Pizza ricetta base per l’impasto

pizza-impasto-base

La pizza è uno dei grandi classici della cucina italiana, forse è il piatto italiano più esportato e copiato in tutto il mondo, non c’è infatti paese del mondo in cui si vada e non si trovi una pizzeria. Di origine napoletana la pizza nasce come torta dolce, i primi scritti in cui compare risalgono a prima dell’anno 1000, ma è solo a partire dagli inizi del XIX secolo che la pizza si trasforma diventando più simile a quella che conosciamo ora. La pizza è un impasto di base formato da ingredienti semplici, quali farina, acqua, sale e lievito, negli ultimi decenni si sono moltiplicate le versioni, preparate con diversi tipi di farine e diversi tipi di impasti, anche per venire incontro a disturbi alimentari sempre crescenti ed alle nuove tendenze alimentari. Trovare una ricetta di base valida per preparare la pizza in casa in realtà non è così semplice, ci sono così tante ricette e non sempre tutte funzionano o si adattano alle nostre esigenze ed ai nostri gusti. Vi propongo la mia, quella che ho trovato più valida come gusto e consistenza, dopo aver sbagliato più volte. Non è di certo la ricetta della vera pizza napoletana, ma funziona sempre e così mi sento di consigliarvela. Se non avete ancora una vostra ricetta per la pizza da preparare in casa provate con questa e fatemi sapere 🙂 Buona giornata.

Ingredienti per la teglia del forno (33,5×32)

  • 150 gr. farina 00
  • 150 gr. farina 0
  • 150 gr. farina manitoba
  • 10 gr. lievito di birra
  • 9 gr. sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 270 gr. acqua
  • 3 cucchiai di olio (27 gr.)

Tempo di preparazione: 30 minuti (più 1 ora e mezza di lievitazione)

Procedimento:

pizza-ricetta-base-impasto
In un contenitore capiente o nella tazza della planetaria mettere le farine setacciate ed aggiungere il lievito di birra sbriciolato e lo zucchero
pizza-ricetta-base-impasto
Mescolare insieme l’acqua, il sale e l’olio
pizza-ricetta-base-impasto
Unirli un po’ alla volta alle farine ed iniziare ad impastare cercando di far assorbire man mano tutti i liquidi, versandoli un po’ alla volta
pizza-ricetta-base-impasto
Impastare fino ad ottenere un panetto liscio, omogeneo e non appiccicoso
pizza-ricetta-base-impasto
Mettere l’impasto in una ciotola infarinata, coprire con pellicola e lasciar lievitare in un luogo tiepido per 1 ora e 30
pizza-ricetta-base-impasto
L’impasto deve raddoppiare di volume
pizza-ricetta-base-impasto
Ungere la teglia del forno con un velo di olio, stendere la pizza sulla spianatoia con le mani delicatamente o con il mattarello ed adagiarla sulla teglia, aggiungere 400 gr. di passata di pomodoro condita con sale e poco olio e cuocere in forno a 180 gradi per circa 20 minuti. Aggiungere 400 grammi di mozzarella tagliata a dadini e lasciarla ancora 5 minuti in forno perché si sciolga e avrete un’ottima pizza margherita.

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

15 thoughts on “Pizza ricetta base per l’impasto

  1. La mia ricetta è simile ma io uso solo farina manitoba e farina “00” (2/3 e 1/3) e meno lievito (circa 6gr.).
    Come lievito mi trovo meglio con quello secco invece del panetto.
    Sul procedimento ci sono tante varianti, sopratutto a seconda del tempo a disposizione. eh eh eh
    🙂

    Mi piace

    1. Si, difatti, non esiste un unico modo per prepararlo, poi quando prendi un po’ mano con le farine ed il lievito ti regoli anche con i tempi di lievitazione e come dici tu dipende dal tempo che hai, l’ottimale sarebbe una lievitazione lunga, per migliorare la digeribilità della pasta 🙂

      Liked by 1 persona

      1. Una volta ho provato a far lievitare la pasta oltre le 10 ore e non sono rimasto soddisfatto. Probabilmente ho sbagliato qualcosa ma con le farine e i lieviti “standard” secondo me la doppia lievitazione (1h e 2h) è la scelta migliore.

        Mi piace

      2. Dipende anche dalle ricette, ho provato una volta a fare la pizza con la ricetta di Bonci, con pochissimo lievito, una lievitazione di 24 ore, maneggiando pochissimo l’impasto e facendo maturare in frigo e viene bene, ma bisogna sapere appunto come si comportano le varie farine ed i lieviti. Poi in genere se hai una ricetta che funziona fai quella e non se ne parla più 🙂

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...