Treccia russa

Ricetta Treccia Russa

La TRECCIA RUSSA è un impasto lievitato di pasta brioche arricchito con una crema di burro e zucchero e poi intrecciato. Morbidissimo dentro e croccante fuori, dal gusto non troppo dolce, la Treccia Russa è il dolce ideale per la prima colazione. L’aspetto, come potete vedere è molto scenografico ed il gusto davvero molto buono, la preparazione è un po’ lunga perché deve passare attraverso tre lievitazioni ma alla fine la soddisfazione è tanta, è come avere un cucciolo che in poco tempo cresce e cresce e cresce tanto da diventare alla fine un bestione ma dalla forma e dalla consistenza perfetta. All’apparenza sembra complicato da fare ma non è affatto difficile se si seguono i passaggi passo passo. Personalmente adoro i lievitati, soprattutto quelli dolci e mi diverto molto e con queste preparazioni. Di tanto in tanto preparo questa ricetta perché a noi piace molto e ci piace coccolarci la domenica mattina con una colazione ricca e con qualcosa di particolare e buono. La ricetta della Treccia russa l’ho presa qui  , arriva dal blog cookaround  ed ora che ce l’ho anche sul mio blog non dovrò nemmeno fare più la fatica di andare a cercarmela e mi fa piacere di condividerla con voi.

Ingredienti:

  • 15 g di lievito di birra
  • 200 ml di latte
  • 90 g di zucchero
  • 90 g di burro
  • 2 uova intere medie
  • 600 g di farina bianca
  • 1 cucchiaino raso di sale

Per la farcitura:

  • 50 g di burro
  • 50 gr. zucchero semolato

Tempo di preparazione: 1 ora (più 4 ore di lievitazione)

Tempo di cottura: 30 minuti

Procedimento:

Ricetta Treccia Russa
Sciogliere il lievito nel latte a temperatura ambiente ed aggiungere 80 gr. circa di farina bianca, prendendola dal totale, per ottenere un impasto denso

Ricetta Treccia Russa

Ricetta Treccia Russa
Coprire la crema ottenuta con 2/3 cucchiai di farina e mettere a lievitare in forno spento con la luce accesa,  ci vorrà un’ora e trenta circa 
Ricetta Treccia Russa
L’impasto sarà pronto quando si formeranno delle crepe dalle quali uscirà la cremina
Ricetta Treccia Russa
Trasferire l’impasto nella tazza della planetaria ed aggiungere le uova e lo zucchero
Ricetta Treccia Russa
Iniziare a mescolare con il gancio ed aggiungere a poco a poco la farina, il burro ammorbidito e per ultimo il sale
Ricetta Treccia Russa
Mescolare fino ad ottenere un composto morbido ma non appiccicoso
Ricetta Treccia Russa
Trasferire il panetto sul piano di lavoro e formare una palla
Ricetta Treccia Russa
Rimettere l’impasto nella tazza della planetaria, coprire con pellicola e rimettere a lievitare nel forno spento ma con la luce accesa fino al raddoppio, ci vorrà circa 1 ora e mezza

 

Ricetta Treccia Russa
Quando l’impasto sarà lievitato trasferirlo sulla spianatoia
Ricetta Treccia Russa
Arrotolare il rettangolo dal lato lungo stando attenti a far combaciare i bordi
Ricetta Treccia Russa
Tagliare un rotolino alla fine di circa 4-5 centimetri, questo servirà a chiudere la treccia
Ricetta Treccia Russa
Mettete la treccia a lievitare sopra un foglio di carta forno direttamente nella teglia del forno dove andrà cotta e ponete nuovamente nel forno spento ma con la luce accesa
Ricetta Treccia Russa
Lasciate lievitare fino al raddoppio, ci vorranno circa 2 ore poi infornare in forno caldo a 180 gradi per 30 minuti
Ricetta Treccia Russa
Estrarre la treccia russa dal forno e spennellatela con del latte per farla diventare più lucida

 

Ricetta Treccia Russa
Attendere il completo raffreddamento e spolverare al treccia con zucchero a velo
Ricetta Treccia Russa
E questo è l’interno della treccia

Se desideri un chiarimento prima di provare questa ricetta o se vuoi lasciare un saluto scrivi il tuo commento, se questo piatto ti è piaciuto condividilo sulla tua bacheca.

Per ricevere una e-mail ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo iscriviti alla newsletter o clicca mi piace a questo link

Caramello Salato © Copyright 2015-2016 – All rights reserved

41 pensieri riguardo “Treccia russa

    1. Grazie! Io la avvolgo nella pellicola trasparente e resta morbida anche il giorno dopo, certo che mangiata appena cotta è più buona … Comunque volendo puoi diminuire un po’ il lievito tipo a 12 grammi e lasciarla lievitare in frigo tutta la notte, poi la inforni la domenica mattina, si cuoce mentre prepari la colazione 🙂

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...