. acqua
  • 5 albumi
  • 80 gr. zucchero
  • 20 ml. acqua
  • 400 gr. Savoiardi
  • 500 gr. Mascarpone
  • 150 ml. Caffe’
  • 1 bicchierino di Marsala secco
  • cacao amaro

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 10 minuti

Procedimento:

Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Preparare il caffè con la moka da 3. Dividere le uova mettendo i tuorli un un’ampia ciotola
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Preparare lo sciroppo di zucchero unendo in un brico l’acqua allo zucchero
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Mettere sul fuoco, far sciogliere lo zucchero e portare a 121 gradi misurando la temperatura con un termometro da cucina. Quando lo sciroppo di zucchero raggiunge i 115 gradi iniziare a montare i tuorli con le fruste
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Quando lo sciroppo di zucchero raggiunge i 121 gradi versarlo a filo sui tuorli continuando a sbattere
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Montare per qualche minuto fino a quando il composto diventa gonfio ed arriva a temperatura ambiente
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Ripetere la stessa operazione anche per gli albumi: unire in un brico l’acqua allo zucchero e scaldare mescolando fino a raggiungere la temperatura di 115 gradi, a questo punto con le fruste iniziare a montare gli albumi
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Una volta raggiunti i 121 gradi versare a filo lo sciroppo di zucchero sugli albumi e continuare a montare fino al raffreddamento del composto

Tiramisù-con-uova-pastorizzate

Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Ora si può procedere con la preparazione del tiramisù classico. Aggiungere il mascarpone ai tuorli montati ed amalgamare delicatamente per sciogliere i grumi
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Aggiungere al composto anche la meringa ed incorporare per ottenere una crema liscia

Tiramisù-con-uova-pastorizzate

Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Mettere in un piatto il caffè ed il marsala, inzuppare velocemente i savoiardi e disporre la metà su un vassoio, versare sopra metà della crema e stenderla
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Spolverare con cacao amaro e procedere con il secondo strato
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Ripetere la stessa operazione, inzuppare i savoiardi e sovrapporli al primo strato, versare la crema rimanente e riporre in frigo a rassodare per un paio d’ore o fino al momento di servire
Tiramisù-con-uova-pastorizzate
Prima di gustarle il tiramisù spolverare con abbondante cacao

Tiramisù-con-uova-pastorizzate

guinnes
E questa sono io accanto al tiramisù più grande del mondo 🙂

Guinness World Record Tiramisù più grande del mondo Gemona del Friuli

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

Crumble di mele

Il crumble di mele è un dolce tipico della cucina inglese. La versione più classica viene preparata con le mele, ma ne esistono numerose varianti preparate con altra frutta, come ad esempio pere, ciliegie o pesche ed esistono anche delle varianti di crumble salate. Il crumble di mele consiste in una frolla che viene impastata velocemente e poi viene sbriciolata, dall’inglese to crumble, sopra la frutta tagliata a pezzettoni e poi cotta in forno, la frutta cuocendosi si ammorbidisce mentre il crumble diventa croccante. La versione base del semplice crumble più frutta può essere arricchita a piacere mescolando ad esempio la farina 00 con la farina di mandorle, oppure aggiungendo frutta secca, o cioccolato a scaglie all’impasto per renderlo oltre che sbricioloso anche croccante. Se volete godervi al meglio questa dolce coccola, potete servirla con una pallina di gelato alle creme oppure con una salsa alla vaniglia che gli inglesi chiamano custard.

Ingredienti per una pirofila 28×17 o per una tortiera diametro 24 cm. :

Per il ripieno:

  • 1 Kg. mele golden
  • 3 cucchiai di zucchero semolato
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • 1/2 limone

Per il crumble:

  • 200 gr. farina
  • 120 gr. zucchero di canna
  • 120 gr. burro freddo

Tempo di preparazione: 40 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Crumble-di-mele
Per preparare il crumble di mele iniziamo occupandoci delle mele. Pelare le mele, tagliarle in quattro, levare il torsolo e tagliarle a cubetti non troppo piccoli
Crumble-di-mele
Aggiungere zucchero, cannella ed il succo di limone e mescolare delicatamente
Crumble-di-mele
Mettere da parte e lasciare insaporire
Crumble-di-mele
In un’altra terrina preparare il crumble. Unire farina, zucchero di canna e burro freddo tagliato a pezzetti
Crumble-di-mele
Lavorare gli ingredienti facendoli passare tra le dita per creare delle briciole
Crumble-di-mele
Disporre i cubetti di mela nella pirofila
Sistemare sopra le mele il crumble coprendo bene tutte le mele
Sistemare sopra le mele il crumble coprendo bene tutte le mele. Mettere a cuocere in forno caldo a 200 gradi per 30 minuti

Crumble-di-mele

Crumble-di-mele
Servire il crumble di mele tiepido

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Bicchierini di panettone con crema zabaione e mascarpone

Se avete ancora del panettone da smaltire questo è il momento giusto per farlo.  Domenica scorsa ho preparato come dessert di fine pranzo questi bicchierini di panettone con crema zabaione e mascarpone riutilizzando un panettone che mi era avanzato dopo le feste di Natale, sono venuti una bomba, buonissimi, per non parlare dell’aspetto, molto scenografico, vi garantisco che fanno la loro bella figura. Non volevo fare la solita crema al mascarpone, ho pensato quindi di provare con una crema allo zabaione diluita con panna e mascarpone, è un’idea un po’ insolita ed alternativa per servire il panettone, ma sicuramente molto gustosa e d’effetto. Per la decorazione io ho utilizzato delle lamelle di mandorle perchè era quello che avevo in casa, ma se non le avete potete utilizzare anche delle scaglie di cioccolato bianco o fondente o dei pezzettini di torrone avanzato.  Realizzando queste coppette di crema zabaione e panettone e in un sol colpo avrete smaltito gli avanzi di panettone e farete un figurone con i vostri ospiti.

Ingredienti:

  • 4 fette di panettone
  • 200 gr. di panna
  • 200 gr. mascarpone
  • lamelle di mandorle

Per lo zabaione:

  • 100 gr. tuorli (sono 5 uova)
  • 135 gr. zucchero
  • 125 ml. marsala secco

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 5 minuti

Procedimento:

coppette-bicchierini-panettone-crema-zabaione
In un pentolino mettere i rossi d’uovo e lo zucchero
coppette-bicchierini-panettone-crema-zabaione
Mescolare fino ad ottenere un composto chiaro, facendo sciogliere lo zucchero
coppette-bicchierini-panettone-crema-zabaione
Aggiungere il marsala ed amalgamare gli ingredienti
coppette-bicchierini-panettone-crema-zabaione
Cuocere sul fuoco sempre rimestando fino ad ottenere un composto spumoso
coppette-bicchierini-panettone-crema-zabaione
Spegnere il fuoco e lasciar raffreddare il composto
coppette-bicchierini-panettone-crema-zabaione
Una volta raffreddato lo zabaione versarlo in una ciotola ed aggiungere il mascarpone
coppette-bicchierini-panettone-crema-zabaione
Amalgamare gli ingredienti ed aggiungere la panna montata
coppette-bicchierini-panettone-crema-zabaione
Mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo
coppette-bicchierini-panettone-crema-zabaione
Ora potete montare i vostri bicchierini. Mettere sul fondo della coppetta un cucchiaio di crema ed aggiungere uno strato di panettone ridotto in piccoli pezzi, versare due cucchiai di crema ed un nuovo strato di panettone ed infine la crema rimanente
coppette-bicchierini-panettone-crema-zabaione
Completare con le lamelle di mandorle

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015 – All rights reserved